giovedì 19 luglio 2001

Appunti da Genova - 9

Mi piace Agnoletto, il suo stile. Basso e incazzoso. Non lo smuovi. Se la traduttrice non ce la fa si traduce da solo, e via che andiamo.

Comincia la conferenza stampa strigliando i giornalisti: il suo intervento presso i sindacati è stato travisato. Nessuno ha parlato della standing ovation che ne è seguita, invece è stato dato rilievo a una frase mai detta da Cofferati: "dal GSF non ho niente da imparare". E le pallottole al sindaco, non erano contro il sindaco, come ha riportato qualcuno: erano contro Agnoletto e Casarin.

Intorno a lui alcuni personaggi. Quando si presentano ho un sussulto: a sinistra c'è Susan George, a destra Walden Bello. Tra gli altri. Mi volto indietro, c'è un ragazzo a torso nudo. E poi uno col pass del G8 ufficiale e un'orrida camicia a righine, Gad Lerner. Resta 20 minuti e poi scompare.

La George ha un buon italiano e una certa fretta: "non siamo contro la globalizzazione: siamo contro le politiche neoliberiste espresse dal G8". Bello è una sorpresa: urla e batte i pugni: "La Banca Mondiale non è una parte della soluzione, è una parte del problema! Banca Mondiale e Fondo Monetario Internazionale devono essere smantellati. Hanno parlato di ridurre il debito, e non c'è stata alcuna diminuzione del debito. Hanno parlato di riforma della Banca Mondiale e non c'è stata nessuna riforma!

Dalla scuola di fronte uno strepito improvviso. Nessun problema, è un'esercitazione. Due file di ragazzi impersonano a vicenda poliziotti e dimostranti. "Attenti a dove tenete le mani. Tenerle nelle tasche e minaccioso: chi vi guarda non sa cosa avete in tasca. C'è chi le tiene alzate: fate come volete, ma c'è il rischio di spingerle senza volere, e può essere interpretato come un gesto violento".
"Pronti? Ora una nuova situazione. Voi a destra state cercando di spostare la merda del vostro cane. Voi a sinistra siete nel parco, vedete il ragazzo col cane e cercate di mandarlo via. Via".

Torno alla conferenza stampa. Agnoletto ha messo via la traduttrice e risponde a braccio alle domande.
"Abbiamo saputo dell'adesione dei DS alla marcia del 21. Ogni nuova adesione è benvenuta. Aspettiamo comunque di sentire le motivazioni, che non ci sono ancora arrivate. Quella del 21 comunque non è una manifestazione neutra. Ci aspettiamo che questa adesione segni una rottura con la politica neoliberista degli ultimi anni: la politica del centrosinistra che ci ha portato alla guerra con la Jugoslavia. Now I'll try to translate".

"We are not surprised by the declaration of Tony Blair, E' un noto guerrafondaio. If he says we're nothing, this means he's surprised of how strong we are. Farebbe meglio a spiegare come mai in una situazione di agreement con la Francia i francesi bloccano i treni dall'Inghilterra alla frontiera".

"It is obvious that in stadium carlini there are disobedient persons! They are tute bianche, rifondazione and other ones, they are not armed, they will disobey with us!".

Quanto a me:
stamattina due buone notizie: il sole picchia, e ai cancelli c'era una fila di persone in uniforme. Erano vigili urbani che avevano montato una fontanella. Adesso va molto meglio. Certo, una doccia è un'altra cosa.

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).