domenica 25 marzo 2012

Chi gli ha dato la password


Salve, sono quello che se n'era andato da Piste qualche mese fa e ora si sente un po' come Rutelli quando se n'è andato dal PD. Anzi peggio, perché quando se n'è andato Rutelli il PD è giusto risalito un po' nei sondaggi, ma da quando me ne sono andato Piste è stato segnalato dalla Stampa, dal Post, da Linkiesta, dal Giornale, da Libero e ieri sera da Gramellini a Che tempo che fa. In prima serata tv. No, ma fa veramente piacere, dopo tanti anni e tante tastiere consumate, vedere riconosciuto il lavoro di qualcun altro.
Onori quindi a Cragno, che più o meno è restato solo, e fa una cosa semplicissima ma la fa lui e gli altri no. Seguono alcune considerazioni tecniche:

1. Malgrado tanta segnalazione la fiammata negli accessi è stata inferiore ad altri episodi (l'apparizione di Padre Pio in formato Megaborg, ad esempio). Sarà che è primavera e tutti sono a spasso, ma la sensazione è che ormai il grosso del traffico passi dai social. È chiaro che sulla stampa.it un link a un blog lo vedono millemila persone in più, ma non cliccano.

2. Quello che ha trovato il Cragno (la pagella scolastica della Fornero) era sotto gli occhi di tutti, e quindi tutti quelli che ci hanno linkato avrebbero potuto tranquillamente ignorare la fonte. La Stampa per esempio, se ho capito bene in un primo momento ha fatto lo gnorri (d'altro canto era tutto materiale suo); poi i commentatori hanno protestato ed è spuntato il link. Fino a qualche mese fa tutto questo non sarebbe successo: al massimo gli organi di stampa avrebbero scritto cose come "un blog ha trovato" o "il tam tam della rete". Credo che sia un effetto collaterale della socializzazione delle informazioni: la sensibilità è cambiata, o meglio prima non c'era una sensibilità e adesso sì (addirittura una notizia può risultare più sexy se a trovarla invece che un professionista è stata "un blogger").

3. La Fornero mi sembra un esempio di scuola del secondo paradosso di Otis-Findlay, ahinoi. Una figlia di papà avrebbe picchiato molto meno duro.

E adesso se scusate vado nel mio angolino a sentirmi poco bene. Gramellini ha citato Cragno. È nata una stella. Ed è Cragno.

9 commenti:

  1. su con la vita. se chiedessero a me di impaginare la pagella di fornero ragazzina in una ipotetica rassegna stampa della rete, la metterei vicinovicino ai gattini...

    RispondiElimina
  2. Coraggio, non te la prendere: qui dall'Università di Acquisgrana continuiamo a seguirti con grande interesse... qual è il prossimo santo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops: Aquisgrana, non Acquisgrana... nonostante derivi da Aquae Granni non è un composto di acqua ;)

      Elimina
  3. Ammazza che rosicata aò...

    RispondiElimina
  4. Completa sintonia con Anonimo: che rosicata...
    Ma anche con Claudio B.: dài ti leggiamo sempre e ovunque, anche se Cragno è meglio...

    RispondiElimina
  5. Ah ah. Leonardo fa lo sciocchino, non è nata nessuna stella e lo sa benissimo: è 1/4 d'ora warholiano. Tra l'altro, come giustamente nota lui, neanche particolarmente intenso.

    A me la cosa più interessante sembrano il ruolo delle condizioni al contorno: quello che è successo credo sia successo perchè nell'ultimo anno e rotti è nato un blog, Il post, dove c'è gente particolarmente sveglia nel battere la rete continuamente.

    Questi hanno nasato la notizia di colore e l'hanno sbattuta in evidenza. E i giornalisti "veri", che hanno imparato che bisogna tenere d'occhio il post continuamente, hanno propalato la cosa fino all'exploit di Gramellini. Che ovviamente voleva parlare di articolo 18 ma introducendo la cosa in maniera leggera (e facendo pubblicità all'archivio storico del suo giornale).

    Tra parentesi Piste è sempre stato e resta di leonardo, io nemmeno il font posso cambiare (e ce ne sarebbe bisogno). Poi resta ingestibilmente anarch - ehm - senza una linea. Ma perchè non tornate tu e Many ? Facciamo una fusione con Barabba (http://barabba-log.blogspot.it), almeno un gemellaggio. Qualcosa. Poi io ovviamente continuerò a scrivere ogni 6 mesi perchè resto un tiraculo

    RispondiElimina
  6. Essere citati da Gramellini è un exploit?... Lo dite ironicamente, vero?...

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).