lunedì 28 luglio 2008

...e non ci asciughi nemmeno i capelli

Das I-Experiment

“È qui che vendono il phon della Eppol?” (Anonimo carpigiano)


Leggendo qualche giorno fa queste osservazioni di Daria Bignardi...
Prendete un uomo tra i 15 e i 45 anni e portatelo in una stanza dove da un lato siede una ragazza bellissima e sull’altro lato c’è un iPhone appoggiato su un tavolo. Potete scommetterci che novantanove su cento dei maschi in questione si precipiteranno sull’iPhone come naufraghi riarsi su una fontana di acqua fresca, e cominceranno a gingillarcisi con un sorriso beato che escluderà totalmente la ragazza dalla loro visuale. Probabilmente non ricorderanno mai d’averla intravista, tale sarà l’emozione di aver messo finalmente le mani sul vero oggetto del loro desiderio più urgente: il nuovo iPhone trionfalmente arrivato dagli States.

...mi sono chiesto se la necessità di scrivere un pezzo brillante (necessità che capisco fin troppo bene, ahimè) non avesse portato la giornalista a esagerare lievemente i risultati statistici in suo possesso – via, sarà anche un bel telefono, ci ascolti la musica e vai su internet... ma 99 maschi su 100?

Ne ho parlato con un po' di gente in èppihauar e abbiamo deciso di ripetere l'esperimento.
Ho dunque selezionato 100 maschi fra amici e amici di amici, e li ho introdotti in una stanza vuota a luci spente.
Alcuni erano single, altri incredibilmente no, ma tutti erano tra i 15 e i 45 anni.
Vicino a una parete ho posato a terra un Iphone, alla parete opposta ho accomodato una ragazza bellissima (se sei una blogstar, di iphone e di ragazze bellissime te ne regalano tutti i giorni e non sai veramente più cosa farne, così li regali alla Scienza).
Ho contato fino a tre e ho acceso le luci.

Quello che è successo è questo:

- 10 individui (pari al 10% del campione statistico) appena hanno visto la donna si sono avventati verso di lei con un impeto tale da spiaccicarsi al muro. Essere single a Modena in luglio è così.

- 87 uomini (pari all'87% del campione statistico) si sono avviato verso la ragazza bellissima con più calma, cercando in qualche modo di attirare l'attenzione sui propri caratteri sessuali primari, secondari o terziari avanzati (tatuaggi, gusti musicali e letterari più o meno eccentrici, ehi, vuoi vedere come mi stappo una ceres coi denti?) La maggior parte ha desistito comunque dopo qualche minuto, e si è ritirata in un angolo a discutere di calciomercato.

- 2 uomini dopo essersi un po' fissati negli occhi si sono baciati. Ehi, che ci volete fare, alcuni dei miei migliori amici sono così.

- 1 uomo (pari all'1%) del campione statistico), dopo essersi guardato intorno, ha effettivamente notato l'Iphone e lo ha immediatamente agguantato, ma solo per brandirlo come una selce contro un rivale che sembrava avvantaggiato nella cerimonia di corteggiamento. Ne è derivato un lieve trauma cranico, e non siamo più riusciti ad accendere l'Iphone, ma non me la prenderò con Steve Jobs per questo.

Le mie conclusioni:

1) Malgrado il nuovo modello abbia sensibilmente aumentato le funzionalità, tira tuttora più un pel-de-pòta che un Iphone 3G. Non prendertela, Steve, sarà per la prossima implementazione.
2) Come arma lascia ancora molto a desiderare: un'app in questo senso (per esempio: premi su un'icona e clang! esce la baionetta) sarebbe una vera killer app.
3) Se proprio vuole generalizzare sui maschi, la Bignardi dovrebbe ampliare il suo giro di frequentazioni.
4) Ah, beh, sì, naturalmente anch'io.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).