Visita <a href='http://www.liquida.it/' title='Notizie e opinioni dai blog italiani su Liquida'>Liquida</a> e <a href='http://www.liquida.it/widget.liquida/' title='I widget di Liquida per il tuo blog'>Widget</a> ~ Leonardo

mercoledì 10 ottobre 2001

lo stesso sarto della Fallaci?Pensierini sulla guerra (1)

Teologicamente fiacco

La Cia passa ‘ai raggi x’ il filmato di Bin Laden e scopre che il leader dei terroristi è stanco, malato, rassegnato a morire, "…psicologicamente depresso, teologicamente fiacco e contraddittorio”. Si esprime addirittura in un “poverissimo arabo”.
Non bisogna neanche farsi ingannare dall’effetto “ripresa all’aperto”, che è probabilmente frutto di “un lavoro tecnicamente sapiente che, sfruttando l'alta volta della grotta, riesce a riprodurre effetti di luce naturale”. Non si faceva prima a uscir fuori? No, perché Bin Laden è stanco, malato, teologicamente fiacco, e ha una sacra paura di essere braccato.
Sì sì.

Anch’io, come la Cia, mi sto dotando di ‘raggi x’, con le quali mi esercito a penetrare le veline NATO.
Da questo pezzo di Repubblica, per esempio, deduco che:
1. la Cia non si aspettava una mossa così brillante da parte di Bin Laden, che per quanto malato e fiacco si è mostrato molto, molto più efficace (col suo arabo basico, comprensibile alle moltitudini) del George Bush ingessato di poco prima.
2. come tutte le corti decadenti, anche la Cia si sta circondando di consulenti inutili e servizievoli, adatti a ripeterle quello che vuole sentirsi dire.

Questi “semiologi arabi e studiosi dell'Islam”, per esempio, sono fantastici. Secondo loro la chiamata alla ‘Jihad’ è stata sciatta, poco convincente, “perché l'appello alla guerra santa deve fondarsi su un bagaglio teologico piuttosto ampio e denso”. Perfetto. Basta soltanto spiegarlo alle centinaia, forse migliaia di pakistani che attraversano il confine per arruolarsi dalla parte dei Taliban.
“I nostri esperti sostengono che il testo di Osama è teologicamente contraddittorio e blasfemo”. Ora che lo sappiamo siamo più tranquilli…

Mi chiedo se tra le mura di Gerusalemme assediata non vi fosse pure qualche esperto di Cristianesimo che rinfrancava il Sultano con discorsi di questo tipo: questi Crociati sono teologicamente fiacchi, anzi contraddittori. Nel Vangelo non si parla mai di assedi. I discorsi del loro capo, Papa Urbano II, (“Deus vult!”) sono rozzi e incoerenti.

Andiamo…
Tutti i peggiori leader del secolo passato erano rozzi e incoerenti. Hitler era un nanetto esaltato che faceva le smorfie. Mussolini era un socialista sbandato che a cinquant’anni si esibiva in pose da macho su un balcone. Hanno detto tutto e il contrario di tutto, hanno aggiunto che dio era dalla loro parte e la gente li ha seguiti.

I fanatici non leggono il Corano, né la Bibbia, non discettano di teologia o politica, e per scatenarli basta un qualsiasi “Deus vult”.
Quello di Bin Laden è stato un “Deus vult” rozzo e straordinariamente efficace. Com’è tutta la sua strategia. Per quanto malato e depresso, Bin Laden è uno stratega geniale. Spero che alla Cia qualcuno abbia il coraggio di ammetterlo -– Know your enemy.
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!