mercoledì 21 maggio 2014

#HaVintoLui

In base a un sondaggio che non si può pubblicare, anche perché nessuno lo ha fatto, io credo di potervi comunque annunciare che Beppe Grillo ha vinto - no, il M5S no, non necessariamente. Ma Grillo sì, anche se non si è candidato. Ha vinto lo stesso, nell'unico modo in cui poteva vincere, che è anche il peggiore. Domenica sera chiuderanno i seggi e spoglieranno le schede, tireranno le somme e ci diranno che Renzi è andato bene, anzi benissimo, o che Berlusconi tutto sommato tiene, e la Lega, eccetera eccetera, ma l'unica vittoria se l'è già presa Beppe Grillo.

200 poliziotti in più! che inseguiranno i ladri a piedi.
Se l'è presa nel momento in cui Silvio Berlusconi ha cominciato ad annunciare nei suoi comizi tv che vuole abolire Equitalia: le stesse esatte parole del programmino che Grillo aveva steso nella fase finale della campagna 2013. "Abolire", "equitalia". Se l'è presa nel momento in cui Renzi ci ha informato che a mò di copertura avrebbe abolito le province, o messo le auto blu su ebay, e poi l'ha fatto davvero. O quando ha cominciato a chiamare i suoi critici #gufi e #rosiconi. Se l'è presa quando Matteo Salvini, prima di cedere la sua piccola attività politica a un curatore fallimentare, si è messo a googlare "euro" "COMPLOTTO" "banche" "svegliaaaa!" e ha trasformato la Lega nel partito antieuro. Se l'è presa in quel momento qualsiasi a cavallo tra '13 e '14 in cui tutti i suoi avversari hanno cominciato ad andare a lezione da lui.

Più fiorini per tutti.
Chiunque avrà vinto lunedì, festeggerà con le parole di Beppe. Magari con gli hashtag di Beppe. Vincerà per aver copiato qualche promessa di Beppe, nel tentativo di strappare a Beppe qualche elettore. In base a un sondaggio che non ha nemmeno più importanza fare, Beppe Grillo ha già vinto.

Berlusconi giustizialista, rifletteteci.
A 77 anni quest'uomo riesce ancora a stupire

E non è tutto sommato la cosa peggiore che poteva capitarci: coraggio, se vince Grillo almeno l'Italicum non si farà. Giustamente: una legge così brutta nemmeno Grillo poteva scriverla. Non è uno scherzo: la proposta di legge elettorale del M5S è comunque bruttina, e a tratti assolutamente balorda. Ma decisamente migliore di quell'offesa al senso comune e alla democrazia buttata già da Berlusconi su cui Renzi doveva assolutamente mettere la sua bella faccia. Grillo non vince soltanto perché le parole d'ordine ormai le detta lui; vince anche perché, di fronte a contendenti costretti a scimmiottarlo, finisce per sembrare quasi il più lucido.

12 commenti:

  1. insomma dopo 20 anni di berlusconismo ce ne aspettano altrettanti di grillismo, auguri a tutti...
    Matteo Z.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Matteo, nei 20 anni di berlusconismo non puoi però non includere anche la Sinistra, ottima protagonista e al governo e all'opposizione....

      Elimina
  2. Finora questa è la cosa più vicina ad un endorsement che hai scritto per queste elezioni...

    RispondiElimina
  3. Leo, benvenuto sul carro....Bokassa c'è posto anche per te....venghino signori verghino....

    RispondiElimina
  4. Aspetto come per tutte le elezioni precedenti la cartolina di barbato col pippone per l'astensionista. Con estrema curiosità

    RispondiElimina
  5. No, vince perché anche chi lo contesta ne misura la lucidità parametrandola a quella dei contendenti.
    La lucidità (che utilizziamo come sintesi di un elenco naturalmente ben più lungo di caratteristiche) non è una qualità che dipende da quanto siano lucidi quelli messi a confronto.
    E' una caratteristica di merito, non di metodo, per cui non ha alcun senso misurarne la dimensione per rilevarla, essendo un valore assoluto.
    O c'è o non c'è.

    Personalmente non sono certo un sostenitore di Renzi e tantomeno di Berlusconi, ma che in una ipotetica gara di lucidità si sia giunti al punto da metterli dietro un tizio che depositò la richiesta per intestarsi i diritti di utilizzo della parola Dio, e si parla di anni e anni prima che scoprisse una maniera alternativa per arrivare al medesimo modello di identificazione del concetto di "popolo", temo significhi che la lucidità siamo noi per primi ad aver iniziato a perderla.

    Sempre con rispetto parlando, s'intende.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Bruno...c'è posto anche per te sul carro...ognuno porti un amico e tutti insieme raggiungiamo il 100%

      Elimina
  6. L'Italicum è effettivamente bruttino, ma è sicuramente meglio della legge attuale e di quella che propone il M5S.
    Perchè una legge che da in ogni caso un vincitore è meglio di una legge elettorale che porta inevitabilmente un governo di larghe intese con il m5s all'opposizione perenne.

    RispondiElimina
  7. Vince Lord Blog tutte le volte che lo si dipinge come un attore protagonista della politica. In realtà è un attore protagonista dei propri show, dei propri spettacoli. Vuole farci vedere le istituzioni come teatri e con ciò magari rivela, da artista, una qualche verità metaforica.

    A noi spetta non cadere nel suo tranello artistico. Idem fu per il B televisivo.
    Spetta l'arduo compito di far emergere le varie manipolazioni.

    Lord Blog non vuole e non vorrà mai governare nemmeno con il 100% in tutte le istituzioni. Troverebbe da ridire che comunque i poteri forti in Europa, la costituzione e i giudici non lo fanno governare (ricordiamoci che la "DEMOCRZIA DIRETTA" è espressamente INCOSTITUZIONALE) oppure, anche, che al suo interno si sono spaccati in diecimila correnti su tutti i temi. Quindi si ritirerebbe e direbbe a tutti che voleva dimostrare al mondo che un comico e un paranoico, con il potere di internet ha potuto prendere il potere di una nazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e che quindi dobbiamo stare attenti e non farci abbindolare!

      (finirà così comunque, egli in realtà continua a metterci in guardia da sè stesso!)

      Elimina
  8. Finalmente Renzi toglie l'accisa sulla guerra in Etiopia! Era ora!
    Vinciamo noi!
    Leo, attento, stai salendo sul carro sbagliato...

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).