venerdì 28 novembre 2014

Adesso è stanchino, dice

Beppe Grillo poteva scegliere di passare alla storia come uno degli artisti di popolo più importanti e influenti a cavallo tra due secoli; degnissimo erede di una tradizione di predicatori itineranti che comincia con Savonarola o Bernardino da Siena, e di monologhisti comico-tragici che ha il suo apice in Giorgio Gaber. Incidentalmente, il titolare dell'unico blog italiano di una qualche rilevanza.

Trasferendosi in politica, poteva ancora scegliere di essere ricordato come l'uomo che aveva fondato un partito dal nulla al ventotto per cento - come Berlusconi vent'anni prima - e che a Berlusconi aveva assestato l'invocatissima spallata finale. Beppe Grillo però non ha mai veramente smesso di fare il comico, e non ha mai cominciato a fare vera politica. Sarà ricordato soprattutto per aver conquistato nel 2013 la fiducia di un buon quarto degli elettori italiani, senza sapere cosa farci.

Così come l'ha conquistata l'ha buttata via senza nemmeno giocarci, come uno di quei giocattoli invocati per Natale e che non escono più dalla scatola dopo Capodanno. Dopo aver messo fuori gioco Bersani; auspicato e assistito alle larghe intese tra Berlusconi e il Pd, benedette da quel Giorgio Napolitano di cui avrebbe potuto evitare la rielezione; dopo aver visto affermarsi nel Pd la leadership più adatta a un progetto centrista; dopo aver monopolizzato una larga fetta di elettorato malcontento, imponendogli i candidati estratti al bingo della "Rete", o del "Portale"; dopo aver buttato fuori, con pretesti più o meno risibili, qualsiasi esponente del Movimento che minacciasse di costruirsi un consenso vero, al di fuori del suo giochino; dopo avere nei fatti impedito che il voto di un buon quarto degli elettori italiani servisse a qualcosa; dopo aver combinato questo mirabile capolavoro, adesso Grillo dice che è stanchino, e smolla il pacco ai primi cinque subalterni che si trova nel corridoio. A rifare il Movimento ci penseranno loro, lui è stanchino.

E i meetup? Gli attivisti? Gli iscritti? Se proprio insistono per dire la loro, possono votare sì per il listino bloccato. Molti elettori non sono stati ad aspettare il finale della farsa, e si stanno riorientando verso quella destra pop-razzista che Grillo ha sempre usato come spauracchio: se non ci fossi io ci sarebbero i neonazisti. Come dire: non saremo un granché, ma almeno non siamo Hitler. No, in effetti Grillo non è stato Hitler; del resto per guidare un piccolo partito populista attraverso le oscurità del primo dopoguerra fino al successo elettorale del '33 serviva una determinazione che Grillo non ha mai avuto in vita sua.

Che almeno la sua parabola possa servire come esempio per tutti quei movimentisti che dai Novanta in poi hanno rifuggito come Satana qualsiasi concetto di leadership: volevate movimenti perfettamente orizzontali, non volevate capi, non volevate volti, e avete visto il consenso coagularsi intorno all'ultima figurina ex televisiva disponibile sul mercato. Volevate la democrazia digitale e vi siete trovati il sito di Beppe col colonnino trucido. Meno male che era un cialtrone; il primo ad annoiarsi di sé stesso. In futuro non saremo necessariamente così fortunati.

58 commenti:

  1. Leggere il maestrino che da di cialtrone a chicchessia fa veramente sbellicare dalle risate.

    Dai Tondelli, dopo aver detto che Grillo è un despota intollerante censura il mi commento!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ti annoi di te stesso?

      Elimina
    2. Io credo che tanto Leonardo quanto Grillo siano notevolmente consapevoli della loro cialtronaggine, quanta e quale che sia. Ci si può convivere, la si può superare – occasionalmente o sistematicamente – ma prima bisogna esserne consapevoli.

      Io penso di essere consapevole della mia, per dire. Tu sei consapevole di qualcosa ? oppure preferisci risparmiare il cervello appaltando all'ombelico ?

      Elimina
    3. Buon Dio, quanto cazzo sei ridicolo.

      Elimina
  2. Non capisco quali sono i movimenti che dai 90 in poi hanno rifuggito la leadership... Intendi forse No Global, No Tav... ecc?
    Ma M5s non ha rifuggito il concetto di leadership per me: chi votava M5S sapeva di affidarsi ad una diarchia, pazzoide, ma agguerrita ed efficiente. Il sistema Casaleggio, rappresenta un modello organizzativo di gestione chiaro. La democrazia è on-line, i votanti sono on-line, il potere è di "nessuno", di fisso c'è solo la "struttura" digitale. E la struttura è governata da una azienda privata.
    Quanti sono quelli che credono che i meet up contino qualcosa nell'elaborazione delle strategie? Non certo quelli dei meet-up che sanno di non essere mai stati chiamati a decidere su qualcosa di importante. Non certo quelli pronti a votare Salvini, non certo i Favia e i Pizzarotti, troppo intelligenti per aver creduto alle "favole iniziali". Chi ha votato M5S ha votato Grillo, quindi basta lamentele sulle esplusioni. Decidetevi una buona volta ad autoespellervi!

    Riguardo a Bersani siamo portati a pensare che è stato il primo vero gesto di "rifiuto della responsabilità" della politica parlamentare, ma è a monte, ben a monte, quella diarchia le cose le ha sempre dette.


    RispondiElimina
  3. Quella destra pop-razzista che Grillo ha sempre usato come spauracchio a breve vi prenderà tutti a calci in culo.

    Con mia somma soddisfazione, oltre che con il mio voto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tondelli, hai mai sentito parlare di tablet?
      Di smartphone?

      Elimina
    2. Sì ma se passi le serate a scrollare e a buttar giù captcha, è inutile che te la prendi con noi che non batti chiodo. Tutta la tua aggressività ha spiegazioni più banali.

      Elimina
  4. Grillo non ha più tirato fuori il giocattolo dalla scatola perchè il suo obiettivo non era giocarci, ma invitare tutti a una casa di sua proprietà (chiamata casa del giocattolo) ad ammirarlo in una teca. Ci ha costruito attorno una specie di museo interattivo dove chi lo visita si sente a casa propria.

    Aspetterei a cantare il De profundis del padrone del Movimento cinque stelle.
    Il passaggio di terstimone è puro atto teatrale: Grillo continuerà a fare il bello e cattivo tempo al vertice. La sola differenza ora è che, con l'introduzione dei cinque fidati e obbedienti collaboratori del capo, il malcontento verrà (equamente?) distriduito su sei persone e non più su uno.
    Insomma i prossimi espulsi non andranno diretti a casa di Grillo. Prima devono affrontare i cinque del servizio d'ordine.
    Roberto

    RispondiElimina
  5. Come sempre una lucida analisi, Leonardo....

    RispondiElimina
  6. penso che il m5strilli sia avviato alla sua naturale conclusione, come tutti i movimenti di protesta inconcludenti e leaderistici
    non mi iscriverei mai a un movimento così strutturato, tipo che di fatto ha un capo che non è stato eletto e non è previsto si possa mettere da parte
    tuttavia avrei tanto voluto un accordo pd-m5strilli perché gli elettori dell'uno e dell'altro in parte coincidono o coincidevano, molto meglio di un accordo pd-ncd o (mioddio!) pd-ncd-forza italia
    sul fatto che i nazisti (in questi giorni arditamente occupati a spaventare bambini rom) prendano a calci non so... può essere, c'è solo che devono aumentare un po' di numero visto che a loro piace essere tanti contro 1 o 2
    d'altra parte anche la lega può essere vista come un male minore rispetto ai nazisti veri...
    sono preoccupato per grillo: quando sarà il momento temo faccia la fine (in senso metaforico) di giulio cesare... vabbe' di craxi forse... no, di bossi è più probabile: rimpianto da alcuni e sputazzato da altri
    visto che è sabato mi dilungo
    secondo me questa di beppestrillo è l'unica mossa possibile per dire: ma davvero volete che mi metta da parte? ma siete sicuri? e questo è il suo modo per (far finta di) mollare la presa, magari sparirà per un po' e poi riuscirà fuori a gentile richiesta (espellendo un po' del direttorio...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non so che c'entro io con la "feccia dei centri sociali" come la chiami tu (anonimo delle 11:19:00), ma a occhio impedire a bambini rom di non entrare a scuola non mi pare un gesto coraggiosissimo... oh, sarà un punto di vista, eh
      perfino meno coraggioso di rapinare vecchi. in ogni caso non ho mai sentito nessun rom vantarsi di rapinare vecchi, magari (quelli che lo fanno) non ne vanno proprio fieri
      per la mia terza elementare vai tranquillo, già fatta e come direbbe forrest gump (tanto per citare un tizio di moda) stupido è chi lo stupido fa (guardati allo specchio)

      Elimina
  7. Leo, non è che per caso del m5s vedi e analizzi solo gli aspetti negativi e del tuo amato pd vedi e analizzi solo le cose positive? Sicuro sicuro che nel m5s non ci sia nulla di buono...sicuro ...sicuro....attento a come rispondi perché potresti perdere di credibilità....sicuro sicuro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai letto qualche pezzo mio sai bene che non vedo "solo le cose positive" del mio "amato pd" che manco ho votato alle ultime elezioni.

      Elimina
  8. Lo "Stato liquido" e tutte quelle cavolate new age che piacciono tanto ai wannabe-Zuckerberg da strapazzo... I 5 stelle sono dei dilettanti, per carità potranno avere i migliori intenti ma sono e rimangono una banda di bimbominkia incapaci miracolati da un megalomane. Avete creduto in un' utopia, cari italiani. E per realizzarla vi siete bevuti il cervello andando dietro come pecore a due figuri talmente improbabili da sembrare due macchiette della commedia dell' arte. Ma non vi rendete conto che Grillo non è altro che il megafono delle cavolate che la gente più grezza e ignorante spara quotidianamente al bar? "Tutto crollerà fra pochi mesi, e ci saranno rivolte e barricate nelle strade e assalti alle banche e ai supermercati" (da anni aspettiamo che passino questi pochi mesi...) "tutti i politici sono ladri", "non c'è differenza tra destra e sinistra", e via cianciando. Tutte chiacchiere da bar alle quali non crede nemmeno chi le pronuncia. Ma voi invece tutti lì, a pendere dalle labbra del grande guru. Il quale adesso ha dato una grande prova di democrazia facendo eleggere dal web (cioè dall' 1% dei frequentatori del suo blog) un direttorio di cinque persone per gestire il partito di sua proprietà. Lui li ha nominati, tutti e cinque, e i suoi seguaci hanno pecorescamente approvato. Bell' esempio di democrazia bulgara, quella di quando il Bulgaria c' era il comunismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. niente mi fa simpatizzare con m5s come certe INTEMERATE* che lo denigrano

      ...e si che io per natura sono un antipatizzante...

      * nel commento precedente, eliminato da me stesso medesimo** avevo scritto "inveterate"
      ** non l'ho cancellato tanto per vergogna*** quanto perché con le "inveterate" non significava una bella cippa...
      *** non che non me ne vergogni, ma "cosa fatta..."

      Elimina
    3. Marino, rilassati.
      Qui nessuno ti vuole giudicare

      Elimina
    4. Analisi impeccabile.
      Istituzionalizzazione della chiacchiera da bar, programma politico che sembra partorito da qualche newage strafatto, l'unico messaggio che gli ha permesso di emergere, in un momento storico di debolezza politica, è stato "vaffanculo, tutti a casa" basta chiedere ai votanti che si conoscono nella vita reale:"qual è il programma m5s? la risposta è sempre quella: che ne so, tutti a casa tutti ladri..."

      Elimina
    5. Anonimo, gentilmente, mi dici qual è il programma del pd?
      Grazie

      Elimina
    6. Il programa del pd è "diciamo a tutti che si cambia e intanto al solito si inculano".

      Molto meglio di "tutti a casa tutti ladri" in effetti...

      Elimina
  9. Mi sa che ci avevi visto proprio giusto con Berlusconi.

    RispondiElimina
  10. Come sarebbe a dire? Grillo "titolare dell'unico blog italiano di una qualche rilevanza" Stai dicendo che i tuoi predicozzi sono irrilevanti? Eppure sei stato capace di concludere con il congiuntivo esortativo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo di avere mai avuto un bacino anche lontanamente paragonabile a quello di beppegrillo.it, se questa è la domanda.

      Elimina
  11. Vi chiedo un consiglio, stasera esco e vado in disco a rimorchiare qualche bella pupa o rimango qui a trollare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. resta qua; nun te fai male, nun piji freddo e sparambi pure du' breccole... tanto chi te se 'ncolla...

      Elimina
    2. Mari, mai convinto..mo inizia anche a piòve

      Allora Leonà, come ce si sente a esse in un partito storicamente de sinistra co un leader de destra...a esser boni boni democristiano?

      Elimina
    3. Se davvero ti interessa non hai che da leggere i miei pezzi: ne parlo spesso.

      Elimina
  12. Adorabili anonimi,
    io, da osteggiatore fin dall' inizio di un movimento padronale, mai dichiaratosi antifascista, che dal principio ha aperto le porte a Casapound e escrementi vari, che per far fatturare ai padroni il più possibile ha aperto a tutti, a gente con valori così diversi che si capiva come fosse un calderone elettorale che serve solo al bileader, che ha cominciato da subito dopo il boom elettorale a cacciare via le menti pensanti, che in Europa vi ha costretto ad allearvi con la feccia razzist e nazista, mi chiedo: come avete fatto a dare fiducia a questo MoViMento che nel suo statuto non statuto indica CHIARAMENTE come sia di proprietà di Grillo e Casaleggio? Io ho due teorie: in molti sono stati superficialotti ma parecchi altri hanno visto nel M5S un cavallo di Troia per entrare nei posti di potere, mettersi seduti, e trovare un posto di lavoro tranquillo.
    Probabilmente il vostro slogan SVEGLIAAAA!1!!!11 (con il quale ci avete scartavetrato i coglioni per mesi) sarebbe dovuto essere più autoreferenziale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto mi piacerebbe che quelli a cui dai degli escrementi ti querelassero. Sarebbe un gioia immensa vederti condannato a un maxi risarcimento per diffamazione, e magari chiuso il blog per responsabilità oggettive.

      Scommmetto che il Tondelli queste offese gratuite le lascia, e censura qualche opinione contraria.

      Ma se "Tutta la tua aggressività ha spiegazioni più banali.", di quella di questo qua che ne pensi?

      Elimina
    2. Sarebbe figo che uno di quelli che chiama escrementi se lo trovasse davanti. Sarebbe più educato, scommetto.

      Elimina
    3. Temo che la tua vita sarà avidissima di soddisfazioni se continuerai a prendertela ogni volta che qualcuno dice merda a un fascista.

      Di siti dove i fascisti vengono chiamati merde ne è pieno il www, e non mi risulta che nessun giudice ne abbia mai chiuso uno; forse perché i fascisti sono effettivamente paragonabili a merde. È un'opinione antica e nobile, che poggia su solidi basi storiografiche e mi dispiace che ciò ti faccia atrabbiare, ma come diceva il poeta: quando è merda è merda.

      Ti piacerebbe che qualcun altro ci querelasse, ma ti guardi bene anche solo a mettere qui un qualsivoglia nick, sicché ti si riconosce dalla strisciata marron che lasci. Sei l'autodimostrazionedi quanto sia fecale l'ideologia che credi di rappresentare, e se chiedi una controprova, lascia pure un indirizzo.

      Elimina
    4. Mi raccomando tieni solo i commenti allineati
      Questo cancellalo subito perché è scortese, mi raccomando!
      Fattelo da solo il blog

      Elimina
    5. Me lo sono sempre fatto da solo. Questo è un piccolo spazio di commenti dove cancello soltanto le sciocchezze, e neanche tutte.
      A nanna adesso.

      Elimina
    6. Vedi Leo, tu cancelli quelle che TU ritieni sciocchezze ma che non sono NECESSARIAMENTE sciocchezze in assoluto.
      Qui sotto devi correggere, ti aiuto
      "ma se, SECONDO ME E SOLO SECONDO ME, è una sciocchezza magari la cancello"

      Elimina
    7. No, fidati, cancello solo sciocchezze universalmente considerabili tali.

      Elimina
    8. daje ano'... daje atto der "magari", intanto, che profuma de misericordia divina...

      ...per esempio io.
      scrivo solo cazzate ma a me nun me cancella mai - come te lo spieghi? ...so' un amichetto suo, o che?

      Elimina
    9. Appunto Marino.
      Esattamente quello che intendevo. Leonardo non cancella la sciocchezza in sé ma la "sciocchezza" che gli va a toccare certi argomenti a lui non graditi.

      Elimina
    10. ah.
      ti riferisci anche a "ciucciami una palla mentre cago" che ho avuto la ventura di leggere qui qualche giorno fa, prima che fosse cancellato...?

      Elimina
    11. Marino, il tuo esempio rientra nelle sciocchezze universalmente considerabili tali.
      E Leonardo bene ha fatto a cancellarla.

      Elimina
    12. bontà Sua, messer Anonimo; bontà Sua...

      Elimina
    13. Scusate, ma è ovvio che quella che è una sciocchezza per me può essere una cosa sensata per un altro.

      Elimina
    14. In effetti a ben rifletterci in Italia fare apologia di comportamenti quali il furto, la violenza, lo spacciare banconote false, il fascismo son tutti reati.
      Se ne deduce che in Italia insultare un assassino è consentito, così come è consentito insultare un fascista... sarà mica che i fascisti quando erano al governo usavano l'assassinio come argomento politico?

      Elimina
  13. Esempio:

    -Non credo di avere mai avuto un bacino anche lontanamente paragonabile a quello di beppegrillo.it.-

    Breve analisi del periodo.
    Il nostro scrive "non credo", non "sono sicuro", lasciando volutamente aperto uno spiraglio per essere paragonabile, anche se lontanamente, una spruzzata di modestia fa sempre bene,ad uno dei blog più cliccati a livello mondiale.

    Cos'è? Una frase seria o megalomania? Narcisismo all'ennesima potenza? Un paio di bicchieri di troppo? Goliardata? O semplice sciocchezza?

    Come vedete ognuno può interpretare la stessa frase in tanti modi diversi...

    RispondiElimina
  14. Secondo me è una zingarata in stile amici miei

    RispondiElimina
  15. ..un po' di sano narcisismo c'è nel lasciar intendere di poter essere paragonabile al blog di beppe...
    @Genesio: ma è un esempio inventato o qualcuno l'ha scritta veramente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ebbene sì, qualcuno l'ha scritta veramente. Non posso però dirti chi.

      Elimina
  16. Un paio di bicchieri di troppo e la accendiamo...

    RispondiElimina
  17. Certo che annidarvi nei commenti di chi critica Grillo e cagare il cazzo all'infinito vi sta veramente ripagando da un punto di vista elettorale.

    RispondiElimina
  18. Hai visto Leonardo quanto è opinabile anche una tua stessa frase.
    Sono lieto che tu oggi abbia imparato una cosa nuova.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma tu li leggi i commenti o ti bei solo di quello che scrivi tu?

      Elimina
    2. Hai scritto dei commenti interessanti? Segnalameli, li leggerò con interesse.

      Elimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).