venerdì 20 febbraio 2009

Catone in segreteria

Caro futuro Segretario del PD,

che tu sia verde o rosso, bianco o nero, Diesse o Margherita, maschio o femmina, o altro, c'è un solo consiglio che mi sento di darti.
Qualsiasi saranno le cause su cui ti spenderai (ecco, magari non spenderti più di tanto contro i rincari a Sky), qualsiasi saranno le parole che sceglierai di usare, io ti propongo semplicemente di terminare con un ritornello semplice e riconoscibile. Come Marco Porcio Catone, te lo ricordi quando al ginnasio si tirava fuori Marco Porcio Catone? le matte risate.

Va bene, caro futuro Segretario del PD, che tu abbia fatto il ginnasio o no; Marco Porcio Catone era quel vecchio senatore Romano col pallino di Cartagine. Che era già stata sconfitta non in una, ma in ben due Guerre Puniche; umiliata e sottomessa. Ma questo non era abbastanza per Marco Porcio Catone. Lui sapeva che per quanto la si potesse umiliare e sottomettere, Cartagine era lì, al centro del Mediterraneo, in una posizione strategica per il traffico marittimo. E quindi sarebbe tornata grande prima o poi. Sicché c'era soltanto una cosa da fare se si aveva a cuore il futuro di Roma: distruggere Cartagine.
I colleghi senatori lo prendevano per matto e rimbambito; e in effetti lo era; ma lui non demordeva e di qualsiasi cosa parlasse in aula terminava sempre con lo stesso ritornello: bisogna distruggere Cartagine. Sul serio, peccato non avere i resoconti stenografici:

FLACCO: “Chiedo al Senatore di avviarsi alla conclusione, grazie”.
CATONE: “Certo. E quindi, senatori, terminando il mio intervento sull'esigenza di migliorare la viabilità sulla Via Salaria, vi rammento che occorre distruggere Cartagine”.

Se poi non ti ricordi come andò a finire, caro futuro Segretario del PD, non c'è problema, te lo rammento io: dai e dai, alla fine il vecchio Catone li convinse. Trovarono un pretesto, fecero una terza guerra punica, distrussero Cartagine e sulle rovine sparsero il sale. Potenza dei ritornelli.

E quindi, caro futuro Segretario: quando t'inquadreranno e ti chiederanno di dire la tua sugli stupri, la criminalità, la crisi dei consumi, degli impieghi, dei parcheggi, la mafia, la camorra, i rifiuti, i malati terminali, gli atei, i gay, Sanremo, la commissione vigilanza, gli stupri... tu di' quello che devi dire, Futuro Segretario, e non aver paura di essere franco e sincero. Però cerca di mantenere l'attenzione fino alla fine, e alla fine piazza una frase che sarà sempre la stessa, la tua Delenda Carthago, e potrebbe suonare così: chi ha corrotto David Mills?

Per farti degli esempi:
“Segretario del PD, La Russa propone la castrazione chimica per gli stupratori, lei cosa ne pensa?”
“Per castrazione chimica s'intende una cura ormonale temporanea che di solito si scambia con uno sconto di pena, e che aumenta l'aggressività dei pazienti. Solo a La Russa potrebbe venire in mente di aumentare l'aggressività dei maniaci sessuali, magari facendoli uscire di galera un po' prima. Propongo una cura a base di sviluppina per il nostro Ministro della difesa, e nel frattempo mi domando: chi ha corrotto David Mills?”

“Segretario del PD, le è piaciuta la canzone di Povia?”
“Mah, la melodia mi sembra di averla già sentita... quanto al testo, è la storia di una persona che a un certo punto cambia il suo orientamento sessuale. Spero che in Italia si continui a garantire il diritto degli individui a interrogarsi sulla propria identità sessuale, e a cambiarla, e già che ci sono mi domando: chi ha corrotto David Mills?”

Rideranno di te? Lasciali ridere. Ma non dar loro respiro. Questa domanda dev'essere la prima cosa che si ricordano al mattino. L'ultima cosa che si ripetono alla sera. Deve echeggiare nei loro sogni: chi ha corrotto David Mills? Finché un giorno, in un attimo di debolezza, proveranno a risponderti. Ma tu sai, ma noi sappiamo, che nessuna risposta li renderà liberi.

“Segretario del PD, come andranno le Europee?”
“Forse perderemo. Nel qual caso per Bruxelles partiranno altri allegri aeroplani imbottiti di leghisti che non capiscono l'inglese che i loro figli imparano all'asilo. Se è un modo per liberarsi dagli incapaci, pazienza. Ehi, a proposito, who corrupted David Mills?”

Che tu sia come quella canzone che al primo ascolto sai, che non potrai liberartene senza fartela piacere.

93 commenti:

  1. Ciao Leonardo, non è un commento, scrivo solo per avvertirti che ho messo il link alla tua letterino sul mio tumblr scemo (unpalombaro.tumblr.com). Spero che non ti scocci.
    Chiara

    RispondiElimina
  2. Ma sul serio c'è della gente che si scoccia se li lincano e quindi è invalsa quest'abitudine che se lichi qualcuno devi chiedergli subito scusa?
    No, perché ai miei tempi (quando si saltavano i fossi per il lungo) se qualcuno ti lincava gratis tu di solito dovevi come minimo lavargli la macchina.

    RispondiElimina
  3. eh eh. Non ho una macchina (e la bici è bucata) e non sono pratica degli usi e costumi dei blogger. ma qui ci passo tutti i giorni.

    RispondiElimina
  4. Gli italiani lo sanno benissimo chi è.
    E gli piace così com'è.
    E' questa l'orrenda verità.
    Sanno benissimo com'è, e gli piace così.

    RispondiElimina
  5. Ciao Leonardo, dato che ogni tanto ti linco sul mio tumblr (molto più scemo di quello di Chiara) (tigella.tumblr.com) non è che uno di questi giorni passeresti di qui a lavarmi la macchina? :-)

    RispondiElimina
  6. So che leonardo è molto impegnato. Il mio lavoro mi prende 8 ore al giorno (6,30 di lavoro più 1,30 di 'pendolare') eppoi ho una famiglia con tre figli, nondimeno mi offro io a lavare le macchine a tutti quelli che linkano leonardo, in vece sua.

    Nota: io ho iniziato con le BBS eppoi ho frequentato solo NG fino ad un paio di anni fa quando ho cominciato a frequentare qualche FORUM eppoi, aumentando la 'dose' quotidiana, ho cominciato a fequentare 1 BLOG: quello di carlo bertani...poi Grillo, Franceschetti (veramente atipico) ed adesso, da qualche settimana, Leonardo...avrei già deciso di smettere ma chiedo:

    cosa è un TUMBLR ? quanto 'sballa', può essere nocivo per chi ha superato i 47 anni?

    salvatemi, vi prego!

    ciao

    RA

    RispondiElimina
  7. Grandioso,
    E ricordatevi: "Chi ha corrotto David Mills?"

    RispondiElimina
  8. tu stai cercando un camileone rocca.
    attenzione perché nel lavaggio macchina è scarsissimo. confonde lush con bush, tanto per parlare solo di detersivi.

    RispondiElimina
  9. non e' che ti proporresti come leader del pd?
    per favore dai

    RispondiElimina
  10. 1- candidati, e ti voto.
    2- è vero, come ha scritto non so più chi, che gli italiani lo sanno e gli sta bene. Ma comunque non se ne puo' parrlare, potrebbe delegittimare il Suo potere, qualcuno potrebbe farsi qualche domanda del genere "ma va bene così?".
    3- se aspettiamo che sia uno del pd stiamo freschi. depidizziamoci, DEVE esserci qualcos'altro.

    RispondiElimina
  11. "Leonardo presidente del PD"

    È un ottimo nome per un gruppo di Facebook.

    RispondiElimina
  12. Bellissomo post.

    Certo ci vorrebbe uno con una bella faccia tosta davanti alle telecamere...
    E allora butto li una provocazione. Disegnamo il nostro animale da campagana elettorale (perchè, sad but true, le elezioni vanno vinte.. altrimenti non fai niente!):
    - Noto, perchè la sciura non vota chi non conosce
    - Un drago davanti ai microfoni e alle telecamere. Esperto del dibattito pubblico e soprattutto televisivo.
    - Giovane... ma siamo in italia quindi magari neanche tanto. Diciamo di aspetto giovane, e magari con un cerone a cui ormai ci si sia abituati.
    - Con un certo odio, magari personale per il nano.
    - Corretto e disponibile, ma in realtà con l'aria del leader dispotico che sa tenere tutti i sottoposti per le palline. Se lo avesse già dimostrato in aziende, o che so, giornali o testate giornalistiche meglio...
    - Di risaputo orienamento centro-sx ma in realtà amico di tanti.
    - Ben introdotto dove conta e magari bensposato nella nobiltà.
    - Laico, forse, ma sposato in chiesa.
    - Disoccupato, così da non alimentare conflitti d'interesse.

    Dai che ci siete...

    Enrico Mentana candidato premier!
    No? Vi sembra clamoroso?

    Giulio

    RispondiElimina
  13. bravissimo leonardo, chiediamolo sempre e ovunque:

    chi ha corrotto david mills?

    http://chihacorrottodavidmills.blogspot.com

    RispondiElimina
  14. miccie tempestose

    carboncopy.hobix.com/archives/kate%20bush%20-%2001%20-%20wuthering%20heights.mp3

    RispondiElimina
  15. Non sarò il futuro segretario del PD, ma da oggi chiuderò tutti i post con "Ah, ad ogni modo: chi ha corrotto David Mills?"

    Grazie per il consiglio/ispiraizone.

    Aloha

    RispondiElimina
  16. si poteva anche chiedere al precedente capo del PD di non dimettersi proprio il giorno della condanna di mills,in modo magari da non oscurare proprio del tuttto tutto tutto la notiziola

    comunque entro un paio di mesi inizieranno a ripeterci che berlusconi nel caso mills è stato assolto,come già ripetono per tutti i casi caduti in prescrizione o per le assoluzioni perchè il fatto non costituisce più reato

    RispondiElimina
  17. dimenticavo...chi ha corrotto david mills?

    RispondiElimina
  18. scusate ma ho due domande: ma chi è 'sto David Mills? E chi l'ha corrotto?


    Bravo Leonardo

    RispondiElimina
  19. Gentile Leonardo, per quanto il tuo post sia estremamente divertente e brillante mi permetto di far notare che:
    a) Carthago-Berlusko non è stato sconfitto due volte, bens' ha vinto lui... Semmai, la sua Carthago personale è il comunismo, e lui infatti continua a ripetere: Comunismus delendus est... E la cosa funziona!
    b)Sappiamo tutti perfettamente chi ha corrotto Mills. Il problema è che chi ha corrotto Mills si è fatto una legge che impedisce di punirlo, fino a che sta dove sta.
    c)I catoniani all'opposizione si erano già visti; e ripetevano: 'Conflictum Interessium delendum est', solo che poi nihil fecerunt...

    RispondiElimina
  20. Un bel post, non c'è che dire, e mentre lo leggevo mi chiedevo: chi ha corrotto David Mills?

    RispondiElimina
  21. Ganiale come sempre.
    Ma...chi ha corrotto David Mills?

    RispondiElimina
  22. Un "chi ha corrotto david mills" a tutti!!!!
    http://chihacorrottodavidmills.blogspot.com
    Geniale e chihacorrottodavidmillslevole

    RispondiElimina
  23. È stato silvioberlusconi!!!
    ...
    ...
    ... ho rovinato la suspance?
    Paolo

    RispondiElimina
  24. Insomma, Di Pietro segretario del PD. E non sarebbe neppure male. Anzi, perché no?
    Geppo

    RispondiElimina
  25. Leonardo, io ti voto subito presidente di qualsiasi cosa. Meglio: ghost writer. Altro che Karl Rove.
    La dama del lago

    RispondiElimina
  26. mah

    io so' 40 anni che chiedo chi ha buttato pinelli dalla finestra...

    RispondiElimina
  27. @anonimo: purtroppo per tutti non eri segretario di un partito di massa e ora di ex massa...
    la dama del lago

    RispondiElimina
  28. E suona pure bene, pare il titolo di un film, "Chi ha corrotto David Mills?"

    RispondiElimina
  29. "And did the Countenance Divine
    Shine forth upon our clouded hills?
    And was Jerusalem builded here
    Among these dark Satanic mills?"

    william blake-Jerusalem

    RispondiElimina
  30. Chapeau al post. Da un lato, è vero che la maggior parte dei nostri connazionali sa chi è che ha corrotto Mills e non se ne cura (anzi). D'altro canto, dobbiamo ricordarlo. Non foss'altro per evitare che un giorno i nostri eredi ci puntino un dito contro e ci dicano "ma voi cosa facevate, dove eravate, mentre tutto ciò accadeva?". A quel punto la beffa si aggiungerebbe al danno.

    RispondiElimina
  31. leonardo, gli italiani son gli stessi.
    ma chi legge i giornali o i blog? una minoranza.

    chi ha condannato david mills?
    "COMUNISTA!", ti risponderanno.
    ahimè.

    Marco

    RispondiElimina
  32. E lasciali dire.
    Tieni la palla e mettili sulla difensiva.

    RispondiElimina
  33. e chi ha ucciso Laura Palmer?

    RispondiElimina
  34. ehm leo non per fare lo spocchioso ma....

    "who BRIBED David Mills" se dici "corrupted" lasci intendere che Mills era un bravo ragazzo che è stato trascinato in bische e bordelli da cattive compagnie

    RispondiElimina
  35. Non per fare lo spocchioso, ma... un pochino lo sei, eh.
    E adesso chi lo spiega a Mark Twain?

    E a quelli del Webster?

    RispondiElimina
  36. Caspita, che domanda cazzuta.
    Un po' come chiedere al naziskin che ti sta sprangando a morte fra gli applausi generali
    "Chi ti ha fatto quel taglio di capelli?"

    RispondiElimina
  37. http://www.facebook.com/group.php?gid=51349509508&ref=nf

    RispondiElimina
  38. Appunto Hadleyburg viene corrotta perché essa stessa aveva la fama di incorruttibile, o come va di moda ora dire, moralmente superiore. Ed è un piano costruito ad arte per corromperla, rovinarla, non c'è contropartita tipica invece di una "bustarella" o bribe.
    Anche il webster che citi, conferma un certo grado di rovina nel termine inglese di corrupt. Mentre "bribe" va appunto a chi è abituato ad essere comprato e quindi è già corrotto.
    A meno che tu non intenda dire che Mills era uno stinchissimo di santissimo, e che c'è stato qualcuno che ha voluto rovinarlo a bella posta. Allora, se fosse così, che caccio, è una roba brutta.

    Altro Anonimo Diversamente Spocchioso dall'Anonimo Spocchioso Prima

    RispondiElimina
  39. in realtà nel caso specifico il termine più appropriato sarebbe "suborned", e con questo non so se sto facendo lo spocchioso, ma ho ragione.

    RispondiElimina
  40. Francesco hai ragione, oh, beh, come si dice, chi di spocchia ferisce, di spocchia perisce.

    Anonimo Diversamente Spocchioso

    RispondiElimina
  41. Sentite, secondo me avete frainteso il concetto di "comunicazione".
    Essa serve per lo più a veicolare messaggi, che possono anche consistere nel "ahò quanto so' bravo coll'inglese", ma di solito no.

    Nello fattispecifico, potevo usare "bribed" o forse anche "suborned", ma se sto parlando a degli italiani, e il messaggio non è "sono più bravo di voi", ma "io e voi sappiamo più inglese di un eurodeputato leghista media", preferirò senza dubbio il sinonimo di origine latina. Che è un sinonimo: lo dice il Webster, lo usa Mark Twain, non rompete i coglioni. Non siete più simpatici di quelli che ti perseguitano perché vorrebbero in "obiettivo" una quantità di b" diversa da quella che ci mettete voi; quelli che si eccitano togliendo l'accento da "sé stesso".

    RispondiElimina
  42. Spocchia, spocchia delle mie brame,
    chi è il più spocchioso del reame?

    RispondiElimina
  43. abbasta col PD, riedizione del pentapartito,abbasta, abbasta!

    Il Gran Vermo gli italiani lo amano, come amavano l'altro Vermo di 70 anni fa, ma nè allora nè oggi ci si deve stancare di urlare quanto fanno schifo Lui e loro.

    RispondiElimina
  44. Ma la frase " io e voi sappiamo più inglese di un eurodeputato leghista mediO " non diventa un pò falsa dopo che ci è stato fatto notare che abbiamo sbagliato verbo ??

    RispondiElimina
  45. Forse c'è stata l'incursione di qualche berlusconiano che è riuscito a farci cambiare argomento senza che ce ne accorgessimo.
    Non mi importa come si dice in inglese, sta di fatto che qualcuno è stato corrotto ma il corruttore "non esiste". Solo in Italia...

    RispondiElimina
  46. trattandosi di vicende giudiziarie, i sinonimi spesso non sono sinonimi: in inglese se "corrupt" qualcuno, commetti un'azione eticamente riprovevole, ma non un crimine.
    Per l'azione criminosa consistente nel convicere qualcuno a violare la legge o dichiarare il falso in cambio di denaro o di favori di qualche natura, esistono termini diversi. Il "suborned" suggerito da qualcuno è effettivamente un termine che alle orecchie di un avvocato anglosassone suonerebbe esattamente come il crimine di corruzione in questione.
    Non è bello fare i radical chic anglofoni e poi incazzarsi quando ti viene fatto notare che sei meno anglofono di quanto credevi.

    RispondiElimina
  47. http://www.facebook.com/group.php?gid=51349509508

    il gruppo su facebook ci voleva! :-)

    RispondiElimina
  48. A sembrare anglofono non tenevo, ma se sul Webster "corrupt" è sinonimo di "bribe"; se celebrati scrittori lo hanno usato come sinonimo, forse è il caso di ammettere che è un sinonimo e tagliarla corta.

    RispondiElimina
  49. Potrebbe diventare un successone televisivo firmato Fininvest-Disney tipo "Where Is Carmen Sandiego?".

    RispondiElimina
  50. Il naziskin vi sta sprangando a morte fra gli applausi generali, e voi a litigare se "taglio di capelli" si dice "haircut" or "hairdo".
    Caspita.
    Sembra uno sketch dei Monty Python.

    RispondiElimina
  51. lo spocchioso @leonardo
    appunto se guardi sul Webster non c'è nessun riferimento a mazzette etc ma a corruzione morale in un senso molto largo puo significare come lo intendi tu ma il termine piu appropriato è bribe

    transitive verb1 a: to change from good to bad in morals, manners, or actions ; also : bribe b: to degrade with unsound principles or moral values2: rot , spoil3: to subject (a person) to corruption of blood4: to alter from the original or correct form or version the file was corruptedintransitive verb1 a: to become tainted or rotten b: to become morally debased2: to cause disintegration or ruin

    RispondiElimina
  52. Io, nella prima riga che tu hai citato, leggo che corrupt è sinonimo di bribe.

    Magari poi si sbaglia il webster, e ha ragione un anonimo commentatore.

    Ho già scritto che il punto non è trovare la parola più precisa (come se quando parliamo in italiano scegliessimo sempre la più precisa), ma quella più omnicomprensibile, che se siamo in Italia è senz'altro quella di origine latina. Non so te, ma ho in mente qualche decina di persone che pur avendo studiato inglese, se dicessi "who bribed Mills" senza sottotitoli, risponderebbero "Huh?"

    RispondiElimina
  53. @Spocchiosi
    Leo non intendeva coniare una frase inglese per anglofoni, ma una frase inglese per italiani.
    Uno slogan. Una cosa tipo "Two gust is megl che one".
    Ma non funzionerebbe comunque.

    RispondiElimina
  54. Come dice The awful truth, il punto è proprio questo: se leo avesse scritto "who bribed" qui non l'avrebbe capito quasi nessuno.
    Se io dovessi tradurre questo post in inglese, userei il verbo to bribe che è sicuramente quello più preciso, ma qua il verbo to corrupt è quello corretto.
    (e comunque non direi che autoreggente Franceschini ha seguito il consiglio di leo, e questa mi pare la cosa davvero grave)

    RispondiElimina
  55. Siamo proprio messi male: ormai abbiamo a sinistra solo l'ossessione anti-berlusconi, e così si perderà sempre.
    Mai parlare di che società vorremmo, di che programma dovrebbe avere la sinistra, della puntuale critica a tutti i provvedimenti governativi, della politica delle alleanze?
    Niente, l'unica cosa che apparentemente conta è avere una battuta adeguata. Il fatto che bisogna comprendere è che Berlusconi vince su un piano culturale, come sta tentando di fare anche la chiesa a partire dal caso di eluana. Per questo, l'opinione di Beppe Englaro non mi convince: prima ancora di sapere se la legge deve prevedere il testamento biologico, bisogna convincere la gente che un trattamento medico che serva esclusivamente a prolungare uno stato di coma profondo per 17 anni è una barbarie.
    Non basta dire che non dev'essere imposto a tutti, ma bisogna anche affermare che, violando la natura, è una vera barbarie. Una volta chiarito questo, possiamo accettare anche il testamento biologico, tanto per essere tolleranti.

    RispondiElimina
  56. Va bene, parliamo di che società vorremmo, di che programma dovremmo avere, di testamento biologico ecc ecc, e alla fine però non rinunciamo a porci una domanda: chi ha corrotto David Mills?

    RispondiElimina
  57. OK, non sarò io a provare a smontarti la battuta: ha una sua efficacia...
    Ma, come dici tu stesso, la battuta lasciamola per la fine. Prima dobbiamo occuparci di questioni ben più complicate. Almeno su questo, potremmo essere d'accordo, o no?

    RispondiElimina
  58. bellissimo post, perfetto il gruppo su facebook. molto di sinistra anche la disputa sul verbo, e l'immancabile rimbrotto anti-anti-berlusconismo. manca solo chi ti faccia notare che nel frattempo il sale l'hanno esaurito stavolta a Roma, per spargerlo sulle rovine della sinistra. e a spargerlo, stavolta, sono i cartaginesi. ooops. te l'ho fatto notare io. in ogni caso bisogna chiedersi: chi ha corrotto david mills?

    RispondiElimina
  59. @leonardo giusto per essere definitivamente stronzo

    quando in un dizionario inglese vedi "also" non significa sinonimo significa "vedi anche" e intendi termini della stessa famiglia semantica. I sinonimi se guardi sono in fondo e riporta debased

    RispondiElimina
  60. Anonimo, tu hai un grave problema con l'evidenza.

    Perché poi te la prendi con me, comincia col Telegraph.

    RispondiElimina
  61. questo è il segretario ideale di chi vorrebbe il berlusca al potere anche da morto:

    "è vero la disoccupazione è al 20% il pil in contrazione tremenda da anni, l'inflazione è ai livelli della repubblica di weimar, la Cina si è rotta di finanziare il debito statunitense e abbiamo i presupposti per un'altra guerra mondiale ma questa volta con le bombe atomiche, per questi e per altri motivi che anche oggi chiediamo a questa assemblea chi ha corrotto david mills: è questo che interessa al popolo"

    RispondiElimina
  62. Non riesco a capire in che modo disoccupazione, contrazione, spettri di guerra atomica, possano giustificare la corruzione dei tuoi governanti.

    Oddio, due ipotesi ci sono. La prima è che sei stupido, e la scarto. La seconda è che speri che il tizio che corrompe passi un ossicino da rosicchiare anche per te, e quindi ti dedichi a cercare motivi per cui non dobbiamo preoccuparci della sua corruzione, ma per esempio della disoccupazione al 20% o della guerra atomica.

    Ma a questo punto, perché non parlare di disoccupazione all'80%, guerra interplanetaria, e soprattutto orde di rumeni che stuprano? Sono tutti buoni motivi per tenerci un corruttore al governo.

    RispondiElimina
  63. Leo, a noi la corruzione dei governanti pare ingiustificabile, ma noi siamo una sparuta minoranza, e per recuperare consenso abbiamo bisogno di un tormentone più incisivo.
    We need something better.
    Or the lousy punchlines of that crooked little man with creepy fake hair will keep on punching us to death.

    RispondiElimina
  64. L'anti-antiberlusconismo e' una cosa che credo possa esistere solo in Italia, tra i paesi d'Europa.

    L'idea che ci si accanisca "troppo" contro le palesi irregolarita' di qualcuno che sconvolge le regole del gioco per vincerlo sembra troppo. Mi viene un parallelo, non so quanto calzante, con il calcio.

    Un paio d'anni fa si trovo' una squadra che "rubava" in senso molto lato, con le mani praticamente nel sacco. Intimidazioni e pressioni agli arbitri emersero, insieme ad un giro di soldi che venivano distribuiti tra i vari procuratori dei calciatori.

    Quando si faceva notare ai tifosi di questa squadra il fatto saliente si avevano prevalentemente alcune risposte

    1) la squadra giocava comunque MEGLIO delle altre (come se l'accusa fosse di giocare "male" e non di barare)

    2) chi giudicava non era per se', imparziale (l'attacco al giudice serve sempre a distogliere l'attenzione da altro)

    3) C'erano altri che facevano lo stesso, era un SISTEMA che era corrotto, non la squadra. La storia del SISTEMA e' piu' vecchia dell'Italia, e serve chiaramente a dire che se sono colpevolitutti non e' colpevole nessuno, e quindi pari e patta...

    Secondo me saltano agli occhi tante analogie con le cose che vengono imputate al Signor B e le critiche che vengono ritorte a chi fa notare che le regole sono state sovvertite e corrotte.

    La squadra dello scandalo di cui sopra se la cavo' (siamo in Italia, ricordate) con poco piu' che un buffetto sulla guancia. Berlusconi non voleva neppure quello e quindi legge (lodo?) Alfano...

    RispondiElimina
  65. "Non riesco a capire in che modo disoccupazione, contrazione, spettri di guerra atomica, possano giustificare la corruzione dei tuoi governanti."

    E chi ha detto che la giustifica?
    Mi sono messo nei panni dell'elettore che ha perso il lavoro ed i risparmi e si vede davanti berlusconi che propone soluzioni (del cazzo, ma questo l'elettore medio non lo sa) ed il leader del pd che si preoccupa di una tangente per il processo all iberian, roba che al tizio sopra non lo sfiora minimamente nella sua vita personale.
    Il tizio in questione chi voterà? io dico berlusconi.

    RispondiElimina
  66. Bah il punto qui non è solo quello della tangente. Il fu Porcio Catone parlava di tutto, (ovviamente da conservatore, perché era un oligarca bello e buono) però c'infilava quella clausoletta finale che permetteva, anche attraverso l'autoironia, di non lasciar cadere la questione Cartagine nel dimenticatoio. La sua linea ha finito col prevalere.
    (Come Berlusconi a furia di urlare alla persecuzione è riuscito sempre a farla franca.)
    Questo si capisce perfettamente dal pezzo di Leonardo: ce lo sognamo un segretario pd che parla con altrettanta fermezza e chiarezza di cose che tra moderati progressisti dovrebbero essere ovvie a tutti da un pezzo e poi riesce comunque a farti ricordare: "delenda Carthago".

    Pd e antecedenti hanno smesso da un pezzo di parlare per cose concrete perché le cose concrete (welfare, retribuzioni, accesso alla cultura, evasione fiscale, criminalità organizzata) avrebbero richiesto di contrastare una classe sociale (gli imprenditori) con cui non si voleva assolutamente urtarsi e un'ideologia, (liberismo), cui non si voleva opporre o inventare in maniera altrettanto ferma nessun altro modo di vedere il mondo. Quindi: il pericolo n. 1 era sempre "il terrorismo", o addirittura "la violenza", l'unica cosa da fare "difendere le istituzioni" e per il resto lasciare che chi aveva soldi e potere ne facesse quel che voleva, delle istituzioni medesime, usandole per modificare legislazioni come quella sul lavoro o sulle privatizzazioni dei servizi che hanno finito fatalmente col peggiorare la vita di tutti coloro che non facevano parte di quel ceto privilegiato.
    tutti gli altri dovevan star zitti e crociare quando era il momento.

    Davanti a chi agitava problemi di sopravvivenza, si sono rifugiati nella formula magica: "solidarietà" "inclusione", versione moderna della dama di s. Vincenzo, pensata per i casi limite. Non per la civiltà della vita in comune, per la qualità della vita della media delle persone, a cui bastava dare qualche serie tv e tenerla ben tranquilla a casa (come ben descriveva Leonardo questo inverno). Intanto combattevano il peggior nemico: chi osava dire, in maniera altrettanto velleitaria, ahimè, che forse il miglior amico di chi vive in questo paese non erano gli imprenditori e lo smantellamento dello stato sociale.

    Temo sia proprio inutile sperare da costoro concretezza, perché non è nei loro scopi politici.

    La paura dell' "antiberlusconismo" - che poi dovrebbe essere chiamato per quel che è: le leggi sono leggi e chi le viola paga, andiamo avanti - rientra in questo quadro. Ma aiuta solo a far pensare chiunque che la salvezza è sempre e solo essere più furbi e più forti. Aumenta il degrado civile. Poi non scandalizziamoci delle ronde!

    Mirano, forse, ai voti dei "privilegiati" medii più illuminati: ma un simile ceto in Italia non è mai stato maggioritario, proprio per mancanza di cultura ad hoc, che pd &co non hanno mai saputo sostenere: la gente colta ha troppa fantasia. E questi "privilegiati", anche grazie alla loro politica, stanno scomparendo.

    La dama del lago

    RispondiElimina
  67. Mi sono messo nei panni dell'elettore che ha perso il lavoro ed i risparmi e si vede davanti berlusconi che propone soluzioni (del cazzo, ma questo l'elettore medio non lo sa)

    E' curioso, eh? Che appena ti metti in panni non tuoi ragioni da cretino.
    Fa' una cosa: non metterti nei panni non tuoi. Il fatto che un corruttore al governo ti stia bene non significa che debba star bene a un qualsiasi elettore medio.

    RispondiElimina
  68. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  69. Che poi non e' mica vero...
    questo elettore medio non esiste. E' una creatura dell'immaginazione inventata per convinverci che non e' giusto che un politico si possa "bruciare" per via di esser stato preso con le mani nella marmellata.

    Tanto che in tanti paesi esteri, quando succede, i politici si DIMETTONO, altrimenti i loro partiti perdono una cosa chiamata credibilita'.

    lo sapete perche' cio' in Italia non succede? E' semplice: perche' al contrario che in Italia, nei paesi "civili" e' la stampa a controllare la politica.

    I pochi giornalisti che ancora denunciano la corruzione vengono allotnati dai media principali, e quindi dall'"elettore medio" che quindi, piu' che non interessarsi, non viene proprio tenuto al corrente di che porcherie gli fan passare sopra la testa. Oppure crede che "cosi' fan tutti" e non c'e' via di uscita.

    E quando si gioca al gioco della tivvu indovinate che vince?

    edit: mi sono parlato addosso

    RispondiElimina
  70. vabbè tenetevi la vostra opinione e berlusconi in eterno che ve devo dì.

    RispondiElimina
  71. Devi prenderci per persone magari poco informate ma intelligenti, che capiscono al volo quanto possa essere rischioso mandare corruttori al governo.

    Io almeno faccio così: non considero le persone stupide. Le considero senz'altro poco informate, a causa di una certa concentrazione editoriale che si è creata in Italia, e quindi credo valga la pena di far notare piccole notizie a cui nessuno dà risalto, come ad esempio: lo sai che David Mills è stato corrotto? Secondo te, da chi?

    RispondiElimina
  72. non lo sa neanche il pm perchè dovrei saperlo io? forse lo stesso che ha preso un miliardo da raoul gardini a botteghe oscure (stando a quanto dice di pietro)

    Detto questo: credo che tu fai lo stesso errore di cui mi accusi pensi sia logico che per i cittadini sia di vitale importanza che i governanti siano integralmente onesti, quindi se vince le elezioni ma è corrotto evidentemente c'è una falla nel sistema di informazione.

    Ebbene non è così, tutti praticamente sanno che berlusconi è stato coinvolto in fior fior di processi, ci è caduto un governo nel novantaquattro, e pure lui lo ricorda ogni 3x2 per ricordare che non ha ricevuto alcuna condanna.

    Questa della corruzione è semplicemente una carta già giocata, ha avuto un certo effetto e le persone su cui ha avuto effetto già votano a sinistra.

    Però ribadisco, dal momento che non è nei miei sogni avere le finanziarie dei governi prodi, tieniti pure la tua opinione, non ne discuto.

    RispondiElimina
  73. «Chi ha corrotto David Mills?»

    Io punterei sulla Befana o su Babbo Natale.

    L'italiano medio (che esiste, eccome se esiste) si beve qualsiasi scempiaggine. È ignorante come una capra e superficiale come la schiuma della vasca di un depuratore.

    Il nemico non è il povero B, il nemico sono l'ignoranza e la superficialità ... e pure la spocchia populista che alberga in certa sinistra e quella elitista di certa destra.

    RispondiElimina
  74. "Spocchia populista"?

    "Il nemico non è il povero B, il nemico sono l'ignoranza e la superficialità"

    Ho capito. E' un po' come dire: il problema non è il virus, il problema sono questi ignoranti che si ammalano.

    RispondiElimina
  75. B non è il virus, ma solo uno dei tanti ammalati.

    RispondiElimina
  76. La disonestà dei governanti é la causa principale del malfuzionamento della società, quindi la proposta dello slogan é a mio parere indiscutibilmente valida. Concordo inoltre che l'antiberlusconismo debba essere chiamato con la parola italiana esatta, senza ricorrere ai neologismi: giustizia. L'italiano medio, vuoi per colpa dell'editoria, vuoi per colpa della televisione, vuoi per colpa dell'istruzione in declino, é ignorante? Facciamo del nostro meglio per informarlo, mettiamolo davanti a degli interrogativi, chi ha corrotto David Mills? Ti rendi conto che corrompere significa rubare? Ti fidi di chi ti deruba? Aiutamo queste coscienze annebbiate a collegarsi alla realtà e a capire che se le cose vanno male un motivo c'è, ma facciamolo veramente, attraverso i blog sulla rete e con il dialogo nelle piazze, tutti (quelli che hanno interesse a migliorare le cose), compresi i leader di partito.

    Marco

    RispondiElimina
  77. Ignoranza e superficialità sono, tra l'altro, causa della diffusa disonestà degli italiani.

    Fare colpa di ciò a B e alla classe politica in generale, oltre che ingiusto, è anche dannoso.

    Se non si identifica correttamente il problema, non c'è alcuna speranza di risolverlo.

    Se assecondiamo il malvezzo di addebitare le responsabilità sempre agli altri, invece di porre i cittadini di fronte alle loro proprie, non facciamo che perpetuare lo status quo.

    RispondiElimina
  78. Con permesso, sono discorsi da tartufi.

    Stai dicendo che è inutile processare un corruttore, perché in Italia c'è una diffusa disonestà.

    Questo ragionamento funziona solo con B: se io parcheggio sulle righe mi fanno una multa, e il vigile se ne fotte alla grande se gli spiego che è inutile addossarmi tutte le responsabilità della diffusa disonestà degli italiani.

    RispondiElimina
  79. Vuoi la prova definitiva che la tua domanda "Chi ha corrotto David Mills?" è solo un altro piccolo meme bloggarolo del tutto innocuo per il potere?
    Sofri e Bordone ne hanno parlato a
    Condor su Radio 2.

    Senza dire che l'idea iniziale è stata tua, comunque.

    RispondiElimina
  80. Ma guarda che non hai capito, Leonardo.

    1. Non dico che B non vada processato.

    2. Non ti addosso nessuna particolare responsabilità.

    Solo dico che che le responsabilità sono sempre personali e specifiche del singolo fatto.

    Lo sfascio dell'Italia (di cui B al potere è solo uno degli effetti) discende totalmente dalla pessima disposizione dell'italiano medio, o (se preferisci) dalla pessima disposizione media degli italiani: sempre pronti a condannare gli errori altrui e ad essere condiscendenti con i propri e quelli di amici, parenti e amici degli amici.

    Detto ciò, mi associo alla domanda, ma perché penso che B, come tutti, debba rispondere dei suoi atti, non perché creda che, quando ciò avvenisse, costituirebbe un bagno lustrale per l'Italia tutta.

    Dunque scagioniamo pure la Befana e Babbo Natale e domandiamo: « Chi ha corrotto David Mills ? ».

    Ma senza farci illusioni e ricordando che il problema nasce da ignoranza e superficialità.

    RispondiElimina
  81. Temo che "malcostume diffuso" o "disonestà dei governanti" siano dei termini interessanti, se si vuole fare un tema a scuola.

    In realtà esistono però concetti meno generici, che si chiamano reati. Chi contravviene alla legge deve essere giudicato in maniera adeguata, che sia un politico potente, un capitano d'industria, o un ladro di polli.

    Se facessimo rispettare questo semplice principio ci sarebbe ben poco altro di cui discutere qui, sopratutto ci si dovrebbe preoccupare meno di chi sia il malcostume iniziale, se dei politici o dei cittadini, se l'onere del peccato originale sia dell'uovo o della gallina.

    Andrea

    RispondiElimina
  82. "Ti rendi conto che corrompere significa rubare? Ti fidi di chi ti deruba?"

    purtroppo io sono ignorante, probabilmente causa editoria, televisione e istruzione. Però sono pronto ad essere illuminato.
    dunque spiegatemelo come se fossi un bambino di due anni.
    Oskar Schindler corrompeva funzionari nazisti per salvare ebrei, corrompere vuol dire rubare => Schindler era un ladro. (rimane da spiegarmi a chi rubava, al popolo tedesco?)

    RispondiElimina
  83. Magari il tuo problema fosse l'ignoranza.

    Il tuo sillogismo: Berlusconi corrompe; anche Schindler lo faceva => continua, dai: Berlusconi eroe? Berlusconi simpatica canaglia? Berlusconi giusto d'Israele?

    Se hai studiato Schindler per ridurti a para-ragionamenti del genere, era molto meglio per te restare ignorante.

    RispondiElimina
  84. Non è un sillogismo, è semplicemente sostituizone di termini considerati equivalenti.
    Data una proposizione vera, sostituendo ad uno dei termini un termine sinonimo, la condizione di verità rimane soddisfatta.
    Quindi se la corruzione è sinonimo di furto ne consegue che si può dire che Schindler era un ladro senza poter essere smentiti.

    Oppure la corruzione non è un furto.

    Oppure la corruzione eventualmente fatta da Berlusconi può essere considerata furto mentre quella di Schindler no.

    In tal caso però bisognerebbe spiegare perchè, quali sono le differenze tra i due casi.

    Non è che uno se ne può uscire allegramente dicendo che la corruzione è un furto senza spiegare; sennò io me ne esco dicendo "Ti rendi conto che corrompere significa uccidere? ti fidi di chi ti ha ucciso?".
    E' ovvio che è una frase senza senso (specie se lo dico ad una persona viva).

    RispondiElimina
  85. Non riesco più a ricordarmi chi diceva che un intellettuale è una persona erudita oltre le proprie possibilità.

    E' ovvio che è una frase senza senso (specie se lo dico ad una persona viva).
    Vabbè, prova con le persone morte, chi tace acconsente...

    La corruzione è furto, nel senso che ti consente di ottenere cose che legalmente non avresti: Schindler lo faceva, probabilmente lo ha fatto anche Berlusconi. Quello che distingue i due casi (e solo fino a un certo punto) è il fine. A meno che Berlusconi non abbia corrotto Mills per salvare vagonate di ebrei dai forni, il che probabilmente cercherai di dimostrare nel prossimo commento.

    Adesso probabilmente arriva anche un compare che mi dà del nazista, aspetto solo lui e poi chiudo il thread.

    RispondiElimina
  86. Sindrome di Algernon?

    Adesso non prendere d'acido, però.

    Ti si legge sempre con piacere, nei post.
    Nei commenti, invece ... un po' più di contegno, via!

    RispondiElimina
  87. "Quello che distingue i due casi (e solo fino a un certo punto) è il fine. A meno che Berlusconi non abbia corrotto Mills per salvare vagonate di ebrei dai forni"

    non mi sono studiato tutte le carte del processo quindi potrei dire delle imprecisioni, ma berlusconi eventualmente avrebbe corrotto mills per essere reticente come testimone di un processo per falso in bilancio senza che si sia costituita una parte civile, quindi in tutto questo ancora non riesco a capire chi è la vittima.

    ok, detto questo il nocciolo del discorso è un altro:
    cosa rende più onorevole la corruzione di schindler rispetto a quella di berlusconi?
    il fine, e cosa rende più onorevole il fine di schindler?
    il fatto che le leggi e gli ordinamenti vigenti nella germania nazista erano ingiusti.
    questo presuppone un senso di giustizia preesistente la legge, nello specifico fu il partito nazista a derubare gli ebrei dei loro averi e delle loro vite, quindi schindler in realtà restitui agli ebrei parte del maltolto usando la corruzione.

    la differenza quindi è questa, la corruzione è una violazione delle leggi di uno stato, e la sua dannosità dipende dalla malvagità dello stato e da quanto viola i diritti delle persone.
    il furto invece è un atto che ha significato al di fuori dello stato. la gente può derubarsi a vicenda al di fuori dell'ordinamento statale.

    tutto sto pippone non è ovviamente per difendere berlusconi, la cui esistenza mi è ormai indifferente.

    RispondiElimina
  88. Se non è per difendere Berlusconi, a cosa serve, ad annoiare me? Missione compiuta.

    RispondiElimina
  89. Giusto per puntualizzare...

    In un processo per falso in bilancio la vittima e' il fisco, a prescindere da eventuali parti civili. Il fisco, in democrazia, e' composto in ultima istanza dai cittadini onesti che pagano le tasse e rispettano la legge. Ergo le vittime sono i cittadini onesti che pagano le tasse e rispettano la legge, categoria a cui Silvio chiaramente non appartiene (come dimostrato da varie sentenze durante gli anni).

    Chi ha corrotto David Mills ha colpito i cittadini onesti che pagano le tasse e rispettano la legge. I cittadini onesti che pagano le tasse, in un paese normale, non votano per qualcuno che li ha palesemente defraudati piu' e piu' volte...
    E invece in Italia si comportano come la moglie che si lascia picchiare dal marito "pur di non rischiare di rimanere sola".

    L'Italia e' un bellissimo paese... tanto quanto il Messico, o la Bolivia, o il Cile di Pinochet...

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).