martedì 5 agosto 2014

Neve ad agosto

santamariamaggiore
5 agosto - Madonna delle nevi

La notte tra il 4 e il 5 agosto del 352, il ricco patrizio Giovanni riceve una visita in sogno della vergine Maria, che si congratula con lui per il proposito recentemente espresso di finanziare una chiesa in suo onore, e gli suggerisce di erigerla nel luogo che il mattino dopo sarà ritrovato ricoperto di neve. La mattina dopo la moglie gli riferisce di aver fatto un sogno molto simile. Vanno immediatamente a raccontarlo a Papa Liberio (siamo tra l'Editto di Milano e quello di Tessalonica, la Chiesa non è più clandestina ma non è ancora Chiesa di Stato, e anche i papi sono ancora tizi alla buona che ti ricevono in giornata, specie se sei patrizio). Il quale papa Liberio risponde: ma sapete che credo di aver fatto lo stesso sogno anch'io? Proprio in quel momento irrompe in scena un figurante: Santità, sull'Esquilino è successa una cosa molto singolare. È nevicato. Non dappertutto, no. Solo in uno spiazzo. Uno spiazzo a forma di basilica. Chissà cosa vuol dire.

La basilica liberina, o "Ad nives", è il primo nucleo di Santa Maria Maggiore, la più antica delle quattro basiliche papali di Roma. In realtà la parte più antica della costruzione dovrebbe risalire al papato di Sisto III, nel secolo successivo - poi rimaneggiata e ingrandita più volte nel corso dei secoli. Prima di questa doveva esserci una chiesa ancora più antica, consacrata però al Credo niceano. Quella di Sisto è invece dedicata alla Madonna, che era stata da poco proclamata "madre di Dio" durante il concilio di Efeso (i nestoriani, che la ritenevano soltanto madre della parte umana di Cristo, furono contestualmente dichiarati eretici). Il nome di Madonna delle Nevi fu progressivamente accantonato, specie a partire dalla Controriforma, quando l'antico miracolo delle nevi fu accantonato in quanto privo di fonti serie. La festa del 5 agosto divenne, ufficialmente, la "dedica della basilica di Santa Maria Maggiore". Ma ancora viene ricordata con un lancio di petali di rosa dalla cupola. (Continua sul Post...)

4 commenti:

  1. Ma come, la Madonna delle Nevi?!?!

    E io che aspettavo invece un santo che dovrebbe ricordarti qualcosa: Sant'Emidio patrono contro i terremoti: http://it.wikipedia.org/wiki/Emidio_d%27Ascoli


    RispondiElimina
  2. Non conoscevo l'origine romana della Madonna delle Nevi.
    Sulle Alpi occidentali il 5 agosto ci sono sempre grandi processioni in montagna ed io, nella mia beata ignoranza, avevo sempre creduto che il "delle Nevi" si riferisse a qualcosa legato alla montagna.

    Si impara sempre qualcosa :)

    RispondiElimina
  3. (Leonardo, una preghiera: è possibile rendere la grafica di questo blog vagamente umana? Non che prima fosse un'opera di design, però, non so gli altri, a me per come è adesso toglie la voglia di aprire gli articoli :|. Addirittura le immagini deformate, santo cielo. Certo, dirai, il contenuto è quello che conta, però non è mica del tutto vero: due etti di mortadella in un sacchetto sporco di fango non fan voglia a nessuno. Con stima!)
    (Il paragone non vuole essere offensivo eh, anzi... sia chiaro :P)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contenuto? Cos'è il contenuto?
      Torna il più che vuoi per trovare altri mirabolanti layout! invita anche gli amici!

      Elimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).