lunedì 20 agosto 2007

evadere Bossi

Bossi non paga Roma, perché Roma pagare Bossi?

Bossi di lavoro che fa? Parla. Ogni tanto va a Palazzo Madama e intasca il gettone presenza. Oppure non ci va e prende lo stipendio lo stesso. Che altro ha fatto nella sua vita? Non molto. Professione Senatùr. Bene, bravo.

Bossi per restare Senatùr cosa fa? Parla. Perché si parli di lui, perché la gente si ricordi che giù a Roma c’è lui a difenderli, ogni tanto si fa vivo, e spara una palla. Secessione, federalismo, pallottole, stavolta ha chiesto ai padani di non pagare le tasse a Roma. Che sarebbe forse apologia di reato, ma non sottilizziamo. Tanto sono solo boutades di fine agosto, strizzate d’occhio agli elettori che il loro sciopero fiscale se lo fanno già in privato da anni. Cosa facciamo, vogliamo mettere un bavaglio ai senatori eletti dal popolo? Si rischia di passare per populisti, o nemici della democrazia, e questo non è bello.

Io semplicemente gli congelerei lo stipendio. Fine. In busta gli lascerei un biglietto: ue pirla, ti ricordi in agosto che parlavi di sciopero al Brambilla? Beh, la tua mesata se l’è tenuta il Brambilla. E giustamente. Chi semina merda raccoglie stronzi, se avessi lavorato un giorno solo della tua vita lo sapresti, sennò lo impari oggi e fa l’istess. In gamba, eh!

E se gli venisse un altro ictus, tutta la nostra solidarietà, e ricoverarlo in un ospedale con l’organico bruscamente ridotto, per via dei tagli alla Sanità.

Tutto questo, nella mia più bieca fantasia, si concreta in una leggina piccola, semplice, che non sono riuscito a scrivere meglio di così:

ART. 1
Sarà congelato, con decorrenza immediata, lo stipendio di qualsiasi rappresentante eletto del popolo (Senatore, Deputato o Consigliere regionale, provinciale e comunale, ecc.) che abbia giustificato pubblicamente l’evasione fiscale a mezzo stampa, tv o altri. Il blocco sarà esteso a tutti i rappresentanti politici che abbiano pubblicamente solidarizzato con il primo dichiarante. Il blocco dello stipendio verrà annullato soltanto in seguito a una pubblica ritrattazione da parte del politico stesso, che dovrà avere lo stesso risalto delle dichiarazioni originarie.

Populismo, lo so. Ma secondo me Bossi va contrastato a questi livelli. Scandalizzarsi, come fa Veltroni, secondo me gli fa giuoco (anche perché Veltroni al momento è un po’ troppo abbronzato per sdegnarsi in modo credibile). Mi sarebbe piaciuto che lui e gli altri candidati leader avessero risposto così: Bossi inneggia allo sciopero fiscale? Benissimo, i soldi che perde l’erario li recuperiamo congelando i finanziamenti alla Lega. Fine del discorso.

O magari insistere un po’ di più sul fatto che Bossi è uno degli esempi migliori di politico sanguisuga, uno che da vent’anni non fa altro che intascare soldi a Roma per sparare scemenze contro Roma. La perfetta nemesi del Nord operoso, un cialtrone senza arte né parte che uno Stato civile schiaccerebbe col calcagno.

15 commenti:

  1. Ma non è apologia di reato invitare all'evasione fiscale ?

    RispondiElimina
  2. Si che è apologia di reato, come gli insulti agli immigrati (se non addirittura l'incitamento alla violenza) di Borghezio o le uscite omofobe di Gentilin.
    Ce ne sarebbero di stronzi da schiacciare se fossimo in un paese non dico serio, ma semplicemente normale.
    Come al solito, grande Leonardo.

    RispondiElimina
  3. si vero immenso Leonardo.
    Lui (dici bene te) prende lo stipendione , non fà una mazza...e da sempre polemiche e polemiche...
    perchè il signor Bossi, non si mette a fare un altro qualsiasi lavoro...?
    come gli piace a stà gente fare la bella vita..
    e comunque si è reato...
    ma tanto nessuno gli fà niente.
    paese di cacca.
    dobbiamo emigrare.

    RispondiElimina
  4. A Bossi non gliene frega niente del fatto che senza fondi non esistono servizi.
    Se gli ripiglia l'ictus, che evidentemente non gli ha insegnato niente, lui se ne torna in Svizzera come la prima volta.
    Comunque è tutta un'operetta: come fanno a fare sciopero fiscale, cioè a non pagare le tasse, se già non le pagano?

    RispondiElimina
  5. Al prossimo ictus Bossi fila a farsi tirare su per i capelli in una bella clinica privata.
    Niente tasse, niente ospedali... e si becca quello che trova: lui che può, almeno la bella camera arredata la trova per schiattare in silenzio e levarsi dai coglioni!
    Se un partito rappresenta gli interessi di in gruppo in un paese, con le sue ridicole percentuali di consenso, la lega non riesce neanche a rappresentare tutti insieme fannulloni, ignoranti, forcaioli, buzzurri, cafoni, analfabeti, ecc. ecc.

    RispondiElimina
  6. E invece a me piace l'idea del federalismo fiscale. Però l'entità del gettito dovrebbe deciderla ogni singola regione. Così i milanesi, già tartassati dalle tasse locali più alte d'Italia e gravati del simpatico ticket antismog dovrebbero fare i conti anche con Formigoni. Formigoni, il governatore della Lombardia, quello che ha aumentato i ticket sulla sanità. Sai che risate.

    RispondiElimina
  7. qui vai sul facile, però.

    ti considero sempre uno dei tre quattro migliri blogger italiani, ma mi piaci di più quando te la prendi con pannella.

    RispondiElimina
  8. Su tasse & C. segnalo questa "lettera del contribuente deluso" ed in particolare la risposta di Cipolletta:
    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Norme%20e%20Tributi/2007/08/botta-risposta-contribuente-padoaschioppa.shtml?uuid=ebcc0154-4646-11dc-b3f6-00000e25108c&DocRulesView=Libero

    RispondiElimina
  9. Trovo interessante che il Fisco si interessa così tanto di un Valentino Rossi che ha portato sicuramente tanti soldi ai suoi sponsor (Peroni, Alice poi Fastweb), e quindi entrate in più per l'Erario (oltre che tanta gioia per i suoi tifosi, che adesso si sentono nei bar a maladirgli), ma non prende nessuna posizione nei confronti di chi incita all'evasione fiscale.
    Jones

    RispondiElimina
  10. Il problema dei tifosi nel bar non credo sia l'evasione fiscale, quanto piuttosto i brutti risultati in pista.

    Il Fisco, più che prendere posizioni, deve preoccuparsi delle entrate: Rossi porterà anche un sacco di indotto, ma se evade va sanzionato come te e come me. Incitare all'evasione fiscale è, teoricamente, apologia di reato, un'infrazione che non dovrebbe essere il Fisco a sanzionare. Peraltro Bossi si muove sulla linea sottile della provocazione, fa una dichiarazione e la smentisce immediatamente (ha subito aggiunto che non versare le tasse "sarebbe incivile": suggerisce di versarle tutte in Regione, e sa benissimo che la cosa è impossibile, ma intanto si è regalato un titolo su tutte le prime pagine per una settimana, e questo gli basta e avanza).

    RispondiElimina
  11. Leonardo,
    qui (mi duole dirlo) ma sbagli.
    Ai tifosi, e ai commentatori da bar in genere, interessa qualsiasi mostro in prima pagina, per motivi fiscali o altro. E' vero che Rossi è una persona come noi, e se ha sbagliato deve pagare, ma da dove viene tutta questa certezza che abbia sagliato? Anche qui siamo di fronte a un processo più mediatico che altro, mi sembra.
    Infine, il confronto con Rossi era forse posto male, però: perché la stampa è pronta a fare a pezzi Rossi, e poi si beve le dichiarazioni di Bossi & C senza fare una piega? In altre parole, perché per sentire un commento critico dobbiamo leggere il tuo blog (cosa che faccio sempre volentieri), mentre la stampa di professione si appiattisce su posizioni banali, insipide e acritiche?

    RispondiElimina
  12. Separare le due cose:

    Rossi è un bravo e simpatico campione? Evviva

    Rossi evade milioni di euro?
    Deve pagare.

    -------------------
    BOSSI politico dice di non pagare le tasse?
    Rinunci PRIMA a qualsiasi introito che deriva dallo Stato (che gli viene dalle NOSTRE tasse).

    BOSSI cittadino non le paga?
    Che non si lamenti quando lo beccano, gridando alla persecuzione.

    RispondiElimina
  13. è giusto togliere a Bossi lo stipendio da senatore, sono certo che quando non dovremo più pagare a Roma tutte queste imposte, tasse e gabelle varie, gliene daremo uno molto più sostanzioso noi del nord, infondo se lo sarà proprio meritato.

    RispondiElimina
  14. Valentino Rossi a portato tanti soldi a se non alla Peroni casomai viceversa. Capisco che a certa gente come dicevano i romani bastano pane e giochi per sentirsi realizzati. Anche se mi permetto di dire che gioire dei sucessi degli altri e non dei propri mi sembra abbastanza da falliti più che da sportivi.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).