martedì 16 ottobre 2012

Fa ch'io t'ami sempre +


16 ottobre - Santa Marguerite-Marie Alacoque, veneratrice del Sacro Cuore di Gesù.

Nell'autunno del 1870 Parigi è assediata, la Francia è fottuta. Appena nominato comandante di una delle legioni di volontari formate nel tentativo, ormai disperato, di spezzare l'assedio prussiano, il colonnello Athanase de Charette riceve la visita di un Monsieur Dupont qualsiasi, che viene da Tours a portargli il dono più prezioso: uno stendardo con il Sacro Cuore di Gesù, recante il motto Cuore di Gesù, salvate la Francia. Era stato l'abate di Musy a concepirlo, e a farlo cucire dalle suore di Paray-le-Monial. In origine era previsto che Dupont lo portasse al comandante della piazza di Parigi, ma la città era ormai irraggiungibile. Mentre cercava un sistema per passare, Dupont incocciò nei volontari di de Charette, e l'incontro gli parve provvidenziale. Tra loro vi erano 300 zuavi che avevano appena difeso (male) Roma dall'attacco sabaudo: fuggiti dopo la breccia a Porta Pia, nel giro di un mese erano già sul fronte francoprussiano, pronti per una nuova sconfitta. Prima però accettarono di farsi consacrare al Sacro Cuore di Gesù, "l'unico vero re di Francia". La Francia per la verità era appena ridiventata una Repubblica (la terza), dopo la fuga di Napoleone III e l'ingloriosa fine dell'Impero (il secondo). Ma la situazione era un caos, a Parigi incubava lo spettro della prima rivoluzione comunista, che sarebbe scoppiata di lì a pochi mesi, tutt'intorno i prussiani dilagavano, e più indietro ancora i legionari accanto al tricolore sventolavano il Sacro Cuore. Di Gesù. Un muscolo cardiaco raffigurato solitamente con un certo realismo, avvolto in un rovo spinoso, e sormontato da una croce. Che razza di brand. Chi lo aveva inventato? (continua sul Post...)

9 commenti:

  1. Oggi, 16 ottobre, anniversario della deportazione degli ebrei romani, Leonardo festeggia spiegando ai suoi lettori cosa c'e' di bello nel culto del Sacro Cuore. Che stava sulla bandiera dei peggio reazionari ottocenteschi. Che erano pure antisemiti, ma questo Leonardo non lo spiega.

    Pero' ricordatevi che non e' cattolico. Anzi, non e' nemmeno in regola con i sacramenti.

    Ah, poche settimane fa cadeva l'anniversario della uccisione di Stefano Gay Tache'. Non era un bambino palestinese, pertanto Leonardo non ne parla.

    Pero' ricordatevi che non e' antisemita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In questo pezzo, Leonardo ci parla di come è nato il culto del Sacro Cuore di Gesù, spiegando poi che tale simbolo è stato utilizzato dai peggio reazionari francesi.
      Dalle parole di Leonardo, emerge anche una certa critica verso tali reazionari, collegandoli ad anaologhi reazionari italiani.
      Il pezzo è poi integrato con alcune curiosità e su come il Sacro Cuore sia diventato un marketing. Non si festeggia un bel niente.
      Consiglio quindi all'anonimo sopra di me di leggere il pezzo, invece di sparare cazzate.

      Elimina
    2. Consigliare a Zanardo di leggere un pezzo è impietoso e offensivo. È come dire a un cieco di stare più attento alle strisce.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Dolce cuore di Gesù
    fa' ch'io t'ami sempre più

    Dolce cuore di Maria
    fa' ch'io t'ami sempre piuìa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E le figlie di Maria...

      http://www.lifesitenews.com/news/sudbury-catholic-girl-school-hands-out-oral-sex-flyer-to-12-year-olds

      Sudbury Catholic girl school apologizes for oral sex flyer given to 12-year-olds

      Chissa' se ci mettono il cuore, in quei blow jobs.

      Elimina
  4. anonimo numero 1
    uno dei motivi per i quali passo di qua è che leonardo scrive quel che gli pare, tipo delle cose che a me non verrebbero in mente o con un punto di vista diverso dal mio.
    mi scoccerebbe alquanto se qualcuno dettasse la lista degli argomenti a leonardo. mi scoccerebbe se qualcuno filtrasse gli argomenti di leonardo e dicesse scrivi questo o scrivi quell'altro, a te no?
    leonardo non parla di tante cose: più che altro non parla di niente eccetto UN argomento per volta
    non mi pare di essere sempre d'accordo con leonardo, ma da qui a pensare che lui dovrebbe parlare di un altro argomento per non essere antisemita...
    direi anonimo 1:
    - smetti di essere anonimo e suggerisci il tuo blog (che sarà mille volte meglio)
    - dove hai conseguito il titolo di spacciatore di antisemitismo? si fanno degli esami? sono a quiz o a risposta aperta o chiusa?
    io quando voglio leggere un blog che condivido al 100% sai che faccio? mi vado a leggere il mio, però non è stimolante, per niente, ma magari tu ti trovi bene (a leggere il tuo voglio dire): prova

    RispondiElimina
  5. No, il suo veramente fa senso pure a lui. E non può spammarlo. Firmarsi è inutile (è riconoscibile) ma equivale a un'autoaccusa di stalking, quindi...

    RispondiElimina
  6. La cura migliore verso i troll è l'ignoranza.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).