mercoledì 10 dicembre 2003

Italiani, fate figli, ma fateli tutti tra il 1 dicembre 2003 e il 31 dicembre 2004. Per quest'anno non fate altro: dedicatevi alle delizie dell'amore e non lasciatevi distrarre dal lavoro o da altro impegno, perchè poi il sostanzioso bonus di mille euro non ci sarà più.
Livia Turco

Siam tutti figli di Maroni

(il che è tutto dire)

Quando finalmente un Ministro ne combina una giusta, perché non parlarne bene?
E allora io proclamo che ho visto lo spot sul secondo figlio è mi è piaciuto. Forse crescere con un fratello non è un diritto, ma senz’altro è una grande opportunità.
Purtroppo, come al solito, la pubblicità non è rivolta a me, che essendo a dicembre del 2003 a quota 0 figli, anche consacrando tutto il mio tempo alle delizie dell’amore (come consiglia, forse ironicamente, l’on. Livia Turco) non ho nessuna speranza di riuscire a figliare un secondogenito entro il 31/12/2004 e intascare così il congruo assegno di Euro mille (1200 $!). A meno che non sia consentita la bigamia, aspetta… no, pare di no.

Fregati anche stavolta. Beh, a dire il vero un modo ci sarebbe.
Funziona così: una volta fatto il bambino, lo molliamo in ospedale. A quel punto, oltre al taglio drastico di tutte le spese per pannolini, fasciatoi, biberon, la bicicletta, il motorino, l’università… incameriamo un assegno di Euro 1500 (1800$!). Cioè, veramente lo incamera la madre (l’utero è suo). Ma se ci si mette d’accordo prima… e poi in questo caso la poligamia è consentita (se non incentivata).

È il risultato un po’ paradossale di un emendamento alla finanziaria, emendamento bipartisan per giunta. Ma mentre i mille euro al secondogenito sono già uno spot in fascia protetta, dei millecinquecento al primogenito orfanello non si parla. Perché? Forse nemmeno Maroni si aspettava una legislazione così avanzata in materia di figli di nessuno.

Beh, poco male: se la comunicazione ufficiale è scarsa, ci siamo sempre noi valorosi blog. Ecco il mio spot, dedicato con affetto al nuovo Padre della Patria.



Sì, non è un granché, mi rendo conto, ma per quel che mi pagano.

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.