Visita <a href='http://www.liquida.it/' title='Notizie e opinioni dai blog italiani su Liquida'>Liquida</a> e <a href='http://www.liquida.it/widget.liquida/' title='I widget di Liquida per il tuo blog'>Widget</a> tramare nell'Ombra ~ Leonardo

martedì 13 maggio 2008

tramare nell'Ombra

Salve, sono Walter Veltroni, il vostro Presidente del Consiglio Ombra.
Forse mi conoscete già per La scoperta dell'Alba e Acqua calda, che sorpresa!
Oggi vi parlo del Consiglio d'Amministrazione Rai, che tra qualche mese dovrebbe dimettersi ed essere rimpiazzato secondo i criteri previsti dalla Legge Gasparri.
Questa legge al Governo Ombra non piace, perché è illiberale. Anzi, è proprio una legge truffa, diciamolo. Quando Gasparri la propose, noi ci opponemmo con tutte le forze, perché eravamo all'opposizione.

Qualche anno dopo siamo andati al governo, con un programma che prevedeva la modifica della legge Gasparri. Però non l'abbiamo modificata.
C'erano altre priorità, e comunque il nostro ministro, Gentiloni, ci stava lavorando... finché a febbraio è cascato il governo.

Coincidenza, è caduto proprio quando ho fatto sapere che il PD correva da solo. Così la legge Gasparri è rimasta al suo posto, già.

In seguito ho perso le elezioni - provatele a vincere voi, con la concentrazione mediatica che c'è in Italia - e sono diventato Presidente Ombra, come sapete.

Ora sto chiedendo alla nuova maggioranza, per cortesia, di non nominare il CDA Rai secondo la legge illiberale che in due anni non abbiamo modificato. E se glielo chiedo cortesemente, chissà, magari ci stanno. Insomma, ce provo.

Però la linea è disturbata... ci sono come delle risate in sottofondo... Hallo? Hallo?

17 commenti:

  1. pero' preferivo un gasparri ministro, visto che ora senza la poltrona vaga di trasmissione in trasmissione sproloquiando e mostrando la sua ignoranza profonda su ogni argomento trattato...

    RispondiElimina
  2. il mio dubbio sul Governo Ombra è: a chi chiede la fiducia?
    questo è il dubbio, tra una risata è l'altra, sul GO.

    RispondiElimina
  3. due anni fa il governo non ha modificato una legge tremenda sulle nomine del Cda rai.
    Ma il partito democratico non è il governo di due anni fa.
    Sbaglio?
    salvo

    RispondiElimina
  4. elo': ma la poltrona ce l'ha, è il capogruppo PDL alla Camera (o al Senato?)

    Piuttosto, io aspetto da Leo un aggiornamento sulla capacità di Capezzone di trovarsi sempre un lavoro.

    RispondiElimina
  5. cristo santo!!!!!!!!
    guarda e' la cosa che mi spaventa di piu' di questo governo: i fiumi di parole di capezzone...
    ragazzi abbiate fiducia in walter, in realta' il GO si basa sul nostro gioco di strategia cinese. altro che il gioco del tappo!

    RispondiElimina
  6. Sì, il PD non è proprio il governo di 2 anni fa, ma deve ancora dimostrare di essere meglio.
    Per ora è riuscito a far cadere il governo con la riforma Gentiloni a mezz'aria, non è proprio un risultato entusiasmante.

    Quanto a Capezzone, guardate che lo stanno pigliando per il culo. Quando passò al PdL si parlava di un posto importante: ministro no, viceministro no, forse portavoce del Presidente... no... gli è rimasto l'insigne ruolo che fu della Gardini, qualcuno se la ricorda?

    E' difficile non vedere l'umiliazione in una nomina a portavoce di un partito che non esiste praticamente più.

    RispondiElimina
  7. eccome no!la gardini che meraviglia:
    ripeteva a memeoria la storia delle foibe e andava accusando napolitano di non aver ritrattato le sue dichiarazioni comuniste del '58! che donna...

    comunque dato che l'avvenire si e' risentito, magari gli tolgono la carica prima di subito :D allora si che mi faccio grasse risate sull'omino a 90 gradi

    RispondiElimina
  8. La Gardini portavoce ha anche reso il mondo a conoscenza della macchina infila-supposte che userebbe Tremonti. Chissà se Capezzone riuscirà a eguagliare un simile personaggio. Magari se non va bene ai vescovi potrebbero sostituirlo con Gabriella Carlucci, che ultimamente ha dato spettacolo come mai dai tempi dei suoi bungee-jumping a Buona Domenica...

    RispondiElimina
  9. Il passaggio di poltrone più spassoso resta quello in casa Craxi.

    Da Bobo a Stefania, TUTTI CRAXI PER GLI ESTERI

    Leo facci un post. O una sceneggiatura.

    Io ho già lanciato il nuovo gioco:

    PARENTI BIPARTISAN

    RispondiElimina
  10. beh con veltroni è morta la sx..porta una sfiga sto ex-sindaco.
    A furia di porgere l'altra guancia st'altri gli ruberanno pure le mutande.
    Cristo porgeva l'altra guancia e guarda che fine ha fatto.
    Che poi il concetto non sarebbe sbagliato se dall'altra parte ci fossero persone serie e incline alla cultura, all'arte, alla filosofia ecc; ma mi pare che calderoli un libro di freud non l'abbia mai usato nemmeno per bilanciare un divano..
    http://andreapoulain.blogspot.com/

    RispondiElimina
  11. Con una maggioranza di un solo uomo al Senato, stante l'annunciata defezione dei mastelliani e di De Gregorio in caso di leggi anti-Mediaset, e la Gentiloni veniva considerata tale, oltre alla fedeltà (mal ripagata) degli uomini dell'Udc a padron Silvio, non c'era alcuna possibilità che il ddl fosse approvato dal Parlamento. Uòlter non ha grandi responsabilità in questo fiasco - certo, col governo in piedi Gentiloni sarebbe ancora ministro, e in due anni aveva fatto cose ottime (avviare il catasto delle frequenze) e discutibili (scarsa fermezza nel caso-Europa7). Il problema dei tempi nuovi, casomai, è che il nuovissimo Pd farà presidente della Vigilanza un ex segretario Udc che fu consigliere d'amministrazione in Viale Mazzini nel 1986.

    RispondiElimina
  12. Sono OT, leonardo, ma mi premeva informarti che hai un collega inatteso. Probailmente la cosa ti è sfuggita.
    L'ho scoperto qui:
    http://accattoni.blogspot.com/2008/05/giuseppe-ciarrapico-insegnante-eletto.html

    Non ti abbattere.

    RispondiElimina
  13. Io però credo nel dialogo. Non è possibile fare opposizione e andare contro a decisioni che potrebbero anche essere giuste in qualche occasione. In questo modo penso che si riesca ad essere più credibili quanto si manifesta qualche dissenso, almeno questo è il mio parere.
    Detto questo penso che il governo ombra sia talmente all'ombra che nessuno ne noterà la presenza.
    Vedremo...siamo qui per osservare, censurare se il caso e stare attenti, molto attenti a ciò che succede nella speranza che al governo non facciano troppi danni e che il centro sinistra si formi intorno a persone oneste, nuove e credibili..altrimenti addio alternanza !

    RispondiElimina
  14. Anch'io credo nel dialogo, un po' meno alle fate.
    Sono 14 anni che ci provano, a dialogare con Berlusconi: e lui li fa fessi. Se continuano, è semplicemente perché non hanno più alternative.

    RispondiElimina
  15. Nemmeno io credo alle fate , ma nemmeno penso che si possa sempre fare muro contro muro. Non sono di estrema sinistra ma in questi 14 anni si e perso tempo a fare e disfare da una parte e dall'altra cose che forse non erano da toccare perdendo tempo inutile e solo per uno sfizio, quando poi non hanno fatto una legge ma nemmeno un abbozzo sul conflitto di interessi, sul sistema radiotelevisivo e... non mi ricordo altro ma se scavo ne trovo ancora. Berlusconi si può fare fesso...sfruttando le sue debolezze, che non sono poche, in modo furbo.

    RispondiElimina
  16. caro il mio veltroni! che piacevoli parole! sono estasiato dai tuoi versi poetici! ti ammiro moltissimo!
    il tuo caro amico intimo Prodino :)

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.