martedì 26 settembre 2006

- spunti

La legge del Branco

Ringrazio tutti coloro che mi hanno votato come miglior fonte di spunti, portandomi sul podio dietro a Luca Sofri (complimenti) e davanti ad Akille (nyeah! nyeah! nyeah).
Anche se – adesso posso dirvelo – secondo me vi siete sbagliati. Voglio dire, dove sono tutti questi spunti? Io sto scrivendo sempre le stesse cose. Ho pochi argomenti e raramente cambio idea.

Insomma mi sembro il contrario di quel tipo di blog curioso, che spazia nello scibile umano quotidiano alla ricerca di perle e di porci. Tra l’altro mi piacciono i blog così. Ma io mi somiglio piuttosto a quel tipo di blog che andando avanti negli anni è sempre più selettivo e monomaniaco, sempre più preso da certi cazzi suoi, quel quarantenne che non chiama più nessuno e nessuno lo chiama, si coltiva le proprie personali ossessioni e fine.

Uno che ogni giorno disimpara qualcosa non solo sul mondo, ma persino su sé stesso – ci sono annate di me stesso che mia madre sta chiudendo in scatoloni, per via di un trasloco (i miei genitori crescono, adesso mettono su casa). “C’è qualcosa che ti serve, che t’interessa?” No. Meglio non buttar via, ma grazie, no, niente.

Io che anni fa mi piccavo di avere un parere su tutto, adesso vado in crisi davanti a un qualsiasi tg della sera. C’è tutta una serie di problemi di cui davvero, non saprei e non vorrei dir niente. Non è solo il processo Cogne che riapre e i reporter che si lamentano per lo scarso pubblico. È qualcosa di più profondo. È l’escalation di malati angoscianti che battendo le ciglia avanzano le proprie richieste. Uno vuole morire. Un altro - visto ieri al TG - vivrebbe anche, ma chiede un sacco di soldi. E io da che parte sto? Ho già cambiato canale, scusate. Sul serio, se il dilemma morale è Quanto Concretamente Scuciresti Per Tenere In Vita Uno Che Riesce Solo A Sbattere Le Ciglia, io passo.

È Prodi in Cina che fa quello che stanno facendo tutti i governanti italiani dal 1990 in poi, in perfetta coerenza con le direttive di Ciampi quando faceva l’amatissimo presidente: riallaccia relazioni industriali e chiede di sospendere l’embargo alla vendita di armi che penalizza i poveri armaioli della Val Trompia. Si noti qui per inciso che Prodi agli industriali deve permettere cose concrete, non si può permettere di stordirli a suon di puttanate come il caro vecchio Berlusconi. E quindi io cosa ne penso? Io passo.

E poi l’affare della bimba bielorussa. Che è una cosa tremenda sotto qualunque punto di vista – qualsiasi parere mio o vostro non ridurrà i tempi di dimezzamento delle radiazioni intorno a Cerbobyl, dove quei bambini vivono e continueranno a vivere anche quando l’ondata d’interesse si sarà spostata. Nel frattempo c’è una coppia italiana che ha messo il destino di una bambina al di sopra di tutto. Come forse è giusto che sia – salvo che in quel “tutto” c’è anche il destino di 28mila bambini come lei che non potrebbero più tornare in Italia per l’estate se la Bielorussia s’impunta. E se voi riuscite a formulare un parere voi, complimenti. Io, finché ho potuto, ho cambiato canale.

Poi la curiosità ha mangiato il gatto – a un certo punto mi sono chiesto: ma questi due, dall’aria così normale, come hanno fatto a improvvisarsi da un momento all’altro ladri di bambini e fregare carabinieri e polizia? È un’arte che non s’improvvisa. Ti serve una cappa di omertà irriproducibile in laboratorio, una rete di complicità coltivate per anni, decenni, generazioni. La capacità di comunicare attraverso canali informali e assolutamente sicuri (scordati ti poter usare un cellulare, ma anche un fisso; c’è da tornare al Morse). Non ti basta certo la seconda casa di un amico – occorrono basi logistiche in località sconosciute, covi, tane, insomma, come hanno fatto questi due? Mi sembrava impossibile.

Poi l’altro giorno, sfogliando un blog che è una fonte di spunti, ho scoperto l’arcano (ed è stato come ritrovare un pezzo di me in uno degli scatoloni di mamma). Sono due capi scout. Ok, allora è tutto chiaro. Non la troveranno mai. È un male? È un bene? Ditelo voi. Io non posso esprimere pareri, preferisco fingere di trovarmi davanti a uno di quei film americani primi anni Ottanta che spesso faceva Spielberg, quando gli uomini dei sobborghi erano ancora caparbi, fantasiosi e ribelli, e per una giusta causa fottevano di gusto l’ottuso sceriffo e l’FBI. Al tempo in cui ero un lupetto, appunto.

31 commenti:

  1. non male, 7+
    a parte che:
    il link a wittgenstein non funziona.

    tu non sei un 40enne, non ancora. nn cercare di sembrare più grande per farti accettare dal branco

    sulle opinioni, siccome non hai più te ne presto un paio io:
    il fatto che i tizi siano 2 capi scout nn credo giustifichi il fatto che la bimba nn si trovi. forse semplicemente le autorità non la stanno cercando.

    e infine il tizio che vuole vivere: mi sembra che nessuno voglia impedirglielo. viceversa all'altro si impedisce di porre fine alla propria esistenza, per lo meno legalmente.

    RispondiElimina
  2. - i voti in decimi dalli a [inserisci un famigliare]
    - premetto che non giustifico niente, ma se c'è qualcuno in Italia che può contare su una rete di complicità e su un supporto logistico clandestino, questo è appunto un capo scout.
    - il tizio che vuole vivere ha appunto chiesto un fracco dei soldi, senza i quali, perlappunto, muore. Quando il conflitto interiore prende la strada verso la tasca del portafoglio, io sospendo tutto. Perché da una parte è antipatico far presente che con l'eutanasia si risparmiano un sacco di risorse, dall'altra alla fine restiamo in balia di una serie di amanti della Vita a oltranza a spese mie.

    RispondiElimina
  3. dai, anche far crescere i miei figli richiede un sacco di risorse che tu contribuisci a pagare (grazie, nb!)
    anche mia nonna, entrambe le mie nonne, hanno passato un periodo completamente nei fagioli per l'alzheimer e la loro sussistenza ha succhiato risorse...
    stai dicendo che dovevamo farle schiodare prima??????
    non so, le risorse secondo me alla fin fine servono a questo, a far vivere la gente

    Ceci

    RispondiElimina
  4. io sto dicendo appunto che preferirei non aver niente da dirne

    RispondiElimina
  5. guarda che anch'io non sono entrato nel merito di giudizi etici, che non mi sento di dare, sull'infante blr. semplicemente non credo che 2 tizi qualsiasi, anche se capi scout, riescano a farla in barba al grande fratello dell'apparato statale. che tra l'altro manco li arresta, chissà perchè. timore di un'insurrezione dei lupetti ?

    la storia dei soldi per vivere mi è sfuggita puoi fornire qualche link ?

    RispondiElimina
  6. No. Era sul TG ieri sera, non ho trovato nessuno che la riprendesse sul web. Era un tipo immobile sul letto che diceva io a differenza di Welby voglio vivere, però mi servirebbero tante cose.

    Tu semplicemente non credi che due capi scout possano tenere nascosta una bambina, però loro possono contare su una rete di complicità estesa su tutta la penisola. Se, per fare un esempio prima che scoppiasse il caso l'hanno nascosta in un convento a Macerata, il grande apparato statale con tutti i suoi satelliti e le sue intercettazioni ambientali si fotte. I due probabilmente sono lasciati liberi perché è l'unico modo di sorprenderli mentre cercano di comunicare con la bambina.

    Che poi ci possa essere anche un grado di complicità occulta tra scout e forze dell'ordine, fa parte del gioco, ed è l'asset vincente dello scoutismo rispetto ad altre organizzazioni dedite al sequestro di persona (anonima, zingari, ecc.).

    RispondiElimina
  7. ah ah ah, sugli scout non ho commentato, è troppo bello quello che scrivi, e forse mi fa ridere perchè ho fatto tutta la carriera fino a capo

    Ceci

    RispondiElimina
  8. tutto molto romantico. ma se si sequestra una bambino di solito arriva la cavalleria. in questo caso leggevo che è di ieri la notizia della partecipazione dei ros alle ricerche. forse dunque finora GF non si è impegnato più di tanto.

    sugli zingari ti ricordo che non c'è la prova che abbiano partecipato a un solo sequestro di minore. non contribuire anche tu dunque a propagandare leggende metropolitane.

    RispondiElimina
  9. Sono leggermente OT, ma mi sembra malafede che persone intelligenti non distinguano il "far schiodare prima" i nonni con l'alzheimer e il malato terminale che, in possesso delle facoltà mentali, desidera che la sua vita venga terminata.

    Una legislazione non dico saggia, ma quantomeno chiara è in grado di distinguere i casi ed evitare una sorta di eugenetica di stampo nazista. No?

    RispondiElimina
  10. sei leggermente OT, il mio commento era sull'opportunità o meno di spendere soldi per garantire la sopravvivenza a una persona che vuole vivere; sul caso opposto, di una persona che liberamente sceglie di voler morire, anche io come il titolare, non mi pronuncio

    Ceci

    RispondiElimina
  11. benebenebene, essendo anonymous1, cioè:
    bastardoeskrondo, beccatevi 'sto spunto:

    http://bw01.splinder.com

    DECALOGO
    un fantasma si aggira per l'itaGlia è il fantasma del SENZA PAGARE... per oscure ragioni di diseducazione orgoglio machista o semplice superficialità il sesso mercenario è visto come spregevole e da sfigati come bisogno e mai come libera scelta mentre si invidia e idolatra chi scopa solo e soltanto perché ricco ma non paga direttamente ( spesso spendendo di più )... alle tenebre della superstizione si possono solo contrapporre solo i lumi della ragione...



    ecco 10 semplici motivi per cui vado a puttane in piena coscienza:



    I



    se paghi indirettamente stai andando a puttane ( anche comperare un bel vestito perché alle fighe piace è pagare ) quindi niente iporcrisie ... solo economia pure... il famoso CMS di est è vangelo... calcoli quanto spendi per arrivare alla chiavata e scegli liberamente le modalità



    direttissima- soldi in mano



    media- ostentazione regalini vantaggi ecc... ( l'arrivismo è solo una forma più squallida di prostituzione )



    indiretta-investi in contesti immagine ecc... questa è la più subdola perché sembra che non paghi



    II



    quantità e velocità... ma il brillantone figaccione riccone quanto ci mette a scopare ??? 2 ore una serata??? e quanta fatica... ragazzi io se posso scopo quasi tutti i giorni e voglio cambiare sempre ( se ho la strafica menebattoilculo ne voglio una diversa ) come faccio???

    a parte che non riuscirei a scopare così tanto non a pago e poi che palle perché devo sprecare una serata della mia vita se l'obbiettivo è solo scopare?



    III



    la resa ora dopo anni di meditazioni e studio della fica sono giunto a una sola conclusione le femmine si dividono in due tipologie ( per quanto riguarda il sesso ) quelle a cui piace il cazzo e qualle a cui non piace STOP... ai fini della scopata una troia cazzo friendly rende di più di una fidanzata di legno... quindi la pia illusione che le troie a letto non si divertono la lascio a gli sfigati che non le sanno far divertire



    IV



    preferisco che siano loro a prostituirsi che prostituirmi io... per beccare tanto devi essere omologato al sistema e io non lo sono... posso bluffare ( e quando voglio sono pure bravino ) ma mi costa uno sforzo psichico eccessivo rispetto allo sforzo economico di una troia ( i soldi fanno schifo sono solo uno strumento la mia testa no )

    inoltre non condividendo il sistema non posso favorirlo reputo altamente diseducativo assecondare il gusto della massa e le dinamiche sociali ( non ho voglia di fare il simpatico con una scimmia di merda ma se voglio scoparmela devo farlo )



    V



    maledettismo cronico le troie sono cool gli sguardi i baci quella complicità morbosa dolcissima e malata che solo una puttana coinvolta ti da non sono ripetibili in situazioni normali



    VI



    come diceva silvia saint "i like to work whit professional people" la troia media per sua definizione è meglio addestrata ( prende più cazzi ) e più tecnica di una dilettante



    VII



    non avendo problemi di sesso ( per ovvi motivi ) posso interagire in maniera veramente libera con le femmine senza bisogni o frustrazioni e se salta fuori scoparci SENZA PAGARE ( quello vero vedi punto I ) in scioltezza e tranquillità ( mica so stronzo che pago per forza se la scopata salta fuori ben venga )



    VIII



    a livello sentimentale cerco Donne e sono rarissime quindi della scimmietta come fidanzata o amante me ne faccio poco... il punto debole delle troie è ovv. il lato sentimentale



    IX



    tempi e varietà anche mr.cucadores becca quello che passa il convento e nei tempi che decide la socialità...bon sei figo sei brillante hai beccato la bella figa in disco... ma non hai scelto... io voglio modulare la mia sessualità come desidero e magari di scopare la modella alle 3 di notte menebattoilculo perché cercavo la tettona alle 4 del pomeriggio e come faccio a esaudire tutti i miei desideri nel dettaglio e con precisione senza ricorrere al mercenariato?? se qalcuno mi da la soluzione gli passo metà del mio troie buget



    X



    questione seduzione



    il contesto ti da le basi ( no figa no party ) e la tua posizione ( di potere nella società consumista ma anche altro in altri modelli sociali ) concretizza... fine della storia infatti quello veramente forte imho è quello che scopa fuoricontesto o senza posizione...



    se un briatore riuscisse a scopare in un ambiente di anarkoinsurrezionalisti di dove l'avere i soldi è motivo di odio e non di stima sarebbe un grande se scopa in sardegna è normale ... fuoricontesto



    se l'intelletualino idealista che veste male frequenta un gruppo di arrivati e arriviste e si bomba la gregoriacci di turno che guarda solo al rolex è un grande se se la bomba il fighetta è normale... senza posizione



    nel contesto e con la posizione è solo fare bene il compitino ( non devi fare cazzate ) e solamente un tapino può trovarlo appagante per il proprio ego ( quando voglio sedurre deve essere una sfida stimolante e non una rutine )



    DISCLAIMER IMPORTANTE



    ogni forma di mercenariato sessuale deve essere volontaria sono ferocemente contrario a tutte le forme di costrizione da terzi
    postato da: BW01 alle ore 12:46 | link | commenti (2)
    categorie:
    sabato, 02 settembre 2006
    CATTIVI MAESTRI VOL.1

    RispondiElimina
  12. Essendo io un nostalgico degli anni ottanta, preferirei essere una fonte di spuntì. (ah, ah, ah)

    RispondiElimina
  13. aggiungo (sono distrattaaa...):

    GRAZIE!
    A:

    http://www.superzeta.it

    RispondiElimina
  14. ora si può veramente dire che almeno questo post è andato a puttane.

    Prevengo che, quando non mi tira il culo (scusate il leziosismo), i commenti fuori tema li sego senza pietà.

    Anonimo, se ti piace il sesso mercenario, ok. La mia principale obiezione è la stessa che oppongo all'accanimento terapeutico, ossia: chi paga? Per provare le stesse esperienze che provi tu mi servono soldi che potrei guadagnare solo prostituendomi a mia volta.

    RispondiElimina
  15. giovane intoverso, papà mi ha mandato dagli scout.
    ho retto un mese, loro e le loro perverse scampagnate a fare freccette e altri segnali con rametti e sassi. ora ho scoperto cosa c'è che fra me e te, leonardo.

    FORZA LUKASHEVSKI!

    RispondiElimina
  16. da anonymous1

    1 - è casa tua, sega quello che ti pare...

    2 - sei sicuro di aver capito la meccanica?

    comunque, in tutte le cose della vita, PAGHI TE...

    RispondiElimina
  17. la cosa bella è che dopo un mese è venuto a tutti il dubbio che l'avessero i nonni..

    RispondiElimina
  18. non riesco a capire se la sottile ironia sugli scout é figlia dell'ammirazione oppure del disprezzo (probabilmente dovuto a qualche trauma infantile da povero lupetto).

    Comunque, essendo anche io uno scout (lo ero fino a 7 anni fa, ma in fondo lo sono ancora), anche a me ha incuriosito questo dettaglio, riportato da tutti i media, che questi due sono degli scout. Perché ci tengono tutti a dircelo? in fondo non sappiamo se lui gioca a calcetto oppure lei legge le carte. Ma sappiamo che sono scout. Perché? Due le risposte che mi sono dato: la prima va nella tua direzione: vogliono segnalarci che gli scout sono praticamente una rete clandestina, uno stato nello stato. Ok dai, non cosi brutale, ma insomma vogliono dirci che gli scout sanno organizzare bene anche un sequestro di persona. La seconda: che gli scout, in quanto cattolici un po' bacchettoni ma determinati ed intransigenti sono pre-disposti a mettere dinanzi a tutto il destino di una bambina. anche dinanzi agli altri 28.000 bimbi che rischiano di non tornare piú in italia. Che cosa dovrebbe fare uno scout? che cosa dovrebbe fare un cattolico che ha in testa la parabola del padrone che abbandona il gregge per prendersi cura di una pecora sola? che cosa dovrebbe fare un laico che non distoglie lo sguardo dalla sofferenza del singolo? Belle domande.... cambio canale anche io...

    RispondiElimina
  19. Nessun trauma infantile, oppure in 15 anni di scoutismo li ho superati.

    RispondiElimina
  20. dunque quando il GF statale ha deciso di impegnarsi un minimo ci ha messo 1 giorno a trovare la bambina. con tanti saluti alla rete clandestina dei lupetti. bah

    RispondiElimina
  21. se era in mano ai lupetti, povera bambina. so quello di cui parlo (perché sempre tanto sesso nelle tue canzoni? - hanno chiesto una volta a Frank Zappa. e lui: mi piace parlare di quello che conosco)

    RispondiElimina
  22. mi incuriosisce il decalogo sul sesso mercenario...
    voglio dire: il succo del discorso sembrerebbe "il sesso si paga comunque, in qualche forma, perciò preferisco pagarlo in euro. si risparmia tempo e denaro e fotto il sistema (ahahaha)"...
    sì, ma qual era la domanda?
    oppure: 'sti cazzi!
    ognuno spende quel che ha: tempo o denaro o tutti e due. immagino che l'anonimo abbia poco tempo e molto denaro oppure trombi poco.
    mi pare più una china psichiatrica che sociopolitica (e io ne so poco di tutte e due), però m'incuriosisce

    RispondiElimina
  23. Complimenti Leonardo, hai solo sbagliato la latitudine: il convento era in Val d'Aosta, non a Macerata. Non avevi però fatto i conti con la sindrome "Chi l'ha visto", riedizione in chiave postmoderna del "farsi i fatti altrui", debolezza umana da sempre.

    RispondiElimina
  24. sì, il convento c'era. peccato solo che i lupetti c'entrassero una benemerita. e i 20 giorni di tempo necessari a trovare la bimba sono stati spiegati col fatto che classificando il reato come sottrazione di minore non sono ammesse "indagini invasive". cioè in parole povere niente Grande Orecchio in attività.
    (ma anche per diffondere le foto delle nonne ci sono voluti 20 gg.)

    Grande Fratello dimostra ancora una volta di essere talmente potente che gli bastano i collaborazionisti arruolati con la propaganda per arrivare dove vuole e senza neanche impegnarsi troppo.

    RispondiElimina
  25. Cragno, non si parlava di lupetti in quanto lupetti, ma di rete scout come supporto logistico. Se tu provi a sottrarre un minore, il grande fratello ti becca in una mezza giornata, anche senza indagini invasive. Se ti fai aiutare dalla tua rete di supporto logistico (anarchici fantasovversivi), la mezza giornata si riduce a una mezz'ora. 20 giorni sono tanti. Tu non saresti stato capace. (A meno che tu non sia il ladro di Denise, nel qual caso tanto di cappello).

    RispondiElimina
  26. caro marcell_o, l'avevo già detto in un commento che - mi pare - sia sparito:

    sono "anonymousuno", e NON SONO "Balkan Bohemian Baltic Bahian Wolf" o, + semplicemente, "Balkan Wolf";

    il suddetto lo puoi trovare o sul suo blog, oppure nel forum, a lurkaggio libero, www.superzeta.it, ovvero il forum di Fabrizio Zanoni (ti avviso, trattasi di forum per maniaci del porno, la cui consultazione potrebbe turbare persone sensibili...)

    p.s: perché ho postato il suddetto decalogo?
    "leonardo" è riconosciuto, nella blogosfera, come fonte di spunti di riflessione;
    essendo l'ambito dei suddetti spunti parente dei famosi "brevi cenni sull'universo"
    non mi è parso off-topo segnalare qualcosa che afferisce all'ambito della "Sessualità a fini ricreativi",(alla quale sono molto interessato),
    e che mi pare, nella sua voluta e barocca selvaggeria, meritevole di riflessioni:
    1 - non banali;
    2 - libere dai consueti "vuoti a perdere mentali" tipici del giornalai ooops, scusassero, giornalisti.

    p.p.s: chi fosse interessato ad approfondire l'argomento "sex4play" consulti i testi - in francese - di:
    Daniel Welzer-Lang
    (lo trovate su google e, forse, su wikipedia français)

    ...

    RispondiElimina
  27. Purtroppo le tue considerazioni sono più banali di quanto tu creda.

    Qualche volta le cancello, altre volte no.

    Pagandomi forse avrai da me un trattamento migliore, nel senso che ti dirò che hai scritto bellissimi commenti che ho letto con molta gioia e che andrò subito a vedere i tuoi indirizzi, perché le tue provocazioni mi provocano tantissimo... tantissimo... oh.

    RispondiElimina
  28. la bambina è tornata in bielorussia. la lupetta, intervistata da una rete berlusconiana, ha detto che si vergogna di essere italiana. io no.

    (mi sono sempre stati sui santissimi, i lupetti, "troppo stupidi per vivere" volendo fare un citazione, questa è solo una conferma)

    RispondiElimina
  29. VA FAN ZUM te e i lupetti, dove nascondi le mie repliche? NON si fa così, UFFFAAAA... (cazzo, lo dico ad alex cockburn, che 6 un censorio di gauche...)

    RispondiElimina
  30. nel mio blog si legge chiaramente "Sei libero di scrivere qualunque cosa e io sono libero di cancellarti se mi va".

    Se non ti va, puoi lamentarti su un blog più paziente. La censura è un'altra cosa.

    RispondiElimina
  31. forse non sai che la lupetta è cugina dell'on. Giorgio Bornacin (Alleanza Nazionale) il che forse spiega il motivo della pigrizia nella ricerca e tante altre cosette... ma io sono un malpensante.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.