venerdì 6 marzo 2009

La strategia del verme

A sinistra tira un'aria di ritirata strategica, non so se ci avete fatto caso. Basta leggere sociologi autorevoli come Diamanti, o blogger autorevoli come Trino (su Inkiostro, il blog dell'anno). In mezzo a tutto questo, mi capita di trovare in mezzo al mio antispam questo "comunicato", che probabilmente dovrei cancellare... e invece no, è da una settimana che non so cosa scrivere, ve lo copincollo e vediamo cosa succede.


Partito Resistente Clandestino (nome provvisorio)

Comunicato #1 - Marzo 2009

Amico, compagno, anche semplice conoscente:

Questo comunicato ti è stato inviato da una persona fidata, che ti conosce come persona “di sinistra”. Per favore, non cominciare a obiettare sulla definizione di sinistra, su cosa sia la sinistra per te che non è per tutti quelli un po' diversi da te... lo sappiamo, è una storia lunga. Chi ti ha mandato questo comunicato sa che il partito in cui ti riconosci (ammesso che ti sia mai riconosciuto in qualcosa di così ottocentesco come un partito) non esiste più da due, dieci, venticinque anni; oppure esiste ancora degradato a cifra simbolica con una patetica esistenza extraparlamentare. Se ti riconosci in tutto questo, continua a leggere.

Leggi a fondo e poi, per favore, cancella. Sappiamo che questa è una prassi ormai sconosciuta, che il tuo hard disk per quel che ne sai potrebbe contenere ancora la mail con cui dieci anni fa invitavi per la prima volta fuori la tipa a cui adesso paghi gli alimenti; sappiamo. In realtà è abbastanza difficile che in futuro questo comunicato potrà essere usato contro di te. È una catena come tante; non contiene foto di minorenni, passerà inosservata. Ma la rivoluzione passa anche dal recupero di oggetti desueti, come il Cestino; e di una certa salutare aria di clandestinità che abbiamo smesso da un bel po' di respirare. Certo, ormai su facebook siamo tutti “amici”... no, ma va tutto bene, continua pure a usare fb, a pubblicarti le foto segnaletiche da solo... tutto questo (lo scoprirai in fondo) ha una sua utilità. Cerchiamo però di separare le cose “sociali” da... quelle serie, ok? Perché in fondo quello che ti chiediamo, compagno, è tutto qui: passare alla clandestinità.

Aspetta. Non ti chiediamo di mollare famiglia, lavoro e affetti... anche se magari ne hai una gran voglia, sì, ma non è il nostro caso, ci dispiace. Se l'Italia ti fa schifo e vuoi mollare, molla, cancellaci e fai finta di non averci mai letto, comprati un biglietto d'aereo e fatti trovare ogni tanto alle pizzate di Severgnini. No. Quello che ti proponiamo è di mantenere il tuo lavoro, la tua famiglia, il tuo posto nella società (annesso profilo facebook), ma nel frattempo... di sdoppiarti un po'. Avrai una tua piccola vita segreta. Sì, diventerai un cospiratore. Per il bene della tua nazione. Pensaci.

Non si tratta nemmeno di commettere grossi crimini, per ora. Se ti è già capitato di passare col rosso o dire qualche bugia alla mamma possiedi già tutta l'elasticità morale che ci serve. In effetti, si tratta per lo più di dire bugie. Parecchie. E – cosa un po' più delicata – di continuare a dirle per per mesi o per anni, senza però cominciare a crederci. Grandi uomini del nostro passato non ce l'hanno fatta, tu ci riuscirai? Non lo sappiamo, ma a questo punto comunque non abbiamo molto da perdere.

Compagno. Guardiamoci negli occhi. La sinistra in Italia ha perso la guerra. L'ha persa da anni, ormai: forse da quando il PCI è venuto meno al suo ruolo di partito di massa, oppure forse no, chi lo sa, ma per favore non litighiamo sul passato: è passato. Quello che onestamente potevamo aspettarci da Veltroni era una resa onorevole, che non c'è stata. Dopo vent'anni di lotte, l'impero mediatico di Berlusconi è più saldo che mai, e noi viviamo in una realtà virtuale confezionata tra Cologno Monzese e Saxa Rubra. Tutto questo potrà anche sembrarti un po' esagerato, ma se dai un'occhiata a qualsiasi tg sai che è vero: i nostri incubi di quindici anni fa si sono avverati. È che un incubo, a furia di viverci dentro, comincia a sembrare un po' meno brutto, in fin dei conti persino abitabile, e così... a lungo andare ci siamo accomodati. Ti sei scavato la tua nicchia confortevole, come un vermiciattolo nella mela marcia, è così? Hai foderato la tua tana coi tuoi dischi/libri/film preferiti, non è vero?

Ebbene, compagno, non ti biasimeremo per questo. Anzi! Hai fatto bene! Col tuo gesto apparentemente individualista e snob, ci hai mostrato la via. Comincia a pensare ai tuoi anni zero come se li avessi passati nel tuo bozzolo personale, fabbricato con la tua bava, in attesa che ti si schiudessero le ali! Ora che tutti ormai ti conoscono come un individualista disincantato, uno che non s'interessa di politica da una vita, ecco questo è il momento di passare alla fase B. Di passare in clandestinità. Di infiltrarsi.

Perché è di questo che stiamo parlando, compagno. La rivoluzione ricomincia da qui. Fuori dagli steccatini ridicoli con cui Ferrero o Vendola difendono il loro zero per cento. Fuori dal partito ex di sinistra, liquidato dal democristiano Franceschini. Gente che nei loro bunker tratta ancora sulle condizioni di una resa che nei fatti è già incondizionata. Il futuro è altrove. Nei giovani che nei prossimi anni andranno a votare, e si troveranno a scegliere tra Berlusconi, Lega e Neofascisti. Ebbene, compagno, lì devono trovare noi. Dobbiamo infiltrarci. Entrare nel PdL, nella Lega, nei Fasci. Non è poi così difficile. Dopo un po' potresti persino trovarlo divertente.
Prova a immaginarti, Compagno, mentre vai a informarti in comune: “voglio anch'io entrare in una Ronda, come si fa?” Difficile che si mettano a indagare sul tuo confuso passato di sinistroide, e anche se fosse? Il fatto che hai cambiato idea non è la migliore dimostrazione che stanno vincendo? Compagno, se si tratta di farsi qualche giro di notte nei quartieri, tu sei in grado di farcela come chiunque altro. E se anche solo venti grammi del tuo cervello funzionano ancora bene, nella Lega dovresti far carriera.

E se la Lega al tuo paese non c'è, ci saranno bene i fascisti, no? Quelli sono un po' più impegnativi, perché hanno questa fissa coi libri da leggere... Pound, i futuristi... ma parliamoci chiaro, in due serate su wikipedia dovresti essere in grado di sostenere una conversazione sui massimi sistemi. Tutto quello che devi dimostrare è di essere un tipo quadrato e pieno di voglia di fare. Non devi per forza scalare i vertici: cerca di infilarti nel reparto Reclutamento. Fatti trovare sempre dove arrivano i ragazzini. Coi trentenni è già impossibile ragionare.

E una volta che sarai lì... simula certezze, semina dubbi. Pensi che sarà difficile? Non sarà difficile. Tanti quadri del grande Pci sono usciti dalla Gioventù universitaria fascista. Basta una mela marcia a rovinare un raccolto: comincia a pensare a te stesso come a quella mela marcia.
Tutto chiaro? Ora cancella, e aspetta istruzioni. Chi ti ha contattato si farà vivo. Se ti accorgi che è un po' cambiato, che sta frequentando gente impresentabile, che gira di notte con una camicia buffa e saluta alzando la mano... non preoccuparti.
Sta andando tutto bene.

Per il Partito Resistente Clandestino - Nome Provvisorio
Il Segretario "Vero Eretico"

31 commenti:

  1. "Ma su, che è satira", da intendersi come espressione di un effettivo convincimento o come mantra semiautistico, a scelta.

    RispondiElimina
  2. Ecco, quando hai scritto "tanti quadri del grande Pci sono usciti dalla Gioventù universitaria fascista" forse ci siamo avvicinati al perché. Perché Uccelli di rovo è entrato come una lama nel burro nel ventre di questo paese. Perché quando è finita la guerra fredda (1989) sul confine più caldo tutto è crollato e sono sorti da un lato Tudjman, Milosevic e Karadzjic (1991) e dall'altra Di Pietro (1992), Bossi e Berlusconi (1993). Perché tanti ex-compagni (Ferrara, Bondi, Paolo Liguori, Paolo Bonaiuti, che so? Lindo Ferretti? persino Brandirali!!! quello di "Marx Lenin Mao Brandirali!") hanno fatto il salto della quaglia. Forse è anche responsabilità di questa tanto rimpianta "sinistra" se appena il Paese ha ritrovato un minimo di sovranità nazionale (nel senso che al grande alleato non gliene importava più molto se D'Alema diventava premier), la classe politica non ha saputo produrre altra cultura politica che quella che ha già perso sessant'anni fa (il guru secondo la vulgata si chiamerebbe Lico Gelli, sicuramente un furbone secondo i canoni italici, ma intellettualmente piccino). Io ci rifletterò un po' su questa frase che "tanti quadri del grande Pci sono usciti dalla Gioventù universitaria fascista". Grazie.

    RispondiElimina
  3. Venire definito "blog dell'anno" in un post che si chiama 'La strategia del verme', mi pare assolutamente appropriato. Tira proprio aria brutta, se siamo messi così. :D

    RispondiElimina
  4. abbastacolpiddìriedizionedelpentapartitovenerdì 6 marzo 2009 23:45:00 CET

    "Perché tanti ex-compagni (Ferrara, Bondi, Paolo Liguori, Paolo Bonaiuti, che so? Lindo Ferretti? persino Brandirali!!! quello di "Marx Lenin Mao Brandirali!") hanno fatto il salto della quaglia"

    perchè quelli erano (anzi sono tuttora) stalinisti, fedeli alla linea, hanno bisogno di qualcuno che gliela detti la linea, di un leader da servire ciecamente, la libertà vera e autentica li terrorizza...

    bisogna aspettare che tutto venga giù, fino all'ultimo calcinaccio, questo paese è irredimibile, meglio fare tabula rasa e ricostruire dalle fondamenta, altro che infiltrati...

    RispondiElimina
  5. Questo post, che la mail sia un fake, un'astuta trappola del Sisde, o la pura verità, è comunque geniale.

    Anzi, quasi quasi mi infiltro... ma in Irlanda non ci sono nè leghisti ne fascisti... mi tocca riemigrare!

    RispondiElimina
  6. ..."meglio fare tabula rasa..."

    Elettrificata?

    Che la terra è pesante/Non si può sollevare
    Che la terra è pesante/Pesante da portare
    E' bassa troppo bassa/Preme e schiaccia
    Fucina di potere temporale...

    Un unico abominio clericale/Delirio onnipotente
    Dominio che sovrasta/Efficenza d'inetto
    Burocratica casta/Potenza del pesante/
    Preme compatta schiaccia
    Sogno Tecnologico Bolscevico
    Atea Mistica Meccanica
    Macchina Automatica - no anima
    Macchina Automatica - no anima
    Ecco la Terra in Permanente Rivoluzione
    Ridotta imbelle sterile igienica
    Una Unità di Produzione
    Unità di Produzione/Tecnica d'Acciaio
    Scienza Armata Cemento/Tabula Rasa Elettrificata
    Tabula Rasa Elettrificata

    Barbaro umanesimo bolscevico/L'età del bruci il mondo caschi in terra
    L'età del tutto giù nuova la terra/Rosso fiammante
    Splendente in età acerba di passione/Rosso fiammante
    Ma senza età matura/Marcia impostura
    Delirio onnipotente...ecc. (repeat)

    C'è chi chiamava il PCI "l'altra Chiesa", in fondo...

    (questi metodi cospiratori mi ricordano la letteratura comunista degli anni 40-50, Paul Nizan, Sartre...)

    RispondiElimina
  7. Post del secolo.
    Hai detto tutto quello che avrebbe voluto dire il sottoscritto, che sta iniziando a parlare di sè in terza persona perchè per prepararsi al salto della quaglia guarda con interesse al listone Liberali-Repubblicani-Radicali già benedetto da Paolo Guzzanti.

    RispondiElimina
  8. Ok, messaggio ricevuto ho già cominciato l'operazione. Quando arriverò ai vertici di forza nuova ne vedrete delle belle.

    infiltrazione [on]

    Per una nuova alba della Patria

    Abbiamo vinto a Lepanto, vinceremo ancora.
    La miglior difesa è l'attacco

    RispondiElimina
  9. involontariamente si fornisce un alibi preventivo per quando torneranno maori, canadesi e marocchini a liberarci dal nemico che avevamo abbracciato insinceramente sposando la causa di Racine("Abbraccio il mio rivale, ma per soffocarlo".La mossa del cavallo di troia,un classico).Con lo stesso sistema scesero dal carro in panne del vincitore milioni di fascisti della prima ora.La categoria della prostituzione intellettuale per necessità è già abbastanza frequentata

    RispondiElimina
  10. bisognerebbe capire quanto tempo fa è cominciata a girare questa mail, perchè forse uno dei primi destinatari è stato Bondi.
    forse lui è il primo realizzatore della strategia del verme.
    e non è che gli manchi il physique du role

    RispondiElimina
  11. abbastacolpiddìriedizionedelpentapartitosabato 7 marzo 2009 14:16:00 CET

    @uovo elettrificata o anche a vapore o a carbonella, purché sia...

    RispondiElimina
  12. Lo dicevo io che la carboneria ripartiva da qui.
    In realtà questo è Immacolato che si scrive dal 2025.

    guido

    RispondiElimina
  13. peraltro sarebbe in effetti una contro-cospirazione(a proposito,visto che siamo giunti all'otto marzo,non sarebbe male ricordare che gli appartenenti alla P2,saldamente al comando di questo carrozzone,erano tutti rigorosamente uomini.Probabilmente tutti gay,molti non ancora conclamati.E questo era l'unico aspetto sano della faccenda)

    goear.com/files/sst4/da262c5d0ed42f814075f79c426f63a0.mp3

    RispondiElimina
  14. Arrivi secondo, temo. La cosa è già stata fatta per il PD.

    RispondiElimina
  15. Forse uno che sta facendo questo lavoro di infiltrato insinuatore di dubbi è Fini...

    RispondiElimina
  16. Sono tutte balle clamorose.

    RispondiElimina
  17. ma perchè ti firmi come Mussolini? vuoi dire che farai quella fine?

    RispondiElimina
  18. Dopo che la sinistra, parolaia ed incapace di una seppur minima partecipazione al governo di questo (peraltro) bellissimo Paese, si è auto gettata fuori dai giochi in parlamento (e sui media di qualsiasi tipo), anche dopo essersi "infiltrata" nel PD ed alleata con con le 'quinte colonne' (D'Alema docet)...dopo tanto sfacelo...non le resta che infiltrarsi nell'unico 'partito' rimasto...e lì farsi assorbire per sempre.

    Visto in questa ottica di lettura questo è il miglior post del 2009 fino ad oggi.

    Complimenti.

    ciao

    RA

    Nota: da quando Bertinotti, dimostrandosi totalmente incapace di gestire una qualsiasi partecipazione ad un qualsiasi governo, fece cadere il primo governo Prodi...lasciando l'Italia in mano a Berlusconi ed sopratutto al berlusconismo (di cui D'Alema è il principale interprete)...io penso che l'unica soluzione per qualsiasi forza ONESTA e CAPACE che voglia risollevare l'Italia, sia UNIRSI e non solo unire gli intenti (ed il PD è troppo avanti in questo per essere capito dalle sinistre italiane che vivacchiano solo sulle divisioni e sulle pour-parler...in ogni caso -purtroppo- a Dx hanno capito invece benissimo l'enorme novità del Pd e gli hanno subito lanciato contro il siluro "galli-pollo"),
    del resto, le elezioni mi hanno dato ragione (chiedere a Bertinotti) ed anche in Sardegna non è il PdL che è aumentato...(meditate)

    RispondiElimina
  19. Ad esempio: chi ha corrotto David Mills?

    RispondiElimina
  20. ti consiglio di leggere Il Banchiere Anarchico di Pessoa allora.

    RispondiElimina
  21. di sicuro non mi merito l'"autorevole", ma vorrei non dovermi meritare neppure la "ritirata strategica". sono una specie di infiltrato, in fondo. da anni :)

    RispondiElimina
  22. @ Roberto

    Le sinistre hanno infiltrato il PD ???
    Unirsi ???

    Viva la DC. Giusto?

    Poveri noi!

    RispondiElimina
  23. ...però riesce a farci litigare...? saranno infiltrati di destra che seminano il dubbio laddove sanno che vi è la buona terra per esso?
    mi piacerebbe avere una strategia, mi piacerebbe fare la guerriglia, ma la prima cosa, come insgnava Ernesto, è l'appoggio attivo del popolo, e qui tra la pancia e la TV è rimasto troppo poco spazio per una roba del genere...

    RispondiElimina
  24. Ma se ci infiltriamo diamoci almeno una parola d'ordine. Così se siamo in una stanza solo fra di noi possiamo smettere di fare finta.

    Best Post Evah!

    RispondiElimina
  25. Ma tu guarda con quanta facilità e abbondanza viene scritta la parola compagno.

    RispondiElimina
  26. come dire ploretari di tutto il mondo ungetevi

    RispondiElimina
  27. @ Anonimo 15.38.00

    sulla Dc non hai capito molto...

    ma è lo stesso, sono abituato alle chiusure e categorizzazioni degli estremisti (sennò non si sentirebbero tali) [nota: estremisti cioè chi si pone agli estremi e non locazione partitica]

    invece, sul Poverinoi! sono d'accordo

    però non dirmi che come stiamo oggi è tutta colpa di 'altri', quasi come se le 'sinistre' (che, solo dal nome, molto 'dritte' non sono) non contassero...
    non fosse altro per le fugaci apparizioni in governo e per le regioni governate per decenni, eccetera...

    (in economia: cooperative, banche assicurazioni, associazioni agricole, commerciali ecc
    nel sociale: sindacati, associazioni culturali
    nell'amministrazione come già detto: comuni,
    regioni, provincie ed anche in bel numero e grande percentuale sull'intero territorio italiano eccetera)

    Vorrei farti notare che, le amministrazioni di sinistra, hanno spesso combinato grandi sfaceli ed infatti spessissimo non sono state riconfermate dagli elettori...così come è ovvio per quelle di destra (ma per queste, a parer tuo, dovrebbe essere naturale)...

    Comincia, mio caro, a prenderti qualche responsabilità sia del futuro e sopratutto del passato
    poi ci risentiamo...

    Io sono sempre stato di centro in regime proporzionale e di centro sinistra nel maggioritario
    (che io considero una schifezza) e proprio per questo tipo di 'regime' che io consiglio di unirsi...

    Cmq non ti preoccupare se non riesci a capirlo, berlusconi e soci l'hanno capito benissimo, noi di sinistra continuiamo a piangerci addosso che va molto meglio (e, per quelli come te, è meno impegnativo....)

    Colgo l'occasione per ricordare che stare al governo oppure voler governare sono due cose diverse, al governo si ha il dovere di amministrare per tutti, anche per i cattolici integralisti, anche per i leghisti e magari qualche legge non proprio di sinistra bisogna essere in grado di emetterla altrimenti si è fuori nell'ordine:
    dal governo;
    dalla democrazia;
    dalla società moderna.
    (ed in effetti, per le sinistre, oggi, è così)

    ciao

    RA

    Ciao

    RA

    RispondiElimina
  28. @Roberto

    La questione DC, prima che ideologica, è pragmatica.
    Ovvero: qualsiasi partito, qualsiasi sia la sua ideologia, permanendo a lungo incontrastato al potere, si riempie della peggior feccia e, a quel punto, non è più decisamente questione di destra sinistra centro.

    Per questo vedo con molta preoccupazione i richiami all'unità, persino se interni ad una delle coalizioni (perché tali ancora sono). Senza contendibilità del governo (sia dello stato che di un partito), corruzione e malgoverno si spandono rapidamente a macchia d'olio.

    Anonimo 15.38.00

    RispondiElimina
  29. "Senza contendibilità del governo"

    la mia idea di UNIONE è proprio volta al contendere -ed ottenere- il governo di questo paese, prima che l'oligarchia che lo regge dal 1993 (con solo brevissime pause) completi il processo di corruzione (dello stato, della società , dell'economia, del diritto, della giustizia ecc)...

    Quando ho scritto che preferisco il proporzionale dovrei aver chiarito qual'è la mia linea di pensiero.
    Se penso che il governo debba essere eletto e rappresentare 'proporzionalmente' la popolazione mi sembra conseguente il fatto che ci siano più parti a formare il tutto.

    Ma, (e dovrei aggiungere purtroppo) oggi dobbiamo esercitare tutti (almeno noi di sinistra) una "chiamata alle armi", intesa come Unione di forze al di sopra delle idee (o ideologie) per combattere recisamente quello che -in effetti- attraverso l'unione degli intendi da parte delle destre, sta diventando un governo senza alternative e sopratutto senza alternanze né credibili ne possibili (nel senso brutto e sporco, dei numeri).

    Ciao

    RA

    RispondiElimina
  30. L'oligarchia politica attuale è purtroppo, temo, la più genuina espressione della maggioranza degli italiani.

    La minoranza avveduta che comprende la situazione dovrebbe impegnarsi, piuttosto, a far progredire la comprensione del resto della popolazione.

    L'onere di questo passaggio ricade in gran parte sulla scuola e, più ottimisticamente (quanto a tempistica), anche su tutti noi che, in un modo o nell'altro, discutiamo e diffondiamo idee sul web.

    “... amministrare per tutti, anche per i cattolici integralisti, anche per i leghisti e magari qualche legge non proprio di sinistra ...”

    In qualche modo ti do ragione.

    Credo ci si debba finalmente convincere che le ideologie vanno bene per i partiti ma non per lo Stato; lo Stato dovrebbe diventare la cornice comune nella quale si possano riconoscere tutti, senza che i singoli partiti pretendano di conformare lo Stato e il resto della popolazione alla propria ideologia.

    Anche questa è una ideologia, ovviamente, ma minimalista; e così, a mio parere, non può che essere, perché dobbiamo infine riconoscere che il tempo dell'uniformità culturale è passato da un pezzo.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).