mercoledì 21 gennaio 2004

(Karaoke, ciak! 9)








Questa qua
è per te
– e anche se non è un granché –
ti volevo solo dire
che era qui, in fondo a me.
È per te (che lo sai
di chi sto parlando, dai)
e ti piacerà un minuto,
e poi te ne scorderai.

Perché sei viva,
viva,
così come sei:
quanta vita mi hai passato
e non la chiedi indietro mai.
E sei
viva,
viva
per quella che sei:
sempre pronta,
sempre ingorda,
sempre e solo come vuoi.

Questa qua è per te,
che non ti puoi spegnere:
non hai avuto tempo,
devi troppo vivere.
È per te,
questa qua,
per la tua golosità:
ti strofini contro il mondo, tanto
il mondo non ti avrà, perché sei

viva
viva,
così come sei:
quanta vita hai contagiato,
quanta vita brucerai.

e sei
viva,
viva,
per quella che sei:
niente rate, niente sconti:
solo viva come vuoi.

Questa qua è per te
(e non è niente facile
dire quello che non riesco,
mentre tu vuoi ridere);
perché sei

viva,
viva,
così come sei:
quanta vita mi hai passato, non
la chiedi indietro mai:
perché sei

viva,
viva,
per quella che sei:
sempre pronta, sempre ingorda,
sempre e solo come vuoi.

Questa qua è per te,
che sai sempre scegliere
(e io invece non ho scelta,
te la devo scrivere).

Luciano Ligabue, Viva!, 1995.


Atque in perpetuum

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.