giovedì 23 agosto 2012

E vergognarsi un po', ministro?

Così, dopo un mese di proteste, il Ministero della Pubblica Istruzione ha riconosciuto che molti test di preammissione ai Tirocini Formativi Attivi erano fatti male: che contenevano domande mal poste, a cui corrispondevano talvolta risposte sbagliate. Lo ha ammesso tardi, quando ormai tutti i test erano stati somministrati, valutati, e chi era stato respinto ingiustamente era magari partito per le vacanze. Lo ha ammesso a inizio agosto, ci ha messo altri 15 giorni a "chiudere la procedura di verifica", insomma a far sapere chi è passato e chi no, e a inizio settembre cominciano gli orali: molti candidati che due settimane fa risultavano respinti e ora ammessi non avranno comunque tempo per prepararsi adeguatamente. Per questo pasticcio, che sarebbe scandaloso se non fosse quasi la routine, non è chiaro chi pagherà. Temo nessuno. (Continua sull'Unità.it, H1t#141).

Nessuno indennizzerà le estati rovinate di migliaia di studenti e precari: alcuni di loro abbandoneranno l’insegnamento, non per mancanza di preparazione o vocazione, ma perché un test a crocette era sbagliato. A frittata combinata, il Ministero ha avuto la compiacenza di informarci che i test comunque erano stati messi assieme da ‘esperti’ della passata gestione: la colpa insomma anche stavolta è del governo precedente. Il nuovo dicastero si sarebbe limitato a ereditare le buste sigillate, senza nemmeno porsi il problema di verificare cosa ci fosse dentro? A questo punto la lunga attesa per conoscere finalmente date e luoghi dei test non si capisce a cosa sia servita: forse a tenere alta la suspense.
Un’altra volta magari mi piacerebbe discutere sul perché gli stessi enti così fortemente persuasi della necessità di filtrare tutto attraverso test chiusi e meccanizzati – il MIUR, l’INVALSI – alla prova dei fatti molto spesso non riescono a produrne di decenti: come se anche chi si dice convinto della bontà dello strumento lo sottovaluti, lo consideri alla fine dei conti robaccia da demandare alla bassa manovalanza: coi risultati che si vedono. Un’altra volta ne riparleremo. Stavolta vorrei far passare un messaggio molto più semplice e diretto: ministro Profumo, non potrebbe almeno vergognarsi un po’?
In uno Stato decente, in una situazione ordinaria, per un pasticcio così ci si dimette, ministro; e forse lei potrebbe mostrare una residua decenza, potrebbe almeno provarci. Non renderà il tempo perso a migliaia di persone; probabilmente non ridarà loro fiducia nel sistema educativo pubblico; forse però restituirebbe a chi ha ancora voglia di crederci l’immagine di un governo che si preoccupa della formazione non solo a parole, senza delegarla a un pool di scimmie neanche tanto ammaestrate, Ministro, neanche tanto ammaestrate.http://leonardo.blogspot.com

1 commento:

  1. Leonardo, ti stimo, ma di solito - soprattutto sulle questioni riguardanti la scuola - sei più preciso.

    Qui lo scandalo non è tanto il numero delle domande abbuonate o il ritardo nel riconoscere che i test erano sbagliati.

    Qui lo scandalo è che hanno abbuonato un sacco di domande corrette perchè si sono ritrovati con test che in pochi hanno superato. Così che le università - non potendo coprire tutti i posti messi a concorso - avrebbero incassato molte meno rette, e tutta la faccenda dei tfa economicamente sarebbe stata un gioco a perdere.

    Per darti un'idea della mia classe di concorso (storia e filosofia), hanno abbuonato 4 domande di comprensione testuale su 10! E domande come queste:

    42. Qual è il significato filosofico della affermazione di Leopardi secondo cui “la natura è matrigna”?
    A) Tale affermazione significa che la natura fluisce indifferente ai desideri e alle attese dell’uomo
    B) La natura partecipa di alcune proprietà della persona, fra cui la capacità di sentire, e nutre
    sentimenti di ostilità verso l’uomo
    C) Tale affermazione significa che la natura, costitutivamente benevola e amichevole verso l’uomo,
    in qualche momento può deviare da questa sua positiva essenza
    D) Dio si avvale dei fenomeni naturali, anche di quelli apparentemente più in contrasto coi desideri
    umani, per mettere alla prova gli uomini

    41. Quali sono alcuni dei caratteri fondamentali della concezione esistenzialistica?
    A) L’uomo è una realtà finita; egli è “gettato nel mondo”; la libertà dell’uomo è condizionata; dolore,
    scacco, malattia, morte sono elementi costitutivi della condizione umana
    B) Il percorso dell’uomo si inserisce nell’ordine finalistico del cosmo posto da Dio
    C) L’uomo è stato creato da un Dio personale e a Dio inteso come persona egli tornerà
    D) Il divenire storico è necessariamente progressivo e l’uomo è lo strumento di Dio nell’attuazione di
    tale processo progressivo

    19. Che cos’era il Komintern?
    A) Era la Terza Internazionale Socialista
    B) Era un apparato di spionaggio facente capo a Stalin
    C) Era un’organizzazione comunista nata per sconfiggere i regimi fascisti europei
    D) Era un’organizzazione promossa e valorizzata da Trockij nella sua lotta contro Stalin

    A te il giudizio su se si tratta di questiti sbagliati... o di una subdola sanatoria per tanti ignoranti.

    Ovviamente io che avevo fatto 27/30 in prima battuta adesso mi ritrovo a concorrere con 50 candidati in più, oltre ad essere avvicinata/affiancata/scavalcata nel punteggio* da gente che non sa leggere un testo, o che pensa che il komintern fosse un apparato di spionaggio di Stalin!

    (*ricordo che il punteggio di tutte le prove va a comporre la graduatoria finale)

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).