Pages - Menu

venerdì 20 luglio 2001

Genova - 14

Cosa posso dire. Guardate indymedia...

Sono veramente frastornato. Non credo di poter raccontare nulla stasera. E poi a me non è successo praticamente niente, e qui invece è successo di tutto. Rimando forse a domani.

Qui di fianco a me quasi tutti i computer mostrano le foto del ragazzo sparato e investito. Due tedeschi stanno leggendo un dossier in inglese sulla strategia della tensione. E proprio ora indymedia ci informa che qua fuori la polizia 'controlla' le persone.
Tutto sommato qui la gente ha facce attente e sveglie. Giù a Piazzale Kennedy invece sulle facce si leggeva soprattutto rabbia e stanchezza.

La conferenza stampa di stasera è stata messa su con mezzi di fortuna, attorno a un camper dell'Arci, con una pessima acustica. E' lì che, tra uno slogan e l'altro, è partita la richiesta ufficiale di sospendere il vertice. E delle dimissioni di Scajola. (Leggo che Fini lo sta già coprendo. E non abbiamo ancora finito di contare le vittime. E' ributtante). Ha preso la parola anche Bové, per dire che non ha mai visto una repressione poliziesca così. Lui, arrestato in Francia e in Israele. Intanto dalla città si vedeva salire uno sbuffo di fumo grigio. Forse dalla zona delle tute bianche.

E poi, mentre qualcun altro parlava, il solito elicottero si è fermato proprio sopra di noi, per un paio di minuti. Per darci un'occhiata, per darci fastidio, per evitare che ci ascoltassimo, cosa che già facciamo con difficoltà. La voglia di cedere alla rabbia era molto forte. Ma per fare cosa?

Vediamo domani. Nel frattempo ci andrei piano con dichiarazioni del tipo: Abbiamo vinto. Intanto abbiamo perduto una persona. E forse abbiamo anche perso di vista i contenuti. Che il g8 si svolga o no, è veramente così importante? Eravamo qui per far sentire le nostre proposte, ora siamo schiacciati tra forze dell'ordine e black block. E dobbiamo urlare per capirci. Ma urlare non aiuta a calmarsi...

Forse butterò via questo appunto domattina. Sono stanco e non ragiono bene. Di regola dovrei limitarmi a raccontare quel che vedo e quel che vivo, senza troppe considerazioni generali. Purtroppo quel che ho visto e vissuto è veramente insignificante rispetto alla gravità dei fatti. Ringrazio tutti quelli che mi hanno chiamato, e che sono passati dal sito, veramente tanti. Ringrazio anche i miei compagni di oggi, Glauco incluso, anche se ci siamo presi contro tutto il giorno. Buona notte e speriamo per domani.

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.