domenica 17 maggio 2015

Guerra di religione nell'intervallo

Volevo dirvi, e già pregusto l’interesse che in voi scatenerò, che ieri la Pippi di seconda P ha preso per i capelli la Cacchi di prima Q perché le diceva che dopo essersi tosato l’emisfero destro col rasoio non sembrava Scarlett Johansson agli Oscar, ma piuttosto un istrice schiacciato in autostrada.

A quel punto è intervenuta la Merdy di III R (ripetente), che pur non sapendo cosa fosse un istrice, né la Johansson, né un emisfero, né un Oscar, né dove si trovasse in quel momento, ha pestato la Pippi perché ehi, in quel corridoio se vuoi menarti devi chiedere a lei, non è che puoi graffiar bambine senza invitarla. Ma sbagliava corridoio, quindi la Gwanda di II W è andata a dirlo al fratello, il quale disprezzando i litigi tra femmine e gli sfregi che procurano ha deciso di non intervenire direttamente, bensì sgonfiando la bici della colpevole; e non capendo chi fosse esattamente, non riuscendo a districare la catena di cause ed effetti dalla Pippi alla Cacchi alla Merdy, ha sgonfiato un’intera rastrelliera, quaranta ruote, Dio è grande e riconoscerà le sue.

A quel punto voi avreste mandato il fratello di Gwanda dal preside, ma bisogna prendere appuntamento, del resto ha otto plessi, così ho pensato di chiamare i giornalisti. Sì, perché il ragazzino è musulmano, e invece di Dio è grande ha detto Allah Akbar. E quindi capite, lo scontro di religioni, di civiltà - chi l’avrebbe detto che il nostro quarto d’ora di celebrità sarebbe stato quello dell’intervallo.

2 commenti:

  1. Nella buona scuola i professori capaci, non tutti ma qualcuno c'è, avrebbero saputo prevenire le guerre di religione magari con un torneo di calcio tra le classi. Rigorosamente maschile perché le ragazze non devono giocare a calcio altrimenti prendono brutte pieghe. Il CEO della scuola avrebbe poi premiato i professori assegnando al più meritevole la panchina del Milan. La classe vincente avrebbe avuto diritto per i prossimi cinque anni alla stesura insindacabile del POF.

    RispondiElimina
  2. ieri.
    tu - naturalmente - non sei intervenuto perché era sabato.
    sbaglia chi ti accusa di essere antisemita, e clamorosamente.
    la verità è che sei un settesavioanzianodision e che tiri i fili del complotto dall'ombra come ti si conviene.
    ma ti abbiamo scoperto, getta la maschera stanislao avram moulinski!!!!!

    (undici)

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).