venerdì 4 ottobre 2013

Portalizzami questo

È un politico? Un comico? Un megafono? Un cazzaro?
No, è il SuperCazzaro
Magari è soltanto una coincidenza, ma due giorni fa ho chiesto da questo blog a Grillo e soci: la benedetta piattaforma per la politica duepuntozero, dov’è? Bene, ieri in primo piano su beppegrillo.it c'era un pezzo rivolto a certi "giornalisti pidimenoellini" che "o sono scemi o sono orbi", visto che continuano a chiedere come va la piattaforma e non capiscono che "il Sistema Operativo del MoVimento 5 Stelle è in costruzione da due anni". Per concludere con un enigmatico postscriptum:

 Ps: per i giornalisti dubbiosi: "Una piattaforma non ve la daremo mai. Nel frattempo studiate. applicatevi, portalizzatevi!"

Dunque insomma una piattaforma non ci sarà mai. O ci sarà e non ce la daranno, se la terrano per sé. Boh. Magari è soltanto una coincidenza. O magari Grillo aveva in mente proprio me, quando ieri descriveva nel dettaglio questo Sistema Operativo a cui sarebbero già iscritti novantamila utenti (sì, ma gli elettori del M5S sono otto milioni, come dire cento volte tanto). Però su quell'articolo si è rovesciata la rabbia e la delusione di centinaia di sedicenti elettori del MoVimento, che la piattaforma la aspettano da mesi o da anni.

"Questo post è al limite dell'offensivo..." si legge nei commenti, "Quindi ci dovremmo accontentare piú o meno del portale com'é adesso? quand'é l'ultima volta che la benedette "rete" é stata interpellata? a quando la possibilitá di votare contro le proposte sul forum?"; "Questo post è una vergognosa presa per i fondelli di tutti quegli attivisti (e non trolls) che aspettano da mesi la piattaforma per collaborare con i propri dipendenti in parlamento...fate un salto sul forum del movimento, un guazzabuglio allucinante..."; "Ma cos'e' sto post presa per il culo??? Si chiede uno strumento di partecipazione e ci sentiamo dire che quello che c'e' è già ok?? Ma quandomai?? Chi decide quando far votare e su che cosa? Come puo' una idscussione di quel forum orribile arrivare ai paramentari? Ma stiamo scherzando? Piuttosto meglio fare un mea culpa e dire SIAMO IN RITARDO ma dire che siamo già a posto con quello che c'e' già è veramente un offesa a chi vuole partecipare..." Centinaia di commenti su questo tono. Mi fa piacere che Grillo&co. non li abbiano censurati, e spero che abbiano nei prossimi giorni il tempo per rifletterci su.

Quanto a me, naturalmente mi sentirei onorato di aver generato una discussione su un sito tanto importante - anche se forse ieri avrei preferito trovare almeno un accenno alla tragedia di Lampedusa, una riflessione sulle politiche migratorie italiane che sono come minimo da rivedere. Ma è un argomento che lascia un po' freddi i leader M5S. E allora parliamo di piattaforme, è comunque un argomento da affrontare prima o poi. Vorrei soltanto precisare una cosa: non sono un "giornalista". Sono solo un tizio che scrive su un blog. È una differenza importante, e Grillo dovrebbe essere il primo a saperla apprezzare.

A un giornalista, magari, la supercazzola di un "Sistema Operativo del M5S" si può anche rifilare: e infatti ieri ne hanno parlato con solerzia e diplomazia, tra gli altri, la Repubblica, il Fatto Quotidiano e la stessa Unità. È giusto così: i giornalisti riportano le notizie, e qualsiasi sparata di Grillo sulla sua homepage in questo momento costituisce notizia. Anch'io scrivo sull'Unita.it, però non sono un giornalista: sono un blogger, e se Grillo sta scrivendo un sacco di fregnacce senza riscontro, lo posso dire tranquillamente, senza diplomazia: Beppe Grillo, per favore, smetti di dire un sacco di fregnacce senza riscontro, non ci casca nessuno. Non esiste nessun "Sistema Operativo del M5S". C'è una mailing list, sì, ce l'avevano anche il PDS e Forza Italia a fine anni Novanta. C'è un forum, beh, io non mi vanterei troppo in giro di quel forum. C'è la possibilità di fare qualche sondaggino on line tra gli iscritti per scegliere questo o quel candidato, ma le quirinarie hanno dimostrato che il vostro sistema non regge poche decine di migliaia di accessi. Poi ci sono alcuni strumenti veramente innovativi (ad es. liquid feedback, anche se personalmente resto scettico) che molti attivisti vi implorano da mesi - da anni! - di utilizzare, e ci sono le vostre orecchie da mercante. E non c'è la risposta alla mia domanda: come fate a sapere che i vostri elettori non vi vogliono al governo? Perché potete fare tutte le parlamentarie che volete, ma il punto - se davvero credete nella democrazia diretta - non è chi mandate in parlamento: loro dovrebbero essere signor Nessuno, meri esecutori della volontà popolare. E quindi: come faranno questi signor Nessuno a capire qual è la volontà popolare? Un sondaggino on line per ogni voto alla Camera o al Senato? Siete seri? E se siete seri, perché non lo state già facendo? Se invece non siete seri, con che faccia continuate a prendere in giro i vostri elettori?

Concludo allegando un'antologia di commenti che in tanti modi più o meno fioriti dicono a Beppe e soci la stessa cosa: basta supercazzole, sul serio state provando a venderci una mailing list e un sondaggino on line come un "sistema operativo"? Lo so, è una mossa veramente squallida pescare nei commenti altrui. Un giornalista non lo farebbe. Ma io sono un blog, Beppe, ci devi stare più attento. Se non lo sai tu, come funziona...

Ho votato M5S e studio e lavoro nell'informatica da quasi 30 anni. Questo post è un suggeguirsi penoso di stupidaggini informatiche, ed il tono (studiate! portalizzatevi!) viste le premesse è semplicemente ridicolo.
Mi piacerebbe avere l'indirizzo e-mail di chi l'ha scritto in modo tale da farmi ri-definire in privato cosa vuol dire "Sistema Operativo"... (per inciso, DATABASE è un'unica parola).



Quindi riassumendo: 
Funzioni attive:
1 - puoi cliccare su un bottoncino col nome della persona che più ti piace!
2 - puoi cliccare su un bottoncino col nome della persona che più ti piace anche per un secondo evento!
3 - puoi cliccare su un bottoncino col nome della persona che più ti piace addirittura per un terzo evento! e guarda che queste prime tre funzioni non solo mica le poteva realizzare pure il mio nipotino di otto anni dopo i primi venti minuti di lezioni di basic, ma sono anche completamente differenti tra loro e meritano certamente un punto d'elenco per ciascuna! mica le abbiamo scorporate così venivano fuori più punti come quando uno nei temi scrive largo e va a capo rigo ad ogni frase così sembra che ha scritto di più! 
4 - puoi fare i sondaggi, come sui blog di supereva del 1998! volendo potremmo conoscere il colore preferito del nostro elettorato ma preferiamo usarli giusto per lapidare virtualmente gli adulteri!
5 - c'abbiamo pure una funzione vagamente utile che in verità scritta così sembra una banale chat room, però per non farci mancare niente è zoppa
e l'abbiamo data in beta testing solo ad alcuni perché gli altri son fessi
6 - c'abbiamo il plugin di foursquare!
7 - ragazzi una roba rivoluzionaria, c'abbiamo pure la mailing list!
8 - c'abbiamo il forum! cose mai viste!
9 - c'abbiamo il forum PRIVATO!
10 - c'abbiamo il form per mandare i soldini come tutti i siti di schemi per il punto croce!
11 - c'abbiamo il servizio di bulk messaging come tutte le aulette universitarie o quelli che ti vogliono vendere il vino novello!
12 - eh?

C'è una cosa che mi sfugge...spero che il post di Grillo non si riferisca a quella ciofeca di sito del Movimento 5 Stelle e al "forum" peggio organizzato del web. Nel caso quella fosse l'idea di democrazia diretta che il M5S ha intenzione di proporre, sarebbe un errore davvero grave...
Diciamo che quel sito fa molto anni '00, mi aspetto qualcosa più proiettato negli anni '10 :)


Forse non avete colto il senso di delusione profonda che ci lascia questo post.Davvero l'unico modo per dialogare è questo spazio commenti orribile, lentissimo da caricare, dove non si vedono le risposte? Pazzesco, meglio il sito di Repubblica.
Quindi in buona sostanza il SO del M5S è come Windows: un'accozzaglia di robe malamente funzionanti, in parte copiate da altri, prendendone il peggio, dopo che da anni gli utenti si aspettano qualcosa di innovativo e performante...
Beppe,
in altri post/sedi hai detto che qualsiasi portale al di fuori del blog e del "portale del movimento" non è riconosciuto dal movimento 5 stelle.
In particolare suppongo che ti riferisci a:
http://www.airesis.it/
Portale che gli attivisti usano per gestirsi a livello locale.
http://www.parlamento5stelle.com/
SPLENDIDA iniziativa del M5S regione Lazio (Siete stati BRAVISSIMI, Vi Stimo!)
Che è stata realizzata per gestire la democrazia diretta per la regione Lazio.
E' evidente a tutti che il portale del Movimento 5 Stelle è _inadeguato_ per poter:
- Creare, dibattere, ed approvare leggi da far sottoporre in parlamento
- Proporre e discutere le decisioni politiche del Movimento
E' evidente anche perchè altrimenti a nessuno verebbe in mente di costruire un portale se quello ufficiale dà tutte le funzionalità necessarie ed in modo adeguato.

il peggiore post di tutti i tempi, aspettative disattese, coerenza zero, il sarcasmo destinato ai giornalisti è una scusa il messaggio è chiaro....
recepito... grazie!!

Sarebbe questa la piattaforma? Un sistema operativo fatto di Meetup, facebook, mailing list, blog, twitter? Sono iscritto a 5 Meetup, 3 gruppi facebook, e non so quante mailing list. Vedo gruppi che lavorano in modo scoordinato, che trattano gli stessi temi senza nemmeno conoscersi!

che delusione Beppe. ci hai persi, hai perso la parte buona, la parte intelligente, la parte antifascista del tuo movimento. che tristezza, mi sento terribilmente presa in giro.

Per me bisognerebbe destinare un pò degli stipendi dei parlamentari per costruire una piattaforma un pò più performante e robusta oltre che completa.
Perchè già a desso con soli 90mila iscritti se cerco di postare una proposta, mi viene fuori la scritta ci possono volere minuti e un errore:
Apache/2.2.15 (CentOS) Server at www.beppegrillo.it Port 80
La piattaforma dovrebbe poter gestire un carico di lavoro di milioni di utenti attivi e quella di oggi è un pò triste.
Bisogna che troviate i fondi anche con donazioni volontari per questa piattaforma.

Sono veramente deluso mi associo a quelli che si sentono presi per il culo, questa non è democrazia diretta, quello che ci prometti da anni e con il quale ci hai conquistato, questa è una sonora presa per il culo!!!!! Se servono soldi per farla bene tassiamoci e facciamola, ma non venirmi a spacciare un forum di discussione per una piattaforma per la democrazia diretta!!!! Stai tradendo anche te Beppe....chissà se te ne rendi conto....

e con questa dichiarazione , rivolta evidentemente a un pubblico di adoranti raglianti, avete chiuso le speranze e la sincera partecipazione di molti simpatizzanti che in buona fede pensavano alla democrazia digitale come a un'opportunità da non perdere. io di votare l'ennesima presa per il culo anche se ben confezionata non ne ho la minima intenzione, la vs gestione del movimento vi porterà alla rovina. adios

Ma che storia è questa?!?!?! ti sei impegnato solo pochi giorni fa che la piattaforma sarebbe stata pronta entro fine settembre e adesso te ne esci che la piattaforma non ci sarà mai??? Ma ci prendi a tutti per il culo??? Stai oltrepassando il limite. Per favore fai al più presto un post in cui spieghi le modalità con cui disiscriversi. Io sono un iscritto con documento certificato e vorrei uscire da questo movimento ingannatore. Purtroppo era la mia ultima speranza.. Adesso sono certo che in questo paese non ci sono più speranza. Mi sono fidato di un venditore di sogni.

Un post del genere è autolesionismo. Vuol dire mettere in gioco la reputazione non solo di un generico Movimento politico, ma di tutti quelli che vi accostano la propria identità e vi dedicano il loro poco tempo libero, giocandosi la faccia ogni giorno di fronte a critiche, ahimé, purtroppo sempre più motivate. Che non sono certo quelle di non esser andati al governo col vergognoso PD.
Mi rendo conto che mettere online da subito la piattaforma perfetta non si può, per tutta una serie di problematiche relative alla sicurezza ancora da dirimere. Ma tanto continuare ad andare avanti mettendo assieme quegli strumenti antiquati, inadeguati, inefficienti ed insufficienti che ci sono ora (forum, blog su Movable Type, votazioni online) è anche peggio. Come si fa a chiamarli "sistema operativo"? Ma mi viene da chiedermi, nello staff c'è qualche persona veramente competente di informatica, che ha maturato esperienze significative sul campo?
La mia richiesta è questa: pubblicate lo stato di avanzamento dello sviluppo del software che la Casaleggio Associati sta SENZ'ALTRO sviluppando da anni (non voglio pensare che non sia così).

Sono rimasto di ghiaccio.
Per ogni lavoro c'è l'abito e l'attrezzatura giusta.
Non si può andare da un cliente vestiti come un pagliaccio, Non si può andare a riparare un tubo dell'acqua rotto in giacca e cravatta e penna stilo.
Non si può riparare la Concordia con l'attack, non si può scrivere la divina commedia su pergamena con il rullo dell'imbianchino.
Non si può gestire la partecipazione della base alla vita politica nazionale e locale attraverso l'attuale portale del Movimento 5 Stelle.
Serve uno strumento nuovo, un giusto strumento, il mitologico PORTALE.
Daii su... Questo post Beppe è un insulto all'intelligenza.
Spero di aver interpretato male questo tuo post.
Mi aspetto una precisazione in merito! Dimmi che ci metti 5 anni a farlo... Dimmi che cerchi volontari e soldi per farlo... dimmi qualsiasi cosa ma non che vuoi gestire la democrazia diretta all'interno del m5s con l'attuale portale del movimento, perchè è una bestialità.
Da iscritto certificato e assolutamente della prima ora, posso dire che questa decisione (nessuna vera piattaforma ma solo una manciata di applicazioni da usare a giudizio dei capi) mi sembra una frittata rigirata?? Ritornare su decisioni prese e annunciate ci espone a critiche sacrosante e aiuta assai poco i ragazzi in Parlamento che si fanno un "cuore" così... uno vale uno solo se lo dice qualcuno nella sala controllo? Andiamo! In ogni caso il M5S è l'unica opposizione in grado di cambiare qualcosa...

Grillo non va assolutamente bene! Ho criticato Orellana due giorni fa su facebook, verifica se vuoi, per la sua uscita sulla piattaforma e poi te fai questo post? A questo punto devo andare a chiedergli scusa! NON CI SIAMO! La piattaforma CI DEVE ESSERE! Visto che non abbiamo un sede fisica dove incontrarci e parlare tra noi, è essenziale una sede virtuale ben organizzata, capace di connetterci per poi meglio organizzarci nella realtà!! Una piattaforma che permetta lo scambio di informazioni e di discutere tranquillamente tra noi e i nostri portavoce, magari in privato! ora dobbiamo arrangiarci sui social!! così vogliamo rimanere? Non serve solo per decidere modifiche al programma, ma soprattutto per connettere 9000 milioni di persone!!! Io abito a capurso, non c'è un meet-up, e non conosco chi della mia zona è del movimento magari per crearne uno! Con una piattaforma seria riusciremmo a risolvere questo ed altri problemi!! questo post è un autogol e adesso ci attaccheranno da tutte le parti e io cosa dovrò rispondere? che abbiamo il sistema operativo? Non va bene!!! Non ci siamo!
Per favore !
Chi non conosce nulla di ingegneria informatica ,
come la sottoscritta .
Ha avuto una brutta impressione .
Se il post fosse stato più esaustivo ?
Non : un ...... o mangia la minestra o salta dalla finestra .
Molti non sarebbero delusi .
Vi prego. Grazie .

54 commenti:

  1. Perché non avete firmato la mozione Giachetti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah, se chiedi a me, c'era questo piccolo inconveniente che non sono un parlamentare.

      Elimina
    2. A chi dice : "perché il PD non ha approvato una nuova legge elettorale negli anni in cui era partito di maggioranza?" Rispondo: Il PD è sempre stato al governo in coalizione , dal 2006 non ha mai avuto i numeri per ribaltare, da solo, la legge elettorale approvata del CDX. Non aveva i numeri sufficienti ne nel 2011-2013, durante il governo Monti, ne nel periodo 2006/2008 con il Governo Prodi! (6 senatori UDUEUR, contrari alla riforma - sappiamo poi come è andata a finre...) La matematica non è un'opinione per votare una nuova legge elettorale è necessario poter contare su almeno 160 senatori al senato e su almeno 320 deputati alla camera. La mozione giachetti era una mozione e non una proposta di legge, votarla non avrebbe cambiato nulla se non far cadere un governo in formazione, nel quale, uno degli azionisti (Berlusconi) non vuole saperne di cambiare la legge. La proposta Giachetti era giusta ma fatta nel momento sbagliato. questi sono i fatti, il resto sono interpretazioni

      Elimina
    3. Sarà stato pure in coalizione, però...
      Un partito serio faceva la riforma con la propria coalizione o anche magari con l'opposizione, concedendo anche molto rispetto alla propria idea (e alla propria convenienza, a dirla tutta) pur di eliminare il Porcellum. Andava bene tutto, davvero, tutto era meglio di questo schifo.

      Quel che PD ha fatto invece è stato essere ondivago, non mettersi mai d'accordo neanche al proprio interno e alla fine adagiarsi su un sistema che gli oligarchi del partito sotto sotto amano da impazzire.

      Nessun partito prenderà mai il 51% in Italia: vuol dire che la legge elettorale non cambierà mai?

      Elimina
  2. Eccellente radiografia del capo-setta Grillo e i suoi bidoni. Mafalda

    RispondiElimina
  3. Posto un altro post da blog Grillo:

    Ottimo post
    ed ora dei presunti attivisti che si sentono offesi nel loro "diritto alla democrazia diretta" teniamone a mente IP, nome e cognome, perché se davvero iscritti al Movimento sono persone che non dovranno mai essere in futuro elette...per scongiurare altri casi De Pin e compagnia brutta.
    Fabrizio F. Commentatore certificato 04.10.13 09:36|

    Costui dice una cosa lampante che evidenzia involontariamente il problema insito nella democrazia digitale, ovvero, la costante rintracciabilità del votante da parte di chi gestisce il movimento politico.

    Altra cosa è la democrazia diretta, IDEA DA TENERE BEN DISTINTA dalla democrazia digitale (che indica semplicemente lo strumento). La democrazia diretta si contrappone a quella rappresentativa in quanto i cittadini decidono su tutto, il rappresentante ne è solo portavoce.

    Mi pare che ci sia un pò di confusione tra le due, in ogni caso la democrazia diretta è stata dimostrata illusoria, impossibile e usata soltanto in teorie e pratiche totalitarie (come spiega sempre Rodotà quando interviene sulla questione - Sigh. ma che ci faceva come "candidato a presidente" ?)

    Anche la democrazia digitale non ha futuro a mio avviso, in quanto o rende trasparente il votante o lo maschera (solo parzialmente)

    Quindi il SOGNO di molti grillini di unire la democrazia diretta attraverso lo strumento digitale è la più grossa buffonata-bufala mai apparsa nel campo politico dopo Berlusconi e la liberazione dal comunismo.

    Dario

    RispondiElimina
  4. solo per dire che ho letto il post, l'ho molto apprezzato
    e io continuo a pensare che grillo nel suo intimo è proprio fascista. prima pensavo che non se ne rendesse conto, pensavo fosse la foga...
    invece no, lo sa benissimo e non mi piace per niente
    che tristezza, se questo è il nuovo...

    RispondiElimina
  5. grillo spaccherà (e in parte lo ha già fatto) la sinistra italiana o quello che ne rimane, impedendo di fatto la ricostruzione di un partito erede del PCI o, in alternativa, di una social democrazia. Praticamente quello che ha fatto berlusconi a destra, che con la sua presenza catalizzante e ingombrante ha impedito la costruzione di un partito popolare sulla linea di quelli europei. Questo processo passa da varie fasi - la prima è stata quella della negazione di una dimensione ideale (destra/sinistra tutti uguali), poi c'è l'illusione di una "rivoluzione" (come per il berlusca la famosa rivoluzione liberale) e infine la scelta più o meno consapevole e meticolosa di persone incapaci e mediocri facilmente manovrabili e assicurate contro il rischio che emergano in qualche modo. Questo è il capolavoro del populismo contro cui gli italiani non saranno mai abbastanza vaccinati.

    RispondiElimina
  6. La cosa più interessante è il primo commento: "Perché non avete firmato la mozione Giachetti?"
    È una reazione che ricorda il tipico rimprovero del serial killer al poliziotto che non è stato in grado di catturarlo: "quello che sta succedendo è colpa tua, ispettore Callaghan, la mozione Giachetti ti costerà molte altre vittime! Ah ah ah ah ah.... ".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciare le tv e il 90% dell'informazione a una sola persona significa permettergli di creare il consenso attraverso una propaganda martellante.
      Lo capisce anche un bambino non particolarmente vivace intellettualmente...eppure...http://www.youtube.com/watch?v=kHGlITPnYmo
      In bocca al lupo per l'arrampicata..sono curioso di sentire il rumore delle unghie che scivolano sugli specchi....

      Elimina
    2. ..ops...forse ho fatto una domanda troppo difficile?

      Elimina
    3. Non hai formulato nessuna domanda, invero.

      Elimina
    4. Se mi posso permettere di fare un'ipotesi, immagino che la tua domanda potrebbe essere: “si, d'accordo, è vero che Grillo e Casaleggio stanno provando a coglionarci, però, tanto per cambiare, perché non parliamo di Violante e del suo famoso discorso?”.
      Visto che preferisci divagare, ti dirò che nel discorso di Violante c'è ben poco di interessante. Inoltre, visto che mi pare tu apprezzi molto la funzione informativa della grande Madre di noi tutti (la Magica Rete), ti lascio pure un link in controtendenza:
      http://gianniguelfi.ilcannocchiale.it/post/2750854.html
      Adesso tu mi parli della "portalizzazione" globale e della democrazia diretta?
      Buona giornata.
      H-F

      Elimina
  7. ... Sempre sull'utopia della democrazia diretta, uno vale uno, i cittadini decidono, ecc...

    - Immaginatevi una qualsiasi discussione di legge, con tutta la sua complessità: è difficile mettere daccordo un gruppo di tecnici giuristi ed il risultato non sempre è efficace, figuriamoci con milioni di cittadini che per il 99% non sanno nulla di diritto!

    - Ci vogliono anni di preparazione sulla materia e mesi di studio per singole leggi, come si può pretendere che tutti i cittadini abbiano tempo per tutto ciò?

    - E' difficile far capire dei referendum chiarissimi e sono necessarie campagne di sensibilizzazione capillari ed enormi, figuriamoci discutere ogni comma di legge!
    __________

    Per quanto riguarda i sondaggi fatti finora da Grillo:
    oltre quello che è stato detto da te Leonardo ricordiamoci questo:

    - Chi ha deciso che il quesito andasse posto in quei termini? (Ad esempio quello sulla RAI, che era come chiedere: vi piacciono le tasse?)
    - Chi ha deciso che si dovessero fare le quirinarie? Sono chiaramente anticostituzionali, una forma Presidenzialismo ad elezione diretta...
    Ricordiamoci che se ci fosse stato il Presidenzialismo in Italia, (oppure le quirinarie fatte da tutti i partiti) ora avremmo avuto Berlusconi presidente della Repubblica una decina d'anni fa!

    D.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...due righe per rispondere alla mia domanda sul compagno Violante?

      Elimina
    2. Se tu fossi così gentile da farla, la domanda, vediamo che si può far.

      Elimina
  8. Lasciare le tv e il 90% dell'informazione a una sola persona significa permettergli di creare il consenso attraverso una propaganda martellante.
    ...eppure...http://www.youtube.com/watch?v=kHGlITPnYmo
    perché gli è stata lasciata?

    RispondiElimina
  9. Fate sapere se è chiara la domanda altrimenti la rielaboro e la riformulo.
    Grazie

    RispondiElimina
  10. Il tono è provocatorio, però l'anonimo qui sopra ha ragione. Lasciare la "fabbrica del consenso" è stata la madre di tutti gli errori della Sinistra ed è ad oggi un "favore" enorme -a livello economico e politico- inspiegabile che è stato fatto a mister b. e un autogol clamoroso di tutta la dirigenza dal 1993 ad oggi...

    RispondiElimina
  11. Cioè mi stai chiedendo perché la coalizione del '96 decise di non toccare le tv di Berlusconi? Ritieni che io fossi nella stanza dei bottoni in quel periodo?

    La risposta che va per la maggiore (e che forse gli storici ratificheranno, ma è un po' presto) è che i dirigenti del centrosx del periodo ritenevano che Berlusconi fosse già in fase calante, e che mantenendolo in sella si eliminava la possibilità dell'avvento di un avversario più forte. Fu un calcolo sbagliatissimo, che nel mio piccolo non ho mai smesso di criticare.

    Però adesso c'è un Grillo che dopo aver tuonato anni contro il porcellum (creazione di Berlusconi) ora vuole andare a votare alla svelta col porcellum perché è sicuro.. di cosa? che Berlusconi sia già in fase calante, e che mantenendolo in sella si elimini la possibilità dell'avvento di un avversario più forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè ? Grillo, il cosiddetto nuovo, sta commettendo paro paro lo stesso errore del pd, non di oggi, ma di 20 anni fa?

      Elimina
    2. Eh, speriamo di no.
      C'è anche da dire che per forza di cose il Berlusconi di oggi è senz'altro più calante di quello di 20 anni fa (è lo stesso motivo per cui il progetto di Renzi, pur non essendo molto diverso da quello di Veltroni di qualche anno fa, ha più probabilità di riuscire).

      Io poi nel mio piccolo scrivo da anni che il problema-Berlusconi non è un essere umano, ma un'azienda, che continuerà ad abusare della sua posizione dominante anche una volta liquidato il capostipite. Grillo invece sembra convinto che siano tutti morti, morti, morti, e che non lotteranno con tutte le loro forze per difendere le loro posizioni.

      Elimina
  12. Non avevo mai visto l'intervento dell' on. Violante e devo dire che mi ha lasciato senza parole...è come se ci fosse un accordo segreto..è come se avesse parlato senza la percezione di essere ripreso dalla tv...magari mi sbaglio...ma colpisce la naturalezza con la quale dice delle cose che non dovrebbero essere: di giorno in tv a litigare sul conflitto d'interessi e di notte a fare accordi con quelle stesse persone...?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sì, l'ho visto, in tutte le salse, da sei anni a questa parte, e francamente sarebbe ora di trovare qualcos'altro.

      Elimina
    2. Posso chiederLe che effetto le ha fatto?

      Elimina
    3. La prima volta che l'ho visto ne ho tratto la conferma di un errore strategico commesso dal centrosinistra alla fine degli anni Novanta.

      La terza volta che l'ho visto ho cominciato a pensare che Travaglio e i travaglini erano un po' ripetitivi.

      La trentesima volta i travaglini si chiamavano già grillini e cominciavano a sembrarmi un po' in trance.

      Elimina
    4. Caro Leonardo,
      per quanto riguarda la faccenda delle TV e l'eleggibilità (che noia), personalmente sono più portato a credere che l'errore strategico ci fu, ma non si trattò di quello che venne stigmatizzato come un "accordo segreto per poter continuare a governare insieme indisturbati" (Cfr. Travglio, Casaleggio, Grillo). L'errore, se di errore si può parlare (io la definirei una scelta strategica), fu quello di non tentare il tutto per tutto andando subito allo scontro frontale.
      Violante volle appunto sottolineare il fatto che il csx aveva già dimostrato di non aspirare alla creazione di un regime comunista.

      Elimina
    5. Per quanto riguarda Violante faccio riferimento, ovviamente, alla trascrizione integrale della famosa seduta alla Camera del 2002.
      H-F

      Elimina
  13. Sì insomma, delle primarie permanenti, altro che proposte dalla base http://fpreloaded.blogspot.com/2013/10/sta-arrivando-anzi-no-ce-gia-tutto.html

    RispondiElimina
  14. Ma, vedete, il problema grosso è che siamo tutti quanti governati da alieni. Non alieni nel senso che sono persone che non ci capiscono o altro, ma nel senso proprio di esseri di un altro pianeta...
    Ora, caro Anonimo che poni la domanda su violante in modo ossessivo (anche io forse risulterò anonimo pur commentando come google account, boh?) capisci bene che di fronte al fatto che l'intera nostra società è tenuta su da persone manipolate direttamente da alieni, che in sostanza fanno cose un po' a casaccio per distrarci mentre nel frattempo loro, gli alieni appunto, ci rubano il magma di cui vanno ghiotti col teletrasporto e fanno esperimenti clinici su povere cavie umane, capisci dicevo che francamente perder tempo a parlare di grillo, berlusconi, violante e così via è francamente ridicolo?
    Rispondi piuttosto alla mia, di domanda: lo sai che siamo pilotati da alieni? Lo sai a cosa gli serve il nostro magma? Lo sai cosa capiterà quando finirà? Lo sai cos'hanno in mente per la Soluzione Finale del problema Terra?
    Non ho un link che ne parli, ma sono sicuro che se lo cerco lo trovo.
    Informati, prima di far domande sciocche su Violante. Dietro c'e' ben altro!

    Paolo V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente è sciocca la mia domanda...non lo nego..
      Non so quanto però sia intelligente lasciare una macchina da guerra per il consenso al principale competitor (di veltroniana memoria)...e poi stupirsi per le puntuali sconfitte elettorali...
      P.S.
      Ricordo ai più distratti che chi crea il maggiore consenso poi vince le elezioni....

      Elimina
    2. non è sciocca la domanda. è sciocco porla mentre si sta parlando d'altro. Te la ricordi la guzzanti piccola che fa l'affiliata di casa pound, che appena appena le fanno qualche domanda più stringenti risponde "E ALLORA LE FOIBE?????????"
      Paolo v.

      Elimina
    3. No, secondo me la domanda non è sciocca, ma visto che la risposta è già stata data molte volte ed è anche molto logica, sarebbe meglio smettere di porla.
      Per quanto riguarda le "macchine da guerra", ti ricordo che da queste parti non si vedono carri armati fin dal 1945.
      Ma parlando di presente e futuro, come la mettiamo con la faccenda della portalizzazione globale in regime democratico-diretto?
      H-F

      Elimina
  15. Mi scuso ancora e aspetto che si scriva sull'argomento per poi aprire un bel dibattito...è ancora attuale credetemi, molto attuale....
    Sulla piattaforma M5S sono assolutamente d'accordo con la analisi del dottor Leonardo
    P.S.
    Per quanto riguarda la macchina da guerra non intendevo né quella giosa né i carri armati..ma l'informazione: chi detiene l'informazione detiene il potere..e mi scuso per la banalità di questa ultima considerazione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È attuale il discorso di Violante alla Camera nel 2002?
      È attuale la condotta strategica del csx nel 1994?
      Dopo l'ottima legge Severino credo che sia arrivato il momento, maggioranze parlamentari permettendo, di fare anche una seria riforma sull'informazione televisiva e sul conflitto d'interessi. Questo mi sembra attuale.
      Poi sarebbe attuale anche una seria riflessione sull'assetto politico e finanziario europeo, sulla necessità di un ritorno al vero spirito keynesiano e sulla crisi della rappresentanza democratica (analisi delle cause ed elaborazione di eventuali correzioni dell'attuale modello).
      Anche per questo motivo, tra l'altro, mi preoccupa molto l'approccio della Casaleggio associati.
      H-F

      Elimina
  16. Bastava applicare una legge del 1957...è questo che mi fa rabbia dei nostri dirigenti che si sono succeduti....e ci saremmo risparmiati questo ventennio...mi fa male pensare alla incapacità e mi fa male pensare alla malafede...scusate lo sfogo!

    Sostiene la legge 461 del 1957 all’articolo 10 comma 1, infatti, che non sono eleggibili “coloro che in proprio o in qualità di rappresentanti legali di società o di imprese private risultino vincolati con lo Stato per contratti di opere o di somministrazioni, oppure per concessioni o autorizzazioni amministrative di notevole entità economica”. In sede di discussione fu precisato che per “notevole entità economica” si intendeva qualunque concessione che eccedesse in valore quella di una tabaccheria. Anche a un immaginifico (s)mentitore professionale come il Cavaliere putiniano di Arcore risulterà difficile contestare che Canale 5, Rete 4, Italia 1 valgano un po’ di più, nel loro complesso, di un “sale e tabacchi”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la legge del 1957 così correttamente citata non parla di proprietari ma solamente di coloro che risultano vincolati ecc... ossia gli amministratori.
      Pertanto Confalonieri, essendo amministratore, è ineleggibile. Berlusconi invece essendo "solo" proprietario e non amministratore, purtroppo lo è.

      Per tale ragione a Luglio 2013 il PD ha presentato (meglio tardi che mai!) un ddl comunemente detto "Mucchietti-Zanda" che parla di ineleggibilità anche per i proprietari e per i parenti di proprietari sino al 3° grado, in modo da rendere inutile la vendita alla figlia Marina.
      Disgraziatamente, Grillo ha fatto muro contro il ddl Mucchetti-Zanda, così il ddl giace in archivio e chissà se e quando sarà calendarizzato.

      Elimina
    2. E come mai Grillo ha fatto muro?
      Cosa ha da nascondere?

      Elimina
    3. Noi qui stiamo a discutere dei galli del nostro cortile periferico..ma le decisioni importanti che ci riguardano vengono prese nei veri centri di potere leggi Germania, leggi banche, leggi Stati Uniti...purtroppo credo che questa sia la triste e inconfutabile realtà...

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. ho detto qualcosa di stupido?

      Elimina
    6. No, non hai detto niente di stupido. È che molti ormai sono dei pupazzi a mollq. Appena sentono qualcosa che va oltre il tg di mentana, i loro emisferi vanno in sovraccarico e scattano subito associando tutto ciò che i suddetti emisferi non comprendono ai rettiliani-scie chimiche-ufo ecc. Certo che la finanza ormai abbiq più potere dei governi è lapalissiano, così pure che roma conta sempre meno, ma queste cose mentana non gliele ha dette. È una reazione difensiva. Quando sentono bildelberg, per esempio, si spaventano. Che poi durante quelle riunioni non si giochi a bocce, forse lo immaginano perfino loro, però gad lerner fece un servizio in cui descriveva il tutto a tarallucci e vino, e quindi sarà così no?

      Elimina
    7. All'oggi il potere è sempre più interconnesso e risulta illusorio coltivare sogni di autarchia. Negli ultimi vent'anni in nome di un mercato che si autoregolava sono stati ceduti poteri enormi all'ambio finanziario, che risulta dominante sulla politica.
      Per riprstinare il primato della politica sulla finanza a mio parere non ci si può rifugiare nelle piccole patrie, ma è necessario costruire una democrazia europea con un governo federale insediato in seguito a fiducia del parlamento europeo.
      In parole povere ci vuole la repubblica federale europea, dove al momento di eleggere i nostri rappresentanti si guardi alle loro idee politiche (socialdemocratiche o popolari o liberali o ecc...) e non al fatto che siano di origine fiamminga, veneta, slovena, brandeburghese o andalusa.
      Una repubblica federale europea dove i singoli governi nazionali stiano a quello federale come gli attuali Länder tedeschi stanno al governo di Berlino. Solo in questo modo si interromperà la sopraffazione degli stati forti sugli stati deboli, allo stesso modo in cui all'oggi Grillo non fa politiche pro-Genova, Bersani pro-Piacenza o Letta pro-Pisa.

      Elimina
    8. Un'europa confederata... in ogni caso un'Europa unita non conviene alla Germania che avrebbe solo da rimetterci nel breve medio termine, non sarebbe accettata in francia e inghilterra dove la popolazione è molto nazionalista, ma in generale non conviene a tutti i politici, che vedrebbero il loro potere nazionale venir meno, sarebbero meno padroni a casa loro... immaginati tutte le lobby nazionali che hanno impiegato anni a stabilire forme di potere nazionale a dover fare i conti con una nuova costituzione europea, nuove regole, nuove forme di potere... sarebbe una rivoluzione che scompagina tutti gli equilibri politici ed economici. anche a livello di rapporti con gli stati uniti questo sarebbe ed è osteggiato e ogni paese ora ha rapporti diretti con gli usa indipendenti dall'europa...

      In pratica un'Europa forte converrebbe solo ai cittadini europei comuni, nel lungo periodo, in seguito a sacrifici iniziali, ma non conviene all'attuale classe dirigente di nessun paese costituente

      Se poi noti, la crisi economica non fa che accentuare le divisioni nazionali, per questo penso che non una crisi vera, ma questo perenne stato di "emergenza" e di "rischio" povertà, sia l'ideale per mantenere lo status quo ovunque, da parte di gruppi dirigenti e lobby.

      L'Europa unita sarebbe la più grande rivoluzione che si potrebbe immaginare anche a livello mondiale, perchè il riuscire nell'impresa equivarrebbe a dare un vero esempio di democrazia.

      Dario

      Elimina
    9. ... soluzioni?
      bisognerebbe che ci fosse un partito o movimento "europeo", presente in ogni nazione, in grado di raccogliere persone autorevoli e di spicco e allo stesso tempo radicato nel territorio e allo stesso tempo svincolato dalle lobby conservative e capace di esprimere e promuovere una nuova costituzione con una sola voce...

      o almeno un gruppo di giuristi e intellettuali illuminati in varie nazioni che promuovessero un manifesto al quale singoli partiti nazionali potessero aderire

      non vedo niente di simile, nemmeno col binocolo

      Dario

      Elimina
    10. @Dario
      Purtroppo i federalisti europei negli ultimi decenni sono molto arretrati (in passato erano rappresentati da nomi del calibro di Altiero Spinelli), ma le idee federaliste si sono diffuse ondivagamente in alcuni partiti di centro-sinistra europei, penso ad esempio alla SPD tedesca oppure al PS belga. Purtroppo tali idee sono sparse e non fondanti, una specie di verniciatura che si coagula in alcuni esponenti (ad esempio Martin Schulz) ma che a livello di partito non fa parte dei punti programmatici chiave.
      Nell'ultimo quarto di secolo sono poi emersi numerosi movimenti localisti tipo il Vlaams Belang, la Lega Nord o il partito di Heider che puntano sulle piccole patrie e sull'illusione che sia sufficiente isolarsi per risolvere i problemi: tali movimenti hanno spostato le discussioni locali in direzione nazionalistica in quanto le loro argomentazioni facevano buon gioco ai partiti liberal-conservatori per accusare una generica "Europa" delle proprie manchevolezze (Tremonti, Cameron, Westerwelle...)

      Il cammino della repubblica federale europea è duro e lungo, ma francamente non riesco a vedere altri sbocchi possibili: in Europa abbiamo inventato lo stato sociale, adesso è tempo di difenderlo e promuoverlo, ma nessun paese (nemmeno la Germania) da solo è forte a sufficienza per resistere all'urto coi colossi finanziari.

      Elimina
    11. @ claudio
      il problema è che di solito non si riesce a guardare al lungo periodo fin quando si è in uno stato di crisi, a meno che non si tocchi davvero il fondo... di qui anche il buon gioco di teorie pseudo-apocalittiche modello casaleggio e associati...

      e di qui la convenienza da parte dei conservatori di ogni paese e lobby a mantenere la situazione in un perenne stato di crisi latente

      non si deve per forza toccare il fondo entro breve, può essere che questo stato di paura e pericolo si mantenga indefinitamente con piccoli miglioramenti e poi ancora piccoli peggioramenti forse per arrivare a smantellare lo stato sociale in modo lento e graduale, per far si che le generazioni lentamente si dimintichino delle conquiste e del benessere raggiunti un tempo...
      (del resto la popolazione aumenta, le risorse energetiche costano di più, i paesi emergenti vogliono puntare al nostro livello, l'inquinamento peggiora, i ghiacci si sciolgono, è normale che andiamo verso il peggiormento)

      ________

      sono anch'io daccordo che l'europa federale è l'unica chance per noi, ma perchè non esiste nessun movimento che si dichiari europeo? nato a livello sovrannazionale. perchè non esiste nessun team di giuristi che si metta daccordo su un manifesto da portare avanti al quale i partiti europei potrebbero appoggiarsi? perchè i vari movimenti di protesta in spagna, in grecia, in italia, non si trovano da qualche parte almeno per conoscersi e per salutarsi.

      D

      Elimina
    12. Esistono movimenti che si dichiarano "europei", ma purtroppo contano pochissimo: ad esempio esiste il Movimento Federalista Europeo (ecco il loro sito in IT http://www.mfe.it/site/ ), ma col fatto che è un illustre sconosciuto, di fatto è come se non esistesse.

      Io credo (ma è una mia opinione personale) che la scomparsa di fatto del MFE o degli analoghi deriva dalla sua pretesa di essere apartitico, sostenendo che la forma di governo non è né di destra né di sinistra.
      E invece no, la forma di governo segue una precisa idea politica (pensiamo ad esempio alla devolution bossiana) e presentarsi come "neutrali" aiuta solo ad isolarsi e a scomparire.
      Visto che all'oggi dovrebbero essere i partiti socialdemocratici quelli più sensibili all'integrazione europea, è stato un errore non aver portato i temi federalisti prima all'attenzione e poi dentro tali partiti.

      E se la costituzione della repubblica federale richiede tempi relativamente lunghi, esistono elementi sui quali sarebbe possibile operare sin da subito: cose piccole e grandi.
      Ad esempio il sistema dei trasporti non è integrato, i treni presentano millemila tariffe diverse che variano da stato a stato; le compagnie telefoniche dovrebbero essere obbligate a non considerare roaming internazionale le chiamate all'interno dell'unione; abbiamo due dozzine di carte d'identità diverse, ci vorrebbe un modello unico; la sanità andrebbe considerata a livello continentale; le assicurazioni automobilistiche dovrebbero avere tariffe unificate; trasferire denaro fra una banca e l'altra non dovrebbe risentire dei confini; i disabili dovrebbero avere un tesserino europeo; come mai abbiamo due dozzine di politiche energetiche diverse? Eccetera...

      Io vivo a cavallo di tre stati (Italia, Germania e Belgio) e ti posso assicurare che con molte di queste "piccole" cose mi ci scontro quotidianamente.

      Ma sto divagando ;)

      Elimina
    13. interessante questo UEF, si rifà all'idea illuministica di un governo sovranazionale... sembra ossigeno, rispetto a tante discussioni sterili che si sentono...

      ... essere apartitici è una conseguenza di una visione politica tipica di questo approccio razionalista e tecnicistico se vogliamo, ma condivido con te che è una debolezza e sotto diversi aspetti...

      primo, l'essere umano è un animale razionale, ma non solo,
      è anche passionale, istintivo, fisico, ecc... un insieme di varie sfere, per cui quello che può funzionare su un piano razionale, logico, mentale, può non funzionare e non essere utile sugli altri piani

      secondo, effetto del primo, quello che il tecnicismo in politica ha portato in italia e anche in europa non ha funzionato per nulla, si è rivelato, proprio sotto il profilo dell'efficienza, inefficace

      il tecnicismo presenta il doppio pericolo di mascherare scelte autoritarie e antidemocratiche (vedi grillo nel suo piccolo, che si propone come fautore della razionalità e della tecnologia informatica come panacea democratica, mentre di fatto decide solo lui e l'altro genio) oppure di essere impotente e non far presa tra la gente e in definitiva sulla realtà.

      per me c'è bisogno di un partito vero che si possa definire neo-umanista, che sappia sintetizzare le conquiste dell'illuminismo (libertà, uguaglianza, universalità, diritto, sviluppo tecnologico) con quelle successive romantiche (passione, spiritualità, identità, unità, storia)

      finora non si sono viste vere sintesi di queste due tendenze, ma soltanto accozzaglie delle loro parti peggiori, per cui ci si dimena tra tecnicismi cyber punk (alla casaleggio), tecnicismi inutili (monti), rimasugli inerziali di vecchie ideologie (socialismo, fascismo, liberalismo) mostruosità post-ideologiche (berlusconi, grillo). non c'è una nuova idea-passione che emerga

      dario

      Elimina
  17. Nuovo sciopero della fame contro il porcellum da parte di Giachetti...

    RispondiElimina
  18. Come ogni sistema operativo che si rispetti, ci saranno gli utenti normali e quello di "root" (vi lascio immaginare chi sia) che può cacciare gli altri in qualsiasi momento...
    Daniele

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).