venerdì 23 giugno 2006

- Togo

"Stasera no, cara, stasera c'è il Togo".

6 commenti:

  1. carina, leo.
    ma hai dimenticato tutti quei maschietti "moderati del calcio" che vedono sì non più di due partite a settimana, ma vanno pazzi per quelle terribili trasmissioni ove si disquisisce di pallone fino alle tre del mattino.
    così, magari con l'intellettuale scusa "si parla di doping e corruzione, un fenomeno sociale", si sorbiscono ore di incomprensibili monologhi di Altafini.

    una femmina (che non legge Grazia, ma legge Leonardo)

    RispondiElimina
  2. ehm, no, veramente sono PROPRIO le partite degli underdog quelle piu' affascinanti di un mondiale.

    RispondiElimina
  3. Ha ragione Manfred, non tanto per quei fallosi catenacciare paraguegni, quanto per la fantastica nazionale togolese che ha perso giocando a testa alta!

    RispondiElimina
  4. mi chiedo se lo vivi con lo spirito del servizio sociale, lo scrivere per Grazia... offrire tanti spunti di conversazione a persone che alla fine non ne possono più di parlare di borse di pra(v)da. Almeno, io me le immagino così, capisco che possa essere un mio limite...
    bellino, poi, il simbolino in fondo, quella A stilizzata...

    RispondiElimina
  5. credo che si tratti del logo dell'Arnoldo Mondadori Editore, casa editrice proprietà di Berlusconi.

    RispondiElimina
  6. Scommetto che adesso, come al solito, qualche forzista se la prenderà con Berlusconi perché paga Leonardo.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).