martedì 14 gennaio 2014

Il fango del vicino (è comunque marron)

Anche Riotta, quando ha ragione, ha ragione; e farei un torto a non riconoscergliela.



Lo trovo un pensiero bellissimo, soprattutto da parte di un giornalista che quando dirigeva il tg1 andava in cerca di foto o video imbarazzanti dei sospettati di omicidio sui loro profili facebook. Non si fa così, non si sparge il fango per il gusto di. Bravo Riotta che ha alzato la schiena, bravo.


Ecco, magari attento ai colpi d'aria da ovest.

34 commenti:

  1. OT anche se, insomma, sempre di fango si tratta.
    Ci segnalano uno zanardo da avanspettacolo, che il relativo anonimato ha privato di ogni freno inibitorio, che imperversa nei commenti de Il Post in calce agli articoli che parlano di uno stragista israeliano morto qualche giorno fa. Lo zanardo scrive commenti in cui dichiara lo stragista eroe, dà dell'antisemita a chi non è d'accordo, interviene con un altro nick dandosi ragione e upvotandosi, prende per il culo arrigoni. Insomma, niente di nuovo all'ovest mi si dirà, il solito concentrato di squallore e miseria umana che chi segue Leo da un po' ha suo malgrado imparato a conoscere. Non fosse che a un certo punto, probabilmente in corrispondenza del picco alcolemico, il nostro dà voce alla sua ossessione e cita Leonardo con nome e cognome, portandolo a esempio dell'antisemitismo.
    Pensavo potesse interessarti, c'è proprio scritto "....gli antisemiti come Leonardo Tondelli".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma non riesce neanche più a trollare, si è proprio accartocciato.

      Elimina
    2. Che tipo! Sembra Peo Pericoli. O ma sia chiaro: sei tu che sei ossessionato da lui mica il contrario! Cmq è di una tristezza infinita. Interviene come AF e si auto risponde come Contadino della Galilea dandosi ragione.

      Elimina
  2. Qui non si dovrebbe parlare della schiena dritta di Riotta?
    Chi sarebbe poi il troll contadino della Galilea?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho scritto apposta maiuscolo prima del commento:OT. Si tratta di un triste figuro ossessionato da Leonardo. Ho letto per caso su un altro sito costui che scriveva di Leonardo portandolo a paradigma dell'antisetismo e ho ritenuto giusto riferirglielo, essendo il troll una sua vecchia conoscemza. Ma poi, con tutto il rispetto, non se ne lamenta Leonardo e dovresti lagnartene tu?

      Elimina
    2. Ho capito, qui ci sono figli e figliastri. Basta saperlo.

      Elimina
  3. Che poi francamente quello di Riotta mi sembra un fango abbastanza stupido: E. Snowden studiava hacking... e sai che sorpresa! Un esperto informatico che all'epoca lavorava per l'NSA, cioè spiava il prossimo per professione, che studiava come spiarlo meglio. Incredibile, vero? Meno male che Riotta ci apre gli occhi, altrimenti mai avremmo potuto immaiginare che gli informatici si occupassero anche di hacking.

    RispondiElimina
  4. La moglie di boccia, faraone ecc.
    Signor Leonardo, sicuro che non è il caso di scrivere due righe per provare a spiegare queste ennesime quotidiane porcherie di rappresentanti del pd?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel proprio blog ognuno scrive quello che vuole e non può essere obbligato dai passanti a scrivere a comando.
      Se proprio vuoi provare a spiegare le ennesime porcherie del PD nessuno ti vieta di aprire un bel blog e di spiegare.

      Perché se vige la regola che chi passa può chiedere all'autore del blog di scrivere un pezzo sull'argomento tale o talaltro, io pretendo subito un bel pezzo sul perché via Medicina a Modena dovesse essere chiusa dal 14 al 21 gennaio e non, ad esempio, dal 10 al 20. Non sarebbe il caso di scrivere due righe sull'argomento?

      Elimina
    2. non mi piace questo commento, ne voglio uno sulle donne nude.

      Elimina
    3. Devi andare in un blog di zozzoni.
      Una curiosità, immaginando facilmente i siti che frequenti, come sei stato reindirizzato qui?

      Elimina
    4. Credevo fosse un blog serio dove si potesse parlare di politica ma vedo che così non è.
      Ribadisco il commento in risposta al gestore del blog e saluto.

      Madama la marchesa...

      Elimina
    5. C'è molta antropologia nell'aria, oggi.

      L., sui "blog seri" di solito fai così? Entri in una discussione qualsiasi e chiedi che parlino di quello che interessa a te? Curiosità.

      Sull'argomento che tanto ti sta a cuor: http://www.mantellini.it/2014/01/15/da-mio-padre-a-nunzia-de-girolamo/

      Noto en passant che la Di Girolamo è ormai alla voce "porcherie del PD" anche se in effetti milita in altro partito: c'è un po' tutto l'atteggiamento di chi ha creduto in Berlusconi per vent'anni e sta cercando qualcuno a cui mollare il cerino.

      Elimina
    6. En passant: e' tutta 'na pappa

      Elimina
    7. Sempre en passant ti voglio dare modo di approfondire il concetto di "pappa" espresso ottimamente da Franz

      http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/01/16/news/de-girolamo-e-boccia-la-rete-di-potere-della-coppia-1.148955

      A proposito di antropologia invece vedo che fai lo spiritoso e non ti sei documentato. Del resto quello che non ti fa comodo non lo scrivi, il blog è tuo. Ti sarebbe però utile almeno iniziare a documentarti...magari più avanti, ok?

      Allora stiamo nel concreto e ti faccio una domanda. Tu Leonardo, in quanto uomo di sinistra, forse che non ti senti superiore a chi vota a destra o vota lega o vota grillo?

      O si o no. Cosa rispondi?

      So già che non risponderai, o troverai qualche errore da sottolinearmi o che risponderai con una domanda per sviare, come sempre fai quando sei in difficoltà.

      Elimina
    8. No, non mi sento "superiore". Credo di avere accesso a più informazioni, tutto qui: non rientra in nessun concetto di "superiorità antropologica": un meme messo in giro da pubblicisti di destra che tu finora non mi hai spiegato cosa significherebbe.

      Elimina
    9. Ok, partiamo dalle cose più semplici.
      Ti è chiaro almeno il concetto di "pappa"?

      Elimina

  5. La scelta dell'inizio lavori al 14 è stata obbligata semplicemente perchè gli operai specializzati hera fino al 13 erano impegnati in via Aldrovandi per la riparazione della rete idrica stradale. Tutto qui

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo, certo, la concentrazione di scie chimiche a Modena dopo le manifestazioni dei forconi non centra niente.
      vi paga bene il bilderberg.

      Elimina
    2. La verità è che a voi di via Pillio da Medicina non ve ne frega nulla! Adesso verrà Francesco Merlo a teorizzare che chi non ha fatto il classico ricade nell'atteggiamento da nimby. Bel partito di opportunisti che sfruttano le condutture dell'acqua per lucrarci sopra.
      Non vi sarà infatti sfuggito il passaggio: rete idrica -> acquedotto pugliese -> Vendola!
      Qua si mettono a tacere le terribili responsabilità di Vendola in merito. Continuiamo a tenere il prosciutto sugli occhi, tantopiù che il prosciutto mette sete, e con le condutture idriche in riparazione il club Bildelberg ci tiene in pugno. Acqua pubblica!
      Un problema italiano mascherato da problema dei soli modenesi. Ci volete isolare, ka$ta maledetta !1!1!1!3,14! ma vi manderemo tutti a Kasa (cittadina della Svezia)

      Elimina
    3. Anonimo, credo che ti stia suonando la suoneria della sveglia che hai appesa al collo, prendi la pillola che va tutto bene, madama la marchesa...

      Elimina
  6. Prof. Leonardo, non potrebbe scrivere due righe per spiegarmi bene cos'e' un anacoluto? O forse ha scheletri nell'armadio da nascondere? Perche' non ne parla? E' forse pagato dall'Accademia della Crusca per zittire le voci fuori dal coro che le chiedono anche spiegazioni sull'endiadi e la crasi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

      Elimina
    2. Sei proprio un signore, complimenti!
      Natale lo scriviamo con la n minuscola o maiuscola?

      Elimina
  7. E' fastidioso che qualcuno mi impersoni, e mi inquieta anche un po' vedere come la gente sia in grado di ricordarsi di cose che su questo blog sono vecchie di mesi o forse di più di un anno.
    Faccio notare en passant comunque che un nick abbastanza minimo io lo uso sempre (perché già con due anonimi totali nella discussione non si capisce più niente).

    PS: il commento sul n/Natale non so chi l'ha scritto, ma lo condivido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aiutami a dire ESTICAZZI!!!

      Elimina
    2. Ti sei dimenticato "premesso che il blog è tuo e ti spetta l'ultima parola" eccetera.

      Elimina
    3. Questa è una risposta sciocca, Tondelli.

      Elimina
    4. Mi sa che non mi spettava, in fin dei conti. Niente da aggiungere?

      Elimina
    5. In effetti, sì. Se io dico cose su cui non sei d'accordo, io sono un troll e mi cancelli i commenti.

      Se qualcuno scimmiotta, prende in giro, commenta con cose come "aiutami a dire ESTICAZZI", raffinata citazione guzzantiana, non è un troll? Fa bene al tuo blog e contribuisce alla discussione?

      A me onestamente interessa relativamente, perché dei troll mi importa poco, però mi importa rilevare il tuo metro di giudizio e, in senso lato, di maturità.

      Devo anche aggiungere che anche online raramente si vede in giro tanta rancorosità, e tra i commentatori e nel blogger.

      Elimina
    6. Anche io ho notato una forte rancorosità. La cosa che fa più specie è che è continuata, come a voler infierire, e soprattutto gratuita. Atteggiamento tipico di un adolescente a forte disagio. Può derivare da una bassissima stima di sè.

      Elimina
    7. Si vede che non hai mai letto un forum medio.

      Mi dispiace se qualcuno vi trolla; trollano anche a me. Il fake di u. lo cancello, non è molto corretto rubare identità.

      Come ti ho spiegato altre volte, nei commenti c'è un sacco di gente che non è d'accordo con me. Il tuo caso è un po' particolare, da qualche tempo non sei più d'accordo con la logica, con la geografia, con la lingua italiana, non ti va bene niente. E non sai quand'è ora di smettere.

      Per esempio:

      Elimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).