lunedì 21 febbraio 2011

Barbie e Cleopatra

Insomma, è successo: mentre l'Africa sanguina, io ho scritto un pezzo su Belen Rodriguez ed Elisabetta Canalis. Però leggetelo, è davvero bellissimo, come direbbe lui.
Barbie Ballerina contro Cleopatra a Sanremo è on line sull'Unita.it, e si commenta... su Facebook, come tutti i pezzi sull'Unita.it d'ora in poi. Tanto un account su FB ce l'avete ormai tutti quanti, no? Insomma, probabilmente è la soluzione più snella. Per stavolta comunque tengo aperti anche i commenti qui sotto, vediamo come va.

Una volta era davvero tutto più semplice. Per rappresentare le donne a Sanremo bastava la par condicio tricotica: la Bionda e la Mora. La coppia di vallette di quest'anno è stata scelta con una simbologia ben più raffinata, anche se probabilmente inconscia. Così, al primo sguardo, avremmo potuto dire: la Straniera e l'Italiana. In realtà il confronto è più complesso, stratificato: Belen Rodriguez è l'argentina che trova l'America in Italia; Elisabetta Canalis, la soubrette che dall'Italia si proietta verso Hollywood. Cominciamo quindi col registrare la minore benevolenza del pubblico nei confronti della compatriota che spicca il volo, rispetto all'aliena che atterra: quasi che le regole del desiderio e dell'invidia (i due sentimenti che ci hanno tenuto davanti al video a guardarle) seguissero leggi speculari a quelle del buon senso quotidiano, che ci portano ad aver paura degli immigrati e a esortare figli e amici a viaggiare, a trovare la propria strada anche fuori dal Paese. E invece siamo così grati all'extracomunitaria Belen di essere scesa tra noi, e così invidiosi che la Canalis abbia fatto il salto...

Se un giorno qualche studioso vorrà sintetizzare la condizione della donna nella società dello spettacolo in Italia a cavallo dei due millenni, probabilmente isolerà il caso di Elisabetta Canalis, anche solo per l'esemplarità del suo cursus honorum: proprio mentre la “velina che sta col calciatore” diventava un luogo comune delle conversazioni anni Novanta, Elisabetta Canalis ballava gli stacchetti di Striscia la Notizia e si fidanzava con Bobo Vieri. Il Sogno Italiano Standard, di milioni di fanciulle cresciute negli ultimi quindici anni, si realizza in lei, e al termine del sogno c'è il matrimonio con l'uomo-più-sexy-del-mondo. Tutto perfetto, salvo un orribile dettaglio: nulla è credibile. Sì, ormai ci siamo rassegnati e rassegnate: la Canalis sta davvero con George Clooney. Ma resta poco credibile lo stesso: sembrano fuori fuoco anche nelle foto di passerella, come se intorno a loro una bolla di sapone attendesse di scoppiare da un momento all'altro: tanto che quando Silvio Berlusconi consigliò a Ruby di spararle grosse, la panzana più enorme che venne in mente alla giovane incallita mentitrice fu proprio evocare l'incredibile coppia del lago di Como: cosa c'è di meno probabile di una cena a cinque con Silvio, la Santanché, George ed Elisabetta?

Insomma, non ci crediamo. Non perché non sia vero, ma perché non vogliamo crederci. Se Elisabetta è l'una su mille che ce l'ha fatta, noi siamo i 999 che tiferemo fino alla fine contro di lei, continuando a scommettere che la bolla scoppi presto, a gioire per gli infortuni di percorso. Anche a Sanremo, non ci bastava che presentasse le canzoni e sorridesse, come qualsiasi altra valletta professionale. No, lei era convocata per un esame: doveva dimostrare alla commissione del popolo italiano che aveva maturato una buona conoscenza della lingua inglese. Senza la quale, è sottointeso, resta una legnosa Barbie Ballerina che mai George potrà amare veramente. Elisabetta è l'Italia che si crede - chissà poi perché - migliore di noi, e quindi dev'essere umiliata, punita, messa di fronte all'inconsistenza delle proprie pretese: se ne devono mostrare in eurovisione tutti i difetti: solo allora spegneremo il telecomando, sazi e rassicurati nella nostra mediocrità.

Dall'altra parte c'è Belen Rodriguez: la donna straniera, che viene da lontano, a cui non si chiede che di essere quello che è: e quindi ballerà il tango, suonerà la chitarra perché lo ha imparato in famiglia; sarà docile e si farà abbracciare e rimirare da tutti. Sarà anche per il bombardamento televisivo degli ultimi mesi, ma è oggettivamente difficile anche per un telespettatore distratto come me vedere la Rodriguez e non pensare alle decine di sudamericane e nordafricane che negli ultimi mesi sembrano aver soppiantato, nel cuore del premier, le donne italiane. È solo una libera associazione del nostro inconscio, che non è mai innocente; in realtà Belen non fa parte di quel mondo, se non per una curiosa proprietà transitiva: ha legato il suo destino a quello di Fabrizio Corona, che lo aveva legato a quello di Lele Mora, che lo ha impigliato a Silvio Berlusconi. Sia come sia, scendendo sul palco dell'Ariston Belen finisce per rappresentare il supremo trofeo: e l'ombra che proietta sulla platea allude forse alla decadenza di una civiltà. Si sa che abbiamo puntato tutto sulla famiglia, noi italiani: altrove si aiutavano i figli a uscire di casa il prima possibile, noi abbiamo preferito mantenere sontuose pensioni ai genitori. In realtà lo spaghetti-welfare per un po' ha funzionato: bastava che i figli avessero un po' di pazienza e avrebbero ereditato le sostanze dei padri. La sabbia nelle macine del sistema l'hanno messa queste conquistatrici straniere bellissime e disponibili a prezzi modici, leste a intercettare i risparmi del nonno e a farsi intestare i beni che avrebbero dovuto spettare al nipotino.

Così, forse abbiamo tollerato che Berlusconi ci derubasse del nostro futuro, finché era implicito che prima o poi lo avrebbe reso ai nostri nipoti. Quello che forse non potremo perdonargli è che lo stia devolvendo alle straniere, buttandolo via: ora persino chi fino al Noemigate sosteneva di non voler fare il moralista, si domanda se non sia il caso di interdire il nonnetto che fa il bunga bunga con presunte nipoti di leader extracomunitari. Il personaggio Belen incarna tutto questo: è la Cleopatra che sedusse Cesare e travolse Marco Antonio, a cui il prossimo imperatore dovrà mostrare di saper resistere. Ma non se ne vedono, all'orizzonte. Solo una generazione di barbie ballerine, cresciute nel sogno cantare, recitare, sfondare, fidanzarsi con un VIP; mentre i loro coetanei su internet cercano la loro cleopatra, docile e sorridente, a un prezzo sostenibile. http://leonardo.blogspot.com

19 commenti:

  1. Io non ho l'account su FB e non l'avrò mai; spero che altri facciano altrettanto. Ho letto tutto l'articolo, bello per carità. Ma quale sarebbe la contrapposizione tra le due "donnette", non l'ho capita. Voglio dire, mutando mutandis, sono identiche... Arrivismo, ignoranza culturale, menefreghismo; chi se ne frega se sono belle. Facciano l'unica cosa che possono fare: essere belle.

    RispondiElimina
  2. ancora prima di leggere il tuo pezzo, già le tag messe in fila sembrano una sinossi: essere donna oggi, ho una teoria, prostituzione, Sanremo.

    RispondiElimina
  3. "Tanto un account su FB ce l'avete ormai tutti quanti, no?"

    No.

    RispondiElimina
  4. Osservando le due ragazze nelle serate di Sanremo a me era venuto da pensare che la donna italiana, oggi come oggi, parte con un handicap, ma inteso come handicap cognitivo proprio. Purtroppo l'humus è quello che è, e i frutti non possono che venire fuori sciapi

    RispondiElimina
  5. comunque Belen è solamente intonata, non balla bene muove solo il sedere a tempo di musica, il tango era molto peggio del balletto della canalis, non si capiva niente quando presentava,come fanno a dire che è la valletta più brava di tutti i tempi, poi quei mezzucci squallidi per accattivarsi le simpatie dello spettatore medio la canzoncina con il padre chitarrista 0.O e i finti gossip organizzati da quel tamarro di corona belen incinta e chissene frega, almeno La canalis nei suoi limiti è stata più naturale, più spontanea e ironica, l'inglese non è stato il suo forte, ma non capisco questo accanimento verso di lei. Elisabetta è una delle poche nel mondo dello spettacolo che non è ricorsa alla chirurgia plastica, è bella al naturale e ha un fascino adolescenziale sembra una 18 più che una quasi trentatreenne, belen classe 84 ha un canotto a posto della bocca e le sue curve al silicone molto più grande della sua età (cavolo ma è identica a Daniela zuccoli la moglie di Mike bongiorno chissà se vanno dallo stesso chirurgo!), poi si la canalis non ha ballato molto bene ma la sua coreografia erichiedeva molto più impegno del simil samba della rodriguez, l'abbiamo capito che è argentina costruisce il suo personaggio proprio su quello è solo un prodotto da gossip, tutta invidia perchè Elisabetta sta con Clooney, italiani un popolo di invidiosi!

    RispondiElimina
  6. Bravo Leonardo,bell'articolo, secondo me hai proprio ragione.

    Greta C.

    RispondiElimina
  7. Infamità, mi devi far apparire con nome e cognome?
    (Ma il mio nome e cognome c'è già sul blog)
    Ops.

    RispondiElimina
  8. ... ma chi se ne frega di Sanremo non ce lo mettiamo? Tra un po' saremo seppelliti sotto un fiume di immigrati da tutto il mondo, fuggiti dalle enormi prigioni che le nazioni occidentali avevano costruito foraggiando dittatori, e tu parli di due ragazzette che insieme non fanno tre neuroni?

    RispondiElimina
  9. io penso che questo parteggiare per belen sia assolutamente immotivato,si sapeva già che sapeva cantare e ballicchiare ma il ruolo istituzionale di conduttrice del festival non ha mai significato far la soubrette "del Bagaglino".secondo me la canalis ha brillato in simpatia,una spontaneità assolutamente estranea alle altre ragazze in tv,un'eleganza chic e semplice e unica,un'autoironia leggera,assolutamente piacevoli.corona,complice belen, ha montato e alimentato liti, notizie false,gossip, rumors per dar più risalto la sua ragazza belen stessa ha denigrato la canalis con frecciatine, offese mascherate da complimenti ,.(lucio presta uno degli organizzatori è anche l'agente della rodriguez per questo a lei ,a differenza di morgan, è stato perdonato l 'uso di sostanze stupefacenti dalla rai), ho preferito senza ombra di dubbio l' esuberanza semplice e spontanea,la simpatia, la finezza e la classe della Canalis alla scorrettezza, all'arroganza, e spocchia della transgenica Rodriguez intonata, in più penso che la gente si lascia condizionare dai giudizi dei media se scrivono o dicono in tv che belen è brava quanto mina e carla fracci va a finire che ci credono.

    Luke

    RispondiElimina
  10. ma santo cielo, leo, ma dove le vedi le pensioni sontuose? o pensi a feltri? ma dobbiamo chiamarti Tremonti o Monti? o i vecchietti per te van tutti destinati alla soluzione finale? e sarebbero i salari dei quarantenni di oggi in grado di mantenere i nostri nonni?
    se parli di sontuosità rivolgiti a Marchionne, oppure vai direttemante da Veltroni Letta - forse ci stai pensando su da un po', tutto sommato, malgrado i discorsi trascorsi...

    RispondiElimina
  11. "Elisabetta è l'una su mille che ce l'ha fatta." Non condivido e non comprendo (forse ho capito male)- che ce l'ha fatta a fare cosa?

    Vogliamo dirlo o no che la Canalis era lì solo per soddisfare una morbosa curiosità in qualità di fidanzata di George Clooney. Era caduta nel dimenticatoio anche a perché non aveva mostrato nessuna abilità particolare, bellezza a parte.
    Ma ecco che basta trovare il giusto compagno di letto... e Sanremo chiama.

    Elisabetta non mi sembra "arrivata" e per quanto pochi mi crederanno, se potessi cambiare la mia vita con la sua non lo farei.
    Peccherò di presunzione, ma tant'è!

    RispondiElimina
  12. beh la Canalis ha lavorato per anni ininterrottamente nelle trasmissioni italiane , è stata lei che si è allontanata volontariamente dall'Italia e dalla tv per seguire George e per studiare cinema in America, Belen non mi è piaciuta affatto finti svenimenti, finte liti, battute acide alla sua rivale nelle interviste, tutta finta,in più non scordiamoci che è nata con Vallettopoli che ha visto coinvolti anche Corona , Lele mora e altri personaggi loschi dello spettacolo e della politica, e da quel momento ha cavalcato l'onda del gossip fine a se stesso, belen è solo un prodotto televisivo venduto con un' ottima strategia di marketing .OK Elisabetta non sarà Raffaellà Carrà però è una bella ragazza, simpatica e spigliata e Belen a parte cantare bene canzone in spagnolo che come direbbe di pietro che c'azzeccano col festival, (nelle canzoni dal vivo ha anche un pò steccato ) cosa ha fatto ?
    cmq è stato uno dei festival più seguiti, il festival con le talentuose Claudia Gerini e Serena Autieri non è andato altrettanto bene
    Luca e Paolo sono stati fantastici ! non ho face-book Amalia

    RispondiElimina
  13. Il solito post razzista e provincialotto infarcito di minipensierini arguti e banalità che neanche in un libro di Fabio Volo per tirare acqua al proprio immaginifico e immaginario mulino. Forse ti sfugge che il Festival l'hanno salvato Belen e Luca e Paolo mentre la Canalis... La Canalis è la donna immagine dell'Hollywood Milano, il suo nome compare in ogni inchiesta per droga ed escort, a Milano sanno tutti che pippa come un aspirapolvere ed è da anni che viene IMPOSTA in ogni trasmissione, Festivalbar, Gialappa's, Sanremo, questo vogliamo dirlo o l'odio verso Belen (cioè Corona) ti ha offuscato la mente fino a questo punto? Io penso che la gente non odi la Canalis - non è abbastanza bella nè brava da suscitare invidia e la sua storia con Clooney per molti è anzi un punto di simpatia. Io penso che la gente disprezza la Canalis, e questo perchè è l'emblema dell'anti-merito tutto italiota e quel berlusconismo che ha portato orde di donne a prostituirsi corpo e anima per saltare ogni sacrificio e fatica. Non posso davvero credere che questo articolo sia andato sull'Unità, è vergognoso prima di tutto per la banalità e ingiustizia insita nel dipingere gli italiani come il solito branco di invidiosi che rosica per chi ce l'ha fatta. A farsi mantenere, questo sarebbe il punto d'arrivo. Se fosse stato Costantino a mettersi con una star di Hollywood uno come te si sarebbe limitato a dargli velatamente del frocio e sarebbe finita lì, ma la figa è sempre la figa, non c'è niente da fare. Tutto molto triste.

    RispondiElimina
  14. Non simpatizzo per Belen, e lo ammetto, Corona non mi piace, ma bisogna proprio essere un parente con l'alert di Google impostato sul pc per venire qui a scrivere che Elisabetta Canalis è simpatica e ha classe! Dai, che l'abbiano pagata più di Belen e Luca e Paolo a Sanremo è scandaloso, perchè difendere l'indifendibile?

    RispondiElimina
  15. Scopro di essere offuscato dall'odio verso Belen, ma talmente offuscato che non me ne ero neanche accorto, di provare odio verso Belen. Dunque è questo il motivo che mi porta a guardare Belen in tv, un chiaro effetto dell'offuscamento da odio. Ok.

    RispondiElimina
  16. Paragonare Belen a quella nullafacente con faccia da cavallo della Canalis è infelice, meglio sarebbe stato con una Blasi. Questo continuo dare addosso a Belen e perdonare tutto alla Canalis solo perchè italiana comincia a infastidire pure me che non sono fan...

    RispondiElimina
  17. veramente a mio avviso è succede il contrario fondamentalmente nessuno delle due non sa fare un cazzo secondo me, ma il nostro è un paese esterofilo e governato dai media e dai lucio presta e dai corona, secondo me belen è stata osannata più di quanto meritasse perchè di errori ne ha fatti e tanti e nessun giornale ne ha parlato si è parlato solo dei suoi punti di forza il canto ecc ecc, anche la canalis ha fatto tante gaffe ma a lei non è stato perdonato niente e non è stato riconosciuto nessun merito, è stata messa alla pubblica gogna quasi le venisse ricriminato di non essere all'altezza di cotanto fidanzato, credo che leonardo abbia colpito nel segno ed è proprio per questo che vi da tanto fastidio il suo articolo e non buttatela sul razzismo. a proposito io sono per metà argentino e per metà italiano spero di non essere accusato di non essere obiettivo sono entrambe belle ragazze ma io preferisco le ragazze che non abbiano solo una bella copertina ma anche dei contenuti inglesi,indiane cinesi,argentine, italiane, spagnole, francesi, africane... che siano !
    Pablo M.

    RispondiElimina
  18. non capisco perchè lo scorso anno a morgan è stato impedito di partecipare a causa del consumo di droga e a belen è stato permesso nonostante anche lei ne facesse uso. di raccomandazione due pesi e due misure ... in italia purtroppo la legge non è uguale per tutti ..fortuna esiste il telecomando .

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).