domenica 15 dicembre 2013

Il bluff di Renzi

Penso che sia chiaro a tutti che lo scambio proposto da Renzi a Grillo (riforme contro rata di rimborsi elettorali) sia un bluff, lanciato proprio per dimostrare che Grillo non ha intenzione di raccoglierlo. Non farò quello che si scandalizza: i bluff fanno parte del gioco e sarei il primo a festeggiare se Renzi riuscisse a combinarne uno. Il punto semmai è questo: è un buon bluff? Indebolisce la posizione di Grillo, attira qualcuno dei suoi potenziali elettori? Ovviamente non ho nessun titolo per rispondere, ma mi limito a notare un paio di cose.

La mossa di Renzi
a) ricorda a tutti che il Pd sta per intascare una cospicua rata di rimborsi elettorali;
b) suggerisce che il Pd, di questi soldi, possa fare benissimo a meno: tant'è che Renzi si permette di buttarli tutti sul piatto così, come un giocatore ben disposto a perdersi in una mano tutto quel mucchio di fiches di cui inconsciamente si vergogna.

In sostanza, più che a mettere in crisi Grillo, il bluff lo aiuta a rimarcare la sua coerenza: il M5S i rimborsi non li ha mai voluti, nemmeno per usarli come merce di scambio. Secondo me insomma non è stata una gran mossa: ma per fortuna non me ne intendo tanto, né di politica né di poker.

31 commenti:

  1. Bisognerebbe chiedere al mago del poker Mario Adinolfi. Sono sicuro, però, che non tarderà a darci, spontaneamente, la sua opinione

    RispondiElimina
  2. Leo, te ne intendi eccome....e di bluff e di politica....
    Purtroppo come direbbe pigi "è quest'acqua qua.."

    RispondiElimina
  3. Più che un bluff è un semi-bluff. Renzi ha un punto minore di quello che rappresenta. Ma Grillo in mano che ha?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Renzi ha un tris di otto e grillo ha un full d'assi....chiamalo punto minore...

      Elimina
    2. Ok sai leggere. Sai scrivere. E se capisci pure quello che dici, non ti resta che imparare a capire quello che leggi e sei a cavallo.

      Elimina
  4. direi di considerare la partita in corso e, tanto per sapere, il risultato delle europee vale?
    cioè, metti che il m5s prende il 20, il 15, il 10 è comunque una vittoria perché ha preso il supermillanta per cento rispetto alle precedenti europee o c'è una soglia al di sotto della quale grillo potrebbe dire: non è andata tanto bene?
    no, perché a poker vince chi alla fine si porta via più soldi, indipendentemente dalla bravura, dai trucchetti, dal culo
    e poi (dittature a parte) c'è sempre un'elezione successiva
    e comunque non va dimenticata la campagna elettorale: ci si entra in un modo e se ne esce in un altro, oltretutto alle europee ci sono ancora le preferenze (mò valli a fa' elegge' tutti 'sti crimi, nuti, ecc.)

    RispondiElimina
  5. E' un bluff, ma se la controparte non va a "vedere", il bluff in genere è considerato comunque riuscito. Come minimo, Grillo ha fatto per l'ennesima volta la figura di quello che parla parla ma all'atto pratico non mette in pratica nessuna riforma.
    Oltretutto Renzi si è rivolto a Grillo in persona e non al m5s, e Grillo per niente turbato ha risposto di persona a stretto giro, e meno male che lui è solo il megafono, il movimento è un movimento orizzontale con la democrazia diretta e uno vale uno ecc ecc. Ma questo non ci stupisce, ormai.
    Perché, fondamentalmente, il più grosso bluff rimane il m5s.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un bluff ma purtroppo nella " società dello spettacolo " dove vince chi è citato dai mass media ( putroppo anche dai S:N: ) vince chi bluffa .. lo insegnano l'ex principe condannato - il buffone di corte e il nuovo che avanza rottamando gli altri ... spero che questo periodo finisca presto e si ricominci a fare " politica " in senso nobile con sobrietà , responsabilità e rispetto !

      Elimina
    2. cosa si può fare per non essere " anonimi " ?

      Elimina
  6. E intanto che tutti sono distratti dal bluff Renzi inizia a proporre politiche liberistiche-ichiniane: www.ilmessaggero.it/PRIMOPIANO/POLITICA/renzi_piano_lavoro_giovani_articolo_18/notizie/408309.shtml

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cosa si può fare per non essere " anonimi " ?

      Elimina
    2. Ciao mauro, benvenuto! Se vuoi scrivere qualcos'altro oltre al tuo nome sentiti libero....

      Elimina
  7. AleG magari fosse vero quello che sostieni. La mia impressione è che renzi ha creato una enorme aspettativa per partorire un topolino....e poi è stato ridicolizzato!
    Il dato di fatto è che m5s ha già rinunciato al malloppo (46 milioni) e i partiti da 20 anni prendono rimborsi fregandosene della volontà dei cittadini.
    Renzi ha proposto un baratto fumoso tra l'altro offrendo in cambio della refurtiva...
    ..è poi ovvio che ha risposto grillo...lo ha chiamato in causa direttamente!!!??? Chi doveva rispondere secondo te?

    La mia impressione è che abbiamo una gran fretta di catalogare il m5s come bluff...
    Se questo ci fa stare meglio...
    Mi sbaglierò ma la mia impressione è che ne abbiamo paura. ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sul "topolino" ma, anche se a malincuore, debbo ammettere che Renzi sta comunque facendo una politica più incisiva della precedente dirigenza (non che ci volesse molto).
      Mah… uno qualsiasi dei dirigenti del M5S… cavolo è vero niente dirigenti! Un parlamentare del M5S? No, quelli devono stare zitti e muti e votare a comando… non so, ma c'è qualcosa che non mi torna.
      Se per "avere paura" intendi che ne temano i risultati elettorali e tentino di sottrargli voti credo (credo) che ciò faccia parte del normale funzionamento della democrazia

      Elimina
    2. 1) il m5s ha rinunciato a una cifra che non gli spettava,come puoi facilmente verificare in rete;
      2) Il baratto di Renzi è senz'altro fumoso e "politicante", concordo; ma almeno per una volta il pd non ha giocato in rimessa;
      3) Grillo avrebbe dovuto rispondere a Renzi "le decisioni politiche le prende la base, sottoponiamo la questione alla base con al nostra mirabolante piattaforma e vediamo che dicono", invece ha confermato che lì dentro decide tutto lui, e per quanto mi riguarda basterebbe questo per squalificare in toto tutta l'operazione politica del m5s e tutta la sua propaganda; insomma, ripeto, è con tutta evidenza un bluff sin dalle fondamenta;
      4) la volontà dei cittadini è stata espressa in occasione del referendum del 2000, quando, chiamati a esprimersi sui rimborsi elettorali, hanno ampiamente disertato le urne- ma chissà perchè quel referendum non se lo ricorda nessuno...e mi piacerebbe tanto sapere dov'erano quella domenica tutti gli incazzati da tastiera che oggi sembrano perdere il sonno per l'apocalittico problema dei rimborsi elettorali;
      5) ammetto serenamente che il m5s mi fa paura, perchè lo considero dannoso da un punto di vista della qualità civica e politica del paese e perchè si appropria malamente di cause spesso giuste, deformandole e svuotandole, con effetti controproducenti

      Elimina
    3. 1) faccio marcia indietro:) mi puoi mandare il link?
      2) è vero è già un segnale che fa ben sperare, speriamo non rimanga isolato
      3) la proposta/baratto che ha fatto credi che renzi l'abbia prima proposta alla base?
      4) http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/02/finanziamento-partiti-“il-referendum-1993-stato-tradito”/188614/

      http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/04/12/miliardo-mezzo-euro-anni-cosi-partiti-hanno-aggirato-referendum/203926/

      Nel 93 vai a votare e il tutto viene messo nel cassetto....ha senso andare nel 2000 se già sai che non viene considerata la tua opinione?
      Io sono sempre per la partecipazione ma capisco chi si è sentito preso in giro e non è andato a perdere tempo...
      5) puoi aver ragione. mi dici però cosa ha fatto di positivo la sinistra in questi ultimi 20 anni?

      Elimina
    4. 1) http://ruffini.blogautore.espresso.repubblica.it/2013/03/12/grillo-e-la-finta-rinuncia-ai-rimborsi-elettorali/ , comunque trovi un sacco di altri riferimenti- insomma, è una vecchia storia
      3) No certo, ma si tratta di un contesto totalmente diverso. Il pd ha comunque una democrazia interna con cariche elettive, renzi ha stravinto le primarie ed ha un mandato democratico, senza contare che il pd non ce la mena con miti millenaristici della democrazia partecipata
      4) "ha senso andare nel 2000 se già sai che non viene considerata la tua opinione?" direi assolutamente sì, e in ogni caso a non votare si perde il diritto alla lamentela. Direi che se quello fosse il motivo (e secondo me non lo è) abbiamo a che fare con un corpo elettorale decisamente moscio
      5) Beh la sx ha fatto un sacco di vaccate, è chiaro, insieme a qualcosa di decente (tipo non cedere al modello lideristico/personale/mediatico imperante-purtroppo in questo Renzi non è un segnale del tutto rassicurante). Ma quale che sia il giudizio sul pd, questo non toglie e non aggiunge niente alla pochezza del m5s. Un guercio non è meno guercio se accanto ha uno zoppo.

      Elimina
    5. 1) tu dici che se ne avesse avuto la possibilità (con lo statuto) li avrebbe presi?
      3) onestamente, al di là delle dichiarazioni di facciata, non so se nel pd c'è più democrazia che nel m5s....la mia impressione è che poi le decisioni vere ed importanti vengano sempre prese ai piani alti...rispetto comunque la tua opinione.
      4) secondo te qual è il motivo allora?

      Elimina
    6. 1) Di fatto, altri soldi se li è presi (quelli dei gruppi parlamentari), ma soprattutto le condizioni poste per ricevere i rimborsi (democraticità interna, tesoriere, controlli ecc ecc) sono per lui strutturalmente inaccettabili. Ha fatto buon viso a cattivo gioco. Ma è insensato dichiarare di aver "rinunciato" a qualcosa a cui (giustamente) non si ha diritto.
      In ogni caso secondo me parliamo di una questione- quella dei rimborsi- la cui rilevanza politica ed economica è ampiamente sovrastimata.
      3) Il livello di democrazia interna del pd è imparagonabile a quello del M5s, che è un partito impensabile senza grillo e casaleggio. Certo che nel pd ci sono gruppi di potere, oligarchie, porcherie assortite, ecc, nessuno si fa grandi illusioni. Ma faccio notare che in 24 anni scarsi di pds ds pd ci sono stati (a spanne) 9 segretari diversi e 5 candidati premier. Tutti eletti, con o senza primarie. Siamo su un piano completamente diverso.
      4) la sovreccitazione populistica del periodo mani pulite che stava dietro il referendum del 93. Quel triennio che sembrava una figata e che è culminato l'ascesa di Berlusconi (che all'inizio era l'antipolitico per eccellenza, addirittura chiamò di pietro nella sua squadra di governo). Da allora ho imparato a diffidare di certi entusiasmi.

      Elimina
    7. Secondo te perché grillo ha messo in piedi questo movimento?

      Elimina
    8. Forse per http://www.youtube.com/watch?v=JodFiwBlsYs

      Elimina
    9. Ah...! E' un complotto dei soliti rettiliani...

      Elimina
    10. Maledetti rettiliani! Ma non riuscirete mai a conquistarci, Renzi farà un rettilian act e vi fermerà! :-)

      Elimina
    11. Renzi parla dice e decide tutto lui e comunque è al capo di un grande partito mooooolto democratico, invece Grillo (che fra parentesi ormai a parte scrivere sul blog si vede molto poco) è un gran dittatore... ah la coerenza delle frasi... e comunque indipendentemente dai pareri mi sembra che in 10 mesi con Grillo ci siano state molte più novità e cambi nell'ambiente politico rispetto ai 20 anni in cui c'erano i vostri adorati capi PD... ma ah già nel pd è sempre stata la base a decidere... sisisi

      Elimina
  8. GAB...senza nulla togliere al carisma di grillo secondo me è un mito costruito artatamente quello dei m5s yesman...
    A parte sciocchezze anche clamorose di alcuni grillini io ho ascoltato dalla taverna e da di maio dei discorsi che mai ho sentito fare dal pd quando faceva opposizione.
    Se non ci fosse stato il m5s siamo tutti sicuri che ci sarebbe stata la decadenza ? Non avremo mai la contro prova ma io non ci metterei la mano sul fuoco...
    Siamo onesti poi le espulsioni ci sono state anche nel pd negli anni passati ma hanno fatto meno rumore....perchè la stampa sicuramente non è benevola col m5s come lo è col partito di riferimento.....se siamo onesti questo è innegabile...

    Per paura io intendevo la paura non tanto delle elezioni quanto il fatto che il m5s possa fare delle cose buone e della buona politica...mi sembra che per partito preso non si vorrebbe neppure considerare una cosa di questo tipo...forse la paura che potrebbe far vacillare degli ideali di una vita....ed è quindi più che comprensibile questa nostra paura...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premettendo che non ho mai votato PD (né mai lo voterò) non si può negare che nel PD esista una dialettica interna e una democrazia che manca sia a destra che nel M5S; sulle espulsioni dal PD, quando ci sono state, non sono mai state decise da qualche "uomo al comando" proprietario del marchio.
      Che il M5S possa fare delle cose buone rimango molto scettico ma sono disposto a riconoscergliele in caso positivo; certo prima bisognerebbe decidere cosa vogliono fare.

      Elimina
    2. Come e perché sono avvenute le espulsioni del pd?

      Elimina
  9. ma davvero non si vede differenza tra un partito con delle cariche elettive, congressi vari, primarie, ecc. e un non-partito con un proprietario del marchio che decide lui su cosa e come rispondere e su cosa e come interpellare gli altri?
    anzi no, forse uno lo consulta (casaleggio)
    come si farà quando quanlcuno non lo vorrà più?
    facciamo conto come bossi, come si fa a metterlo in minoranza e a dirgli da oggi fai il megafono di te stesso?
    oh, intendiamoci: è un'ipotesi di scuola, perché è ovvio che grillo ha sempre ragione

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).