Visita <a href='http://www.liquida.it/' title='Notizie e opinioni dai blog italiani su Liquida'>Liquida</a> e <a href='http://www.liquida.it/widget.liquida/' title='I widget di Liquida per il tuo blog'>Widget</a> Leonardo: tunc!

giovedì 22 novembre 2007

tunc!

Adesso, se toccasse a me fornire un consiglio di bassa politica, non mi tirerei indietro: Prodi, dimettiti.

Non fraintendermi. Sarai sempre nel mio cuore. Io non sono come tutti gli altri blog intelligenti, che ti prendono per un nonnino suonato. O meglio: io continuo a pensare che un nonnino suonato bolognese è in grado di dare la paga a dieci manager lombardi e cento intrallazzoni romani, per cui ti prego di accettare l’espressione della mia più profonda gratitudine. Hai salvato la patria un paio di volte, mentre i supereroi erano al cinema o in missione per salvare l’Africa, le staminali, la pena di morte, tutte le gloriosissime cause perse del mondo. Meriti monumenti in tutte le città, ma non te li faranno; pazienza, vorrà dire che i piccioni si libereranno su quelli a Veltroni. Non è così importante. Hai fatto tutto quello che hai potuto, e a volte anche qualcosina che non potevi, ma l’hai fatta lo stesso: continua così. Quello che ci serve è un ultimo, sublime sacrificio.

Metti la fiducia sulla prima cretinata che ti viene in mente. Non stare nemmeno a spiegare il perché e il percome, aspetta il voto negativo e poi dimettiti. Devi farlo adesso, mentre Fini ancora strilla coi pugnetti alzati che con Berlusconi non ci gioca più. A gennaio si vota, e li voglio vedere, lui e il Polipo della libertà, di nuovo apparentati. La faccia di bronzo ce l’hanno, ma stavolta non basta. Stanno giocando alla Rottura perché credono di avere il tempo di ricucire: tu dimettiti. Andiamo a vedere il bluff. Il Polipo vale il 35%? E cosa ci fa, con questa porca legge elettorale? Berlusconi ha avuto fretta di chiudere per un anno, adesso però ha bisogno di un po’ di tempo. Col cavolo. A votare subito, e vediamo se regge un’altra sconfitta.

Mi sbaglio? Che importa, tanto lo so che non lo farai. Non si gioca con le istituzioni repubblicane, non si sciolgono le camere a seconda delle opportunità, è roba da Chirac. Tu sei troppo responsabile. Sempre con questa mania di voler salvare gli italiani. È un’ossessione che non paga mai. Tu sei l’ultimo discendente di una stirpe di statisti che in mezzo al caos italico si autoconvincono che la priorità è il bilancio e non deviano mai dalla rotta. Come se all’elettore fregasse qualcosa, del bilancio. Tu cerchi di quadrare i conti e intanto loro intonano canti nostalgici all’inflazione, alla liretta, ai bei tempi quando non si soffriva della concorrenza rumena perché la Romania eravamo noi. È un popolo che non ti merita, diciamo la verità. Tu sei un nonnino suonato, ma per noi sei già troppo. Lasciaci perdere.

Altrimenti si potrebbe andare avanti all’infinito: cinque anni di bengodi berlusconiano, due anni di stringi-la-cinghia prodiano. Cinque anni di condoni, due di lotta; cinque carnevali, tre quaresime. È evidente che tu e il polipo siete le facce di una stessa medaglia.
E allora tu buttala via. Nessuno ti capirà, ma cosa importa? Basta che scampi uno solo per cantare le tue gesta, e sarò io. Tu per me sarai per sempre l’ammiraglio Ramius di Ottobre Rosso, che quando sente il siluro avvicinarsi, inverte le rotta e gli va addosso: si sente un gran tunc!, e il sottomarino è salvo. Anticipando la collisione non gli ha dato il tempo di scoppiare.
Oppure il sergente di Salvate il soldato Ryan, che si vede un tedesco armato a un metro, non ha nemmeno il tempo di prendere in mano il fucile, e allora sai che fa? Si toglie l’elmetto e glielo tira in testa. Lascia perdere le saghe, le guerre vere si vincono così. L’olimpo degli eroi veri è un circolo acli di nonnetti suonati. È tempo di raggiungerli.

30 commenti:

  1. Conoscendo l'elettorato italiano medio, se si votasse a marzo nessuno farebbe caso a quanto detto in questi giorni.

    RispondiElimina
  2. In effetti speravo in gennaio, ma mi rendo benissimo conto che è un'opzione da blog cazzaro.

    RispondiElimina
  3. leonardo, saremo almeno in due a cantarne le gesta, contaci

    RispondiElimina
  4. del resto, per essere un paese che ama la cucina, un rimpasto ogni tanto ci vuole.. ciao!

    RispondiElimina
  5. No, ti prego no. Fino all'altro ieri sarei stato d'accordo, ma oggi no. Prodi: intervieni sulle tv. Sputtanali. Fatti intervistare dai tg. Facci sentire come se fossimo in democrazia, per mezza giornata. Giusto per provare l'ebbrezza.

    RispondiElimina
  6. leo, in teoria se oggi Prodi chiedesse la fiducia e la perdesse, andasse stasera da Naolitano che in quattro giorni verificasse l'impossibilità di un governo allora si riuscirebbe a votare a fine gennaio. Ma nessuno farebbe così lasciando la finanziaria a mezzo, nemmeno Tremonti. Ergo, le Camere non si scioglierebbero comunque fino a gennaio e le elezioni non potrebbero esserci fino a marzo.
    Ma ad ogni modo anche se si votasse a gennaio il mio ragionamento non cambierebbe: farebbero tutti finta di nulla :-)

    RispondiElimina
  7. Ma quanto mi piace questo post! :-)
    Mirella

    RispondiElimina
  8. Anche io ci ho pensato. E concordo che mi divertebbe assai vedere berlusca preso in contropiede (lui che li ama tanto).

    T'appoggio in pieno.

    Ma Credo in un solo Prodi... te prego, in ginocchio, sdraiato, è blasfemia pura.

    Prodi Santo Subito no.

    Allora perché no Beato Amato? o Il missionario Mastella...e Chierico Rutelli?

    no Leo, te capisco, ma non ci credo.

    RispondiElimina
  9. sei l’ultimo discendente di una stirpe di statisti che in mezzo al caos italico si autoconvincono che la priorità è il bilancio e non deviano mai dalla rotta


    basta pensare a quando ha usufruito delle moratorie del guitto per far quadrare il bilancio della propria famiglia,
    per poi reintrodurre la tassa...

    Come diceva il sommo Totò..
    ma mi faccia il piacere!

    RispondiElimina
  10. Anch'io avevo pensato al colpo in contropiede (link http://www.liczin.splinder.com/post/14810220/Il+Casino+delle+Libert%C3%A0#14810220), ma solo per amore del dispetto.
    Non venero Prodi.
    ciao

    RispondiElimina
  11. Ciao leonardo, mi chiamo Giulia e in realtà non volevo commentare il tuo post. Ti contatto grazie a un suggerimento del Dott. Sereni. Sono una studentessa di Scienze della comunicazione e dovrei fare una tesina riguardo l'analisi dei blog. L'argomento a cui avevo pensato è la mortalità dei blog ma non riesco a trovare grandi spunti. Potresti darmi una mano, magari citando qualche importante blog che "ha chiuso" o che l'ha fatto per un periodo poi ha riaperto? Mi piacerebbe sapere anche cosa ne pensi tu in merito.Grazie

    RispondiElimina
  12. Che io sappia la tassa di successione reintrodotta dal governo Prodi ha una franchigia di 1 milione di euro, e così le donazioni ai figli.
    Essendo stata la donazione in oggetto di 850.000 euro, Prodi non pagherebbe neanche ora, parrebbe.
    Comunque, pensare che Prodi abbia fatto artatamente la donazione ai figli nel 2003 per evitare di pagare le tasse (4%) nel 2007 in conseguenza dell'eventuale vittoria nel 2006 mi pare indicare qualche piccolo pregiudizio, oltre alla comprensibile disinformazione.

    RispondiElimina
  13. nautilus come sei pignolo.
    io volevo solo fare un esempio ideologico. non puoi usufruire di un sistema che poi combatti.

    nessun pregiudizio che non comporti una dose esagerata di indigestione politica.

    giuro.

    per me prodi può fare quello che vuole, basta che non me lo affrescate come un santo.

    proprio come non sopporto i berluscottex.

    RispondiElimina
  14. Rond, non sono pignuolo, sono prodiano. Nel senso solito dello stare col meno peggio.
    Comunque, che avrebbe dovuto fare Prodi o chiunque altro nel 2003 se voleva comprare le case per i figlioli (come ha fatto con quei soldi), dare il 4% allo stato che non lo voleva ? Darlo a madre Teresa di Calcutta ? Lasciare i figli senza casa ?
    Non mi pare c'entri l'ideologia nè la santità in tutto ciò.
    Ho poi parlato di pregiudizio perchè quell'argomento è uno dei favoriti dei berluscones, mica vorrai passare per...

    RispondiElimina
  15. Mi piace davvero la tenerezza con cui ha parlato del Professore. Non è un cinico,lei.
    Io (forse) un pochino. Son d'accordo con mau: l'Italia, come diceva Noventa, è sempre tanto distratta.
    E comunque, beato lei che riesce a parlare con tenerezza di qualcuno.
    Io oggi, nel mio blog, ho vomitato su Bertinotti. E non mi fa bene...

    RispondiElimina
  16. Giulia, mi puoi scrivere qui: fratellitondelli@tin.it

    (Ma il dott. Sereni non ce l'aveva, la mail? Andiam bene).

    RispondiElimina
  17. si può dare dell'ipocrita a qualcun* che non si conosce e contemporaneamente sperare che non si offenda? boh, ci provo.

    ipocriti (senza offesa, giuro): parlate degl'italiani che dimenticano, e poi votate prodi?

    davvero, non voglio offendere, ma tanta gente, più o meno smemorata, più o meno accorta, guarda berlusconi, fini, casini, bossi, bonaiuti e gli altri e in preda ai conati vota dall'altra parte.

    ebbene, c'è più o meno altrettanta gente che guarda prodi, rutelli, fassino, d'alema, mastella, bertinotti, veltroni e gli altri e trattenendo il vomito vota dall'altra parte.

    davvero il centrodestra ha più cose da far dimenticare che non il centrosinistra?

    poi, certo, non tutti votano così: ad esempio c'è anche mia sorella, che vota berlusconi perché glielo chiede peppuccio, che è un amico che le fa tanti favori, oppure vota fini perché glielo chiede santino, che è amico pure lui.

    RispondiElimina
  18. "davvero il centrodestra ha più cose da far dimenticare che non il centrosinistra?"

    Sì.

    Davvero il pacco rosso è più bello del pacco azzurro?

    Sì.

    Magari non è il mezzo milione, ma ti giuro, è sempre meglio.
    Se ti ostini a non capire, vai a finire come i tizi di ieri sera che hanno portato a casa cinquanta euro in due.

    RispondiElimina
  19. pacchetto treu, eliminazione dell'equo canone, legge napolitano-turco (cpt), tagli alla scuola pubblica e regali a quella privata, insabbiamento della strage del canale d'otranto e di quella del canale di sicilia, solidarietà ai "nostri ragazzi" in somalia, missione in albania, missione in kosovo e mancato riconoscimento di asilo politico ai profughi creati, continuazione delle missioni in iraq e afghanistan, rimozione della questione del conflitto d'interesse, del mercato televisivo, controllo dei vertici rai in tutto e per tutto analogo a quello blu, botte al global forum 2001 di napoli, privatizzazioni selvagge, indulto per reati finanziari e reati gravi, dichiarazioni razziste e segregazioniste, desiderio d'apartheid... scrivo di getto, quindi chissà quante cose dimentico...

    non c'è bisogno che mi ricordiate quello che ha fatto il berlusconi ad interim, l'ho ben chiaro in testa. ma tu poni la questione nei termini: meglio calci nei testicoli o calci sui denti? è brutto dover fare queste scelte.


    p.s. ma come fai a guardare quella roba? non è più bello fissare la tv spenta?

    RispondiElimina
  20. Mi dispiace ma meglio il pacco rosso di quello blu in questi termini sa di don camillo e peppone.

    Tipo: Non sia mai che io voti quelli là. Oppure: Non farti troppe domande, vota secondo il vangelo.

    Personalmente ho sempre creduto (mi sono illuso, meglio) nelle persone piuttosto che nelle parti.

    Ho votato per tanti e diversi schieramenti, sperando sempre che ci fosse un minimo cambiamento. Non ho mai amato la filosofia montanelliana anche se la comprendevo e la comprendo.

    Ora sono un po' di anni che mi permetto di non andare più a votare. Mi sono sentito tradito talmente tante volte che preferisco un po' di sana castità elettorale.

    E se sperano di trascinarmi ai loro gazebi (per pagarli pure!) invocando resistenze ai fasci berluscori o abbattimenti di muri veltrocomunisti, possono risparmiarsi la danza della pioggia.

    @nau. forse il fatto che i berluscottoli insistano su certe figure prodiche è perchè a volte hanno pure ragione. francamente non mi convince tutta questa casualità last govern che riscontri. In ogni caso è politicamente quanto meno ridicolo.

    Poi se vuoi darmi del berlusconide per questo, pace. Mi becco insulti peggiori.

    Capisco Giorgian e aggiungo persino: Forse il centrodestra ha più cose da farsi perdonare, ma è esattamente per questo che ci sente poi più traditi dal centrosinistra.

    RispondiElimina
  21. "ma tu poni la questione nei termini: meglio calci nei testicoli o calci sui denti? è brutto dover fare queste scelte."

    Nel frattempo che tu noti che è brutto (ma valà, non me n'ero accorto) ti hanno colpito sia i denti che le palle.

    Ci sono pacchi poco buoni e ancor meno buoni, si punta sui meno peggio e si tira al compromesso. Una strategia migliore non è ancora stata inventata, e lamentarsi non serve.

    Quanto alla "castità elettorale", è una gran cazzata. Chi non ha votato, ha votato Berlusconi; ed è abbastanza offensivo che venga poi a lamentarsi con me. E' anche grazie a voi casti e puri che noi l'abbiamo pigliata nel culo: ora almeno risparmiateci le vostre dotte analisi.

    RispondiElimina
  22. "quindi chissà quante cose dimentico..."

    ecco, appunto, dimenticavo: hanno pisciato sulla resistenza più di quanto abbiano fatto i blu. quelli hanno detto che i partigiani erano assassini comunisti mangiabambini, questi s'inchinano ai sacri valori della resistenza, descrivendola come una partita a briscola in cui non bisogna però alzare la voce né dire le parolacce.

    hanno convinto molti che avere ideali è come avere le piattole: fastidioso ma si cura.

    con i loro affarucci e le promesse infrante (non le scrivo per motivi di spazio) hanno convinto gl'indecisi e gl'ignoranti che a sinistra siamo altrettanto e anche più papponi che a destra, ma in più siamo saccenti e rompipalle.

    "E' anche grazie a voi casti e puri che noi l'abbiamo pigliata nel culo: ora almeno risparmiateci le vostre dotte analisi."

    è proprio grazie a voi che tirate al compromesso che la stiamo pigliando nel culo, quindi non infierite.

    RispondiElimina
  23. è bello notare quanto siano rispettati i punti di vista diversi a volte.

    me tocca votà per Prodi tutta la vità finché Berlusconi non mi crepa.

    Che palle. All'anima della democrazia.

    Per me potrebbe essere una gran cazzata il teorema certo del male minore, ma non lo trovo letale. Lo comprendo.

    Inutile aggiungere che le mie non erano affatto dotte analisi. Anzi.

    Vengo qui anche per capirci qualcosa della vita e del mondo che mi circonda, quando posso...

    Scusate se ho rispetto dei miei dubbi.

    Resto perplesso su Prodi che mi aiuta a quadrare. Devo avere troppi lati. Perdonatemi.

    RispondiElimina
  24. A volte mi pare di sognare, ma è un incubo.
    Iersera ad "annozero" si è potuta assaggiare una spettacolare dimostrazione dell'incredibile capacità di dire COLOSSALI BUGIE del nostro Berlusca.
    La storia dello stalliere Mangano ad Arcore lui l'ha raccontata così:
    "Dunque c'era a casa mia questo stalliere che m'aveva raccomandato Dell'Utri, un giorno m'ha salutato ed è tornato in Sicilia. Poi ho saputo che in seguito era stato coinvolto in questioni di pizzi pagati e riscossi." TESTUALE.
    O brutto e laido mentitore, Mangano è stato condannato per associazione mafiosa, successivamente condannato per due omicidi, uno da mandante e l'altro eseguito con le sue mani ed è morto in galera! Borsellino scrisse che Mangano era un boss che fungeva da collegamento fra le cosche sicule e la finanza del nord !
    E lui ? "Questioni di pizzi pagati e riscossi", magari era pure una vittima.
    La platea dei berluscones a queste puttanate s'è spellata le mani.
    Ecco perchè bisogna scegliere non Prodi, non Veltroni, non Rutelli..bisogna scegliere CHIUNQUE, anche Casini, anche Fini, anche Bossi, bisogna insomma scegliere un normale essere umano non un CONTABALLE PATOLOGICO ed EGOMANIACO ! Un venditore di fumo al cubo, che dice una cosa e dieci minuti dopo il contrario con una faccia di bronzo mai vista, la cui capacità di imbonire le persone non ha rivali in nessun mercante di fiera ! E che ove non bastasse ha 3 TV per megafono !
    MA SI PUO' AFFIDARE UN PAESE A UNO COSI' ?
    Mi fate ridere coi vostri: ma Prodino..ma Veltronuccio..ma la sinistra governa male..anche se stesse FERMA sarebbe sempre meglio che consegnare il potere a un figuro simile.
    Poi naturalmente c'è a chi va bene, a chi non frega nulla di democrazia, di mafia, di conflitto d'interessi, di menzogne, c'è chi col nano HA GUADAGNATO e tanto gli basta, in 5 anni la forbice fra stipendi fissi e ricavi di commercianti, artigiani, professionisti e tutti quelli che hanno potuto lucrare a proprio piacimento è diventata di gran lunga la più ampia d'Europa, per loro va benone.
    Il semplicissimo fatto che qualcuno che non le pagava ha dovuto cominciare a pagare un po' di tasse, per la PRIMA VOLTA nella storia di questo paese, dovrebbe, per una persona onesta, fare la differenza.
    E magari la fa, ma a favore di Berlusconi eh ?
    Rondoner, no, berluscones non ti chiamo, non c'è offesa peggiore, per me.

    RispondiElimina
  25. :) grazie nau, lo avevo capito.

    eppure resto incerto su questa crociata (la tua sicuramente in buonafede) anti berluscolera.

    Penso proprio ad annozero. A Sant'Oro che andò a Mediaset... Alla Rai... Mah..

    No, non mi convinco. La foto di adornato-pasolini-veltroni mi fa venire i brividi.

    Mi fa venire in mente juve-milan di pochi anni orsono (che poi ora).

    Sarò daltonico, ma confondo i colori di questa gente che non mi rappresenta.

    Ma giuro che capisco la tua, la vostra posizione.

    E se sapessi davvero con assoluta certezza che basterebbe eliminare "Silvio-Silvio-Silvio" con la sua clacchetta che urlacchia, andrei di persona a toglierlo di mezzo.

    Ma è una cazzata, almeno quanto la mia casta scelta.

    Buona Fortuna e...Allegriaaaaaa.. a tutti!

    RispondiElimina
  26. bel discorso...quasi commovente.....condivido in pieno..

    RispondiElimina
  27. leonardo, cominci a preoccuparmi... sati diventando di una saggezza imbarazzante.
    forse dovrebbe farlo davvero.
    ma c'è un problema: berlusconi sta attraversando il momento di maggiore difficoltà politica eppure c'è chi a sinistra si ostina a voler perdere le prossime elezioni (quando saranno), sta cercando con liti meschine e stronze di far apparire la (centro)sinistra schifosa come il centro-destra... secondo me in due mesi si riuscirebbe (non so come) a fargliele vincere.
    io quello che continuo a non capire è: sette otto partiti firmano un programma per governare e poi non lo fanno. perché? è evidente che tra un mastella e un giordano ci son delle differenze. ma si è deciso di stare nello stesso governo? e allora (cazzo) si governi). le parti sociali firmano un cazzo di accordo (e alcuni di noi hanno il bruciaculo) ma perché modificarlo dopo? mi si dice che il parlamento è sovrano... ah... certo. immagino che allora ci si ficchi dolcemente nel culo la mancata commissione d'inchiesta sui fatti di genova: il parlamento è sovrano!
    muore un militare in afghanistan e si chiede il ritiro... a parte che pensavo che il parlamento fosse sovrano... ma (dionescampi) se morisse un militare in libano?
    e poi (porcadiquellagrantr...) perché cazzo il subcomandante fausto che è andato fino nel submessico a vedere il sucomandante marcos (al momento era un furilegge) non ha trovato di meglio che ricevere nello studio privato il dalai lama? perché ministri e altro che incontrano gente di hamas e di hezbollah e anche di peggio non trovano il tempo e la voglia per incontrare un cazzo di rappresentante di un cazzo di governo in esilio di un cazzo di paese occupato da sessant'anni dai cinesi che non teorizza la lotta armata?
    non gli sto chiedendo di anda' in tibet e incontrare l'opposizione ai cinesi, no. gli chiedo d'incontrarli quando viene qua.
    e poi luxuria e quell'altro di rifondazione contrari all'invito in parlamento... perché i religiosi non dovrebbero parla' in aula... wow! peccato che non ce so' le preferenze, al prossimo voto non voglio proprio manca di vota' luxuria

    RispondiElimina
  28. Perché non hanno trovato il tempo?

    Ma perché a certa sinistra tonta di casetta nostra in provincia nostra piace taaanto l'affresco (solo l'affresco dai...) della lotta armata. Sempre piaciuto.
    La nostra sinistra tonta cerca esperienze estetiche. Per la politica, ripassare, please...

    RispondiElimina
  29. Grazie Leonardo, avevo una gran paura di essere rimasto l'ultimo a pensarla cosi'.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.