lunedì 20 dicembre 2004

Ora, un attimo di attenzione:

Giovedì 23 dicembre, alle 21, su La7 apparirà (invece del solito Ferrara e 1/2) Passato prossimo, un programma scritto (almeno giovedì) da Davide Savelli e Alberto Nerazzini, e condotto da quest'ultimo (irriconoscibile nella foto qui a fianco).
Di cosa parlerà, esattamente, non lo so, e ho anche paura di dire scemenze: on line non trovo niente di preciso, e anche il sito della 7 non si sbottona.
Potrebbe essere un documentario a cui stavano lavorando, sui crimini nazisti in Italia, sull'armadio della vergogna, eccetera. Potrebbe, ma anche no. Insomma, non si può fare altro che aspettare il giovedì 23 alle ore 21.
Ancora 3 giorni, coraggio.

Aggiornamento: Ah, vedi, c'è chi ha notizie più fresche:
Lo speciale, dal titolo L'inverno più lungo, racconta l'inverno 1944-1945, l'ultimo, il più tragico e sanguinario inverno di guerra in Italia. Le truppe naziste sono arroccate in difesa sulla Linea Gotica, alle loro spalle ciò che rimane del regime fascista, la Repubblica Sociale di Salò. Davanti alle roccaforti tedesche l'esercito degli alleati che avanza, sulle montagne i partigiani, nelle vallate e nelle città i civili, sempre più affamati, infreddoliti e terrorizzati.
Il racconto comincia nell'estate del '44, con lo sfondamento della Linea Gustav e la Liberazione di Roma. Le truppe naziste di Kesselring retrocedono più a Nord dove si sta costruendo una nuova devastante linea di difesa fortificata.

1 commento:

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).