sabato 24 novembre 2012

La santa Trottolina


25 novembre - Santa Caterina vergine e martire (III secolo)
Caterina trae il suo nome da catha, che vuol dire "universo", e ruina, "rovina", come a significare "rovina universale". Con lei infatti ogni edificio del diavolo cadde in rovina... (Iacopo da Varazze, Legenda Aurea).
Caterina era una principessa che non dormiva mai mai mai, hai presente mai? come dire neanche adesso. Il re suo padre e la regina sua madre ci avevano provato in tutti i modi, con le fiabe di Grimm e di Andersen e di Calvino e di Vladimir Propp, e le canzoni dello zecchino d'oro d'argento e di bronzo i grandi successi di Mina e la Voce del Padrone, ma neanche il libro dei Salmi e la tavola degli elementi facevano addormentare la principessa Caterina, che invece di dormire imparava tutto. Infatti era anche intelligentissima, nonché molto intonata, e tutti potevano udirla alle tre del mattino cantare:
Folle, folle banderuola
folle banderuola segnatempo...
Avendo l'imperatore Massenzio convocato tutti, ricchi e poveri, ad Alessandria (EG) perché immolassero agli idoli pagani, proprio mentre stavano cominciando le celebrazioni sul più bello arrivò Caterina e disse, dai, ma smettila, cosa sono tutti questi affari di ferro e legno e plastica non omologati CE?, non mi piacciono, e sbing e sbleng e sbadabvong in dieci minuti aveva rotto tutti gli idoli del potente imperatore Massenzio, che disse: ma chi sei o giovane fanciulla impertinente?

"Sono Caterina", ella disse, "la patrona delle ruote dei carri-attrezzi e dei filatoi, perché giro tutta la notte e non mi fermo mai".
"Caterina, hai fatto un bel pasticcio. Ma adesso avrai sonno, almeno".
"Sonno io? No mai. Mi leggi un rotolo?"
"Che rotolo? Vuoi scherzare? Qui abbiamo solo papiri pregiati... ferma! stai strappando un Qumran originale!"
"Auff, le figure dove sono?"
"Senti Caterina, non ho tempo, sono il potente imperatore Massenzio, e ho molti idoli da onorare, per cui adesso ci salutiamo, è stato un piacere, buonanotte e..."
"Che noia i tuoi idoli, lo sai che messi assieme non valgono nulla in confronto a mio papà?"
"E chi sarebbe tuo papà?"
"Mio papà è il più grande e il più bello di tutti, inoltre sa come va a finire la fiera dell'est".
"Ah-Ah, Caterina, tu scherzi, nessuno sa a come va a finire la fiera dell'est. Neanche Gugol".
"Lui ne sa più di Gugol, perché è mio papà".
"Dai Caterina piantala".
"No sul serio lui  sa chi uccise il bue che bevve l'acqua che spense il fuoco che bruciò il bastone che picchiò il cane..." (continua sul Post...)

6 commenti:

  1. Leona'... stavolta hai superato te stesso :-)

    Però sei riuscito a far sembrare Massenzio 'nu bravo guaglione... non so era veramente tua intenzione ;-)

    Saluti,

    Mauro.

    RispondiElimina
  2. è vero: poro massenio. anch'io avrei fatto fare una brutta fine a caterina
    ma resta la domanda che ti è stta fatta: quale sostanza usi?

    RispondiElimina
  3. Anche io voglio saperlo. Che sostanza usi, dico.

    RispondiElimina
  4. Credo usi la sostanza migliore di tutte ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. spero che non cancellerai il messaggio, ma credo vivamente che il tuo essere schierato per bersani sia un qualcosa di inconcepibile.
      basta con questa politica l'esperienza degli anziani della politica non serve più cosa hanno fatto ? solo rubato e rovinato l'italia.
      e tu che sei un giovane come fai a non capire che renzi è la chiave di svolta.
      e se poi ruberà anche lui non avrà fatto niente di diverso rispetto a quello che fanno da venti anni i nostri attuali politici.

      Elimina
  5. Impegnato com'ero nell'ultima settimana mi ero perso la Santa Trottolina... bel pezzo!

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).