martedì 10 aprile 2001

Piccolo Scoop

Non sto scherzando, mezz'ora fa alla mia sinistra c'era Elio Veltri che dettava a una collega la seguente:

c.a. On.Silvio Berlusconi / Roma

Gentile Presidente,

nella trasmissione di Vespa Lei ha polemizzato con noi definendo "L'odore dei soldi" una sorta di pattumiera di documenti riciclati riguardanti procedimenti penali conclusi con assoluzioni o archiviati.
Lei sa che non è vero e ha mentito senza possibilità di essere contraddetto perché in televisione o monologa o trova giornalisti come Vespa non troppo avvezzi a porre domande vere. Che Lei, come ha detto più volte Indro Montanelli, sia abituato a mentire, anche a sé stesso, tanto da credere nelle cose che dice, non ci meraviglia più di tanto. Si sorprende invece che Lei, leader del Polo, aspirante Presidente del Consiglio, l'uomo più potente e più ricco d'Italia che vuole governare come Napoleone, in una trasmissione televisiva del servizio pubblico attacchi, senza alcun contraddittorio, gli autori di un libro che la riguarda, che sono persone normali, senza scorta, viaggiano con i mezzi pubblici e considerano un dovere informare i cittadini sulle questioni che la riguardano.
Comportandosi così, Egregio Presidente, Lei perde il senso delle proporzioni e dimentica che qualche volta anche "le formiche si incazzano". Proclama a destra e a manca di volere cambiare il Paese da liberale doc e poi non sopporta nemmeno che i suoi comportamenti vengano messi in mora. Lei pensa davvero che abbiamo fabbricato documenti e inventato fatti, circostanze, frequentazioni, abusi e illeciti che La riguardano? Se così è, chiarisca e risponda alle domande contenute nel libro. Ma ci indichi anche un solo leader politico di una grande democrazia che si comporta come lei, perché noi per quanto ci siamo sforzati non lo abbiamo individuato. Anzi, in un qualsiasi paese democratico, chiunque avesse un curriculum giudiziario come il Suo sarebbe da tempo fuori dalla politica.
Poiché noi abbiamo a cuore il futuro del Paese, anche perché vogliamo viverci e sappiamo bene che se Lei vince le elezioni, cosa che non ci auguriamo, diventa anche il nostro capo di Governo, La invitiamo a chiarire nel Suo interesse e in quello del nostro Paese.
L'occasione può essere la Presentazione del libro a Roma, giorno 13, alla quale parteciperanno Sabina Guzzanti, Curzio Maltese e Paolo Flores D'Arcais. Come vede, saremo tra amici: potremmo evitare alla Guzzanti di imitarla perché con Lei presente possiamo contare sull'originale. Se poi quel giorno non avesse tempo, ci comunichi un'altra data in modo da poter ripetere la presentazione a Roma o altrove con la Sua presenza.

Molti cordiali saluti da Elio Veltri e Marco Travaglio


(Non sono giornalista, e allora?)
Proprio oggi che dicevo: niente politica... per par condicio riporto qualche altra perla dal muro di votaberlusconi.it (non riesco più a farne a meno):

Lezione di storia con coro da stadio
Prima gli Etruschi e i Romani, poi lo splendore Medioevale dei Medici e dei Visconti. La nazione Italia non puo´ essere gestita dai Katto-Komunisti! FORZA SILVIO, distruggili!!!!!!

Il sogno del distributore
Sono un giovane di 31 anni lavoro nella grande distribuzione,ma non c´e´ cosa piu´ bella disrtibuire il Programma di Silvio. Forza Silvio il mercato della grande distribuzione e´ con Te.

Ancora oppressione comunista
ora per avere un sito internet bisogna registrarsi al tribunale. Silvio salvaci tu dall´oppressione comunista. Mandiamoli tutti a casa

C'è spazio anche per i dissidenti
VIVA ZACCHERONI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).