mercoledì 19 febbraio 2014

I poteri forti, avercene

Ma quindi dietro Renzi ci sono i famosi poteri forti? L'industria, le banche? De Benedetti muove i fili? Della Valle appoggia Renzi? Non tocca davvero a me rispondere: non mi sorprenderebbe, ma non ne ho la minima idea. Do per scontato che chi ha potere e influenza in Italia si muova sempre - non solo in questo caso - per difendere i propri interessi. Ma c'è davvero tutto questo potere? C'è davvero tutta questa influenza?

Non so se qualcuno si ricorda Mario Monti: fu uno stimato professore chiamato ad amministrare quel che restava dell'Italia dopo quattro anni di allegra gestione Berlusconi-Tremonti. Io lo rammento soprattutto per una frase che disse in parlamento mentre si insediava. "Di poteri forti, lo dico con molto rispetto, in Italia non ne conosco; magari l’Italia avesse un po’ di più qualche potere forte". Più tardi la politica italiana lo avrebbe risucchiato nel suo vortice di mediocrità, ma quando diceva queste cose Monti era ancora un economista brillante, che aveva lavorato in Europa e coi veri "poteri forti" aveva avuto a che fare. Forte di questa esperienza, concludeva: avercene. La ricorrente diceria sui poteri forti è in fin dei conti rassicurante, come tante altre leggende metropolitane: sottende che là fuori ci sia comunque Qualcuno molto Forte che si preoccupa per noi. Non è un caso che spesso sia la stessa gente che aspetta gli alieni. Non c'è nulla di irrazionale, peraltro, nell'immaginare enormi concentrazioni di potere: nel vasto mondo ce ne sono senz'altro, così come probabilmente esistono altre forme di vita nell'universo.

L'irrazionale sta nell'immaginare che gli alieni si stiano dando la pena di attraversare milioni di anni luce per lenire la nostra solitudine; nel credere che i veri poteri forti si stiano davvero dando pena per quel che succede in Italia (continua sull'Unità, H1t#219).

 Quando l’evidenza quotidiana ci suggerisce l’esatto contrario: se qualcuno davvero così forte si fosse interessato a noi, non ci troveremmo in questa situazione. Se avessimo avuto poteri realmente forti, e realmente avveduti, non ci saremmo tenuti Berlusconi per così tanto tempo. E invece Berlusconi salì al potere nel 2001, dopo il primo tentativo del ’94, forte dell’appoggio di Confindustria. I poteri forti credevano in lui: pensavano che la sua strategia di attacco frontale ai sindacati avrebbe portato a un salutare rinnovamento. Si è visto poi come sono andate le cose. Eppure i poteri forti non hanno smesso di scommettere su di lui, fino al 2011. Un “potere” che si fa infinocchiare da un personaggio del genere è davvero così “forte”?

Nel frattempo alcuni rappresentanti di questi Poteri ci hanno semplicemente mollato, come si abbandona il cavallo zoppo: chi aveva una fabbrica di proprietà, ha delocalizzato la fabbrica e a questo punto ormai anche la proprietà. I padroncini si fanno sentire soltanto per avvertire i nostri figli di farla finita con la presunzione di essere ceto medio, e rassegnarsi a mansioni più umili, meccaniche. Qualcun altro appoggia Renzi; ma è davvero necessario immaginare una diabolica trama di banchieri e CIA? Non assomiglia molto di più alla puntata disperata di un giocatore che non ha più niente da perdere, e non sa più cosa inventarsi? Magari esistessero poteri un po’ più forti in Italia, un po’ più smaliziati: magari qualche mossa ogni tanto l’azzeccherebbero, e non darebbero l’impressione di puntare gli ultimi spiccioli a casaccio.http://leonardo.blogspot.com

14 commenti:

  1. Ma secondo te, se uno fa parte dei poteri forti, li ostenta?
    Quando passi dal bosco salutami cappuccetto rosso e la nonna.....

    RispondiElimina
  2. se De Benedetti e john Elkann (per fare due nomi ) sono poteri forti siamo messi bene, il primo ha l'azienda Sorgenia a un passo dal fallimento il secondo è sotto tutela di Marchionne ( il quale non è un potere forte dato che se ne frega di quello che succede in italia ) e si deve acconterare di giocare con la Juve

    Matteo Z.

    RispondiElimina
  3. gente che dovrebbe leggere, e rileggere finoa capir qualcosa, Il pendolo dei Foucault, o Il cimitero di Praga, o magari Nascita dei comploti for dummies

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non aver coscienza che l'Italia è una colonia che riceve ordini....è abbastanza grave oltreché ridicolo

      Elimina
    2. Ce lo ordina qualcuno di eleggere incapaci?
      Ce lo ordina qualcuno di avere treni balordi, strade dissestate aeroporti a caso?
      Ce lo ordina qualcuno di non fare manutenzione idrogeologica e ritrovarci con l'acqua al collo ogni due settimane?
      Ce lo ordina qualcuno di costruire intere città abusive?
      Ce lo ordina qualcuno di non costruire un trasporto pubblico decente?
      Ce lo ordina qualcuno di avere dirigenti pubblici pagati meglio del Presidente USA?
      Ce lo ordina qualcuno di avere la burocrazia più involuta, complicata ed inefficiente d'Europa?

      Non sai quanto mi farebbe comodo sapere che siamo colonia, che è colpa di qualcun altro a parte noi, che siamo delle povere vittime.

      Ma veramente mi ricordi un omino di Altan "Vorrei sapere chi è il mandante delle cazzate che faccio".

      O anche mi ricordi Homer Simpson, capace di sfasciare tutto un momento, e indignarsi profondamente il momento successivo.

      Elimina
    3. Da diverso tempo te lo dico ma non ti entra in zucca.
      La colpa, u, è solo e soltanto tua che hai sbagliato a votare.

      Elimina
    4. Un potere forte in Italia c'è. Si chiama criminalità organizzata. Il fatto è che per un Messina Denaro che va in giro ad ordinare ammazzamenti vari ci sono migliaia di piccole e grandi connivenze il cui scopo è fare soldi senza guardare oltre il proprio naso e per questo creare una rete di favori e complicità.
      Chi fa parte di questa criminalità organizzata a volte è in contatto con quella che spara, ma molto spesso invece non ha necessità di essere violenta.
      Eleggere incapaci? Sono capacissimi a fare in modo di riempire le tasche proprie e quelle dei loro amici.
      Infrastrutture a caso? Di nuovo, basta che arrivino i soldi in tasca a Mario Moretti e compagnia, che poi si facciano lavori per togliere i binari e non per fare nuove linee è un particolare secondario.
      Stessa cosa per le città abusuve e le speculazioni edilizie.
      La burocrazioa complessa serve per porter favorire gli amici e fare scappare i non amici.

      Elimina
    5. Ciao u.qbal, non ti preoccupare, ora il tuo Renzi aggiusterà tutto

      Elimina
  4. 'sta cosa dei poteri forti mi fa un po' ridere
    è un po' come quelli che credono agli alieni, agli alieni che hanno colonizzato la terra in epoca precolombiana, ecc.
    che ci sia gente che esercita il potere di cui dispone per i cazzi propri mi pare il minimo, solo che non formano un circolo unico che detta le direttive
    se così fosse avrebbe combattuto berlusconi e gli avrebbe fregato le tv oppure il contrario, lui avrebbe fregato la fiat e rcs a quegli altri, ecc.
    ci saranno pure i poteri forti, ma sono tanti e ognuno si fa i cazzi propri: chi cerca di pompare soldi pubblici e poi trasferisce produzione all'estero, oppure immagina un piano per la rinascita dell'italia e recluta personalità per una loggia segreta, o magari si occupa di droga e riciclaggio e fattura svariati miliardi l'anno, oppure è a capo di un grande gruppo editoriale che appoggia un partito che perde le elezioni o non le vince o non riesce a far durare i governi...
    insomma se esistono so' davvero tutti geni!
    personalmente credo che il vero potere forte in italia è l'essere mezze seghe! gente che vorrebbe fa' questo e quello e non combina un cazzo
    quindi se i poteri forti so' italiani siamo a cavallo: quanti danni pò fa, una mezza sega?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ah marcè....quando incontri babbo natale salutami le renne....

      Elimina
    2. ... ah anonimo , tu salutami i rettiliani ...
      Matteo Z

      Elimina
    3. @Matteo Z, ti senti più sereno se invece di chiamarli poteri forti le chiamiamo lobby?

      http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/02/22/governo-renzi-tra-confindustria-e-coop-lesecutivo-nasce-nel-segno-delle-lobby/890634/

      Elimina
  5. http://dinicola.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/02/20/renzi-la-furbetta-pensione-da-dirigente/

    ...e questo sarebbe il nuovo?
    Auguri!

    F.S.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).