martedì 11 novembre 2008

Vabbe', ma di morte lenta

"Cosa volete, il morto?"

L'altro sera ho letto una scritta sul muro di un bagno: "agisci da prepotente e pensa da vittima". Ecco, credo che gli ideologi del Blocco Studentesco siano maturati in cessi simili.
Vuoi andare in testa al corteo ma non ti fanno passare? Agisci da prepotente: cìnghiali! Vedrai che se ne vanno.
Loro non se ne vanno? Chiamano i fratelli grandi e vi fanno un mazzo tanto? Pensa da vittima: ce l'hanno tutti con te perché sei fuori dal coro. E tu dal coro hai fermamente intenzione di star fuori! Almeno finché non te lo fanno dirigere.
Rai3 possiede un video che vi sputtana? Pensa da vittima: quelli vogliono fare le liste di proscrizione! Vogliono consegnare i vostri nomi e cognomi a quelli cattivi coi caschi che poi ci ammazzano. Agisci da prepotente: tutti in massa in via Teulada, dimostrazione di forza. Quando non c'è nessuno, perché altrimenti rischia di non venir bene, come dimostrazione di forza. 
Il risultato di questa tattica è interessante: più guai fanno, e più ci sono video con la loro faccia all'attenzione di giornalisti e magistratura. Più sono esposti, e più reagiscono. Più reagiscono e più sono esposti. In pratica si stanno spingendo a testa bassa in una tonnara di denunce.Va bene, sono ragazzini. Ma chi li spinge da dietro è un criminale - e non è Cossiga. Comunque non è nemmeno l'ultimo arrivato. 
Come finirà? Sarebbe bello che finisse in niente; purtroppo l'esperienza dice che questo tipo di cose finisce quando qualcuno si fa male davvero. Qualcuno chi? Chiunque può farsi male: un giovane di destra, uno di sinistra, un passante apolitico, un poliziotto o un carabiniere (magari uno giovane giovane e inesperto come quelli che furono lasciati in prima linea a Genova) La domanda che conclude il video del Blocco si può leggere in vari modi: Volete un morto? Se proprio v'interessa, ve lo procuriamo: ragazzini da mandare al macello se ne trovano agli angoli di strada. Voi guadagnate un pretesto per tirare un sipario sulla protesta studentesca, e il Blocco ci guadagna quel martire di cui ha un gran bisogno (mica possono continuare a riciclare il rogo di Primavalle, roba da Pleistocene).
A una tattica così suicida, come si reagisce? La prima regola è quella di sempre: non reagire alle provocazioni, mai, per nessun motivo. Se proprio vogliono un Caduto, se lo devono procurare da soli, cinghiamattandosi a morte.
La seconda regola ce la mostra il vecchio pazzo Cossiga, nostro Re Lear: parlare, parlare al vento. Può essere paranoia, o anche solo scaramanzia, ma se parlando di queste cose possiamo anche solo ridurre di un millesimo la possibilità che accadano, facciamolo. In tutti gli spazi dove possiamo dire qualcosa, diciamolo. Per esempio, se mi viene il sospetto che il governo mandi avanti i ragazzini fascisti nella speranza che un giorno o l'altro uno di loro faccia la fine di Placanica, pardon, la fine che doveva fare Placanica, io qui lo scrivo. Se poi non succede, sarò il primo a esserne felice. 
La terza regola: riderci sopra. Vogliono fare i martiri? Sommergiamoli di pernacchie. Coi ragazzini di solito funziona.

(E giu le mani dai Motörhead, pagliacci)

27 commenti:

  1. che bel post! hai espresso quello che avrei voluto dire io sui neofascisti e le polizie e la cinghiamattanza. ciao

    RispondiElimina
  2. ...e soprattutto: giù le mani da mötörhead!
    grande leonardo!

    RispondiElimina
  3. GIU LE MANI DAI MOTORHEAD INANZITUTTO, POI STA STORIA DI STI GRUPPI ROMANI CHE SEMBRA RIGUARDINO TUTTA ITALIA..
    SI SONO SCONTRATI GIOVANI DI DX E SX DI ROMA,NN CENTRA UN CAZZO LA GELMINI E LA MANIFESTAZIONE.SE GENTE COSI SI INCROCIAVA AL FUNERALE DEL PAPA SCOPPIAVA LO STESSO CASINO.
    I FASCI FANNO SEMPRE STE AZIONI DIMOSTRATIVE CHE NON VOGLIONO DI RE NULLA, DOVREBBERO PENSARE A DIFENDERSI VISTO CHE A CINGHIATE HANNO INCOMINCIATO GLI SCONTRI.
    VORREI SPARE PERCHè HANNO INCOMINCIATO GLI SCONTRI ALTRIMENTI HA RAGIONE LEO "agisci da prepotente e pensa da vittima", QUESTO FA DI VOI DELLE MERDE.

    RispondiElimina
  4. IL CAPS LOCK! NON TROVA PIù IL CAPS LOCK! STIAMO PER PERDERLO! AAAAAAAAAAH!

    RispondiElimina
  5. Condivido fino all'utima riga, anzi fino al post scriptum musicale. All'urlatore Poulain: al funerale del papa o altrove non si sarebbero incontrati, qui lo scontro era accuratamente cercato.

    RispondiElimina
  6. per fortuna che tu sei solo un povero blogger e risci forse a lavare il cervello a 4 sfigatelli...
    e con questo non scrivo più commenti su questo argomento che ormai parlare con i deficenti ci si stanca

    Naturalmente leonardo il video (l'ultimo messo) del blocco lo ha visto..ah già tu vedi solo quelli che passano la democraticissima e imparziale rai3 che naturalmente solo quelli possono essere veri..

    Io ascolto i Motörhead e allora?
    il pagliaccio sei tu caro professore..

    Ma un post diverso lo sai fare? un po ripetitivo...

    RispondiElimina
  7. Salve, vorremmo contattarvi in merito a quanto avete scritto su youdem,se volete scriveteci sulla mail di redazione, Grazie
    redazione.web@youdem.tv

    RispondiElimina
  8. quanto gli rode a sti fasci (vedi Fabio & Co.) che manco sanno scrivere. Quindi sono qui che rosicano e inveiscono/abbaiano.

    Poracci, passano gli anni ma non riescono mai a capire che sono solo fantocci in mano a questo o quel politico-massone-sbirro di turno.

    Caro Leonardo ora non dare più spazio a questi argomenti, tanto l'abbiamo ormai capito tutti che sono 4 infelici (prob. omosessuali repressi) che godono a fare/farsi del male.

    RispondiElimina
  9. @Anonimi:
    - pensavo che per far parte di una TV del Partito Democratico uno dei valori di base fosse la conoscenza della lingua italiana, almeno per quanto concerne la punteggiatura. Evidentemente la comunicazione giovane necessita di semplificare e svecchiare un po' le consuetudini - o forse avete letto il post sulla rimozione del passato remoto e non volete essere da meno?

    - non capisco come essere degli omosessuali repressi possa costituire aggravante ai fini di una valutazione di un qualsiasi tipo (lo dico da non omosessuale, sebbene un po' represso in genere lo sia.)

    RispondiElimina
  10. Fabio, tu riesci sempre a sorprendermi.
    - Hai notato che in questo post non ho citato NESSUN video di Rai 3, ma UNICAMENTE quello di Casa Pound?
    - Ho scritto qualche inesattezza sul video di Casa Pound? Dai, segnamela.

    RispondiElimina
  11. @fabio

    Mostrami il video in cui quelli di "chi l'hai visto" chiedono nome e cognome degli AGGRESSORI FASCISTI.

    Sul serio, vorrei vederlo. Nessuno ha registrato?

    RispondiElimina
  12. CERTO
    Dici che siamo stati sputtanati da un video.
    Bello quel video mandato da rai3, bello perchè tagliato dove serve e confezionato per bene...
    Poi che dimostrazione di forza entrare a viso scoperto senza toccare nulla ne facendo nessun tipo di danno..

    Poi Tu affermi che tiriamo fuori Primavalle che di pleistocenica memoria,parla quello che tira fuori ogni 2x3 il fascismo che se messo a confronto con primavalle è qualcosa di paleogenico...

    Nessuno vuole fare il martire, tu pensi che non aspettiamo altro che uno dei nostri faccia una brutta fine per reinstaurare quel clima da anni fi piombo?
    Se credi questo,mi dispiace,credevo che tu fossi un tantinello piu furbo.

    Il Governo non manda nessun fascista,perchè il blocco non risponde a nessun partito ne a nessuna logica di potere.Tu puoi credere quello che vuoi.
    Le denunce sonoi partite anche da quelli del blocco.
    Speriamo che santoro vinca la causa contro quel disgraziato che si è permesso di imitare un giornalista che mette al centro la libertà, cosi il blocco puoi chiedere una valangata di denaro per le diffamazioni del santoro sul blocco e sui presunti infiltrati.

    RispondiElimina
  13. Ah, quindi il fascismo lo tiro fuori io.
    Hm.
    Quindi insomma voi col fascismo non c'entrate niente.
    Bene.
    "Pound" quindi starà per sterlina, o per libbra. Ok, scusa.

    Non avete toccato nulla?
    Non avete fatto nessun tipo di danno?
    Tutto ciò va a vostro onore: resta la possibilità di essere denunciati per violazione di domicilio.
    Ora, io posso capire quella mentalità gregaria che più che fascista è semplicemente puberale, per cui se il maschio-alfa dice: "dai! andiamoci tutti a mettere nei guai violando domicili alla cazzo!" Tutti rispondono: "Whoa, figata", e la cosa si fa.
    Il problema è che poi quando a casa di mamma arriva la denuncia, la mamma piange. Ed è sempre la mamma.
    Capisco che violare un domicilio non è un gran reato, però chi vi istiga a violarlo commette un reato: precisamente quello di istigazione a delinquere.
    Poi c'è il problema del messaggio. Non me lo sono mica inventato io.

    Il messaggio dice (a chiare lettere, scritte da voi: cosa volete, un morto?).
    Lungi da me mettervi in bocca parole che non sono vostre. Il mio pezzo parla esattamente di questo messaggio.

    Conta poco dire che "il blocco non risponde a nessuna logica di potere". Mica te lo vengono a dire a te, legionario. Per ora ha risposto egregiamente alla logica di screditare il movimento studentesco. Volete dimostrare che non è vero? Smettete, semplicemente, di screditare con le vostre azioni il movimento studentesco.

    Questo non si ottiene violando un domicilio.
    Anzi, direi che si ottiene l'effetto contrario.

    RispondiElimina
  14. Leo, l'ultima regola sembra scritta da Severgnini... E non è da te!

    (potevi almeno citare il pernacchio di Eduardo:-)

    RispondiElimina
  15. -cosa volete il morto-

    non è dire " state attenti che vi ammazziamo" ma " state attenti a non creare quella tensione che può portare a leggittimare qualcuno a compiere un azione che può provocare a sua volta delle reazioni che possono ricreare quell'escalation di morte che sono stati gli anni di piombo"

    In questo Paese se bussi a una porta non ti fanno entrare fino a quando non la butti giù a testate.

    Ti faccio vedere una dichiarazione di Iannane su questo argomento

    http://tv.repubblica.it/copertina/intervista-a-gianluca-iannone/26174?video

    RispondiElimina
  16. Fabio, sul serio, tu sei una persona che fa fatica a capire le cose.

    Nessuno qui ha detto che "volete il morto" significa "state attenti che vi ammazziamo". Nessuno. Nes-su-no. Perché non leggi, una buona volta, invece d'incazzarti a caso?

    Il mio pezzo non dice che voi volete uccidere qualcuno.
    Dice che a un certo punto il morto potrebbe anche scapparci: esattamente quello che dici tu.

    E poi dice un'altra cosa: che da parte vostra c'è una certa voglia di farvi un martire. E questo si capisce dai discorsi che fate: non dalle brutte cose che gli altri mettono in giro sul vostro conto. Unicamente dai discorsi che fate.

    RispondiElimina
  17. dai fabio una bella cinghiamattanza che ti passa...

    RispondiElimina
  18. Si', pero' questi mentecatti - almeno a livello universitario - traggono la loro ragion d'essere solo dall'esistenza dei vari gruppi di estrema sx che popolano l'universita' italiana. Senza i comunisti da combattere non saprebbero che fare.

    Questo di per se' non e' un argomento contro i gruppi di estrema sx. Pero' vale la pena tenerlo a mente. Soprattutto perche' tali gruppi sono pure molto dannosi e vengono anch'essi usati dai politici.

    Dannosi perche' non hanno capito niente dei problemi dell'universita' italiana e continuano ad impedirne ogni riforma.
    Non sto difendendo la riforma Gelmini; sto solo dicendo che questi studenti, se davvero, come dicono, avessero a cuore un'universita' piu' di qualita' e piu' accessibile, scenderebbero in piazza a favore di una sua riforma piu' meritocratica.

    Invece, si ergono ad eroici difensori di un sistema malato e scendono in piazza per difenderlo. E i fascistelli non aspettano altro. Quante volte ho visto questo ciclo ripetersi.

    RispondiElimina
  19. dopo quello che ho scritto pigliarmi dello sfigatello mi fà rodere un pò ma se il livello culturale della controparte è questa, vabbe accontentiamoci..

    RispondiElimina
  20. Però, Leonardo, a onore del vero quando scrivi "La domanda che conclude il video del Blocco si può leggere in vari modi: Volete un morto? Se proprio v'interessa, ve lo procuriamo" cosa scrivi?

    Lui sarà pure un legionario ma se sono "loro", secondo te a "volere un altro martire di cui ha bisogno":

    Non è quello di cui ti accusa Fabio?

    Poi magari è una cosa voluta, quella di usare quei nessi causaeffetto un po' stiracchiati, perché lo fanno tanto loro considerandosi "vittime nell'animo, e colpevoli nelle azioni".

    Ma insomma.

    RispondiElimina
  21. Direi che il contesto della frase è abbastanza chiaro.
    Se non è chiaro, l'ho chiarito sotto.
    Se ancora non è chiaro, qualcuno gioca a non capire.
    Per esperienza, c'è gente che può andare avanti per tre settimane, non scherzo, a farsi spiegare la stessa cosa, rifiutandosi di capire perché, evidentemente, capire non è l'obiettivo.

    RispondiElimina
  22. Ho letto quanto hai scritto sotto, e ti credo in parola, ci mancherebbe.
    Dico solo che quanto avevi scritto sopra mi sembrava diverso, quale che sia il contesto, da quello che hai scritto sotto. A me sembra che tu abbia, per il meglio, corretto il tiro. Se invece ho compreso male - come, credimi, senza dolo continuo a fare - tanto meglio.
    Conta capirsi.

    RispondiElimina
  23. http://cinghiamattanza.blogspot.com/

    leggete e poi piangete

    markovic

    RispondiElimina
  24. volevo solo dire che anche la magistratura ha dato ragione al blocco studentesco

    SCUOLA: SCONTRI P. NAVONA, ASSOLTO STUDENTE BLOCCO PROSEGUE GIUDIZIO ESPONENTE PRC
    Roma, 17 nov. - (Adnkronos) - Assolto, con rito abbreviato, dall'accusa di resistenza a pubblico ufficiale per non aver commesso il fatto Michele Bauml, 19 anni, studente del Blocco studentesco arrestato dopo gli incidenti avvenuti il 29 ottobre scorso a piazza Navona durante una manifestazione contro il decreto Gelmini. La decisione è del giudice Valerio Di Gioia, il quale ha invece inviato al presidente del Tribunale Paolo De Fiore gli atti relativi alla posizione del secondo imputato, Yassir Goretz, 33 anni, responsabile della sicurezza di Rifondazione Comunista, imputato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, partecipazione a manifestazione non autorizzata e danneggiamento.

    Goretz ha scelto il giudizio ordinario, ma il giudice Di Gioia, essendosi pronunciato sulla posizione di Bauml, ha dovuto astenersi e rinviare gli atti al presidente del Tribunale, il quale ora dovra' o confermare che Di Gioia può processare anche Goretz oppure scegliere un altro giudice. Il 18 dicembre è stata fissata la nuova udienza nel corso della quale si conosceranno le decisioni.

    SCUOLA: STORACE SU P. NAVONA, ORA 'CHI L'HA VISTO' CHIEDA SCUSA
    PROSCIOGLIMENTO RAGAZZO DESTRA CONFERMA CHE I TEPPISTI VENIVANO DALLA SINISTRA
    Roma, 17 nov. (Adnkronos) - ''Proscioglimento per il giovane di destra fermato dopo i fatti di piazza Navona, a Roma: è la conferma, anche giudiziaria, che i teppisti venivano dalla sinistra. Ora si attendono le scuse dei mass media che hanno linciato Blocco Studentesco. Sono sufficienti quelle di "Chi l'ha visto". Lo dichiara Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra

    SCUOLA: GRAMAZIO E CASSONE (PDL), ORA SI CHIEDA SCUSA A BLOCCO STUDENTESCO
    Roma, 17 nov. - (Adnkronos) - ''Quanto deciso dal giudice monocratico conferma ci che abbiamo sostenuto fin dal primo momento sugli avvenimenti di piazza Navona. Sugli scontri di fine ottobre, infatti, stata fatta una volgare mistificazione che ha toccato il suo apice con la messa in onda della ormai famosa puntata di 'Chi l'ha visto' su Rai 3''. Lo hanno dichiarato Luca Gramazio e Ugo Cassone, consiglieri PdL del Comune di Roma.

    ''Ora - aggiungono - ci aspettiamo che tutti coloro i quali si sono scagliati contro i ragazzi di Blocco Studentesco facciano un passo indietro e chiedano scusa a tutti quei giovani sommariamente ed ingiustamente criminalizzati''.


    aspettiamo scusa a valanga da tutti

    RispondiElimina
  25. Aspetta, aspetta, tra un po' arrivano.



































    Sei ancora qui?




















































    PRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRRR!



























    (Questa era difficile, fattela spiegare)

    RispondiElimina
  26. che bello vedere che dopo che il governo ( ma quello è fascista ) la polizia ( ma quella è fascista) e anche la magistatura (fascista pure questa?? certo che ne abbiamo di amici...) hanno dato ragione al blocco l'unica cosa che sai dire è prrrrrrrrrrrr.
    Beh complimenti,hai veramente la stoffa da pennivendolo,quelli che diffamano qualcuno per giorni con notizie false e che quando la verità è stata ristabilita (in questo caso da più parti istituzionali) l'unica cosa che sanno fare è stare in silenzio o fare una pernacchia..

    In questo caso so esattamente chi sia il pagliaccio...

    RispondiElimina
  27. E sbagli, perché c'è più saggezza in una pernacchia, a volte.

    Fabio, hanno prosciolto un tizio e tu sostieni che "la verità è stata ristabilita da più parti istituzionali"?

    E se una ragazza ti sfiora per sbaglio una mano, cosa fai, vai al bar a raccontare di averla messa incinta? No, perché più o meno le proporzioni sono quelle.

    Se un magistrato non aveva prove per inchiodare il vostro capetto, questo non è che debba significare qualcosa d'importante per qualcuno. Tu continua a dargli retta, e vedrai in quanti guai ti ficchi.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).