venerdì 4 marzo 2011

Ruby è un ologramma (e pure noi)

Quando racconti una storia – e ne va del tuo onore – devi farla il più possibile semplice, senza sbavature, con pochi snodi, perché ogni snodo è un punto critico, una chiave di volta, e ne basta una sola fasulla a far crollare tutto quanto.

Detto questo, cerchiamo di riassumere il caso Ruby. Silvio Berlusconi è accusato di averla pagata per una prestazione sessuale mentre era minorenne (e di aver concusso alcuni pubblici ufficiali affinché fosse affidata a Nicole Minetti, ma di questo al massimo parliamo un'altra volta). Questa è la tesi dell'accusa; ma Berlusconi non può avere avuto una prestazione sessuale con Ruby, perché è un ultrasettantenne anziano che è stato operato alla prostata, e quindi "addio rapporti", come scrisse Vittorio Feltri un paio di anni fa. Il caso quindi è chiuso.

Però insomma, non è detto, esistono operazioni costose che recuperano la funzionalità urogenitale, e lo stesso Feltri qualche giorno dopo titolava “Siamo tutti Berlusconi”, e non intendeva “siamo tutti ultrasettantenni impotenti”, ma qualcosa piuttosto del genere “siamo tutti puttanieri”. Però, nel caso Berlusconi fosse in grado di avere prestazioni sessuali, non le avrebbe avute con Ruby, e con tutte le professioniste e semiprofessioniste del magico mondo del Bunga-bunga, perché lui è fidanzato, dice, e questa fidanzata ovviamente lo tiene d'occhio.

Però Berlusconi (che è impotente) (ma se non lo fosse sarebbe fidanzato) questa fidanzata è ormai da due mesi che dice di avercela e non ce la mostra; una cosa che se Silvio fosse stato un nostro amichetto di cortile a dodici anni, saremmo ancora lì a sfotterlo a quaranta, ehi Silvio, salutaci Gertrude (la mano rude). Comunque Silvio, (che è impotente) (ma se non lo fosse sarebbe fidanzato), anche se avesse fatto sesso con Ruby, non lo avrebbe fatto a pagamento... perché insomma, guardatelo, nel vigore dei suoi 80 anni lui è quel tipo di uomo che le donne deve pagarle perché gli stiano alla larga. Quindi il caso è chiuso.

D'altro canto sembra dimostrato che Ruby si prostituisse prima di conoscere Berlusconi; che prostitute erano molte sue conoscenti, tra le quali anche la signora che chiese aiuto a Berlusconi quando Ruby era in questura; la stessa da cui Ruby andò a vivere dopo che Nicole Minetti dalla questura la fece uscire. Si sa che alla fine dei suoi ricevimenti chic Berlusconi distribuiva cospicue bustarelle anche alle tipe che non gli avevano fatto nemmeno un mezzo sorriso. Dunque Silvio (che è impotente) (e se non lo fosse sarebbe fidanzato) (e se avesse tradito la fidanzata con Ruby non lo avrebbe fatto a pagamento) potrebbe in effetti aver pagato Ruby. Ciò comunque non costituirebbe reato, perché... (rullo di tamburo) Ruby in realtà è maggiorenne! Lo dice un documento in Marocco. Bene.

D'altro canto ci sono documenti e testimonianze dei famigliari che dicono il contrario. E quindi Berlusconi – che è impotente – ma se non lo fosse sarebbe fidanzato – ma se avesse tradito la fidanzata comunque non avrebbe pagato Ruby – ma se l'avesse pagata, comunque Ruby era maggiorenne... Silvio, diciamo, probabilmente dovrà inventarsene un'altra. Non dubitiamo che ci riuscirà, e magari sarà la volta buona. Però stasera mi andava di partecipare al brainstorming. Nella speranza che qualche membro del suo staff legale legga leonardo, ehi tu, senti un po' qui cos'ho per voi:


  • Ruby era sì minorenne, ma in realtà era una minorenne cyborg (segue documentario curato da Daniele Bossari). Il sesso coi cyborg non è ancora regolamentato per legge, e quindi Berlusconi (che è impotente) (e se non fosse impotente sarebbe fidanzato) (e se avesse tradito la fidanzata con Ruby, comunque non l'avrebbe pagata) (e se l'avesse pagata, comunque sarebbe maggiorenne) non può essere punito per aver fatto sesso con un cyborg, ancorché minorenne (ma cosa significa minorenne per la comunità cyborg? Adesso dobbiamo aspettare la maggiore età per adoperare gli automi? Oddio, quanti anni ha il mio minipimer? Tre? E l'ho adoperato per frullare il passato di verdure? Sfruttamento minorile! Ergastolo!) E qualora una banalissima visita medica dovesse dimostrare che non si tratta di un cyborg, potremmo aggiungere che...
  • Ruby è un ologramma di un cyborg, e fare sesso con un ologramma equivale più o meno a farlo con sé stessi... e quindi spiegatecelo, uomini della giuria: volete punire un uomo (che tra l'altro è impotente) (e se non fosse impotente sarebbe fidanzato) (e se avesse tradito la fidanzata con Ruby, comunque non l'avrebbe pagata) (e se l'avesse pagata, comunque sarebbe maggiorenne) (e se non fosse maggiorenne, comunque sarebbe un cyborg) (anzi, l'ologramma di un cyborg) perché si dedica a un po' di sano autoerotismo con delle illusioni percettive hi-tech? Però ci sarà sempre qualche ficcanaso convinto di poter dimostrare che la mora mascellona che iersera si è divertita un sacco al ballo delle slavate silfidi viennesi non è un ologramma, ma una ragazza in carne e ossa, e allora sentite questa:
  • Siamo tutti un ologramma. Lo dicono alcuni scienziati (segue interessante articolo in comic sans). Altri non sono d'accordo, ma a questo punto, scusate, cos'è la realtà? Ha un senso preoccuparsi di un caso particolare, quando filosofi e scienziati non sono ancora arrivati a un accordo sull'esistenza del mondo tale quale lo percepiamo coi sensi? Quindi Silvio (che tra l'altro è impotente) (e se non è impotente sarebbe fidanzato) (e se avesse tradito la fidanzata con Ruby, comunque non l'avrebbe pagata) (e se l'avesse pagata, comunque sarebbe maggiorenne) (e se non fosse maggiorenne, comunque sarebbe un cyborg) (anzi, l'ologramma di un cyborg) non può avere fatto sesso con Ruby perché lui stesso non esiste, così come non esisto io, non esistete voi, cari lettori, e tutta la realtà così come noi la immaginiamo (magistrati inclusi: anzi, sono quelli che esistono meno). Siamo soltanto ombre sulla caverna, riflesso di una caleidoscopia di causalità e casualità che possono e non possono intrecciarsi, e a questo punto se ci coglie la vertigine, di fronte all'ignoto, e ci nascondiamo sotto le coperte con la prima che passa, chi può biasimarci? Tanto più che siamo impotenti. E se non lo fossimo, saremmo fidanzati. E se avessimo tradito la fidanzata, comunque non lo avremmo fatto pagando. E se anche avessimo pagato, avremmo pagato una maggiorenne. E se anche fosse stata una minorenne, eccetera.

20 commenti:

  1. Applausi a scena aperta...
    ma tanto, sei un ologramma anche tu

    RispondiElimina
  2. Ultrasettantenne... (1936, secondo Wikipedia)

    RispondiElimina
  3. ... che per due soldi / una topolona zio Silvio comprò.
    stefano

    RispondiElimina
  4. Secondo me il problema Berlusconi va risolto così: gli si manda un ologramma di un cyborg di Rosy Bindi vestita solo di Chanel n°5 così gli piglia un colpo e buonanotte.
    (ricordiamoci sempre che per lui un certo tipo di donna è come la kryptonite per Superman)

    RispondiElimina
  5. Mi rendo conto che non era proprio il punto focale del post, però io non riesco a smettere di ridere sulla questione Gertrude.
    La questione dell'ologramma non mi interessava nemmeno più, dopo: perché io stavo ridendo per Gertrude.
    (Gran bel post, complimenti.)

    RispondiElimina
  6. Ruby è un linguaggio di programmazione (e pure alcuni di noi)

    https://secure.wikimedia.org/wikipedia/it/wiki/Ruby
    http://www.ruby-lang.org/it/

    RispondiElimina
  7. Bel post, ho faticato a seguirti ad un certo punto (ho una cattiva relazione con le parentesi).

    Molto OT, perché tutti i siti di minchiate usano comic sans? Perché? Li sgami subito! E poi hanno tutti sti colori psichedelici!

    RispondiElimina
  8. .....che dire...
    si può fare della sana ironia anmche senza aggiungere " becerate ".
    Fortissimo e bravissimo.

    RispondiElimina
  9. Allora lui da venti anni sta in politica per combattere i comunisti, che in realtà sono ologrammi o cyborg...

    RispondiElimina
  10. Bravissimo! Saper usare l'ironia non è da tutti, pochissimi poi la riconoscono...

    RispondiElimina
  11. che bisogna dire, ci facciamo ridere appresso da tutto il mondo...
    I 315 deputati che hanno creduto alla storiella di un premier preoccupato di evitare un incidente diplomatico con l'Egitto resterà una macchia d'infamia persino in un paese che ha già avuto Tangentopoli.
    E il simbolo di tutto questo sarà la faccia da bambina travestita da donna della povera Ruby, venuta nel nostro paese per fare un mestiere che non conosce crisi.

    RispondiElimina
  12. Mamma mia, mi gira la testaaaaaa!
    Troppo forte!
    ...ma se sono un cyborg e mi gira la testa vuol dire che ho danni a qualche circuito? Cercasi ingegnere elettronico per un rapido controllo!

    RispondiElimina
  13. B. sogna minorenni elettriche?

    RispondiElimina
  14. Scusami per il gigantesco OT (e notare come sono in controtendenza: in genere qualsiasi articolo è buono per infilarci un commento su Berlusconi, non viceversa)

    Comunque. Ho appena visto La Nostra Vita, e stavo cercando la tua recensione di qualche tempo fa (http://leonardo.blogspot.com/2010/06/una-vita-stroncata.html), ma i link non funzionano e nell'archivio del blog de L'Unità, gli articoli più vecchi risalgono a metà giugno (http://cerca.unita.it/?key=Leonardo+Tondelli&first=41&orderby=1&f=fir)...è un problema di collegamenti o è proprio sparito qualcosa? (o magari sono io che sono semplicemente stordito e non li trovo, eh)

    RispondiElimina
  15. No, è che quest'estate all'Unità hanno cambiato posto al blog e tutti i post scritti prima di giugno hanno cambiato indirizzo statico. Sì.

    Il pezzo che cercavi è qui: http://archivio.unita.it/news/ho_una_teoria/99678/caro_critico_di_sinistra

    Un giorno in cui avrò tempo (ma veramente molto tempo) correggerò tutti i link, nel frattempo, se cercate pezzi miei sull'Unità anteriori al giugno scorso, i link buoni dovrebbero essere qui: http://leonardo.blogspot.com/2010/12/53-teorie.html

    RispondiElimina
  16. capito qui per caso, come succede nella rete. e come succede tra vecchi blogger. delizioso il tuo pezzo su cyberg Ruby..chapeau.

    cristina

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).