giovedì 7 giugno 2001

Perché ci casco tutti gli anni?
Ormai non sono più un pulcino e lo so come va il mondo… del resto alla partenza non ci faccio neanche caso (ma quando parte il giro quest'anno? Boh). Poi alla prima salita interessante inizio ad affezionarmi, mi entusiasmo… e patatrac. Perché, perché? Che senso ha gioire per le vittorie sportive di qualcun altro?
Adesso è troppo tardi: mi dispiace davvero. Soprattutto per Frigo e Simoni. Sembravano due bravi ragazzi. Ma forse ci sono dentro anche loro. Forse tutti, da Coppi e Bartali in giù.
La cronaca dice tutto: i ciclisti scioperano per protestare contro le perquisizioni. Se i NAS vanno a guardare nel cestino della spazzatura dell'albergo loro non possono più lavorare, dicono. E come si fa a dubitare della loro buona fede?
La cosa più scoraggiante è la loro compattezza. Per sospendere il Giro contro tutti e tutto, persino i direttori sportivi, bisogna essere veramente tutti d'accordo. E questo cosa vuol dire? Probabilmente che sono tutti coinvolti. Oppure che molti sono coinvolti e molti altri sono sprovveduti… ma bisogna essere proprio ottimisti.
Ultim'ora: domani il giro riprende, non è successo nulla. Beh, almeno un tifoso l'hanno perso per sempre. Io. Prometto che non ci cascherò più. Fino all'anno prossimo…

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.