domenica 17 novembre 2013

La bad company del (nuovo) centrodestra

Una scissione nel centrodestra era uno scenario che fino a pochi mesi fa nessuno avrebbe osato immaginare. Eppure non è una mossa così illogica, e potrebbe persino rivelarsi vincente. È l'esito delle tensioni scatenate dalla permanenza di questo governo paradossale, sostenuto da due partiti contro la volontà dei loro stessi elettori. Sia Berlusconi sia il suo concorrente più plausibile - Renzi - si trovano nella scomoda condizione di dover preparare una campagna elettorale mentre sostengono un governo impopolare. Entrambi non hanno troppa fretta, e però più tempo passa più rischiano di perdere consensi. Che fare?

In aprile io, per esempio, senza intendermi di politica, suggerivo ai renziani di smarcarsi dal Pd e di lasciare che al governo andassero i rappresentanti del vecchio partito - una specie di bad company del consenso, che avrebbe attirato a sé tutto il malumore per l'accordo con centristi e PdL e per le politiche impopolari che avrebbe avallato. Ovviamente nessuno mi prese sul serio; però cinque mesi dopo qualcosa del genere l'ha combinata Berlusconi: Alfano e i ministri del Pdl vengono esternalizzati, più o meno forzati a costituire un partito che fungerà da bad company. Si accolleranno tutte le responsabilità di un governo che davvero fin qui non ha fatto molto per compiacere l'elettore di centrodestra; e nel frattempo Berlusconi è finalmente libero di sguazzare nell'opposizione, il ruolo che più di tutti gli è congeniale. Sganciata da ogni responsabilità, la nuova Forza Italia può ora andare in cerca di nuovi bacini di consenso: e se si gioca con abilità la carta dell'euroscetticismo, potrebbe recuperare molti astensionisti e persino qualche ex elettore pentastellato o democratico. Quanto al destino elettorale del Nuovo Centrodestra di Alfano, il precedente di Futuro e Libertà è abbastanza eloquente - a meno che lo stesso Berlusconi non decida di tenerli in vita come lista civetta per disturbare i centristi.

Certo, alla nuova Forza Italia - Abbasso Europa servirebbe un leader energico, e il Berlusconi che vediamo in questi giorni non lo è più (continua sull'Unita.it, H1t#205 L’età, la salute, le preoccupazioni giudiziarie, il protagonismo che gli ha impedito in tutti questi anni di individuare e crescere un successore all’altezza (anche in famiglia): tutte cose che cominciano visibilmente a pesare; ora come ora il principale problema della prossima campagna di Berlusconi sembra Berlusconi stesso. La distanza col personaggio che nel ’94 sprizzava ottimismo da tutti i pori è immensa. E però B. è già stato dato per spacciato tante volte: e per quanto azzardate possano sembrare le sue mosse, fin qui sembrano le migliori a sua disposizione.
Tra qualche giorno il parlamento voterà la mozione di sfiducia m5s alla Cancellieri, e Renzi – che si è pubblicamente pronunciato per le dimissioni – si troverà in una situazione imbarazzante: se la ministra otterrà la fiducia, come appare più che probabile, gli sarà rinfacciato di averne chiesto le dimissioni soltanto a parole, mentre nei fatti i parlamentari Pd della sua area continuano a sostenere fedelmente il governo Letta. E in effetti le cose stanno così: criticare la Cancellieri è una mossa elettorale, sostenere il governo è una scelta politica, e Renzi è costretto a muoversi in entrambe le scarpe. Poi succederà qualsiasi altra cosa e nel giro di qualche settimana ci saremo dimenticati anche di questa; ma a lungo andare queste situazioni non possono che indebolire l’immagine del futuro leader di centrosinistra. Non è da tutti essere di lotta e di opposizione: forse non è mai riuscito bene a nessuno. A questo punto però non è più un problema di Berlusconi: lui si è tirato fuori. Buona mossa, bisogna ammetterlo. Magari gli è capitata per caso, magari non si rende conto più di quel che gli stanno combinando attorno: ma la mossa resta buona.http://leonardo.blogspot.com

47 commenti:

  1. Curioso, dopo un post estremamente critico (a dir poco) nei confronti del "Fatto Quotidiano", oggi propugni una tesi esattamente identica a quella che il FQ già da ieri va raccontando e che oggi espone con un titolone in prima pagina!
    Raf.
    p.s. sull'argomento di ieri ti da' torto anche Vendola stesso: rideva proprio del giornalista! (http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=184489)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Auff. Vendola afferma che aver riso del giornalista è l'unica cosa di cui si vergogna davvero.
      Lo "scatto felino" lo aveva fatto con Archinà; ne parla ad Archinà: lo sta sfottendo, bonariamente. E non se n'è pentito.

      Elimina
    2. si guarda lo stava proprio sfottendo. domani Vendola pubblicherà le sue scuse ad Archinà allora.

      Elimina
    3. Leo, che Vendola stia sfottendo Archinà lo hai capito solo tu. Va bene che io leggo (anche) il Fatto Quotidiano, per cui probabilmente sono un coglione, ma non c'è nessun altro (Vendola compreso) che sostenga questa versione (poi tu sei liberissimo di interpretare le intenzioni di Vendola anche al di là di quello che ne dice Vendola, ma resta un'opinione - secondo me - indifendibile).
      Raf

      Elimina
    4. Ventola in realtà non sapeva chi stava sfottendo e perché...lasciate al buon Leo un po' di tempo per istruirlo sulle sue reali intenzioni...eccheè...

      Elimina
    5. Pensavo fosse un blog serio...invece è troppo divertente!
      E i soldini derivanti dalle pubblicità Leo se li merita tutti.

      Questo è, a mio modesto parere, lo scambio più bello sul vendolagate.

      Cri: Io invece arrivo e ti metto di volata nel mio blogroll. Grazie per la boccata di ossigeno. E' la prima cosa della giornata che non offende la mia intelligenza.

      Anonimo: Cri, soffri di agorafobia ed eri bloccata in ascensore fino a due ore fa?

      Cri: Sì, con gente con pesanti problemi di flatulenza.

      Anonimo:...ma siamo sicuri che delle due situazioni estreme ...la vera boccata di ossigeno sia quella di leggere questo articolo?

      Elimina
    6. È divertente anche perché è pieno di lettori del fascio quotidiano che non sanno commentare il post giusto

      Elimina
    7. Eddai Federì...e fatti na risata....che te fa bene...

      Elimina
    8. @Federico D'altronde se fossero in grado di commentare il post giusto, forse non leggerebbero il FQ ;)

      Elimina
    9. Fede, non ti curar di loro ma guarda e passa...ma questa è una citazione troppo elevata...per certa gente...
      Tanto noi siamo antropologicamente superiori....:)

      Elimina
    10. Ecco, mancava giusto l'avverbio "antropologicamente".

      Elimina
    11. Ok, togliamo antropologicamente che non è politically correct...però bando alle ipocrisie, Leo, siamo o non siamo superiori...dai non farmi l'umile che non ci crede nessuno...daje...

      Elimina
    12. Non è questione di politically correct. È proprio una frase che non ha senso, inventata da qualcuno che t'ha lungamente pigliato per il culo.

      Elimina
    13. Come al solito non rispondi!
      Ti senti superiore o no rispetto a quelli di centrodestra o ai grillini?
      Se tu non lo vuoi dire, lo dico io che ti senti superiore, in maniera molto serena, perche si evince da quello che scrivi, soprattutto da come lo scrivi e dai commenti che scrivi.
      Io ho scoperto l'acqua calda...è però buffo che tu voglia fare l'umile quando spruzzi arroganza da ogni poro.
      Cordialmente

      Elimina
    14. No, cordialmente proprio no.
      Se tu hai un complesso di inferiorità, io che posso farci? C'è un quotidiano che ti prende per coglione, te lo faccio presente. Scambiare una riflessione con l'arroganza è un vecchio trucchetto da quattro soldi che fino all'altro ieri facevano i berlusconiani: e adesso lo fai tu.

      Elimina
  2. Forse si fa ancora in tempo a candidare Renzi con Forza Italia. Così il leader giovane per FI c'é, il partito antigoverno per Renzi pure. Due piccioni.

    RispondiElimina
  3. Leo adesso per un post su Vendola improvvisamente sei diventato il nemico (dopo scie chimiche e signoraggio ovviamente ma prima della ragionevolezza).
    La bramosia con cui cercano di applicare il più ridicolo degli straw man argument alle tue opinioni sulle capacita dei giornalisti del Fatto nello scrivere quello chei lettori del Fatto (evidentemente) vogliono leggere è ammirevole. Mi domando se applicassero tante energie ad esercitare il pensiero critico, che Paese sarebbe il nostro... Io non perdo le speranze ;)

    RispondiElimina
  4. Leo, sveglia! :-)
    Renzi non c'entra nulla col PD. Il suo obiettivo è vincere per poi confluire nel PdL.
    Come, ai tempi, l'obiettivo di Occhetto era confluire nel PSI... Tangentopoli glielo impedì.
    Speriamo quindi in una nuova Tangentopoli.
    Saluti,
    Mauro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Occhetto che voleva confluire nel P.S.I. Ahahhhahaahhaa, lei è veramente forte!

      Elimina
  5. Pd, Civati fa esplodere il caso Cancellieri
    "Basta ipocrisie, presenterò sfiducia"

    Leo, fai così, manda subito a Pippo il tuo pezzo lineare e cristallino a difesa del Ministro...vedrai che, convinto, tornerà subito sui suoi passi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà anche un pezzo lineare e cristallino, ma c'era scritto che la Cancellieri dovrebbe dimettersi.

      Elimina
    2. Lei si rende conto che cambia continuamente le carte (fatti, situazioni, parole, emozioni...) in tavola a suo piacimento?
      Nessuno dice che Vendola ha attentato alla libertà di stampa.
      Nessuno dice che non ci sia la libertà di ridere.

      Qui si discute sull'opportunità di DERIDERE, non ridere, è molto diverso, un signore che stava facendo domande, non di sport o cinema, ma sui MORTI E SUI MALATI.


      Perché vendola dopo aver visto quell'episodio su youtube invece di ridere e condividere la sua risata (per alti fini politici e per il popolo si intende...ah che bella cosa la diplomazia...) con quel tale...non ha TELEFONATO A QUEL GIORNALISTA PER DARGLI LA SUA SOLIDARIETA'?


      "La stampa poi dovrebbe provare ogni tanto a fare informazione, non soltanto suscitare emozioni."

      Questa è la più bella di tutte..taglia la testa al toro e direi che è anche la degna conclusione!
      Non solo non le passa per la testa di dare solidarietà ad un suo collega umiliato e deriso dal potente di turno...ma lo accusa anche di non sapere fare il proprio mestiere...!!! Questo sì è un autentico colpo di classe!
      Già che c'è lo contatti per proporgli un corso online a pagamento di giornalismo...così da Lei può sicuramente imparare i segreti del mestiere...
      Cordiali saluti e tante belle cose

      Elimina
    3. Veramente "qui" si stava discutendo altro; e se continua a copia-incollare in tutte le conversazioni lo stesso commento probabilmente attiverà l'antispam.

      Elimina
    4. Chiedo scusa ma qui sopra veramente ancora si stava parlando di ventola..poi di civati..di renzi ..della cancellieri..poi qui sotto si parla dello scandalo regione emilia romagna..di una possibile invasione della svizzera e delle immancabili scie chimiche...
      Non ho capito perché bacchetta solo me...invece di scrivere due righe di risposta...anche evasiva come spesso accade...comunque mi scuso ancora

      Elimina
    5. Non scusarti più, non c'è bisogno.

      Elimina
    6. Leonardo: "Sarà anche un pezzo lineare e cristallino, ma c'era scritto che la Cancellieri dovrebbe dimettersi."

      Ma tu l'hai letto il tuo articolo? Ti invito a rileggerlo. Sostieni che in qualche modo si dovrebbe dimettere...ma che non sarebbe la fine del mondo se non si dimettesse. Se sostieni entrambe le cose hai il 100% di possibilità di prenderci...sei bravo!

      Elimina
    7. Il pezzo (fidati, l'ho letto bene) diceva che la Cancellieri ha fatto una cosa discutibile e farebbe bene a dimettersi; e che ci sono un po' troppi forcaioli in giro. Entrambe cose abbastanza ovvie, in effetti.

      Elimina
  6. Sono in disaccordo solo su una cosa.
    A me sembra che ad ogni giro o scissione, la qualità del personale politico intorno a Berlusconi peggiori. Insomma il Berlusca si tiene sempre la Bad Company.
    Poi bisognerebbe chiedere agli elettori del Cd perché continuino fra le 2 parti rimaste a votare sempre per la peggiore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. molto semplice: perchè gli elettori del CD votano il Duce Berlusconi e chiunque gli si opponga è un traditore da fucilare a Verona. Ecco perchè chi gli si rivolta contro finisce nel nulla, anche se il Pregiudicato non sprecasse tempo e denaro a usare le sue corazzate mediatiche per demonizzare i reprobi. E' ovvio che alla fine rimangano solo i più impresentabili, sopravvissuti per meriti esclusivi di delinquenza o lecchinaggio. Esattamente come col Duce nella RSI.

      Elimina
    2. Chi gli ha lasciato su un piatto d'argento le sue corazzate mediatiche?

      Elimina
    3. Per Anonimo : quello che dici è vero, e la mia in fondo era una domanda retorica. Però questa difesa ad oltranza di Berlusconi stà portando il paese allo sfascio. Avranno una famiglia pure i suoi elettori, insomma capire che una storia è finita ed evitare di unire i destini di una nazione a quelli di una persona ormai a fine corsa (ci ha quasi 80 anni, fallimenti politici alle spalle, altri processi in arrivo, etc...), non è che richieda un grosso sforzo mentale, dopo 20 anni ci possono arrivare a capirlo anche loro.

      Elimina
  7. Scandalo Regione Emilia Romagna: Epifani, Fassino, Delrio e Cuperlo a difesa di Errani.
    Alla faccia di chi dice che il pd è dilaniato da correnti interne...dai Leo che ti ho già dato lo spunto per la prossima arrampicata sugli specchi di cui sei maestro...

    RispondiElimina
  8. Svendola intercettato? Ma come, non si deve intercettare solo il Berlusca? Ma è inaudito, gravissimo, inaccettabile, Napolitano esca subito con un monito, si invada la Svizzera, e Bruxelles che fa, l' ONU, la Corte dell' Aja, l' inondazione, le cavallette!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E si sono permessi pure di pubblicarle sottoponendolo ad una gogna mediatica...qui ci deve essere lo zampino delle scie chimiche...

      Elimina
  9. per tornare in argomento...
    non sono del tutto sicuro che (tutti) i peggiori siano rimasti con berlusconi, voglio dire: formigoni? qualgliariello?
    purtroppo temo abbiano fatto un gioco delle parti:
    - il cazzosichiamanuovo appoggia il governo
    - forza italia smette di appoggiare il governo appena può e si prepara a una fantastica campagna elettorale tutta ll'attacco (magari alleata con cazzosichiamanuovo)
    quindi resta da sapere chi sarà il prossimo segretario del pd oltre che candidato alla presidenza del consiglio che perderà o pareggerà?
    oh, io l'ho detto: se devo scegliere tra berlusconi, grillo e uno qualunque tra renzi-civati-cuperlo per me non c'è storia
    parentesi personale:
    lavoro nello stesso posto da 25 anni perciò con i colelghi di lavoro ho condiviso molte stagioni politiche (da fine anni 80 a ora ne son successe di cose)... eppure alcuni di quelli che ora son più incazzati NON hanno mai (mai nel senso di proprio MAI) parlato di politica se non da un paio d'anni a questa parte (i primi 15-18 anni di berlusconi so' andati lisci: nessuno di questi s'è mai lamentato)
    e tutto quel che sento è so' tutti uguali, so' tutti ladri, ecc.
    che palle!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Marcello, facciamoci ogni tanto un esamino di coscienza, oggi come oggi i nostri sono tanto migliori?

      Alfonso Pepe

      Elimina
    2. nostri? loro?
      io parlo di gente che ha 40-50 anni e che improvvisamente inizia a parlare di politica dopo aver taciuto per decenni e improvvisamente so' tuti uguali
      uguali chi?
      bersani non è berlusconi, per esempio
      ma anche d'alema non è berlusconi o verdini
      perfino la melandri (mioddio la melandri!) non è la santanchè o la carfagna
      ma forse tu parlavi di elettori?
      e in base a cosa acquisti maggiore dignità o autorevolezza se dici:
      io non ho mai fatto politica ma...
      io non ho mai preso la tessera di un partito ma...

      aver dormito per tanti anni non mi pare procuri un grande vantaggio morale

      riguardo l'esamino di coscenza... io me lo faccio tutte le volte prima di votare, pensa un po'

      Elimina
  10. Signor Marcello, non volevo farla arrabbiare...volevo solo dire che se siamo ridotti come siamo ridotti non credo che si possano incolpare solo gli altri.
    Tanto per rimanere nell'attualità, che differenza ci può essere tra la telefonata di ventola e una ipotetica telefonata di vertini....
    Le credo quando dice che si fa l'esamino di coscienza tutte le volte...magari anche i politici, tutti, facessero come lei....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signor Marcello, mi piacerebbe sapere qual è il suo pensiero in merito a quello che le ho scritto?

      Elimina
    2. alfonso pepe, alfonso pepe...
      non so perché, ma credo che conoscere o meno il mio pensiero sia decisamente irrilevante (è così perfino per me)
      tuttavia sì. abbiamo responsabilità anche noi (qualunque cosa voglia dire).
      mi faccia capire (signor alfonso) il fatto di non unirmi al coro di "linciamoli tutti" mi fa essere complice della ka$ta o mi fa approvare tutto quel che fa il pd?
      il fatto di essere contrario ai linciaggi mi fa automaticamente entrare tra i difensori dello status quo?
      mi sono pentito di aver votato pd?
      certo, fino a che non ho sentito i commenti di grillo nel dopo elezioni (e crimi... mioddio, crimi! lombardi! nuti!), in quel preciso momento ho capito che votando bersani alle primarie e pd alle politiche avevo contribuito a salvare l'italia dalle possibilità tragicomiche (berlusconi & grillo)
      ma non stiamo andando fuori argomento?

      Elimina
  11. Evabbè ..io ero tra gli scettici riguardo il fatto...lascio giudicare voi..

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/01/07/jose-pepe-mujica-presidente-delluruguay-mito/462971/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tempo è galantuomo, questa è la prova provata che Leo aveva ragione..mi sa che ci dobbiamo tutti scusare con lui

      Elimina
    2. Cosa dovrebbe dimostrare questo post su di un blog nella pagina de Il Fatto?

      Adriano

      Elimina
    3. ...non conoscevo Mujica..non so cosa vuole significare...ma mi viene voglia di andare a vivere in Uruguay...

      Elimina
  12. http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/11/18/errani-sulle-dimissioni/782004/

    Leo, rispondi tu punto per punto?

    RispondiElimina
  13. Berlusconi é senza dubbio il politico piú intelligente che c'é in Italia. Non escluderei che in un duello elettorale con Renzi possa anche vincere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No. Berlusconi sa vincere le elezioni (che non e' cosa da poco, ma non basta). Pero' non e' in grado di gestire il potere. Non riesce a venire a patti con l'opposizione. Non e' in grado di spartire il potere con gli alleati, che infatti ad uno ad uno l'hanno abbandonato tutti, a parte gli ultimi irriducibili.

      Elimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).