venerdì 11 maggio 2007

postille

Ieri sono stramazzato dal sonno prima di aggiungere alcuni linc, come per esempio:

L'accecante caleidoscopio di cazzate della stampa italiana: il caso Rignano Flaminio

"E poi quell'omino nero onnipresente: il benzinaio cingalese"

Nel frattempo cinque indagati su sei sono stati scarcerati, ed è uscito questo:

La disinformazione in tv: LO SPECIALE DI STUDIO APERTO LIVE.

E adesso stramazzo di nuovo.

12 commenti:

  1. Appena ho letto, avevo capito che "La disinformazione in tv" fosse il titolo del prossimo Speciale di studio aperto live. Pensavo che tu fossi stramazzato per quello.

    RispondiElimina
  2. Ciao Leonardo, sono un tuo lettore.

    Ormai siamo in piena sindrome. Mi è capitato di vedere su un giornale una foto amatoriale: un uomo dall'aria del macho, sulla spiaggia, abbracciava nel sonno un bambino dall'aria abbandonata. Padre e figlio, evidentemente, ma la prima cosa a cui ho pensato è stata la pedofilia. La campagna mediatica ti entra nella pelle. Il prossimo passo saranno immagino i pestaggi pubblici sulle spiagge di riccione. Del resto, mi pare che qualche nonno le abbia già prese.

    RispondiElimina
  3. Qualche anno fa, mi trovai ad assistere al primo telegiornale con direttore Giordano. Parte della scaletta:
    1) immagii di un incendio con morti;
    2) il nuovo direttore che si presenta e la sua frase di apertura: che bello poter iniziare il telegiornale così.
    Tutto qui, il direttore è contento perché per iniziare il suo telegiornale qualcuno è morto in un incendio.

    RispondiElimina
  4. Oh, be', ti leggo con costanza.
    Siccome mi vergogno di darti ragione con eccessiva frequenza quando ti linko sminuisco la fonte con termini come "quel parruccone di Leonardo" oppure "quella vecchia scoreggia di Leonardo".
    Ma, nel frattempo, anche nella discussione in corso, la tua lettera al barbaro e' stata utilmente citata.
    ciao, DrBrunvand

    RispondiElimina
  5. ...per questo ho una serie di maldipancia ultimamente. Lo sapevo che il catrame nuoce alla salute

    RispondiElimina
  6. grande lavoro di informazione. a te, complimenti. ad asphalto, che c'ha l'account paypal, gli ho lasciato una birra pagata.

    RispondiElimina
  7. A Rignano, a parte una psicosi collettiva dovuta ad un gruppo di famiglie molto particolari, fragili e con problemi, non è accaduto nulla.Non ci sono le prove, non ci sono referti medici comprovanti lesioni, non ci sono prove di foto o filmati, i Ris non hanno trovano nulla, non ci sono confessioni dei bambini valide e validate dal protocollo di Noto, ma solo estorsioni ottenute e filmate dagli stessi genitori dei bambini, con mertodi medioevali,ossessivi e nn scientifici , dannosi per i figli. .ma i genitori, ottenebrati dalla loro psicosi, sembrano non vedere che i soli aguzzini dei loro figli sono loro, con le loro e paranoie. Gli esperti di Telefono azzurro, hanno più volte detto e critto che gli interrogatori fatti dai genitori ai loro figli sono lesivi e dannosi e nn validi. La consulente nominata per i bambini è una signora di oltre 73 anni, che nn ha saputo fare il suo lavoro, nn ha registrato i suoi incontri con i bambini, quindi nn esistono prove. Il medico pediatra di Rignano ha certifica su i bambini. La pedofilia nn esiste, è solo un fantasma creato da genitori nevrotici

    RispondiElimina
  8. Penso che sia interessante leggere:http://www.falsiabusi.it/

    RispondiElimina
  9. Ciao!

    Mi sono imbattuto nel tuo blog e mi piace molto!! e sono molto interessato a Kilombo....

    Se ti va passa nel mio blog .... scrivo tante cose, da quelle che per prime mi passano per la testa a considerazioni politiche e pezzi satirici. Ne troverai un bel po'!

    ciao!

    anggeldust.blogspot.com

    RispondiElimina
  10. Non riesco a capire l'anonimo che va in giro per i blog scrivendo un ragionamento sensato che finisce con la frase "La pedofilia nn esiste, è solo un fantasma creato da genitori nevrotici".

    Purtroppo le cose sono più complesse. Esiste la pedofilia, esistono genitori in grado di creare fantasmi, esiste la fallibilissima giustizia italiana che ha il compito di distinguere le due cose. Spero invece che non esistano agenti provocatori nei commenti dei blog, questo mi dispiacerebbe.

    RispondiElimina
  11. Spero che abbia dimenticato di scrivere "a Rignano", perchè purtroppo la pedofilia esiste (mentre a Rignano, è ormai evidente, trattasi di isteria collettiva).
    Certo, se uno nega l'esistenza della pedofilia in generale, sta peggio dei Rignanesi.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.