mercoledì 27 febbraio 2002

Vi secca se ho un po' di fatti miei?
Ieri mattina il pc non mi si è avviato. Faceva biiip, biiip, e basta.
L'ho portato al negozio, il tipo mi fa: "Si è bruciata la scheda video. A volte succede".
"Bruciata in che senso?"
Nel senso che non si ripara, si ricompra nuova.

Di solito fanno i preziosi, all'Assistenza. Capace che gli fanno fare anticamera per una settimana, prima di darci un'occhiata. Stavolta no, stavolta c'era un tipo simpatico che ha tolto il dente e il dolore in tempo reale. Ha staccato la scheda vecchia, me ne ha venduta una nuova, l'ha montata. Non ho fatto neanche in tempo a dire "ahi" che in tasca avevo 120 euro in meno.
Ancora anestetizzato dal trauma, insistevo per farmi una ragione. E' per qualcosa che ho fatto, vero? "Ho fatto degli esperimenti con gli attacchi audio. Può essere stato quello?"
Tutto quel che volevo era sentirmi colpevole. Odio le cose che succedono per caso.
"Eh... beh, sì... ieri sera avevo scaricato un file mpeg".
Ero pronto a mentire se necessario, ad ammettere misfatti orribili. Ma il simpaticone scuoteva la testa: niente da fare.
"Non c'è niente da fare. Sono cose che succedono a volte, per caso":
Odio le cose che succedono a volte, per caso. Davvero, non le sopporto. Un giorno qualcosa funziona, il giorno dopo non c'è più, e tu non c'entri nulla.
Che rabbia.
Per cui ho deciso che anch'io seguirò la pista anarchica. Maledetti!

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).