giovedì 27 febbraio 2014

Lo streaming dell'incoscienza

Caro grillino che vieni spesso qui a commentare: non pretendo di convincerti che l'espulsione dei senatori m5s non allineati non sia stata proprio il massimo della democrazia. Anche perché, diciamolo, il problema della democrazia interna non esiste soltanto nel M5S. Ma caro grillino, prova per una volta a metterti in uno come me. Mettiamo che io sia molto scontento della direzione che sta prendendo il PD, che aveva iniziato a governare coi berlusconiani per far fronte a un'emergenza e adesso ci sta prendendo gusto e punta alla fine della legislatura. Mettiamo che Renzi mi abbia deluso coi suoi voltafaccia, anche se ad essere onesto mi piaceva poco anche prima. Mettiamo che io non condivida né i suoi obiettivi, né i suoi metodi, né le sue giacche: forse sarebbe ora che smettessi di votare il Pd. Bene. Per votare chi?

Mettiamo che una sera io avverta una tentazione all'improvviso: votare il Movimento Cinque Stelle. Perché no? Alle europee, magari, per dare un segnale. O per vedere che combinano. È vero, in passato sono stato molto critico della gestione di Beppe Grillo, ma nel frattempo il movimento è cresciuto, ora finalmente c'è una piattaforma e funziona. E si può sempre dare un'occhiata a quel che fanno, per esempio si sono le riunioni dei gruppi parlamentari in streaming... (continua sull'Unità, H1t#220)

Con questo streaming non ci arrivate, al 51%


Caro grillino, mettiti nei miei panni. Deluso dal Pd, mi connetto alla riunione dell’altra sera per vedere come discutono i parlamentari Cinque Stelle. Capito nel mezzo di una rissa tra gente che dopo un anno di lavoro parlamentare a malapena si conosce. Nessuno ha chiaro cosa abbiano fatto questi quattro per essere espulsi. La maggior parte prende parola per chiedere chiarimenti – non c’era modo di reperire le informazioni sulla piattaforma? Lo streaming ogni tanto si interrompe, e a quel punto molti oratori preferiscono interrompersi perché probabilmente temono che altrimenti nessuno li sentirà, fuori da quella sala: ammesso che qualcuno stia tenendo un verbale, chi se lo leggerà? Se non sei in streaming, non esisti. E lo streaming va e viene – e sì che i mezzi non mancano, non dovrebbero mancare: visto che si tratta della democrazia diretta, forse varrebbe la pena trattenere qualche soldo in più e garantire ai cittadini un servizio più professionale. Purtroppo la professionalità non si addice al M5S: chi fa le cose per bene rischia di sembrare più simile a un politico della ka$ta che a un dilettante eletto dal popolo.
Intanto l’assemblea va avanti. Qualcuno prende la parola e domanda di sospenderla perché è stata convocata senza rispettare il regolamento. Non si capisce perché si debba votare l’espulsione di tutti e quattro i senatori in blocco. Chi è che decide tutte queste cose? Dopo il voto ci sarà una consultazione sulla piattaforma: è prevista dal regolamento? Boh. Non si capisce niente. Che cosa hanno fatto di così terribile i quattro dissidenti, a parte esprimere riserve sul comportamento del portavoce Beppe Grillo? È pur vero che espulsioni e scissioni capitano in tutti i partiti, e non è detto che gli altri siano più democratici del M5S. Però, caro grillino, sii onesto: pensi che il brutto spettacolo di questi giorni possa aver convinto anche solo un indeciso o un deluso del Pd a votare per voi?
Poi a un certo punto si fa sentire il portavoce: e in un italiano confuso spara due o tre palle, una più grossa dell’altra. Le “svariate segnalazioni dal territorio” degli attivisti dei meetup che si sarebbero lamentati con lui perché questi quattro senatori “non si vedevano”, certo. Le accuse di aver tramato per un’alleanza con Letta (???); la misera frecciata sui ventimila euro al mese, l’annuncio di una nuova “battaglia” che dovrebbe giustificare la porcata appena commessa. Il M5S potrebbe anche avere un buon risultato, ma quale sarà l’effetto pratico? Mandare a Bruxelles qualche decina di dilettanti come quelli che si stavano scannando l’altra sera? In ogni caso, tra il 25% delle politiche e il 51% che è l’obiettivo di Grillo, c’è uno scalino enorme. Su quello scalino ci sono milioni di potenziali elettori come me, che in Renzi magari non si riconoscono – ma non basta per convincerci a votare per voi. Ci vuole qualcosa di più. Qualcosa che gli ultimi streaming, vi assicuro, non ci stanno mostrando. E finché non si arriva al 51%, il destino di un M5S anche in crescita è quello di costringere i suoi avversari ad allearsi contro di lui: l’esatto contrario di quello che vorrebbe Grillo, forse (forse invece preferisce così, può sbattere fuori chi gli pare e il risultato non cambia).
Ma anche se un giorno arrivasse al 51%, pensate che a quel punto il parlamento funzionerebbe così? Un’assemblea permanente di sconosciuti che chiedono delucidazioni su un ordine del giorno dettato da Beppe? http://leonardo.blogspot.com

87 commenti:

  1. La verità è che così facendo spingono gli indecisi e i non-renziani a confluire verso l'altro partito, quello del caimano. Secondo me il vecchio insetto è al soldo del caimano proprio per sottrarre elettori alla sua controparte.

    RispondiElimina
  2. " forse sarebbe ora che smettessi di votare il Pd. Bene. Per votare chi?"
    Nessuno. Smetti semplicemente di votare, io l'ho fatto dal secondo mandato di Prodi e sto benissimo così.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le opinioni sono diverse, ma personalmente ritengo che chi sceglie volontariamente di non votare stia delegando agli altri la gestione della cosa pubblica e che pertanto non sia autorizzato poi a lamentarsi visto che il suo gesto equivale ad affermare "scegliete voi per me, io mi fido e qualunque scelta voi facciate a me va bene".
      Se il non votare ti fa sentire meglio rispetto la tua scelta, ma sicuramente non la condivido.

      Io cerco di adottare un voto "alla Kant", ossia mi pongo la domanda: cosa accadrebbe se una fortissima maggioranza di persone facesse la mia stessa scelta? Quindi possiamo rigirare la domanda in "Cosa accadrebbe se il PD avesse il 95% dei consensi? E se li avesse SEL? E se li avesse il M5S? E se li avesse Monti? E se il 95% della gente non andasse a votare?" In base allo scenario che preferisco, voto, spesso non senza sofferenza.

      Tanto per fare un esempio, i Testimoni di Geova non votano e la loro risposta alla domanda è grosso modo riassumibile in "Le istituzioni repubblicane sono inutili, visto che tanto il Mondo sta per finire: se nessuno andasse a votare la gente se ne renderebbe conto appieno e si preparerebbe al meglio alla Fine dei Tempi".

      Non credo che tu sia un TdG, ma suppongo tu abbia buone ragioni per credere che se nessuno andasse a votare le cose migliorerebbero.

      Elimina
    2. Ah, certo, perché votando mica delego alcunché, secondo te votare mi consentirebbe di gestire personalmente la cosa pubblica: in quale paese accade questo esattamente? Comunque non ritengo assolutamente che non votare migiori le cose, né desidero la maggioranza assoluta del "non-voto": penso semplicemente che le cose rimarrebbero così come sono (pessime e sempre peggio), quindi tanto vale non partecipare a questo gioco scemo, soprattutto dopo 8 anni di legge elettorale incostituzionale, di parlamento di fatto esautorato, di tre governi NON eletti da chicchessia, di strame di ogni regola democratica. Ah, quando un governante eletto dal popolo ha il 95% di consensi si trasforma sempre (se non lo è già) in dittatore (di destra, di centro, di sinistra che sia, o tutti e tre come il governo attuale), il tuo concetto di democrazia non è kantiano, è kafkiano...

      Elimina
    3. Penso che ci siano delle imprecisioni nel tuo modo di vedere le cose.
      Innanzi tutto votando deleghi oppure no? Io credo di si, e anche tu lo affermi nella prima riga, ma poi alla riga 7 affermi che gli ultimi tre governi non siano stati eletti... dimenticando che i governi non sono mai eletti: noi votiamo i nostri rappresentanti (tu no, per tua scelta) affinché diano o levino la fiducia ai governi che verranno proposti e se ci rappresentano male alle elezioni successive votiamo qualcun altro (tu no, per tua scelta).

      Kant sosteneva che quando facciamo una scelta dobbiamo valutare cosa accadrebbe se tutti gli altri facessero la stessa scelta, ecco dunque il perché della mia etichetta "alla Kant".
      Tu non voti e nel tuo post delle 9:03 inviti Leonardo a non votare, salvo però augurarti che la maggioranza non segua il tuo esempio. Io trovo tale comportamento molto incoerente: se fai una scelta è perché la ritieni giusta... oppure no? Oppure è come rubare, che uno lo fa ma spera che gli altri non lo facciano?

      Io alle prossime elezioni europee ho scelto di votare SEL e mi sono posto la seguente domanda: cosa accadrebbe se altri seguissero il mio esempio e mandassimo al parlamento europeo una massa di SELlini? Le loro idee non mi dispiacciono, in fondo non sarebbe male... quindi ho deciso per SEL.

      Elimina
    4. 1) Votando delego e non votando delego lo stesso: lo vedi pure te che è la stessa cosa?
      2) Ah, sì, se ci deludono votiamo qualcun altro, me l'hanno raccontata per anni, finché non mi hanno deluso tutti e poi non ne rimase nessuno... da votare.
      3) Kant/Kafka era solo una battuta, te lo dico prima che mi tiri fuori pure l'imperativo categorico
      4) No, non invitavo Leonardo a non votare, gli stavo gentilmente suggerendo una soluzione al suo dilemma politico, si vede che ci sta troppo male a votare ancora PD... poi faccia pure come crede.
      5) Sì, se faccio una scelta è perché la ritengo giusta, senza dover immaginare cosa accadrebbe se facessero tutti come me: per la cronaca, fare tutti la stessa cosa si chiama conformismo e in politica porta direttamente alla dittatura.
      6) Cosa accadrebbe mandando una massa di SELlini in Europa? Non so, s'andrebbe tutti in BICicletta?

      Elimina
    5. Va bene, allora non votare se preferisci così e la cosa ti fa stare meglio; io proverei profondo disagio, ma d'altronde ciascuno ha i propri tabu: i cattolici hanno i tabu sessuali e la gente come me... quelli sull'astensionismo ;)

      PS: carina quella della BICicletta, quasi quasi me la rivendo...

      Elimina
  3. mah...
    a giudicare dalla confusione la situazione dovrebbe essere eccellente, tuttavia...
    in sé l'idea di "costringere" con la trattativa un partito a venire a patti m'era sembrata una buona idea. il m5strilli poteva trattare col pd su mille cose, una più utile dell'altra
    non ho il minimo dubbio che se avessero trattato con bersani ora la legge sul finanziamento pubblico sarebbe migliore, per esempio, ecc.
    per me, ora, renzi e questo pd è l'unica barriera che potrebbe impedire a berlusconi di tornare a governare
    gli strillini li vedo come una delle possibilità che berlusconi ha per tornare al governo
    il governo renzi mi fa sognare? certo che no!
    la gestione "familiare" del m5strilli mi fa paura? sì, attualmente vedo con maggiore preoccupazione un ipotetico governo m5strilli che un minchionissimo governo renzi

    RispondiElimina
  4. Condivido l'analisi sul M5S.
    Sono sempre più convinto che si tratti di un fenomeno basato su un paio di buone intuizioni ma ampiamente sopravvalutato e condannato alla rovina da una leadership fallimentare (oltre che da un altro paio di intuizioni molto meno buone).
    Per quanto riguarda la questione della democrazia (interna o esterna che sia), mi pare che potrebbe sfuggirti un elemento importante: il fatto che Grillo e i grillini affermino di puntare alla democrazia diretta, non vuol dire che quello sia il loro vero e/o imprescindibile obiettivo. Inoltre mi sembra evidente che la democrazia interna NON sia una loro esigenza in questa fase (e se per qualcuno di loro lo fosse, direi che quel qualcuno non ha capito bene quale sia il vero punto centrale della questione).
    Ragionando su possibili alternative al PD ostaggio di Renzi: togliersi il vizio di votare?; votare per SEL?; votare per Grillo, nonostante tutto, tanto per votare contro Renzi? (ma sarebbe veramente un voto contro Renzi?); sperare nella formazione di un nuovo gruppo parlamentare, composto da "civatiani" e grillini delusi, e nella successiva formazione del relativo partito? (ma sarebbe veramente un modo per indebolire il PD ostaggio di Renzi?).

    RispondiElimina
  5. Salve Leonardo, premetto che sono un iscritto al movimento, relativamente allo streaming concordo con lei, è stato uno spettacolo mediatico penoso sia dal punto di visto del contenuto sia da quello tecnico, se non ci sono garanzie tecniche è meglio non fare alcuno streaming ma ho apprezzato la genuinità del tentativo. E' anche vero che queste espulsioni non portano voti ma sicuramente epurano. In ogni caso questi dilettanti allo sbaraglio, come li dipinge lei, in un anno sono cresciuti moltissimo, lo chieda ai cronisti parlamentari se ha la fortuna di conoscerne uno, a differenza di altri gruppi hanno provato a fare uno streaming di una riunione interna anche se con problemi tecnici evidenti, negli altri gruppi probabilmente qualcuno non sa manco cos'è uno streaming... Il Mov. per crescere adesso deve fare semplicemente quello che fa ogni giorno e che in Italia mancava da parecchi anni, chiamasi: Opposizione. Per prendere consensi piddini dal PD non deve fare nulla, ci penserà il PD stesso che negli ultimi anni ha dimostrato in assoluto autosufficienza, costanza, lungimiranza e generosità nel regalare propri elettori alle altre forze politiche o all'astensionismo. La saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "E' anche vero che queste espulsioni non portano voti ma sicuramente epurano."

      Utilizzo del verbo "epurare" con accezione positiva. Siamo messi benissimo. Caro Francesco, lo dico senza punte di retorica, spero proprio che tu sia molto, molto giovane.

      Elimina
  6. Sono giorni che leggo che, alla prova dello streaming, Renzi ha perso. Direi che forse è stato un giudizio frettoloso. Renzi con i fatti di ieri ha blindato una maggioranza congelando 10-15 senatori, che non lo appoggeranno ma non potranno dimettersi, se non col voto favorevole del PD. Se vanno a casa e non si presentano piú in aula, per dimostrare che non prendono il gettone di presenza a tradimento, Renzi ha una maggioranza di ferro. E non ha fatto niente per averla, ha fatto tutto Beppe Grullo. Un vero genio della politica.
    Ps: il casus belli su Orellana (perché gli altri si erano già espulsi da soli) nasce da un post di un dipendente della Casaleggio: o è un agguato da mafiosi o è un palese caso di conflitto di interessi. E questi dovevano essere quelli nuovi…

    RispondiElimina
  7. Nella mia personalissima e -mi auguro- limitata esperienza il grillino medio non pensa di ottenere il 51% prendendo elettori al PD (che sono tutti della ka$ta e quindi corrotti ed indegni di partecipare al m5s) ma conquistando un numero imprecisato di voti dalla "gente", quella pura e genuina, incontaminata dalla politica cattiva... Pertanto non c'è nessun bisogno di mostrare assemblee di qualità in streaming, tanto le guarda solo chi si interessa già di politica (e quindi non è un potenziale elettore) o chi è già grillino (e quindi ci vede solo un altissimo esercizio democratico).

    RispondiElimina
  8. Il M5S è strutturato in modo da non essere democratico a livello nazionale. Arriva a poter gestire un gruppo a livello comunale con un pò di condivisione, se va bene. E' volutamente così oppure è un esito dovuto al fatto che è un partito appena nato.

    Ma mancano tutte le gerarchie intermedie, che sappiano raccogliere non solo le istanze dei singoli cittadini del quartiere, i sogni e le allucinazioni di singoli internauti, ma anche quelle a livello provinciale e regionale delle associazioni di categoria, dei sindacati, delle grosse aziende, ecc. E a livello nazionale mancano team in grado di mettere insieme queste istanze e craere proposte CONDIVISE per le scelte economice, industriali, istituzionali ecc...

    Quello che sta facendo Grillo è tenere il movimento non solo fuori da ogni decisione, ma anche impedirgli di avere decisioni proprie, perchè non accetta che il movimento si sviluppi autonomamente, si autogestisca, si auto organizzi... E' la sua creatura e non vuole lasciarla andare, ma dovrà anche capire che la sua creatura è esplosa, è diventata gigantesca e non ce la fa più a tenerla per manina...

    La cosa più orrenda è che proprio chi predicava la trasparenza fa tutte le riunioni a porte chiuse, utilizza la piattaforma di casaleggio che non garantisce trasparenza... i parlamentari non hanno nessuna possibilità di consultare i cittadini o chicchessia organizzazzione se non passando da Casaleggio, che decide lui quando e come fare i sondaggi in rete, per le scelte marginali ALLUCINANTE !

    Un brutto incubo figlio di una disperazione creata ad arte.

    RispondiElimina
  9. Luigi Di Maio: Questo movimento ha una precisa missione: abbattere i vecchi partiti, ridare le istituzioni ai cittadini e poi scomparire".

    Questo è l'IDEALE politico da perseguire con purezza. Ma non si capisce cosa vuol dire "ridare" (un volta lo erano? quando? e in che modo lo si fa?) "ai cittadini" (chi sono i cittadini? i partiti non sono costituiti da cittadini? come devono organizzarsi i cittadini senza i partiti? è possibile un parlamento senza partiti? è possibile una politica senza ideali, fatta solo da tecnici? è possibile la democrazia digitale a livello nazionale se non funziona nemmeno in nel movimento che la promuove?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare che la frase di Luigi di Maio sia troppo lunga.
      Se Luigi di Maio volesse trasmettere un messaggio comprensibile (anche se non completamente credibile) dovrebbe dire: "Questo movimento ha una precisa missione: abbattere i vecchi partiti". E forse si potrebbe anche sostituire la parola "precisa" con la parola "unica".
      Questo si capisce (anche se l'efficacia dell'azione appare dubbia), il resto mica tanto.

      Elimina
    2. Ma oltre ad apparire dubbia l'efficacia, perchè di fatto il M5S sta rafforzando il PD e forza italia facilitandogli la convivenza tra loro... è penoso e direi potenzialmente criminale che non abbiano un'idea di futuro. Credono che il mondo finirà presto, questa è la realtà altrimenti non crederebbero a uno che dice "via i partiti" senza proporre niente di più democratico. Propone invece palesemente qualcosa di meno democratico. ... Abbattare tutti i partiti autoproclamandosi "onesti" e "incompetenti" ("poi spariremo) equivale a dire spingere l'Italia verso un idea di neofascismo. Come Rodotà spiegava prima di rimanere ammaliato dal Colle, la democrazia diretta, altro non è che il grimadello con cui ogni dittatura è riuscita a insinuarsi nell'immaginario collettivo. Via i partiti, potere alla gente, erano anche i motti tali e quali di Hitler e Stalin.

      Elimina
    3. Io sono convinto che dietro la loro apparente (e apprezzabile) fede nella necessità e immediata realizzabilità di un "nuovo ordine mondiale", si nasconda una consistente componente psicologica nichilistica.
      Sembrerebbero segretamente affascinati dall'idea che, non essendo stato possibile, fino ad oggi, realizzare compiutamente l'ideale democratico, allora è bene abbattere tutto e sperare in una futura rinascita o una rapida estinzione.
      Pseudo-eroismo tragico.

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sergio, per favore: niente propaganda, niente link senza nulla da aggiungere, niente bufale di cui tra l'altro si è già parlato (mi segnaleresti la sentenza in cui si chiedevano 98 miliardi alle concessionarie delle slot? Temo che tu abbia letto male, o una fonte un po' imprecisa).

      Elimina
    2. Perdonami Leonardo ma in che senso avrei fatto propaganda?

      Elimina
    3. Non chiedere perdono: trova, per favore, la sentenza che poi il potere legislativo avrebbe "scontato".

      Elimina
    4. Leonardo in che senso avrei fatto propaganda?

      Elimina
    5. Fino a prova contraria ti stai inventando una multa da 98 miliardi. In che grado di giudizio sarebbe stata inflitta?

      Elimina
    6. Cerca di essere preciso. Io non ho inventato nulla, in quel video pericoloso e quindi censurato, ne parlavano dei politici di tutti gli schieramenti su la7.
      Io non ne sapevo nulla fino a ieri l'altro.
      In che senso avrei fatto propaganda?

      Elimina
    7. Molto bene: se non hai inventato nulla segnala pure la sentenza che ha imposto alle concessionarie di pagare 98 miliardi.

      Se ne parlavano "dei politici di tutti gli schieramenti" sarà ancora più facile trovarla.

      In effetti non capisco cosa tu stia aspettando.

      Oppure ti stai inventando una cosa non vera, e quella sarebbe propaganda. Non vedo l'ora che tu dimostri il contrario.

      Elimina
    8. Per chi ho fatto propaganda?

      Elimina
    9. Sergio, ma quando a scuola insegnavano la separazione dei poteri tu eri già in fila alla Caritas?

      Un giudice stabilisce una multa e il parlamento vota per "scontarla"? Sicuro sicuro sicuro?

      Elimina
    10. Che cazzo c'entra la caritas?
      Sicuri sicuri sicuri di stare bene?
      Io ho solo chiesto per chi avrei fatto propaganda?

      Elimina
    11. Ma invece di prendertela, perché non ci segnali la famosa sentenza dei 98 miliardi? Hai già avuto tanto tempo a disposizione.

      Elimina
    12. Ti ho già detto che non sapevo nulla dell'intera vicenda e non so nulla della sentenza. Il video mi sembrava emblematico della ignoranza e della confusione (bene che vada) che regna in generale in parlamento.
      Ora mi puoi spiegare per chi avrei fatto propaganda?

      Elimina
    13. Sergio, credo che tu stia andando contro un muro!
      Non so se sei nuovo ma sicuramente non hai capito una cosa fondamentale.
      Il blog è di leonardo e quindi leonardo ha sempre ragione!

      Elimina
    14. una sentenza che chieda 98 milardi alle concessionarie di gioco d'azzardo non esiste; ne esiste una che ne chiede 2.7 miliardi ed è consultabile qui https://servizi.corteconti.it/bds/doVisualizzaDettagliAction.do?sptomock=&materia=RESPONSABILITA%27&id=12142638&cods=12&sezione=LAZIO&esito=1&numero=214%20%20%20%20%20%20%20%20&anno=2012&pubblicazione=20120217&mod=stampa&rigenera=SI

      Sergio ha ragione quando dice che un potere legislativo è intervenuto per diminuire la penale, difatti anche alcuni deputati del PD concordano con lui chiedendo, attraverso un'interpellanza parlamentare, verifiche presso il Ministero delle FInanze, http://banchedati.camera.it/sindacatoispettivo_16/showXhtml.Asp?idAtto=63544&stile=6&highLight=1&paroleContenute=%272%2F01767%27+%7C+%27INTERPELLANZA+URGENTE%27 interpellanza ovviamente caduta nel vuoto

      Elimina
    15. mi correggo, l'interpellanza non è caduta nel vuoto, la minuta stenografata della seduta parlamentare è consultabile qui (pagina 96) http://leg16.camera.it/410?idSeduta=0734&tipo=stenografico#sed0734.stenografico.tit00070.sub00130
      il succo è che: il danno quantificato dai Monopoli e dalla Finanza era di 98 miliardi, considerati irragionevoli dalle concessionarie (mavà..) ma anche da vari deputati, tra cui un certo Nannicini PD che sprona il governo "ad adottare tutte le necessarie iniziative, anche di carattere normativo, al fine di assicurare il perseguimento dell'interesse pubblico all'espletamento del servizio" cioè non far fallire le concessionarie di slot, ref. http://banchedati.camera.it/SindacatoIspettivo_X/pdfStampa.aspx?ft_cid=14645&tipo=0
      rendendo la pena ragionevole... viene istituita un'apposita commissione che ridefinisce il danno erariale rif. http://documenti.camera.it/leg16/resoconti/commissioni/bollettini/html/2010/10/13/06/allegato.htm (pagina 147).
      La cosa buffa è che da una parte ci sono deputati del PD che chiedono al governo di cambiare i contratti stipulati con le concessionarie per ridurre la multa, dall'altra altri deputati PD chiedono al governo il perchè di questi cambiamenti, mah.

      Elimina
    16. rimando il link alla risoluzione in commissione presentata da Nannicini http://documenti.camera.it/apps/commonServices/getDocumento.ashx?sezione=lavori&tipoDoc=sicross&idlegislatura=15&ramo=CAMERA&stile=9&idDocumento=7-00254

      Elimina
    17. Il succo è: non c'è mai stata una sentenza di 98 miliardi: ve la siete inventata.
      98 miliardi erano il danno erariale quantificato dalla procura, non la multa inferta, che non è stata "scontata".

      Chi continua a ripetere la bufala dei 98 miliardi fa semplicemente propaganda: spero che Sergio a questo punto abbia capito.

      Elimina
    18. Tu che sai tutto, dicci a quanto ammonta la multa e quanto è stato pagato.

      Elimina
    19. http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/08/30/news/slot-il-condono-della-vergogna-1.58294

      Ho trovato questo, non so se è attinente.

      Elimina
    20. Ma se c'è scritto ovunque due miliardi e rotti, forse non serve "saper tutto" per concludere che la corte dei conti stabilì proprio due miliardi e rotti.

      Vi siete inventati 97 miliardi di bufale, a me sembrano tante.

      Allora, forse, dico forse, sarebbe meglio lasciar perdere quei siti (tzétzé) e quegli organi di stampa che, come dire, non hanno una grossa considerazione per il vostro senso critico.

      Elimina
    21. Mi sembra inutile discutere con Sergio... non so se hai notato il suo comportamento compulsivo: è lo stesso di un giocatore che continua meccanicamente a infilare il gettone e abbassare la leva. La sua speranza di vincere qualcosa (in questo caso la discussione) non ha nulla di razionale... prima o poi sa che riuscirà a vincere e a ottenere indietro quello che le macchinette gli hanno ingiustamente estorto.

      Elimina
    22. Che ci sia un nesso tra le "donazioni" a letta e il condono della vergogna?
      Nooooooooooooooooo.....è tutta colpa delle scie chimiche!


      http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/05/22/politica-e-gioco-dazzardo-m5s-finanziamenti-alla-fondazione-di-letta/602879/

      http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/08/30/news/slot-il-condono-della-vergogna-1.58294

      Elimina
    23. Sì, sarà la quarta volta in tre mesi che piazzi gli stessi link, si è capito.
      C'è una lobby che finanzia, tra le altre, anche la fondazione di Letta. Ciò è perfettamente legale, come ci siamo già detti fin qui: e sarà sempre più normale man mano che si aboliscono i finanziamenti ai partiti, come tanto vorrebbe Beppe Grillo (ma anche Renzi).

      Poi, alla quarta volta che linki un pezzo, magari potresti anche leggerlo bene e scoprire che il "condono della vergogna" è un modo di far cassa nell'immediato, non esattamente uno sconto (e infatti i concessionari non è che festeggino).

      Infine non capisco l'ironia sulle scie chimiche: uno che viene qui e si inventa una multa di 98 miliardi la sta sparando più o meno altrettanto grossa. Gli sciachimisti sono altrettanto matti, ma meno insistenti.

      Elimina
    24. Tra tutti questi anonimi fai una discreta confusione...ma non è questo il problema più grosso.
      Il problema più grosso è il forte condizionamento delle lobby colluse col malaffare sui politici, ridotti spesso a marionette, ma questo tu non lo vuoi vedere. Mi dispiace per te. Forse un giorno lo capirai, ne hai i mezzi.

      Elimina
    25. Il problema del condizionamento delle lobby non si risolve sparando cifre a caso sui siti degli altri, mi dispiace. La ciarlataneria non ha mai risolto niente.

      Elimina
    26. E io che credevo di risolverlo qui nel tuo blog...accipicchia!

      ...magari però si può iniziare a risolvere iniziando a rifiutare "donazioni" dalle lobby..?
      O gli hanno puntato una pistola alla testa per obbligarlo a ricevere le donazioni?

      Elimina
    27. Interessante: perché un politico dovrebbe rifiutare donazioni? La politica costa.
      Mi viene in mente solo un motivo: perché lo Stato lo proibisce e prevede finanziamenti pubblici.
      Ma Beppe non li vuole i finanziamenti pubblici. Quindi vuole che i partiti continuino ad accettare soldi dalle lobby.
      Poi, chiaramente, vuole continuare a recitare la parte dell'indignato e lucrarci un po' di biglietti e accessi sul suo blog. Ci guadagnano tutti.
      Magari speri di farci pure qualche centesimo tu.

      Elimina
    28. Se arrivassero donazioni da parte di cosa nostra ?

      Elimina
    29. Se cosa nostra avesse una ragione sociale, non vedo come si potrebbe impedirglielo.
      Siccome però è un'organizzazione illegale, ravvedo qualche problema.
      Bisognerebbe fare in modo che tutto fosse assolutamente trasparente, e che le donazioni comunque non potessero sorpassare una determinata cifra. E - ti ripeto - fosse per me le proibirei (ovvero le ridurrei di molto): preferisco il finanziamento pubblico.

      Ma Grillo lo odia. Preferisce che le lobby finanzino i partiti, evidentemente.

      Elimina
    30. Ora stai parlando con me, lascia stare Grillo.

      La tua idea dei politici, forse neanche troppo lontano dalla realtà, è che siano degli automi. La mia idea è che invece dovrebbero essere delle persone dotate di libero arbitrio e capacità critica.

      Ora i finanziamenti pubblici ci sono? Si
      Che bisogno c'è di ricevere donazioni? Nessuna
      Se ricevo donazioni da x mi sento libero di prendere decisioni a sfavore di x? Non completamente

      Ora arriviamo al punto della mia precedente domanda.

      Chi c'è a capo delle slot?

      a) le suore orsoline
      b) persone legate alla malavita

      Se la risposta è a tutto bene.
      Se la risposta è b credo ci sia qualche problema.

      A te la risposta

      Elimina
    31. Quel sergio trattato con atteggiamenti che vanno dalla sufficienza alla presa per il culo ha semplicemente ragione. La Boccetta, 98 miliardi, 98 miliardi striscia la notizia: non è così difficile inserire queste query su google. Cercatele.
      Mamma mia come siamo ridotti se anche i lettori di un blog che dovrebbe essere di sx si comportano come il forza italiota medio.

      Elimina
    32. Il problema non è essere un blog di sx o di dx: il problema è saper leggere.
      Magari su google riesci a trovare anche la differenza tra "danno erariale" e "effettivo ammontare della multa inflitta dalla corte dei conti".

      Però se in quanto lettore di sx pensi che Striscia la notizia sia un'ottima fonte, boh, che dirti.

      Ribadisco: per me "scie chimiche" e "98 miliardi" sono due query che mi visualizzano più o meno lo stesso livello di cialtroneria.

      Elimina
    33. Quanto hai ragione anonimo.
      Il fatto è qui sono tutte vedove di bersani ....che ora si spintonano per salire sul carro di renzi...fino alla prossima fermata...
      E' quest'acqua qua....

      Elimina
  11. Leonardo ora è al ristorante...ma che fatica riuscire a trovare un tavolo, dunque ci risponderà più tardi. La prossima volta forse andrà alla caritas che c'è meno fila....
    I ristoranti sono infatti sempre pieni di imprenditori che fino all'aperitivo piangono miseria e poi gozzovigliano.
    Alcuni imprenditori, da consumati attori quali sono recitano la parte di piangere miseria fino a darsi fuoco. C'è chi, dotato di particolare acume, si diverte un sacco a schernirli. Contento lui.....

    RispondiElimina
  12. Qualcuno qui è in grado di spiegarmi perché a me per una multa per eccesso di velocità non pagata nei termini mi hanno messo le ganasce all'auto e mi hanno poi quadruplicato la multa e a quelli delle slot fanno sconti del 60%?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potrebbero averti messo le ganasce perché guidi di merda e sei un potenziale assassino.
      Mi spieghi chi avrebbe scontato "quelli delle slot"? Se guidi come leggi i commenti, viva le ganasce.

      Elimina
  13. Mi sono limitato a osservare che quasi sempre il suicidio è la soluzione sbagliata (soluzione che lascia famigliari e creditori nei problemi che tu hai creato). Nessuna volontà di schernire chi comunque non ha più possibilità di offendersi.

    Trovo abbastanza ridicolo, viceversa, chi li incensa semplicemente perché hanno commesso un gesto disperato: e naturalmente incensa gli imprenditori italiani, sempre geniali e vittime di un potere che non li capisce. È una strumentalizzazione del dolore che, come tutte le strumentalizzazioni, fa molto schifo: e un po' tristezza per chi non ha di meglio da fare almeno il sabato sera.

    Non è che devi uscire per forza, se ti sei già giocato la paghetta coi videopoker. Puoi anche spegnere il tuo costoso device e guardarti un film.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sto facendo una cultura su questo argomento e ringrazio tutti.
      Appurato -da te- che avrei fatto propaganda, mi puoi dire per chi?
      Grazie

      Elimina
    2. Sergio, hai linkato un pezzo di tzetze con una notizia non vera. È propaganda, cerca di non farlo più.
      (Sono tre giorni che te lo dico, eh).

      Elimina
    3. Si però non ho capito per chi sto facendo propaganda.

      Elimina
    4. Per gli psicofarmaci generici?

      Elimina
  14. Sergio il tuo è un classico caso di propaganda a tua insaputa!
    Di cose buffe se ne leggono in questo blog e questa è una delle tante.
    Credo che Leonardo si voglia fare beffe di te. Non ho capito quale era il video ma doveva essere pesante per essere censurato perché in genere il buon Leo lascia tutto.
    Comunque hai ragione, è ridicolo essere "accusati" di aver fatto propaganda senza specificare per chi.....ma vedi qui come ti dicevo il blog è padronale e il padrone ha sempre ragione senza dare tante spiegazioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente è tre giorni che te lo spiego, caro Sergio.

      - Hai linkato un contenuto di tzetze che faceva propaganda, sparando una cazzata enorme (lo sconto sui 98 miliardi).
      - Ti è stato chiesta una fonte: hai fatto finta di niente, hai ammesso di non saperne nulla, e infine ti sei sdoppiato con un alter-ego che ha segnalato tante interrogazioni parlamentari dove... si scopre che non c'è mai stata nessuna multa di 98 miliardi.

      Non mi sto facendo beffe di te, più di quanto tu non ti stia facendo beffe su te stesso.

      Elimina

    2. Io ho solo linkato un video sull'imbarazzo di politici di tutti gli schieramenti sul trattamento in favore delle slot (tze tze riprendeva un video di la7)
      Il mio è diritto di cronaca
      Hai confermato i miei sospetti.
      Non sai il significato di propaganda
      Studia

      Elimina
    3. Non te la prendere.

      propaganda: Azione che tende a influire sull’opinione pubblica e i mezzi con cui viene svolta. È un tentativo deliberato e sistematico di plasmare percezioni, manipolare cognizioni e dirigere il comportamento al fine di ottenere una risposta che favorisca gli intenti di chi lo mette in atto. (http://www.treccani.it/enciclopedia/propaganda/)

      Alla prossima.

      Elimina
    4. Sergino il tuo "diritto di cronaca" significa che hai il diritto di pubblicare qualsiasi cosa, senza prima verificare che se sia vera, su qualsiasi blog?

      Ed è previsto da qualche legge o normativa? Ce la fai vedere?

      Elimina
    5. sono l'anonimo del primo marzo, ore 16:23 (quello che ha segnalato le interrogazioni parlamentari), premetto che non conosco Sergio e non ho neanche visionato il video della discordia. Più che altro per curiosità mi ero messo a spulciare documenti per vedere com'era andata a finire la storia della multa, ci ho perso anche un paio d'ore, ve li ho riportati pari pari e mi avrebbe fatto piacere leggere una discussione nel merito, che consideravo possibile data la, solitamente, alta qualità delle argomentazioni presenti qui. purtroppo vi siete limitati agli sfottò e a deviare il discorso da un fatto, secondo me, importante: la sentenza è di 2.7 miliardi perchè il governo ha ritenuto urgente rivedere le clausole contrattuali delle concessionarie, che erano favorevoli allo Stato, andando di fatto a ridurre l'importo della multa (inserendo presunti limiti di ragionevolezza). La domanda è: "perchè?" a chi fa comodo che le concessionarie risparmino soldi? il fatto che il primo firmatario della richiesta di revisione sia uno del PD, non frega nulla a nessuno? il fatto che a chiedere una verifica siano altri deputati del PD non è strano? a me sembrava interessante, evidentemente non lo è, parliamo invece del film LEGO quello si...

      Elimina
    6. Certo che è interessante, ma sarebbe propaganda anti pd e qui è proibita severamente dall'amministratore.
      Per questo Sergio è stato censurato e temo che anche questo mio messaggio non lo leggerete mai....

      Checcefrega poi dei 2.7 miliardi quando possiamo giocare coi LEGO.....

      Elimina
    7. È un bel film, molto più interessante dei vostri straordinari scoop sul pd.

      (Il giorno che magari vi capiterà di leggere un mio post, per caso, non necessariamente sui lego, e troverete delle critiche al pd, ne resterete molto sorpresi; eppure qui si critica il pd da quando è nato. La differenza è che non si fanno accuse gravi a vuoto, non si inventano scoop che non esistono).

      Anonimo, se non vuoi sembrare Sergio, potresti evitare di scrivere negli stessi orari, commettendo gli stessi errori ortografici (anche cambiare l'ip potrebbe aiutare).

      Detto questo (e già stiamo parlando con uno che cerca di fare il furbo, molto invano): tu hai passato due ore della tua vita a cercare una pistola fumante che non c'è; non hai pensato che se ci fosse l'avrebbe già trovata qualcuno che ci dedica molte più ore al giorno, tutti i giorno.

      Tu ti chiedi "perchè" (con l'accento sbagliato), ma nei documenti che tu stesso linkavi c'è più di un perché, senza bisogno di scomodare piovre o collusioni: 98 miliardi non esistono, non ce li ha nessuno, è inutile chiederli. Anche per raccogliere 2,7 miliardi ci vuole tempo: sta passando l'idea di prenderne anche meno ma subito (idea che non piace nemmeno ai concessionari), invece di un po' di più ma dilazionati nel tempo. Sono trattative normali tra debitori e creditori: c'è una lobby ma la sua capacità di influenzare la legislazione è parziale come quella di qualunque altra lobby; e soprattutto non ha senso confondere legislatore, esecutivo, giudice e procura, come fate tu e Sergio (negli stessi orari).

      Oppure hai ragione: c'è una spectre dei concessionari che ha corrotto legislatore, esecutivo e giudiziario, e continua a tramare affinché i concessionari affamino il popolo italiano che da parte sua non avrebbe nessunissima voglia di giocarsi stipendi e pensioni; e però servono prove e mi dispiace se credi di averle trovate, perché non è così.

      Adesso se vuoi puoi salutare e dirmi anche tu che non torni più: tanto tra un mese ti riattaccherai di nuovo con questa storia delle slot, sarà la terza o quarta in sei mesi. Tanto tempo da perdere.

      Elimina
    8. "Detto questo (e già stiamo parlando con uno che cerca di fare il furbo, molto invano): tu hai passato due ore della tua vita a cercare una pistola fumante che non c'è; non hai pensato che se ci fosse l'avrebbe già trovata qualcuno che ci dedica molte più ore al giorno, tutti i giorno."

      "tutti i giorno"...?...????
      Perché ti ostini a maltrattare l'italiano? Cosa ti ha fatto?

      Elimina
    9. Ciao Leonardo, sono sempre l'anonimo delle interrogazioni, anzitutto ti tranquillizzo: seguo il tuo blog da molto prima che comparisse lo spazio "tengo famiglia" e continuerò a farlo che, sebbene la tua svolta super piddina da quando scrivi sull'unità (cos'è un paio d'anni?), sono affezionato alle tue storielle e a delenda Cologno...
      immagino sia frustrante dover rispondere a persone che non solo non ci mettono la faccia, ma neanche il nome, di questo mi scuso. Alle volte ho firmato "leoman", ma di solito mi avvalgo dell'anonimato; è che siamo omonimi e sono un po' paranoico ad usare google account più del necessario, oltretutto credevo fosse importante il messaggio non il messaggero. detto questo, non credo di aver buttato 2 ore della mia vita a cercare documenti, è stato interessante e alla fine ho ottenuto la tua versione al netto delle sterili correzioni ortografiche:
      1 - "98 miliardi non ce li ha nessuno",
      2 - "sta passando l'idea di prenderne anche meno ma subito (idea che non piace nemmeno ai concessionari), invece di un po' di più ma dilazionati nel tempo"
      puoi corroborare queste affermazioni con qualche documento?
      conosco le tue critiche al PD, si riassumono in:
      1- si ostinano a giocare pulito contro un signore che gioca sporco (Veltronismo)
      2- si ammazzano di strategie fallimentari (D'Alemismo).
      entrambe ottime obiezioni, ma limitate alla sfera "politica" del PD, se vuoi superficiale.
      ora, senza ricorre a sciocche iperboli eg."c'è una spectre dei concessionari che ha corrotto legislatore, esecutivo e giudiziario, e continua a tramare affinché i concessionari affamino il popolo italiano", mi spieghi perché sarei uno sciocco a credere che in un partito generalista (che ha incamerato comunisti, socialisti e democristiani) esistono correnti che perseguono interessi lobbisti di vario tipo tenendo all'oscuro anche colleghi di partito (che appunto sono costretti a presentare interrogazioni parlamentari)? grazie. Leoman

      Elimina
    10. E ci mancherebbe: dirottare una discussione off topic per una settimana non è sufficiente. Hai anche bisogno di un supplemento di ricerche e te lo devo fare io.

      Visto che tu ritieni che da qualche parte qualcuno stia imboscando 98 miliardi - 98 miliardi che nessun giudice ha stabilito che le concessionarie dovessero pagare: era il danno erariale (conteggiato con regole che poi sono state riviste), non la multa - magari l'onere della prova spetterebbe a te: vorresti essere tanto sollecito da dimostrarci che invece da qualche parte ci sono?

      E se sei in grado di dimostrare una cosa del genere, più che scriverne qui in calce a un pezzo che scrive di altro, perché non scrivi a repubblica, corriere, che ben felici ti pubblicheranno uno scoop del genere; perché non chiami la guardia di finanza immediatamente?

      Mi ritrovo a doverti ripetere la stessa metafora di sei mesi fa: se lasci una macchina in divieto di sosta, e un vigile - ottemperando al regolamento di quel comune - decide di farti una multa al minuto, in capo a 24 ore tu potresti avere multe per diecimila euro. Questo non dimostra automaticamente che tu abbia in tasca diecimila euro; non hai maturato diecimila euro lasciando la macchina in divieto di sosta. I 98 miliardi si basavano sulla misurazione del tempo in cui le macchine erano state staccate dal sistema di rilevazione (il che è illegale, da cui la multa); non significa che nel frattempo quelle macchine avessero generato 98 miliardi di profitto. E tutto questo si legge nei documenti che tu hai lincato.

      Quanto all'affermazione sui pochi maledetti e subito, vedi il pezzo dell'Espresso che tu hai lincato: "
      Vista l'enormità delle cifra, assai comoda per manovre politiche di ogni tipo, l'idea di una sanatoria che potesse sbloccare subito parte dei fondi in cambio di una riduzione della multa girava da tempo."

      Esistono lobbisti? Sì. Esistono colleghi di partito che presentano interrogazioni parlamentari basate su articoli di quotidiano scritti male e interpretati peggio? Sì. Esiste la spectre dei concessionari? Non risulta dalla roba che hai cercato tu in due ore, mi dispiace.

      Elimina
    11. "VIERI CERIANI, Sottosegretario di Stato per l'economia e le finanze. Signor Presidente, in primo luogo sembra opportuno precisare che la problematica a cui si riferiscono gli onorevoli interpellanti è tuttora sub iudice in quanto sono ancora pendenti, dinanzi al giudice amministrativo, i giudizi promossi dai concessionari contro taluni dei provvedimenti di irrogazione delle penali adottati dall'ex Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato e, dinanzi al giudice contabile, i giudizi d'appello instaurati avverso la sentenza n. 2152 del 2010 di primo grado della sezione giurisdizionale per il Lazio della Corte dei conti, che condanna i concessionari alla corresponsione dei danni che sarebbero stati arrecati all'erario.
      Ciò premesso, è opportuno proporre una ricostruzione circostanziata delle vicende di fatto e di diritto.
      Il giudizio di responsabilità promosso dalla magistratura contabile e conclusosi in primo grado con la citata sentenza n. 2152 del 2010, scaturisce dalla contestazione di specifiche penali contrattuali conseguenti ad inadempimenti, o meglio ritardati adempimenti, riscontrati a carico di tutti i concessionari in fase di avvio del comparto. In effetti, gli inadempimenti in parola, si sono concretizzati in ritardi nel completamento, entro i termini indicati dalla convenzione in concessione, di alcune attività che comunque sono state poi messe in essere, nonché nel mancato rispetto di taluni livelli di servizio relativi a strumentazioni che comunque erano funzionanti. Non si sono, pertanto, realizzati inadempimenti di natura fiscale, né violazioni idonee a produrre effetti negativi sull'entità del prelievo erariale dovuto dai concessionari per gli apparecchi con vincite in denaro, muniti di nulla osta a loro intestato, o sulla regolarità e liceità del gioco, considerando che non è venuto meno il costante monitoraggio dei flussi di denaro derivanti dalla raccolta di gioco. Il monitoraggio è stato comunque assicurato attraverso le letture dei dati contabili e di gioco registrati dai contatori degli apparecchi.
      In ogni caso, nei confronti delle medesime inadempienze effettivamente appurate a carico dei concessionari, l'ex Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato ha assunto tutte le iniziative contemplate dalla convenzione di concessione giungendo all'erogazione di ben quattro tipologie di penali, secondo le modalità e i termini previsti dalla medesima convenzione, anche a seguito dei due interventi di revisione del testo convenzionale succedutisi nel 2008 e nel 2010, assentiti dalla Sezione III del Consiglio di Stato dapprima con il parere n. 3926 del 2007 e successivamente con il parere n. 4408 del 2010.
      A questo proposito l'Agenzia delle dogane e dei monopoli sottolinea che i due interventi di revisione in questione hanno modificato l'impianto originario convenzionale delle penali irrogabili ai concessionari, improntato sulla quantificazione delle penali in misura fissa, attraverso la previsione di soglie massime, la parametrazione delle sanzioni alla effettiva gravità delle inadempienze e all'introduzione di un «tetto» volto a contenere, entro i confini del sinallagma convenzionale, le somme richiedibili a titolo di penale per gli inadempimenti riscontrati in ciascun anno." http://leg16.camera.it/410?idSeduta=0734&tipo=stenografico#sed0734.stenografico.tit00070.sub00130

      Elimina
  15. ---Casaleggio chi, il fine stratega che ha pubblicato questa roba? https://www.youtube.com/watch?v=sV8MwBXmewU----

    Questo filmato che qualcuno ha postato e tu hai lasciato e di cui già ti avevo chiesto conto in che ambito lo facciamo rientrare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Sergino, ho visionato il video e devo dire che è un caso ai limiti...difficile dire dove finisce il diritto di cronaca e dove inizia la propaganda.

      Elimina
    2. Boh, la notizia è 'Casaleggio ha visioni apocalittiche'? Ma ormai quel video l'hanno visto tutti.
      Cioè se c'è qualcuno qui dentro che pensa che infilare un link al cinquantesimo commento sia fare "cronaca", temo che ci sia un problema molto a monte.

      Elimina
  16. Leonardo, la prossima volta basta che dici che ti vanno bene tutti i link tranne quelli che cominciano con tze tze.
    Il consiglio è di evitare di pontificare su discorsi molto scivolosi e probabilmente più grandi di te (diritto di cronaca, propaganda...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi, se ho ben capito, in nome del diritto di cronaca il proprietario di un blog dovrebbe far sì che nei commenti si pubblichi qualunque cosa.
      Mi dai l'indirizzo del tuo blog, per piacere, così vengo subito a spammare gli articoli che mi interessano? Ad esempio dei dati paleoclimatici ottenuti col carotaggio in Antartide ne vogliamo parlare? E non mi dire che non c'entrano un tubo: stai opprimendo il mio sacrosanto diritto di cronaca.

      Elimina
    2. Temo che qualsiasi discorso sia "più grande di me": penso che continuerò a scrivere quel che mi pare e a cancellare qualche commento troppo sciocco. Sergio/anonimo se ne farà una ragione.

      Elimina
  17. Così va meglio. E' un tuo diritto cancellare quello che non ti aggrada.
    E' una sciocchezza dire che lo cancelli perchè è propaganda.
    Ancora non hai saputo dirmi per chi avrei fatto propaganda.
    Credo che non perderò più qui il mio tempo, troppa chiusura mentale.
    Tante belle cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè ancora non hai capito cos'è la propaganda? E per chi l'hai fatta?
      In che lingua esattamente te lo devono spiegare, citrullo?

      Su *tutte* le pagine di questo blog c'è scritto "Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello." Anche qui, in che lingua te lo devono tradurre?

      Elimina
    2. Si fa propaganda quando si spacciano dati falsi per dati veri.
      Se io sostenessi che esiste un sistema per avere dei cerchi che sono rotondi e allo stesso tempo quadrati, starei facendo propaganda.

      Sergio ritiene che senza un movente definito non possa esistere la propaganda, come quel tipo che sparò ad un altro e di fronte all'accusa di omicidio rispose "Finché non dimostrate che qualcuno abbia tratto vantaggio dalla morte della persona cui ho sparato, non potete accusarmi di omicidio"
      "Si, ma intanto le hai sparato"
      "D'accordo, ma voi non sapete dirmi chi ne abbia tratto vantaggio, dunque l'accusa è nulla"

      Elimina
    3. Ignorante! (Nel senso che ignori). Citrullo! (Nel senso di citrullo)

      Non ha ragion d'essere la propaganda senza un obiettivo specifico!

      Tu confondi "dire cose non vere" con "propaganda".
      "Dire cose non vere" può far parte della propaganda ma NON è propaganda.

      Se hai la pazienza di leggere oltre le prime tre righe e di saper cogliere il significato del testo magari impari delle cose per te nuove.

      http://www.treccani.it/enciclopedia/propaganda_(Enciclopedia-delle-scienze-sociali)/

      Mi sembra tutto poco costruttivo quindi ora davvero vi saluto.

      Elimina
    4. Ha ragione Sergio!
      Altrimenti dovremmo dire che tutti i bambini (che dicono le bugie) fanno propaganda!

      Elimina
    5. Sergio, davvero, nessuno ti trattiene.

      Quindi adesso mi stai dicendo che non hai fatto propaganda, ma semplicemente scritto "cose non vere"?

      Ammesso che m'interessi la differenza: perché dovrei lasciarti scrivere cose non vere sul mio sito? Ne rispondo persino, pensa.

      Hai capito almeno che quei famosi 98 miliardi di multa non esistono; che hai confuso il danno erariale con la multa? Perché fin qui mi sembri davvero vittima di un'operazione di (bassa) propaganda.

      Elimina
  18. La propaganda è quella che sta facendo Renzi coi bimbi figli della lupa nelle scuole.
    Se va nella scuola di mio figlio quel giorno lo tengo a casa
    Siamo tornati all'Istituto Luce

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e se i bambini avessero inneggiato a Silvio?

      Elimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).