venerdì 23 maggio 2003

Noi assassini

siamo così appassionati della nostra capacità di farci male l'un l'altro, che passiamo i giorni a contare i morti da una parte e dall'altra, dieci di qui, cento di là, si vedrà alla fine chi è l'assassino e chi la legittima difesa.
Quando basta così poco, un battito di ciglia, uno starnuto, una breve scossa, a ricordarci che siamo solo dei poveri dilettanti.

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).