sabato 2 marzo 2013

Ma pensarci domenica?

E insomma la settimana è andata così: domenica avete votato il movimento fondato da un irresponsabile, che fa discorsi irresponsabili e propone soluzioni irresponsabili; lunedì sera avete scoperto che aveva vinto le elezioni e avete pensato, beh, magari adesso si comporterà in modo responsabile, perché no dopotutto, basterà fargli una proposta seria. Siccome invece già martedì stava tirando fango su Bersani, chi l'avrebbe mai detto, avete firmato una bella petizione, affinché il signore irresponsabile, titolare del marchio che voi avete votato, la smetta di fare l'irresponsabile, che la situazione è grave, la sfiducia dei mercati, lo spread, c'è da salvare l'Italia perbacco.

A quel punto uno si domanda dov'eravate fino a domenica, non c'era l'Italia da salvare anche domenica? No, pare di no, domenica l'Italia stava bene, lo spread nessuno rammentava cosa fosse, non è che ci si poteva preoccupare domenica dell'Italia. Domenica c'era il sole ed era il giorno giusto per mandare dei messaggi al PD, il voto di protesta, quel tipo di cose. Se poi nelle urne insieme ai vostri messaggi ci va un voto a un movimento fondato da un irresponsabile, che fa proposte irresponsabili, eh vabbe', ma uno come fa a saperlo prima.

Ma voi lo avete mai ascoltato Grillo?

A parte le urla, i tormentoni "siete tutti morti", ecc.; avete mai fatto caso a quel che dice? Avete mai letto quel che scrivono lui o Casaleggio? Avete dato un'occhiata al programma del MoVimento che avete votato domenica, per "mandarli tutti a casa", o per dare un messaggio forte chiaro ad altri partiti? Per dirne una: l'abolizione di Equitalia. È comprensibile l'entusiasmo di cittadini e imprenditori; ma vi sembra in coscienza una proposta seria? Non fa un po' il paio con la busta "restituzione Imu"? Il referendum sull'Euro. A parte che non si può tecnicamente fare (e Grillo lo sa); ma avete capito che il solo parlarne è un invito alla fuga dei capitali? Non pignorabilità della prima casa. Come pensate di evitare che le banche si rifacciano del rischio alzando gli interessi? Le nazionalizziamo e poi le gonfiamo di carta straccia? Ma allora perché non dirlo subito? Wi-Fi gratis. Ma perché non la ricarica del cellulare, dopotutto è più democratico il cellulare, ce l'hanno veramente tutti, anche i ragazzini, e permette la condivisione delle conoscenze, insomma perché no ricariche gratis per tutti sempre? Nazionalizziamo pure la telefonia. Referendum senza quorum - uno alla settimana probabilmente, tanto varrebbe abolire il parlamento. Questa roba qui, prima di votare, l'avete letta?

Se l'avete letta e la trovate realizzabile, non credo che sarete interessati a partecipare a un governo col PD, o con qualsiasi altro partito.

Se invece non la trovate realizzabile, cosa avevate esattamente in testa domenica? Avete votato un tizio che promette di abolire Equitalia e che non fa che urlare che i debiti non si pagano perché sono troppi - i mercati ne saranno deliziati - lo avete votato e adesso lo vorreste ragionevole, magari vorreste che dicesse ai mercati ehi tranquilli sono un comico scherzavo. Ma non è un comico più, da un pezzo, aspetta che se ne accorga l'Economist che fa sul serio. Secondo voi dovrebbe dare una mano a formare un governo. Avete un po' frainteso, ma non ci ha mica colpa lui. Lui le cose le ha sempre dette, anzi urlate, come stanno. È evidente che a lui non freghi nulla dei mercati e dell'Italia, perlomeno dell'Italia così com'è. In tutti i predicatori c'è un orizzonte apocalittico, che non è necessariamente la terza guerra mondiale della clip di Casaleggio, però da qualche parte c'è. Siamo in guerra, ci saranno battaglie e prima della vittoria finale molta gente si farà male, avete mai pensato che potreste farvi male pure voi? prima di domenica, intendo, ci avete mai pensato? Voleva aprire il parlamento come una scatola di sardine, lo ha detto, e l'avete votato. Ma poi ha vinto le elezioni e si è scoperto che faceva sul serio, santo cielo, ma com'è possibile, sembrava una persona così ammodo.

I parlamentari M5S, se danno retta a Grillo (e non è detto), non voteranno nessuna fiducia a nessuno. Il M5S non ha nessuna concessione da fare, e non è vero che gran parte delle sue proposte possono essere fatte proprie dal Pd: gran parte delle sue proposte non sono realizzabili, né in tempi brevi né in generale, perché fluttuano in uno spazio logico compreso tra "utopia" e "fregnaccia". Grillo lo sa e si guarda bene dal provarci. Vuole che governino gli altri, per dimostrare una volta di più che sono tutti collusi, tutti corrotti, tutti casta eccetera. Vuole perdere altro tempo, perché tanto lui ce l'ha. Voi non l'avete? Non potevate pensarci un po' prima, per esempio... domenica?

Mercoledì avete firmato la petizione di Viola Tesi. Scusate se insisto, ma l'avete letta? La simpatica signora Tesi sostiene che in fondo con il PD si può andare d'accordo un po', mica ci vuole poi molto; che "in poco tempo" si possono fare dieci cose, tra cui l’istituzione del reddito di cittadinanza, chissà con che risorse prese da dove, l’ineleggibilità dei condannati (si può fare anche in mezza giornata, peccato che la Corte Costituzionale te la casserebbe il mese successivo), la cancellazione dei rimborsi elettorali giusto per essere sicuri che Berlusconi si possa presentare senza troppi concorrenti; il politometro, che nessuno sa veramente cosa sia a parte una battuta fatta da Grillo a un comizio, ma secondo la Tesi si potrebbe comunque fare in pochissimo tempo, mentre si ripristinano fondi tagliati alla Sanità e alla Scuola (con tutti i soldi che ci sono avanzati dall'avere appena istituito il reddito di cittadinanza senza copertura); l’accesso gratuito alla Rete; la non pignorabilità della prima casa; la pace nel mondo invece no, il che mi risulta un po' sospetto, signora Tesi, perché la pace nel mondo no? Cosa ha in contrario, eh, EH? Non si sa. Ma a parte questo piccolo dettaglio tutto il resto secondo lei si può fare in poco tempo, e poi via che si rivota in scioltezza. Voi l'avete firmata questa petizione?

E - scusate se picchio sempre lì - l'avevate letta bene?

E allora capite che forse il problema non è la governabilità, il PD, o Grillo, che c'è un problema a monte, e che dipende soprattutto da voi? La volete piantare di votare alla cazzo, di firmare senza leggere le postille, di fidarvi del primo che grida in tv o su youtube che i politici sono merde e i debiti e le tasse non si pagano? Grillo a Viola Tesi non ha neanche risposto, ha mandato avanti Messora. Il blogger che vendeva i dvd in cui Giuliani spiegava come prevedere i terremoti col radon, è facile, ne ha previsti un sacco, peccato che i poteri forti siano tutti schierati dalla parte dei terremoti e gli impediscano di divulgarli il giorno prima, maledizione, è sempre costretto a divulgarli il giorno dopo. Messora che sul suo blog ai tempi dello sciame dell'Aquila faceva i bollettini, la gente disperata andava a leggere il suo blog prima di scegliere se dormire o no in macchina, lui raccoglieva le confidenze del mago del radon e purtroppo a causa dei poteri forti non ci beccava mai.  Messora dunque ha spiegato al pubblico di beppegrillo.it che la signora Tesi è un'infiltrata, punto. Funziona così, non è che se hai votato per loro sono tenuti ad ascoltare le tue ragioni: li hai votati perché ti sei infiltrato, addirittura militavi in un partitino pirata, mai presentatosi alle elezioni, una cosa tra amici - non importa! Sei un'infiltrata! Magari siete gli stessi che si lamentavano della diffidenza piddina verso gli elettori di Renzi. Non avevate tutti i torti, chissà, comunque adesso accomodatevi pure nel M5S, lì sì che accolgono i nuovi elettori a braccia aperte, INFILTRATI DEI POTERI FORTI.

Io penso - spero - che il Movimento non sia Grillo. Non credo che valga la pena di rivolgersi a Grillo. Grillo non è che si pone il problema dello spread a cinquecento: manderà fuori Casaleggio a dire che è un complotto dei Bilderberg, sono loro che divaricano lo spread, c'è una cerimonia massonica all'uopo. Son fatti così. Non l'hanno mai nascosto, anzi l'hanno scritto in tutti i luoghi e in tutti i laghi. Non ce l'ho mica con loro, anzi. Se avete letto fin qui avete capito con chi ce l'ho.

Ma non avete letto fin qui.

238 commenti:

  1. non ho letto tutto perdonami. Comunque Grillo è il metodo Dr. House. Hai mai visto Dr. House ? Il paziente o muore, o va sulla strada della guarigione. Di certo lasciandolo così sarebbe andato incontro a morte certa, lenta ma inesorabile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avere o non avere letto fino in fondo questo articolo è una discriminante. Ma questo lo puoi capire solo se lo hai letto fino in fondo.

      Elimina
    2. Infatti: chi balza alle conclusioni senza aver letto tutto l'articolo non credo sia in grado di capirlo, pertanto le sue conclusioni saranno campate in aria... o forse è solo un infiltrato dei poteri forti ;)
      (chi non ha letto l'articolo sino in fondo non avrà capito cosa c'incastrino i poteri forti)

      Elimina
    3. lo finisco dopo l'articolo. ho tratto delle conclusioni non indipendentemente da ciò che hai scritto e non in contrapposizione, semplicemente perché ne ho avuto lo spunto.

      Elimina
    4. Ho finito l'articolo. Non sono d'accordo su alcune cose che tu scrivi però credo anche che è vero sul programma del M5S ci sono anche delle bestialità o comunque ambiguità. Beh potresti registrarti e vedere quanto spazio rimane ai cittadini per modificare il programma che è (o sarà) 'work in progress'.
      Intanto vorrei fare solo una piccola osservazione: il debito pubblico del Giappone ha il 236% rispetto al pil, però pagano interessi inferiori al 1%. Magari non saremmo messi male se mandassimo sempre degli stuoini a contrattare con la Merkel (Es. acquisto dei titoli del debito pubblico direttamente dalla BCE).
      E' vero la gente è irresponsabile perchè vota a casaccio. Per me è irresponsabile anche quando vota PD, credendolo un partito di sinistra o temendo Berlusconi col voto utile basato su sondaggi manipolati come ha ammesso Weber venerdi ad Agora'.

      Elimina
    5. Ma non è vero che il dotto House fa così coi pazienti, capra.

      Elimina
    6. Io ho letto tutto,e la penso esattamente come te...dopo domenica sono arrivata alla conclusione che per questo paese non c'è redenzione!Il problema è che la gente non ha più coscienza politica e sopratutto critica,c'è disinformazione..e agli italiani piace lo spettacolo!c'hanno lobotomizzato per 20 anni...

      Elimina
    7. Salve Anonimo ingroiano ..(3 righe sopra).Vi siete volatilizzati politicamente e ora abbiate almeno il pudore di non fare la morale a nessuno.

      Elimina
    8. Nessuno sta firmando nulla e' una falsita', continuate a dire falsita' la petizione e' fatta da un'attivista del partito pirata e alle votazione l'8o% non sono votanti 5 stelle, COSA SI DEVE FARE? Dare in mano il governo a gente collusa da sempre con i poteri che hanno distrutto l'italia? Con i poteri che non vogliono perdere il potere di avere soldi??? questa e' una rivoluzione! La gente collusa se ne deve andare a casa e se non e' stato capito a queste elezioni sara' capito alle prossime.

      Elimina
    9. Ecco, ce mancava anche er fanatico... quelli come voi hanno sempre aiutato il potere!
      Dovresti vergognarti: Bersani ha appena proposto di tagliare i finanziamenti ai partiti, ma siccome non vuoi spocarti le mani preferisci consegnare il paese a Berluconi.
      Sei un farabutto, stai aiutando ladri e corrotti a lasciare tutto così come è e a non toccare nulla!

      Elimina
    10. Cazzo ne sai che non sono elettori 5 stelle? Hanno fatto tutti le foto come i furboni che le postavano su fb?

      C.

      Elimina
    11. All'Anonimo delle 15:27:00. Un appunto di macroeconomia: sicuramente il Giappone sarà messo peggio dell'Italia come rapporto tra debito pubblico e PIL, ma il loro PIL è quasi tre volte il nostro, e il tasso di crescita nel 2012 è stato del 2.2%, addirittura 4.5% nel 2010. I bassi tassi sono dati dalla fiducia dei creditori nella solidità dell'economia, nella fondata speranza di riavere indietro i propri investimenti, più che da oscure manovre delle Banche Centrali. Quella europea può "raffreddare i tassi" comprando obbligazioni dello Stato italiano finché vuole (o finché i cittadini europei non si stancheranno di buttar soldi in una causa persa), ma fino a quando la fiducia dei creditori esteri non sarà restaurata (facendo ripartire l'economia), pagheremo tassi altissimi perché quelli che ci prestano i soldi li pretendono come compesazione per il rischio.

      Comunque pezzo splendido, lo quoto parola per parola.

      Elimina
    12. Concordo con l'anonimo delle 15.27. Per chi faceva eleganti osservazioni al medesimo poco più sotto, varrebbe la pena aggiungere che gli interessi sul deficit del Giappone del voto del commentatore in questione hanno certamente profonda cognizione e lo tengono nel massimo conto.
      Ma aderenza alla realtà no, eh?
      Il problema di questo paese è la fede. Calcistica, che ormai si riverbera totalmente nell'appartenenza politica. Che importa cosa fanno, purché c'abbiano la maglia giusta, traditori tutti gli altri.

      Elimina
    13. Il voto tifoso è IL MALE. E soprattutto la discussione tifosa dopo. Concordo.

      Elimina
    14. Ma lo sa il primo commentatore che dott. House non è un documentario ma fiction e che il "metodo house" non è applicato nella realtà?

      Elimina
    15. Sono l'(alcolista) anonimo delle 15.27, 15.00 e 13.50. Rispondo all'anonimo delle 19.28.
      1. Se il rapporto debito pubblico/PIL è alto non ha senso considerare quanto sia alto il PIL. Ciò vorrebbe dire che anche il debito pubblico è molto alto.
      2. l'Italia ha un bilancio primario (al netto degli interessi) in attivo. Ciò significa che se pagasse interessi inferiori al 1%, ritornerebbe in crescita.

      Elimina
    16. aggiungo.. (sono sempre l'alcolista di sopra) non ci sarebbe nessuna manovra oscura della BCE. Se gli investitori sanno che la BCE è sempre disposta a comprare il titoli di stato degli stati in difficoltà, gli interessi non saranno mai cosi alti. Gli interessi si elevano per il rischio insolvibilità.

      Elimina
    17. Più che altro in effetti il dottor House non uccide i pazienti deboli, mi sa che il tizio non guardava House.

      Elimina
    18. Un genio della politica che ha capito tutto e sa tutto su tutto, Leonardo! Potremmo consigliare a Napolitano di dare a lui l'incarico, così porterebbe l'Italia fuori dal baratro (in cui è, nonostante gli amici ABC di Monti), abbatterebbe per sempre lo spread, creerebbe milioni di posti di lavoro, sconfiggerebbe non solo il cancro ma anche tutte le altre malattie, ci darebbe la pace nel mondo.

      Elimina
    19. Es. Terza serie ventunesima puntata
      http://it.wikipedia.org/wiki/Episodi_di_Dr._House_-_Medical_Division_%28terza_stagione%29

      Finalmente ho capito perchè votate PD, vi ostinate a guardare il dito invece della luna... Vi porto un esempio, più o meno calzante, e voi vi accanite sull'esempio. Complimenti, continuate così.

      Elimina
    20. questi vogliono capire la politica e hanno dei problemi a capire un telefilm.

      Elimina
    21. Guardare il dito, prima della luna che indica, e' un segno di intelligenza, quando esistono troppe lune (e troppe dita).
      Massimo

      Elimina
  2. domenica c'era il sole, e volevamo sentirci vivi. E hai ragione.

    RispondiElimina
  3. "Se avete letto fin qui avete capito con chi ce l'ho".
    Io ho letto sin qui e sono d'accordo con te, ho anche ritwittato il tuo passaggio sull'invasione della Polonia.

    Da bravo elettore del PD, però, ritengo che al momento sia inutile mettersi a recriminare coi "te l'avevo detto": il passato non si può più modificare, è immutabile, granitico e noi corriamo a folle corsa verso il futuro, un futuro che ancora possiamo modificare.

    Un accordo con Berlusconi è impraticabile in quanto (1) Berlusconi pensa solo ai propri interessi e (2) sarebbe una catastrofe mediatica. L'unica possibilità è la linea di Bersani, ossia presentarsi al parlamento chiedendo la fiducia su un programma che comprenda una legge anti-corruzione e delle misure per il lavoro, così che gli eletti del M5S siano obbligati a scegliere da che parte stare: contro la corruzione o coi corrotti, contro Berlusconi oppure fargli da stampella.

    Sono desolato, ma non vedo altre alternative.

    RispondiElimina
  4. http://www.youtube.com/watch?v=sV8MwBXmewU
    BASTEREBBE VEDERE QUESTA FOLLIA per capire che quelli di i scientology credono a cose più sensate.

    RispondiElimina
  5. domenica c'era il sole, e volevamo sentirci vivi. E hai ragione.

    RispondiElimina
  6. ok, alle prossime voto D'Alema. Grazie Leonardo, sei stato convincente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'Alema non era candidato.
      Le hai lette le liste, oppure hai solo guardato le figure?

      Elimina
  7. Ho votato PD. La petizione l'ho firmata perché comunque mi sembra che una qualsiasi forma di intesa tra PD e m5s è lo scenario meno peggiore possibile. E siccome il mio mantra già da un po' è meno peggio = più meglio... Che tra parentesi è lo stesso mantra che mi ha portato a votare PD. Comunque il post e da sottoscrivere con il sangue parola per parola.

    RispondiElimina
  8. Io ho votato M5S e non sono pentito. Al prossimo giro il PD fa la fine del Pasok greco e per me va bene così. Il PD ha desertificato tutto quello che c'era alla sua sinistra. E ha avuto quasi 20 anni di tempo per cambiare le cose. E non ti ho letto fino alla fine.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio non ce la fanno.

      C.

      Elimina
    2. quindi hai votato un "movimento" praticamente di destra. so sempre scelte.

      Elimina
    3. Ma è una cosa così difficile leggere sino alla fine?

      Se tu avessi letto sino alla fine avresti capito con chi ce l'ha Leonardo.

      Elimina
    4. Ragazzi, molti elettori di Grillo non sanno leggere molto bene. Abbiate pietà se non riescono ad arrivare in fondo all'articolo.

      Elimina
    5. Forse gli elettori del PD non si sono accorti di aver votato un comitato d'affari autoreferenziale.

      Elimina
    6. @Anonimo delle 15;35

      Bersani ha proposto una legge anti-corruzione.
      Grillo ha risposto che vuole un governo col PDL.
      Ne deduco che Grillo fa parte del comitato di affari di Berlusconi e che è contrario alla legge anti-corruzione.

      Gli eletti del M5S da che parte stanno? Sono con Berlusconi anche loro? Battano un colpo, oppure sono collusi.

      Elimina
    7. ma in quale occasione grillo ha dichiarato di volere un governo con Berlusconi o il pdl? in tutte le sue interviste si è sempre detto che gli eletti voteranno le leggi e non fiduce a nessun governo. gigi (ho letto tutto)

      P.S. io sarei favorevole alla sostituzione di equitalia come ente per la riscossioni visto tutti i problemi che questa a causato.

      Elimina
    8. Infatti non vuole un governo CON berlusconi, ma un governo DI Berlusconi (e PD).

      C.

      Elimina
    9. Veramente quello che c'era a sinistra del PD si è suicidato da solo, dopo che per ben due volte ha avuto l'occasione di governare e s'è sfilato per ragioni di principio, facendo cadere gli unici governi davvero di sinistra che avevamo avuto dopo la fine della seconda guerra normale. No, ok, la seconda volta è stata colpa del Silvio e delle sue marchette.
      Adesso, mi raccomando, imparate da Bertinotti. O raggiugete in qualche modo un accordo per lavorare tutti insieme, oppure consegnate il Paese a Berlusconi per l'ennesima volta. State certi che, come successe a Bertinotti, gli elettori vi faranno un monumento (funebre).

      Elimina
    10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    11. io credo che siamo in molti a pentirci di grillo perche bersani chiede solo di confrontarsi per risolvere molti problemi l'egalita lavoro finanziamento dei partiti e grillo spara le solite buffonate

      Elimina
  9. Io temo che molta gente che ha votato m5s non solo non ci abbia pensato prima, ma non ci stia pensando neanche ora. Perché è sempre molto più facile non pensare, prima, durante e dopo. Tanto ci sarà qualcuno che rimetterà a posto le cose (spero) e loro potranno uscirsene con il semplice turpiloquio.

    RispondiElimina
  10. No, vabbè. Io da lunedì pomeriggio sono in un perenne facepalm. Vantiamoci di non leggere fino alla fine. A sto punto preferisco quelli che non leggono neanche l'inizio e votano proprio alla cazzo cazzo.

    Mi sono venuti i muscoli alle dita in questi giorni a cercare di discutere e capire e far capire. L'ho fatto su Facebook, perché dove li trovi i grillini se non sul supremo Internet e poi preferisco parlare con quelli che conosco, so che hanno una carne e delle ossa e non sono troll. Mi sono appassionata molto (e di questo li ringrazio), ma niente.
    Ho scoperto che:
    *****Grillo è il portavoce del Movimento e quello che dice Grillo non è quello che pensa il Movimento.
    *****Il Grande Mito Della Democrazia Diretta e però non ci vado ai MeetUp e ho letto un paio di volte il forum nazionale ma la mia verità rivelata è che
    *****la bbrava ggente del Movimento è onesta e preparata e sarà sempre meglio di quelli di prima.
    *****Noi non ci alleiamo con nessuno perché noi siamo i Cittadini contro il sistema corrotto.
    "E gli altri che hanno votato gli altri partiti non sono cittadini pure loro?"
    *****...
    *****...
    *****Ma noi abbiamo vinto. Siamo il Primo Partito dell'Universo.

    - facepalm -

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non fossi così avvilita e abitassi in un altro paese troveri tutto questo molto divertente O_o

      *facepalm*

      Elimina
  11. AAA: SPOILER
    ma certo che dovevano dare una risposta così, conoscono i loro grilli (volevo scrivere i loro polli ma vabbè), e certo una che crede alla rivoluzione "gentile" (gentile?! Grillo?! qual è il collegamento'!) non lo è. O magari lo è, ma iniziano a fare come il PD e i voti di gente così non li vogliono (considerare).

    RispondiElimina
  12. per non stare sempre solo sull'urgenza del caso parlamentare ... un pensiero a riguardo va agli elettori del sindaco di Parma. Prima elettori innamorati e felici della giunta di centrodestra che in poco tempo si è dissolta tra aule di tribunale e fughe all'estero per evitare il carcere, e poi elttori arrabbiati e modello della prima giunta M5S. Io credo che presenterò una lista Babbo NAtale alle prossime elezioni. Sono convinto di aver un pò di buone possibilità. A Parma.

    RispondiElimina
  13. Purtroppo, nonostante tu dica molte cose vere, dai per scontato che votare PD non sia votare alla caxxo. Parti da questo presupposto inossidabile, che purtroppo invece non è tale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Anonimo delle 16;11

      Bersani ha proposto una legge anti-corruzione.
      Grillo ha risposto che vuole un governo col PDL.
      Ne deduco che Grillo è un sostenitore di Berlusconi e che è contrario alla legge anti-corruzione.

      Gli eletti del M5S da che parte stanno? Sono con Berlusconi anche loro? Battano un colpo, oppure sono collusi.

      Elimina
    2. Bersani ha proposto una legge anti-corruzione ora. Ma il suo partito ha tollerato, se non favorito, la corruzione per 20 anni.

      Elimina
    3. E quindi avendo l'opportunità di farla ora non la si fa perché bisognava proporla prima? Ma come ragionate?

      C.

      Elimina
    4. Le chiacchiere stanno a zero: se davvero il M5S vuole un cambiamento, allora che appoggi la lotta alla corruzione, la riforma delle istituzioni, le misure contro la disoccupazione giovanile.
      Ma se continuano a rifiutare, potremmo iniziare a credere che Grillo sia sul libro paga di Berlusconi.

      Elimina
  14. Da "coglione che ha votato un comitato d'affari e un tipo là che è burattino di dalema" e dopo aver letto...
    Considerato che sono arrivato al limite della sopportazione coll'internets mi metto solo a giudicare l'atto della tua scrittura, e venirti a chiedere: do you feel fairly uneasy?

    RispondiElimina
  15. Leonardo ha centrato il punto : domenica l' elettore italiano di destra e di sinistra voleva mandare affanculo questa classe politica corrotta e incapace votando Grillo, ci è riuscito parzialmente ( Scilipoti e Razzi sono ancora lì) ma i problemi iniziano una volta chiuse le urne .

    Matteo Z.

    RispondiElimina
  16. E l'hanno mandata così affanculo che ora quello che hanno votato auspica un governo PD-PDL per togliersi dall'imbarazzo di governare (anche) lui.

    C.

    RispondiElimina
  17. Intanto il PD non ha vent'anni ma ne ha cinque. Ovviamente non nasce dal nulla. Eredita il peso di due partiti non da poco. Ovviamente avendo una storia, è difficile che cambi tutti i dirigenti dalla sera alla mattina. Ovviamente gestendo molte amministrazioni locali, statisticamente è più facile che vi si riscontrino fenomeni di corruzione e malagestione, rispetto a partiti che ne gestiscono molte di meno e da molto meno tempo.
    Il PD ha scelto quasi tutti i propri candidati tramite primarie, che hanno premiato candidati fuori dai vecchi apparati. Gli impresentabili più impresentabili sono stati esclusi anche se avevano vinto le primarie. Moltissimi eletti sono neoeletti e per lo più persone che hanno già lavorato bene nelle amministrazioni locali (perché non sono tutti come Penati o Del Bono).
    Proprio il fatto di aver già vinto una consultazione interna dava a loro un potere contrattuale forte rispetto all'apparato del PD, che non può dire "ti ho nominato io".
    E' comitato d'affari? Era una cosa che faceva così schifo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il M5S ha preso il 25% promettendo di combattere i corrotti.
      Il PD ha proposto al M5S una legge anti-corruzione.
      Beppe Grillo ha rifiutato.

      Quanti di quel 25% lo voteranno una seconda volta, adesso che si è rivelato colluso coi corrotti?

      Elimina
    2. tutti quelli che con "combattere i corrotti" intendevano la galera la piazza la gogna pubblica le fionde la vergine di ferro e per i peggiori anche qualcosa di un po' meno morbido, quindi a spanne il 100% di quel 25%.

      Quindi controdomanda: quanti di quel 25% pensi siano interessati ad "affrontare l'annoso problema della corruzione attraverso strumenti legislativi atti a limitarne la partecipazione ad attività pubbliche o parlamentari" e quanti invece semplicemente hanno inteso che ciò che Grillo gli ha garantito è il loro scalpo perché il fine non è che non rubino più ma che paghino per averlo fatto?
      Fai una stima e avrai la risposta alla tua domanda.

      La legge anti-corruzione, prima ancora di essere una proposta inutile in quanto "burocratese prodotto dalla ka$ta", è una proposta inutile perché finalizzata a impedire i prossimi corrotti, mentre questi vogliono la testa dei precedenti.
      Non so se è chiaro che è la "vendetta di classe" la carota, non un futuro roseo con i pannelli solari nell'orto.

      Elimina
    3. No, mi rifiuto di credere che tutti gli elettori e gli eletti del M5S siano invasati col forcone in una mano e la torcia accesa nell'altra.

      Sono d'accordo con la previsione di Claudio VdA: la linea dura gli farà perdere voti.

      Elimina
  18. Ciao Leonardo.

    Io ho letto TUTTO, e ti sono grato.
    Il vero problema è come la gente si ferma o meglio non si ferma oltre le apparenze.
    Non è della società di oggi cercare riscontri, documentarsi, analizzare bene le cose.
    Troppo uso della Tv e forse anche di Internet ci ha resi macchine che corrono veloci e non si fermano ai pit-stop.

    Di mio aggiungo che è davvero dura oggi votare in Italia...

    da una parte Grillo e le sue sparate, in larga parte folli e irrealizzabili;
    da un'altra Berlusconi e la sodomia alle menti dei suoi sostenitori;
    dall'altra ancora il PD che non ha saputo parlare ed è ostaggio di un apparato indietro coi tempi, fermo all'auotosostentamento, e che non sa guardare bene alle reali esigenze della società.

    In mezzo a questo ballo a tre ci siamo noi, gli unici che contano.

    Poveri noi.

    Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Leonardo, come sempre, tanto di cappello!

    RispondiElimina
  20. Invettiva degna da VI° canto dantesco. Condivido tutto e più

    RispondiElimina
  21. Io ho votato pd e scelto bersani alle primarie. Non credo che tu e altri crediate davvero che chi ha votato grillo e ora firma le petizioni sia così stupido. Io ne conosco molti, e se su grillo qualche timore l'ho, su queste persone ci metterei la firma. Non ci rendiamo conto che comunque sia questa e' un'occasione unica! FOrse sono pericolosi e da tenere sotto controllo grillo e casaleggio (un po ho paura di loro ma penso anche che di loro so solo quello che midicono i media.....) ma questo vale per tutti, direi che i nostri politici affermati ce lo dimostrano continuamente.

    RispondiElimina
  22. Un'altra cosa, Leonardo.

    Ho davvero desiderio di leggere una tua analisi sul PD.
    Attenzione: non lo sto scrivendo con intento provocatorio, sia chiaro :)

    RispondiElimina
  23. Anche tu potevi scriverlo due settimane fa sto mucchio di luoghi comuni e invece non l'hai fatto. Come hai scritto un paio di post fa, ti sei sbagliato di nuovo con le tue previsioni. Ora venire a fare il grillo parlante a chicchessia fa quanto meno sorridere. Molti auguri.

    RispondiElimina
  24. Chi ha votato Grillo troverebbe le sue proposte irrealizzabili e adesso gli chiederebbe di allearsi col PD? Voi credete troppo a alla televisione e poi ... vi scontrate con la realtà

    RispondiElimina
  25. Beh, una cosa é certa...Grillo sta ottenendo esattamente quello che si é prefissato...e tutto grazie a persone ignoranti che credono esclusivamente ai media. Nessuno voleva dare visibilitá al Movimento 5 Stelle e invece hanno ottenuto l'effetto contrario.
    E adesso che ha pure vinto ( la realtá é questa purtroppo...o per fortuna...dipende da che punto di vista vediamo la cosa ) stanno tutti qua a fargli la morale. Ma non avete ancora capito niente allora ( o fate finta di non capire... )!!! Credete che la gente abbia votato Grillo solo per le "promesse" che ha fatto in campagna elettorale? Io credo che se non ci fosse stato il suo Movimento, che in qualche modo ha aperto gli occhi della gente, fra non molto saremmo passati alle maniere forti con probabile spargimento di sangue per le strade. Adesso il punto non é cosa fará Grillo, ma cosa non faranno piú gli altri partiti, visto che alla fine si ritroveranno comunque tutti nello stesso palazzo a decidere il da farsi del paese. Da adesso in poi ci sará il vero confronto e il piú debole ( cioé il partito che danneggerà ulteriormente lo stato sociale ed economico dei cittadini ) sarà costretto a ritirarsi in esilio per sempre perché non avrà una seconda ( terza o quarta per alcuni ) possibilità! Adesso siamo veramente arrivati alla resa dei conti e la prossima mossa saranno i bastoni...punto!
    Premetto che non ho votato per il Movimento 5 Stelle ( perché come la maggior parte degli italiani mi sono fatto intortare anch'io dalle belle parole degli ALTRI ), ma solo adesso mi sono reso conto di aver fatto una grande cazzata; molto probabilmente come tanti altri elettori che non si sono sufficientemente informati!
    Adesso che le elezioni si sono concluse, mi sono reso conto di quanto siano veramente tutti superficiali nell'affrontare realmente i problemi del nostro paese, ma invece sono tutti ( escluso il Movimento 5 Stelle ) molto preparati su come spartirsi i nostri soldi, visto che nessuno ha intenzione di rinunciare ai rimborsi elettorali ed evolverli a coloro che ne hanno veramente bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ancora siete fissati su quei 4 spicci dei rimborsi elettorali? Ancora non capite che ogni punto di spread ci fa spendere 10 volte tanto?

      C.

      Elimina
    2. Casalgrillo psicodramma mi pare una buona idea.
      Il punto è che il livello di azione e inziativa concreta che pare starci dietro è quasi nullo.
      E gli psicodrammi da soli fanno un sacco di chiasso, anche sacrosanto, ma poi si svuotano.
      Casalgrillo mi pare incapace di gestire la macchina che ha messo in moto.
      E che stia cercando un modo di bloccarla. Salvando la faccia. E abbandonando chi ci ha lavorato e creduto.

      Elimina
  26. Io ho letto tutto l'articolo (come sempre con Leonardo), ma se ne leggevo metà era lo stesso. Il concetto è chiaro: gli elettori dovevano pensarci prima, dovevano pensarci domenica.
    Proviamo ad allargare il discorso: magari il PD poteva pensarci _prima_ di domenica. La sinistra (vabbe', sinistra) tutta, doveva pensarci prima di domenica. Pensare a proporre qualcosa per gli elettori. Per i tanti elettori che si sentono _già_ in guerra, che si stanno _già_ facendo male, perché in questi ultimi anni sono arrivati alla povertà, all'indigenza, alla fame.
    Che hanno pensato di non aver più niente da perdere.
    Dia pure la colpa, la "sinistra", al popolo bue; alla "ggente" idiota e subornata; si lamenti di quanto è stata incosciente domenica;
    sempre meglio che rendersi conto che al popolo, agli elettori, alla gente, non si ha più niente da dire nè da dare. E non da domenica: da DECENNI prima di domenica.

    RispondiElimina
  27. domenica a dire il vero nevischiava... (i commenti li leggo dopo quando ho tempo di divertirmi)

    RispondiElimina
  28. Io non ho votato Grillo, ho votato il Movimento 5 stelle, semplicemente perché credo che la politica si debba basare prima di tutto su onestà, passione e avere come scopo principale una maggior giustizia sociale. Anche a me non piacciono i modi di Grillo ma sono sicura che i ragazzi inesperti ma onesti e motivati troveranno delle soluzioni più giuste di quelle proposte dai finanzieri o dai corrotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi descrivi i politici come degli alieni venuti da marte e i ragazzi di grillo come cittadini diversi dal resto dell'umana specie. per intanto sappiano grillo, i candidati di grillo e casaleggio che neanche io ce l'ho con loro. ce l'ho proprio con te cara elettrice che hai votato un partito che vuole uscire dall'euro, non pagare i debiti, bloccare tutte le infrastrutture per vivere nel mondo bucolico, spiegarci che decrescere è felice. ce l'ho proprio con te cara concittadina elettrice. quando cammino per strada bada bene a starmi lontana perché è tutta colpa tua e di altri 8 milioni di stronzi

      Elimina
    2. Io non ho alcuna competenza in materia economica, non sono laureato, non ho mai letto fino in fondo alcun contratto che in vita mia ho pure firmato e di mestiere mi occupo di tutto tranne che di gestione del patrimonio.
      Ma ti giuro che sono onestissimo ho una passione che te la racconto e ho come scopo principale una maggior giustizia sociale ancora prima del portare a casa la cena.
      Se mi dai la tua mail ti mando il mio IBAN, sul quale puoi versarmi tutti i tuoi risparmi, prometto che in un paio d'anni te ne restituisco il doppio.
      Se te lo dico puoi fidarti perché non serve altro che l'essere onestissimo e motivatissimo e io lo sono e se non ci credi perché vuoi le prove del mio essere onestissimo e motivatissimo e quindi in possesso delle uniche caratteristiche che chiedi a chi ti deve gestire il patrimonio meglio di finanzieri e corrotti, non c'è problema ti faccio subito un video youtube dove te lo dico dalla mia cameretta, sono anche bravissimo a fare video ti confeziono un prodottino che parrò De Niro in Taxi driver, onestissimo motivatissimo e pure sentimentale quanto basta.
      Attendo indirizzo mail, puoi fare anche via home banking, c'ho il web anch'io, le ho proprio tutte per essere uno che ti darà un futuro migliore.

      Elimina
  29. ho avuto anch'io la stessa reazione di Leonardo. sono incazzato nero con i miei concittadini che hanno votato in maggioranza due pagliacci. Invoco clemenza al segretario del partito che ho votato. La responsabilità, i salvatori della patria, i governi di scopo, quelli di riforma, quelli brevi, napolitano che insiste è un film già visto! gli italiani hanno scelto in maggioranza due buffoni e si meritano due buffoni. Per favore Bersani, mandali tutti a fanculo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non sono per nulla incazzato con i miei compatrioti per quello che hanno votato.
      Al più sono incazzato con quelli che sono convinti che ora ci sarà la rivoluzione gialla.

      (ah, non serviva leggere fino in fondo. Leonardo ha esplicitato tutto all'inizio del penultimo paragrafo)

      Elimina
    2. Ma certo, meglio insolentire chi vota 5s che chi vota gli amici dei mafiosi.
      Fosse questa la causa dei patri disastri?

      Elimina
  30. tutto molto condivisibile, purtroppo
    il fatto di pensare prima alle conseguenze è una cosa che si usa poco, almeno in italia
    per me non vedo alternativa: bersani deve andare in parlamento e dire cosa vuol fare il suo governo, chi voterà no si assumerà la responsabilità
    niente accordi con berlusconi, sarebbe la classica medicina peggiore del male
    poi boh...
    il pd dovrà valutare bene in prospettiva: per me far vincere grillo alle prossime elezioni sarebbe davvero un grosso rischio per la democrazia (che di suo non è solidissima)
    una cosa fondamentale sarà eleggere un buon presidente della repubblica, attento alle regole
    ma prima di allora bisognerà eleggere i presidenti delle assemblee, i vice, i questori, i presidenti delle commissioni...
    insomma l'instabilità non sarà divertente, ma costosa...

    RispondiElimina
  31. Beh ora non esageriamo:non è che c'è stato un colpo di stato:se il governo non troverà modo di "essere" si tornerà alle elezioni...si preferiva forse una situazione come prima? pd avrebbe vinto ..e avrebbe fatto la politica di monti..il messaggio è chiaro:la politica non può sempre fare gli interessi del mercato:deve parlare alla "pancia" della gente e sentirne il brontolio disperato:perchè disperata in larga parte la gente lo è sempre di più:chiunque avesse sintonizzato le antenne avrebbe captato ma al pd e alla sinistra interessano i mercati...la stabilità ..stabilità di chi?? dei banchieri da salvare? delle banche da salvare? dei privilegi da continuare a usufruire? che si sfasci pure tutto ...dalle ceneri a volte nascono cose migliori. io Domenica pensavo ad altro....non ho votato 5 stelle:peccato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cioè, fammi capire: tu domenica scorsa non hai votato M5S, ma adesso che il M5S ha rifiutato di fare la legge anti-corruzione hai deciso che lo voterai?
      Ehm... debbo avvertire la guardia di finanza?

      Elimina
    2. Quando lo capirete che i mercati siamo noi, le banche anche? L'anziano vicino di casa che ha investito tutti i suoi risparmi in BOT e BTP è "mercati", la famiglia che si compra una casa grazie ad un mutuo, e lo studente che si laurea con una borsa di studio pagata da una fondazione, sono parte del sistema bancario. Banche, partiti, mercati, non sono organizzazioni aliene venute a vampirizzarci e da combattere con il coltello tra i denti. Sono parte della nostra società. Non ripagare il debito vuol dire rovinare l'anziano vicino, far fallire una banca vuol dire impoverire il tessuto economico del nostro paese. Impoverire noi stessi.
      Ma forse questi sono discorsi troppo difficili. Molto più comodo, e semplice, avere un nemico da combattere e da incolpare di tutto quello che nel paese non funziona. Qualche anno fa erano i "comunisti" e "i fannulloni", adesso sono "la casta" e "le banche", passando per "Roma ladrona".

      Elimina
    3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  32. Anni fa e non domenica, ci si chiedeva: "Ma se il PD si sposta al centro, diventando un partito dmocratico/cristiano, cosa succederà a sinistra ? chi organizzerà e gestirà il malcontento per un paese in cui spadroneggiano i poteri sotterranei (Massoneria, Mafia, Lobby bancarie e...Vaticano ?). A forza di esercitare la democrazia e la sorveglianza solo nelle Primarie e di bruciare leader possibili (Franceschini, Veltroni) qualcuno, in maniera viscerale senza dubbio, ma a questo punto inevitabile, si è preso quello che un buon partito di sinistra (non alla ricerca di voti e alleanza pericolose - vedi Mastella, Dini etc) a questo punto avrebbe potuto 'cavalcare'. Quanta amarezza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se questo fosse vero , se il PD avesse rifiutato di "cavalcare" e "organizzare il "malcontento dei cittadini verso i poteri occulti", almeno ai miei occhi sarebbe un titolo di merito nei confronti del PD e argomento per votarlo, per la prima volta, alle prossime elezioni. I poteri occulti affamatori del popolo e' una retorica (fascista) e autoassolutoria. I problemi del Paese sono tutti alla luce del sole, come anche queste elezioni confermano.
      Iop credo che Monti abbia fatto quello che doveva fare: il curatore fallimentare. Perche' credo che fallimentare sia la nostra situazione, ed e' una costante Italiana non voler guardare in faccia la realta', e dire che la colpa e' sempre degli altri, gli accaparratori o quelli che hanno osato non mettere in pratica misure folli come l'uscita dall'Euro.

      massimo

      Elimina
  33. Caro Leonardo,
    ottimo articolo completamente condivisibile.
    Hai dimenticato solo un punto: nessun elettore medio legge mai i programmi dei partiti. Mai. Di nessun partito.
    L'elettore medio guarda la TV, talvolta naviga su internet (ma non sui siti dei partiti, neanche su quello del M5S), talvolta legge qualche giornale o rivista.
    Quindi alla fine nella sua testa rimane o chi urla di più (Grillo) o chi gli manda lettere a casa (Berlusconi).
    Saluti,
    Mauro.

    RispondiElimina
  34. "A pensarci" 5s non ha vinto le elezioni:

    Senato
    7285850 voti, 23,7%, 54 senatori;
    coalizione PD 9.686.471, 113 senatori;
    PD solo 8.400.000, 105 senatori
    Berlusconi coalizione 9.405.894, 116 senatori;
    Berlusconi solo 6.829.587, 98 senatori;

    Camera
    8689458 voti, 108 senatori;
    coalizione PD 10.047.808, 340 senatori,
    PD 8.644.523, 292 senatori;
    coalizione Berlusconi 9.922.850, 124 senatori;
    Bersluconi solo 7.332.972 voti, 97 senatori.

    "A pensarci", una coalizione, la seconda, che ha fatto l'en plein nei comuni sciolti per mafia, per non parlare delle frequentazioni del suo capo.

    "A pensarci" i soldi si dovrebbero innanzitutto cercare dove stanno e non dovrebbero stare, cioè nei 109 miliardi di euro l'anno di evasione fiscale.


    P.S.: non sono una fan del reddito di cittadinanza.

    RispondiElimina
  35. Visto che ce l'hai con me provo a spiegarti il mio ragionamento e perchè ci ho pensato domenica, lunedì e i giorni seguenti e sono ancora convinto di avere fatto bene.
    La prima cosa da far notare ai fanatici grillini, a Grillo e Casaleggio e a voi detrattori degli elettori del M5S è che sarebbe da stupidi pensare che improvvisamente ci sono 8 milioni di attivisti. E penso anche che la maggior parte dei voti del M5S provengano da sinistra (non ce li vedo proprio dei berlusconiani essere daccordo con il programma del M5S).
    Ma veniamo al punto.
    Se avessi votato come te, Leonardo, e se tutto fosse andato secondo i piani di Bersani, di cosa si starebbe parlando adesso? Molto probabilmente se dare la presidenza delle camere a Casini o Fini, se per presidente della Repubblica scegliere D'Alema, Bindi o Finocchiaro, in che modo continuare la mitica agenda Monti che adesso sembra abbiate dimenticato. Berlusconi intanto, in ricordo della bicamerale e in nome della stabilità dei mercati sarebbe stato rassicurato sulla sua intoccabilità (chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato scordiamoci il passato che in questo periodo di crisi non è più tempo di fare la guerra, che noi siamo responsabili). E intanto Grillo dopo il 15% che avrebbe ottenuto, a soli 3 giorni dall'apertura delle urne sarebbe schizzato nei sondaggi al 50%.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace ma queste previsioni non valgono un bel niente, sono solo l'opinione di qualcuno che (guarda caso) cerca di pararsi il culo per il suo voto. L'unica certezza è che se un po' di gente da sinistra avesse ragionato con la testa potevamo arrivare ad un governo stabile per 5 anni, togliendoci dalle balle berlusconi e provando a rimettere insieme due cocci di questo paese. Che questo governo sarebbe stato molto lontano dall'ottimale nessuno sano di mente lo nega. Di fatto questo scenario, confrontato con quello del casino di adesso (dove non si arriverà a NULLA) era preferibile. Punto.

      Elimina
    2. è dal '94 che con il tuo ragionamento dovevamo "arrivare ad un governo stabile per 5 anni, togliendoci dalle balle berlusconi e provando a rimettere insieme due cocci di questo paese". Venti anni di fiducia dati a questi STESSI dirigenti per me possono bastare. E io preferisco lo scenario di adesso, ma di gran lunga. Ma non lo vedi quanto è bello che per il prossimo presidente della repubblica si facciano i nomi di Rodotà, di Zagrebelsky, di De Siervo, di Settis?
      (l'intervento è in 3 parti 23:21, 23:23, 23:25 e se l'avete letto tutto avete capito con chi ce l'ho. Ma non l'avete letto tutto)

      Elimina
    3. Vent'anni di fiducia dati a chi? Per la maggior parte i partiti di centrosinistra sono stati all'opposizione; quando hanno governato (2006-8) avevano una maggioranza risicata; ogni volta che hanno perso hanno cambiato i vertici e rinnovato il partito, a volte sciogliendolo e riformandone un altro.

      I nomi di Rodotà e di Zagrebelsky ricordo che li fecero anche nel 2006. La bella novità è che, grazie all'azzeramento totale di Grillo, ci si riduce a rifare gli stessi nomi delle stesse persone di sette anni più vecchie, alla faccia del rinnovo della classe dirigente.

      Elimina
    4. Si, sono stati all'opposizione mancando in aula quando si votavano le pregiudiziali di costituzionalità delle genialate del PdL, Legge Gasparri e Scudo fiscale inclusi. Stavolta sembri proprio dotato di paraocchi.
      Concordo in pieno con l'anonimo del triplo intervento.

      Elimina
    5. Quindi D'Alema che detta la linea sul Corriere della Sera è indice di "ogni volta che hanno perso hanno cambiato i vertici e rinnovato il partito"? E basta con questa difesa dell'indifendibile, Leonardo. Quante altre elezioni vuoi perdere prima di capire che con questi dirigenti non vincerai mai?

      Elimina
    6. Piuttosto ci sarebbe da chiedere quanti altri dirigenti dovremo cambiare prima che vi accorgiate che non è il partito di D'Alema.

      D'Alema non ha dettato nessuna linea; non era nemmeno candidato. Se il Corriere intervista lui invece che qualche esponente della segreteria attuale è per la pigrizia mentale del direttore e del lettore che fanno più caso a un titolo con "D'Alema".

      (La stessa pigrizia per cui un comico degli anni '80 si fa votare da milioni italiani).

      Elimina
    7. "Piuttosto ci sarebbe da chiedere quanti altri dirigenti dovremo cambiare prima che vi accorgiate che non è il partito di D'Alema"

      se proprio vuoi l'elenco, te lo faccio: Bassolino, Bettini, Bianco, Bindi, Bresso, Bruno Bossio, Castagnetti, Colaninno, Cuperlo, D'Alema, D'Antoni, Errani, Fassino, Finocchiaro, Fioroni, Follini, Franceschini, Gentiloni, Ichino (non si è disiscritto dal PD e continua ad essere nella direzione nazionale), Iervolino, Latorre, Letta, Franco Marini, Migliavacca, Montino, Morgando, Musi, Soro, Turco, Veltroni, Violante.

      Ma ne dimentico sicuramente qualcuno.

      Elimina
  36. Di cosa si sta parlando adesso, in virtù del mio voto a Grillo, diverso dal tuo?
    Anzitutto anche io chiedo a te se hai letto una cosa, cioè gli otto punti che, solo ora, sembrano essere nel programma di un governo Bersani. Solo adesso. Solo adesso. Solo adesso, a elezioni terminate. Non un giorno prima del 24. E attenzione, non voglio dire che nel programma PD non ci fossero, ma solo che non sono state minimamente calcolate. Ti risulta che in un anno e mezzo di governo Monti e in 2 mesi di campagna elettorale il nostro Bersani abbia mai posto al primo punto del programma i tagli della politica, l'abolizione delle provincie, o qualcosa di simile? Tutta la base PD (e tu per primo, immagino) chiedeva che l'idea principe del governare futuro fosse la moralità e un esempio di risparmio che partisse dall'alto. Ci hanno dato il MPS e l'IMU invece della patrimoniale. Ma ci voleva un tecnico per recuperare i soldi tassando la povera gente? Ma che politica di sinistra è?
    E veniamo anche a Grillo, adesso.
    Qui la questione è ancora più semplice. Col mio voto l'ho portato allo scoperto molto prima che lui si aspettasse. Adesso le cose sono chiare e nei prossimi giorni lo vedremo. O, in qualche modo, parteciperà al cambiamento dell'Italia, e davvero potrebbe essere il governo che io (e credo anche tu) ho sempre sognato, facendo quelle magnifiche riforme comuni ai due programmi PD e M5S oppure alle prossime elezioni si ridimensionerà moltissimo, avendo ormai mostrato di essere tutte parole e insulti e niente sostanza, un movimento che non pensa al bene del paese ma solo al proprio tornaconto elettorale, una casta come gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono iscritta al pd, non sono mai stata iscritta ad un partito. Ho votato alle primarie. Sono andata all'incontro in cui il MIO CANDIIDATO del pd , da me (e altri) scelto nella nostra zona, mi ha illustrato con molta chiarezza e senza mandare nessuno a fanc... le proposte ANTICORRUZIONE , l'ABOLIZIONE DELLE PROVINCIE, la proposta sull'IMU ipotizzata e la copertura economica relativa, le proposte sul lavoro.
      Il fatto di non urlarle, le proposte, non significa che non ci fossero.

      Probabilmente conoscevi http://www.riparteilfuturo.it/ e che hai visto sicuramente questo:

      https://www.facebook.com/photo.php?fbid=450472801689503&set=a.432004746869642.95881.290721534331298&type=1&theater

      A volte solo informandosi... prima delle elezioni.

      Elimina
    2. approfittando nel far notare che il mio lungo intervento è composto in tre post (23:21, 23:23, 23:25) ti rispondo volentieri chiedentoti quale parte della mia frase "E attenzione, non voglio dire che nel programma PD non ci fossero, ma solo che non sono state minimamente calcolate" non ti è chiara, Aminta88??
      Sono stato firmatario di riparteilfuturo, di sulatesta, di iocisto e quant'altro sul tema. Ma, ripeto la domanda "Col tuo voto, pensato, invece, cosa mai hai cambiato?" e ci aggiungo col firmare questi sacrosanti e giustissimi appelli, cosa è cambiato?
      Vogliamo parlare di candidati PD? La regione in cui voto è emblematica per capire il tutto: la Calabria.
      Qua si doveva stravincere, pensa che il PDL, data la regione per persa, ci aveva catapultato Scilipoti, ripeto Scilipoti. SCILIPOTI.
      Il PD regionale è commissariato da anni. Prima avevano mandato come commissario Musi, un rutelliano sempre in procinto di passare con l'API da un giorno all'altro (ripeto, con l'API, un RUTELLIANO doveva dirci che fare del partito). Poi ci hanno mandato D'Attorre, un campano, funzionario di partito. Tra i candidati abbiamo visto catapultati i non calabresi Bindi, D'Attorre e tali Fanelli Micaela e Argento Angelo di cui non mi risultano grandi cose neanche a livello nazionale, insomma 2 sconosciutissimi amici di chissàchi. Per i candidati calabresi, per compensare, si sono voluti superare presentandoci la moglie di Nicola Adamo e la figlia di Covello. Traduco per i non calabresi: come se stia parlando della moglie di Mastella e della figlia di Loiero. Ma voi siete proprio fuori di testa se pensate che possa votare la moglie di un plurinquisito, vicepresidente di uno dei governi più disastrosi che abbiamo avuto in Calabria (quello Loiero, che ha consegnato la nostra regione alla destra per chissà quanti anni) che tra aveva anche abbandonato il PD, criticandolo aspramente, per tanti anni, andando a sedere nel gruppo misto (sto parlando sempre di Nicola Adamo).
      Sinceramente, credo che sia tu ad essere molto disinformata, oppure come Leonardo a non voler proprio abbandonare la tesi idiota che tutti quelli che hanno votato M5S credono alle scie chimiche, al signoraggio, all'uscita dall'euro e stronzate simili.
      Aggiungo, ancora, che sono sempre più convinto che siete voi che non avete pensato bene al voto da dare mentre io, col mio voto pensato e informato, sto aiutando il mio paese e la sinistra molto ma molto più di voi.

      Elimina
    3. Nel pezzo non c'è semplicemente scritto "che tutti quelli che hanno votato M5S credono alle scie chimiche, al signoraggio, all'uscita dall'euro e stronzate simili".

      Ma Grillo all'uscita dall'euro ci crede, e lo dice.

      Elimina
    4. Ma chi se ne frega di quello che dice Grillo. Il mio voto lo vuoi riconquistare dicendomi che Casaleggio comanda tutto e crede al nuovo ordine mondiale oppure dicendomi che il PD ha capito gli sbagli e da adesso persegue una politica diversa con persone diverse?
      Nessuna autocritica, nessune dimissioni. Torno alla Calabria, leggi un po' http://www.corrieredellacalabria.it/stories/Politica/12744_dattorre_non_si_dimette_resto_al_mio_posto/
      Leggi bene le sue parole, ti dovrei far notare l'assurdità di troppi pezzi di quell'intervista.
      Ma come fai a votare questi qui? Non sanno di cosa stanno parlando, non hanno capito nulla e non hanno nessuna intenzione di capirlo.
      Ma pensarci domenica? Sono io che lo dico a te.

      Elimina
    5. @Aminta: mi ricordi quelli che citavano il famoso programmone da 300 pagine dicendo: "ah, ma quello che volevi tu c'era".

      A parte che se fai un programma infinito la probabilità di non trovarci qualcosa (o il suo contrario) tende a zero.

      A parte che esistono le priorità, quindi sì, i punti che si "urlano" sono quelli che contano, gli altri evidentemente si considerano poco importanti.

      Ma alla fine, come dice Claudio VdA, le chiacchiere stanno a zero, quelli che contano sono i fatti: il PD quei punti non si è mai impegnato davvero a reallizzarli prima e probabilmente fanno bene i 5s a non fidarsi, come io non mi fiderei di un ladro recidivo che si offre di guardarmi il portafoglio.

      Riguardo al post di Leonardo, gli unici con cui ha diritto di prendersela sono quelli del partito che ha votato e in seconda battuta sé stesso, che continua a dar loro corda. Il motivo sono sicuro che lo capisce da solo.

      Ah, quei 100mila che hanno firmato la petizione sono sicuramente in buona parte del pd, perché chi ha votato il m5s vede il pd esattamente come nel pd si vedono i berlusconiani, condiderandoli della stessa pasta.

      Calcolate un po' quante sono le probabilità che firmino per allearsi col pd.

      Elimina
    6. Ormai la cosa l'ho capita: il M5S non darà MAI un appoggio al PD perché del PD non si fida.

      Ne devo dedurre che il M5S vuole tornare a votare subito dopo eletto il Presidente della Repubblica?

      No, perché non se ne esce: il PD non si fida di Berlusconi, il M5S non si fida del PD, ergo si rivota.

      E' questo il piano del M5S: non fare nulla e andare a votare di nuovo. Giusto?

      Elimina
  37. Il M5S al 5% alle prossime elezioni, in caso di non partecipazione al cambiamento, potrà succedere in virtù di quello scritto prima, perchè degli 8 milioni dei voti M5S gli attivisti saranno un centinaio di migliaia, gli altri sono come me, ne sono convinto.
    In tutto questo magari Bersani si dimette pure, dopo questo disastro elettorale, portandosi dietro Letta, Fioroni, eccetera eccetera eccetera.
    E Berlusconi? Non l'ho dimenticato, quello l'avete fatto voi. Io non credo stia tanto bene oggi, visto che per la prima volta in venti anni sembra che uno dei primissimi punti di qualsiasi governo futuro sia una legge sul conflitto di interessi. Sul conflitto d'interesse, capisci? Solo adesso e in virtù del mio voto, pensato, esiste l'unica opportunità in venti anni di fare una legge sul conflitto di interessi. Già solo questo mi sembra grandioso.
    Insomma, Leonardo, vedi quante cose potrei ottenere col mio voto, pensato, di domenica? Certo, si devono incastrare un po' di cose, è difficile, ma almeno ho una speranza che succedano quelle cose che, credo, anche tu desideri fortemente.
    Col tuo voto, pensato, invece, cosa mai hai cambiato? Quale speranza hai dato ai nostri (credo) desideri comuni? Io, comunque, non ce l'ho con te, ma forse ci ho pensato un po' di più di te sul voto da dare domenica (anche perchè mi ero rotto di non poter far niente per scuotere questo cazzo di paese e la dirigenza del mio partito).
    Con stima immutata, ti saluto affettuosamente.

    RispondiElimina
  38. Equitalia: non so quale programma hai letto tu, ma io sto punto non lo trovo. Grillo ne ha parlato ed è giusto approfondire l'argomento.

    Referendum Euro: vero che tecnicamente l'italia non può decidere, ma di quali capitali parli? La fuga c'è già stata da un pezzo.

    Impignorabilità prima casa: se tutti perdono la casa, niente capitali e niente compratori, non saranno come carta straccia per le banche?

    Wi-Fi gratis: sarà pazzo anche Obama che vuole farlo negli states? Preferisci gente lobomotizzata dai media tradizionali?

    Rimborsi elettorali: perchè il M5S ne fa a meno e voi dite che non si può?

    Reddito di cittadinanza: abbassare pensioni d'oro e stipendi dei politici, stop ai rimborsi elettorali e auto blu, stipendi dirigenti pubblici max 12 volte lo stipendio base, rientro dalle missioni di pace/guerra, recupero dei miliardi evasi dalle società delle slot machine. Ci sono i soldi sia per il reddito di cittadinanza che per gli esodati.

    Saluti da uno che si è rotto di votare una sinistra che vuole smacchiare i giaguari e guarda l'italia morire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Obama non ha parlato di wi-fi gratis, capra.
      http://www.giornalettismo.com/archives/785441/beppe-grillo-e-la-bufala-del-wi-fi-gratis-di-obama/

      Elimina
    2. Vorrei commentare il "programma economico" sintetizzato nel penultimo paragrafo del post di Anonimo delle 23:53 facendo qualche stima dei costi e delle entrate:

      - reddito di cittadinanza: una proposta minimale (se ben ricordo Grillo sarebbe piu' generoso) e' di dare 500 euro al mese ai 3 milioni di disoccupati. Fanno una spesa di 18 miliardi l'anno, che si riducono (ottimisticamente) a 10 miliardi se teniamo conto degli effetti di stimolo all'economia (perche' se quei soldi vengono spesi, qualcuno ci paghera' l'IVA ed altre tasse).

      - stipendi dei politici: in Italia ci sono 630 deputati, 315 senatori e 1000-2000 politici locali "importanti" (deputati regionali, presidenti/assessori delle giunte regionali e provinciali, sindaci/assessori dei principali comuni). Assumendo una spesa di 300.000 euro lordi per persona (10-15.000 euro netti al mese), siamo sotto il miliardo l'anno. Ma facendo conto su qualche taglio alle pensioni degli ex-politici ed alle spese "di rappresentanza" forse possiamo avvicinarci a 2.

      - portare gli stipendi massimi dei dirigenti pubblici sotto 12 volte lo stipendio base (cioe' sotto circa 300.000 euro lordi annui). Quanti sono questi stipendi?
      Su http://espresso.repubblica.it/dettaglio/occhio-ce-statale-e-statale/2186613 trovo che ci sono circa 48.000 dirigenti pubblici; pero' circa 30.000 di questi percepiscono stipendi attorno ai 65.000 euro l'annuo; gli altri 18.000 hanno uno stipendio medio di circa 100.000 euro l'anno. Quelli sopra 300.000 non possono non essere una minoranza piuttosto piccola: supponiamo allora di avere 1.000 persone che prendono 500.000 euro lordi l'anno e di ridurgli lo stipendio di 200.000 euro lordi. Il risparmio sarebbe di 0.2 miliardi lordi, che diventano 0.12 miliardi quando tieni conto delle tasse che non incassi piu'.

      - rimborsi elettorali: dal 1994 al 2012 abbiamo speso in tutto 2.5 miliardi ( http://www.repubblica.it/economia/2012/04/06/news/rimborsi_elettorali-32864526/ ), alla media di 138 milioni l'anno. E' vero che negli ultimi anni abbiam speso parecchio di piu' che nei primi, ma restiamo sempre sotto gli 0.5 miliardi l'anno.

      - auto blu: quella capra (lui si') di Brunetta sosteneva fossero circa 72.000. Peccato che gran parte di questa siano le auto dei vigili, della polizia, delle asl, degli operai comunali ecc. ecc. Se guardi http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/08/04/auto-blu-il-ministero-di-brunetta-le-censisce-e-i-costi-finiscono-sul-web/149890/ trovi che ci sono 2.000 auto "blu-blu" (di rappresentanza) e 10.0000 auto "blu" (con autista a disposizione di qualche alto papavero). Dai numeri nell'articolo puoi ricavare che per l'acquisto/rimpiazzo delle auto "blu" e "blu-blu" spendiamo 66 milioni all'anno; cui devi aggiungere gli stipendi dei 12.000 autisti pagati (a naso 240 milioni netti). Quindi in totale la spesa e' di 0.3 miliardi all'anno.

      - rientro dalle missioni di pace/guerra: nel 2012 abbiamo speso 1.3 miliardi ( http://www.ilcambiamento.it/guerre/governo_monti_nuovi_finanziamenti_missioni_guerra.html )
      [segue]

      Elimina
    3. [continua]

      - infine, le slot machines: tanto per cominciare, la storia sta su http://www.ilpost.it/davidedeluca/2013/01/18/prostitute-banche-e-olio-doliva/ (la parte rilevante sono 3 paragrafi circa a meta'). Ma a parte i dettagli, il motivo per cui lo Stato esige solo una piccola parte di quei 98 miliardi e', semplicemente, che se pretendesse il 100% non prenderebbe nulla. Lottomatica (multa teoricamente da pagare 7.5 miliardi, capitalizzazione di borsa 3 miliardi, fatturato 2011 3 miliardi, utile 2011 173 milioni) e' un caso esemplare: con i suoi utili non riuscirebbe neppure a pagare gli interessi sulla multa. Quindi dichiarerebbe immediatamente fallimento, e tanti saluti. Ora, probabilmente si potrebbe pretendere qualcosa di piu' del 2.5% della multa prevista (il 10%?) senza ammazzare completamente le societa'. Ma sarebbe comunque un'entrata una tantum: su base permanente questa consentirebbe un risparmio annuo di circa 0.6 miliardi (l'interesse che paghiamo annualmente su quei 10 miliardi).

      Quindi il bilancio totale (ottimisticamente) e'
      nuove spese: 10 miliardi
      riduzioni di spesa: 2+0.1+0.5+0.3+1.3+0.6 = 4.8 miliardi

      non e' che io non sia d'accordo con le proposte di sopra : ma non generano risorse sufficienti.

      Elimina
    4. @Emanuele Ripamonti: prendendo per buone le tue cifre (io ho altri dati, ma diciamo che i miei sono troppo ottimistici e quindi meglio tenerci bassi) converrai con me che comunque qualcosa si potrebbe fare, che è sempre meglio di niente. Ps: per non passare per il solito complottista folle ho evitato di nominare i costi della TAV (non siamo ancora riusciti a completare la salerno reggio calabria e vogliamo fare la TAV?). E che vogliamo dire dei finanziamenti ai giornali? E dei soldi per i caccia militari? Volendo tagliare hai voglia di quanto superfluo si potrebbe fare a meno per dare una scossa all'economia.

      Elimina
  39. "Le previsioni risalivano alle 18.30. L'orario ve lo dico perché d'ora in poi sarà molto importante per capire le finestre temporali entro le quali ci muoviamo, anche per consentirci di valutare quanto poi le previsioni di Giampaolo riescano a cogliere con precisione nel segno."

    Questo sta scritto nel post di Messora che linki. Vergognati. Messora fece un lavoro di approfondimento chiesto da decine di migliaia di abruzzesi, su un tecnico di cui si fidavano sia Cialente (il sindaco), che gli affidò i laboratori sotto alla scuola De Amicis, che i vigili del fuoco. Se a te non frega nulla è perché non vivesti il terremoto sulla tua pelle, e non ti fa onore. Rispetta gli altri. Le inchieste di Messora a L'Aquila (tu dov'eri?) sono state acquisite agli atti dalla procura de L'Aquila, e la Commissione Grandi Rischi è stata condannata anche grazie a quelle. E non perché "non aveva previsto i terremoti", ma perché anche grazie a Messora si dimostrò che era più interessata a fare politica che non a fare il suo mestiere.

    Messora fece un doppio dvd sulla prevedibilità dei terremoti, di cui una metà girata all'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il Gotha dello studio scientifico sui terremoti, e riuscià a portare il suo direttore, il direttore della Sezione di Geofisica e Vaulcanologia, a L'Aquila, e girò un confronto in presa diretta tra Giulianie e l'INGV.

    E' vergognoso che tu scriva queste cose senza avere capito nulla del lavoro che ha fatto e del perché lo ha fatto.

    Ho fatto le screenshote dell'inserimento di questo commento. Vedi di non moderarlo perché dopo dieci secondi lo facciamo sapere a tutta la rete.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Complimenti! Ancora con la storia della prevedibilità dei terremoti...poi dire a Leonardo che non ha vissuto un terremoto sulla sua pelle è un tocco di classe.
      Federico

      Elimina
    2. La rete sa già tutto di Giancarlo Giuliani.
      Facendo una ricerca su ISI web of knoweledge con Giuliani G. e earthquake radon
      Pubblicazioni scientifiche -> 0
      Brevetti -> 1 (Patent Number: WO2004061448-A1; AU2003296694-A1; IT1333804-B )
      Andando a vedere i numeri, si tratta di uno scintillatore con fotomoltiplicatore da applicarsi alla previsione dei terremoti, brevettato nel 2004.
      Il fatto che negli ultimi 7 anni tale brevetto non abbia condotto a nessuna pubblicazione scientifica degna di nota rende evidente a tutti che purtroppo l'ipotesi non era valida.
      La rete conosce tutto, basta saperla interrogare.

      Elimina
    3. Un paio di punti: una scoipeta scientifica come la capacita' di prevedere i terremoti e' di tale importazna da candiare al nobel, e portare sulla copertina di uomo dell' anno di parecchie riviste.

      Il giappone oggi e' in un disastro macroeconomico che preoccupa tutto il mondo, comunque paga interessi bassi perche' ha, da decine di anni e ancora oggi, una bilancia die papgamneit positiva, i titoli di stato li acquistano i giapponesi stessi

      Purtroppo, si sta illudendo la gente che ci siano delle soluzioni possibili alla crisi Italiana, che invece e' gia' nel baratro, e non probabumente, purtroppo, non be uscira'.

      Elimina
  40. Analisi molto interessante e condivisibile su parecchi aspetti.
    Sono d'accordo sul fatto che Grillo non accetterà qualsiasi alleanza e non darà alcuna fiducia, finora è stato sempre lui (e Casaleggio dietro) a dettare la linea politica e ad eliminare ogni voce di dissenso tramite epurazioni chirurgiche. Sperare che adesso, all'improvviso, gli eletti del M5S si "ribellino" all'autorità costituita è una pura utopia: non hanno una comprensione del funzionamento del parlamento, non sono scafati e temano di crollare di fronte ai politici di lungo corso, ed è chiaro (e comprensibile) che, almeno inizialmente, saranno i meri portavoce dei due redattori del "non-statuto".
    Detto questo, come uscire dall'impasse senza che il Paese si logori tra le lotte di potere? Difficile dirsi, ma secondo me una soluzione può essere la seguente:

    1) Napolitano dà l'incarico di Presidente del Consiglio ad una persona terza, senza un passato politico, non schierata, di talento, stimata all'estero. Non chiedetemi un nome, al momento mi è venuto solo quello di Baggio o Del Piero :-)

    2) Costui forma un governo con ministri che sceglierà dal PD e dal M5S, e magari anche tra non eletti, persone competenti (da suoi simili). Alla fine se hanno fatto ministri la Carfagna e la Gelmini, o Scajola e Calderoli, non credo che i grillini potranno fare tanto peggio.

    3) A questo punto,Grillo è costretto a cedere, il parlamento vota la fiducia a Mister X & co. e siamo tutti salvi. Tra l'altro ci togliamo dalle palle il Berlusca e i suoi amici ladri e possiamo valutare la vera autonomia e capacità del M5S.

    Che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che ne pensate?
      Non decidiamo noi!
      (Tutta questa discussione è surreale)

      Elimina
    2. Non si può arrivare alla fine perché scrivi con dei pregiudizi per cui l'articolo è illeggibile.
      Per farti capire prendo solo il primo pezzo:

      E insomma la settimana è andata così (premetto, ricostruzione assolutamente di parte): domenica avete votato il movimento fondato da un irresponsabile (e chi sarebbero i responsabili? dai, fai i nomi), che fa discorsi irresponsabili (ambeh, belli i discorsi degli altri, uno vende le pentole e gli altri non hanno tre proposte serie messe in croce se non i matrimoni gay, la lotta all'omofobia e affini che per carità serviranno pure quelle ma le priorità mi sembrano come minimo altre) e propone soluzioni irresponsabili (questa è sempre la tua valutazione di parte); lunedì sera avete scoperto che aveva vinto le elezioni e avete pensato, beh, magari adesso si comporterà in modo responsabile (e chi l'ha pensato? io no perché non l'ho mai considerato un irresponsabile ma uno che ad un certo punto si è rottoi co...... e vista la sua notorietà ed il genere di spettacoli che faceva (sollecitato da Fassino ahahah) si è messo in ballo), perché no dopotutto, basterà fargli una proposta seria (seee, tu vai da un massone conclamato e fagli la proposta di abolire per legge la massoneria poi ascolta cosa ti risponde, la stessa cosa è fare una proposta seria ai Ber*, avremmo la stessa risposta). Siccome invece già martedì stava tirando fango su Bersani (perché il contrario non è vero? vatti a rileggere cosa hanno detto di Grillo e poi vedi che nel caso sono come minimo equivalenti), chi l'avrebbe mai detto, avete firmato una bella petizione (ma chi? la petizione della piratessa? maddai, quella era paragonabile ad una trollata, lo sai che se uno pubblica un racconto toccante poi riceve tanti "mi piace", non l'hai capito che funziona così?), affinché il signore irresponsabile (lo dici sempre tu che sei legittimamente di parte eh...), titolare del marchio che voi avete votato (e cosa c'è di male? perché gli altri marchi appartengono al popolo?), la smetta di fare l'irresponsabile, che la situazione è grave, la sfiducia dei mercati, lo spread, c'è da salvare l'Italia perbacco. (ma perché la situazione prima com'era? e chi governava? e chi doveva fare una opposizione vera con proposte valide e serie? beh ti do un consiglio, non chiederti perché la gente ha votato Grillo, passeresti solo notti piene di incubi; vai invece dal tuo segretario di partito e dalla schiera di dirigenti suoi "soci" e mettili sotto accusa, la colpa è solo loro).

      Elimina
  41. Leonardo, ma io ricordo che qualche anno fa Equitalia non esisteva.

    L'Italia non è sprofondata nel Mediterraneo.
    L'evasione fiscale NON era il quadruplo di oggi.
    Non c'era un aumento nella caduta di meteoriti.

    Insomma: se vent'anni fa si campava benissimo senza Equitalia, mi spieghi perché oggi quel massacratore di famiglie è diventato imprescindibile all'esistenza umana?

    Per dire, eh.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare che le cose nel mondo siano cambiate ... e molto.. negli ultimi anni. Te ne sarai accorto che non esiste più niente che si possa comparare con il passato.

      Elimina
    2. E' tanto difficile capire che Equitalia è solo un ente parastatale incaricata della riscossione dei tributi? Anche se elimini Equitalia le tasse lo stesso le devi pagare. Tutte le discussioni attorno a questo tema mi sembrano francamente surreali...

      Elimina
    3. Suggerirei di mettere da parte la nostalgia per quei vent'anni fa in cui "si stava bene" facendo i debiti che ora qualcuno ci chiede di pagare.

      Elimina
  42. Non si può arrivare alla fine perché scrivi con dei pregiudizi per cui l'articolo è illeggibile.
    Per farti capire prendo solo il primo pezzo:

    E insomma la settimana è andata così (premetto, ricostruzione assolutamente di parte): domenica avete votato il movimento fondato da un irresponsabile (e chi sarebbero i responsabili? dai, fai i nomi), che fa discorsi irresponsabili (ambeh, belli i discorsi degli altri, uno vende le pentole e gli altri non hanno tre proposte serie messe in croce se non i matrimoni gay, la lotta all'omofobia e affini che per carità serviranno pure quelle ma le priorità mi sembrano come minimo altre) e propone soluzioni irresponsabili (questa è sempre la tua valutazione di parte); lunedì sera avete scoperto che aveva vinto le elezioni e avete pensato, beh, magari adesso si comporterà in modo responsabile (e chi l'ha pensato? io no perché non l'ho mai considerato un irresponsabile ma uno che ad un certo punto si è rottoi co...... e vista la sua notorietà ed il genere di spettacoli che faceva (sollecitato da Fassino ahahah) si è messo in ballo), perché no dopotutto, basterà fargli una proposta seria (seee, tu vai da un massone conclamato e fagli la proposta di abolire per legge la massoneria poi ascolta cosa ti risponde, la stessa cosa è fare una proposta seria ai Ber*, avremmo la stessa risposta). Siccome invece già martedì stava tirando fango su Bersani (perché il contrario non è vero? vatti a rileggere cosa hanno detto di Grillo e poi vedi che nel caso sono come minimo equivalenti), chi l'avrebbe mai detto, avete firmato una bella petizione (ma chi? la petizione della piratessa? maddai, quella era paragonabile ad una trollata, lo sai che se uno pubblica un racconto toccante poi riceve tanti "mi piace", non l'hai capito che funziona così?), affinché il signore irresponsabile (lo dici sempre tu che sei legittimamente di parte eh...), titolare del marchio che voi avete votato (e cosa c'è di male? perché gli altri marchi appartengono al popolo?), la smetta di fare l'irresponsabile, che la situazione è grave, la sfiducia dei mercati, lo spread, c'è da salvare l'Italia perbacco. (ma perché la situazione prima com'era? e chi governava? e chi doveva fare una opposizione vera con proposte valide e serie? beh ti do un consiglio, non chiederti perché la gente ha votato Grillo, passeresti solo notti piene di incubi; vai invece dal tuo segretario di partito e dalla schiera di dirigenti suoi "soci" e mettili sotto accusa, la colpa è solo loro)

    RispondiElimina
  43. L' articolo è riassumibile in un titolo a caso di Repubblica e l' icona dell Unità in alto a destra ( un quotidiano che per prendere i rimborsi all editoria stampa 5 volte tanto il venduto per maggiorare il rimborso..) dice il resto.

    quello che l' elettore del PD non capisce, è che il M5S c' è sempre stato, è semplicemente una realtà che ha preso forma.

    nel 2006 quando Grillo portò le richieste dei cittadini a Romano Prodi, neoeletto PdCdM, nessuno immaginava di dover "creare" un movimento...
    eccolo: lo abbiamoo dimenticato?
    http://www.youtube.com/watch?v=uEw-SaSh6CM

    poi ci sono state le raccolte firme, ignorate, i tentativi di censura con la Levi-Prodi
    http://it.wikipedia.org/wiki/Disegno_di_Legge_Levi-Prodi

    e tutto il resto delle porcherie che l' ex partito comunista, oggi mescolato con parti della ex democrazia cristiana, ha effettuato negli ultimi decenni, aprofittando della buona fede e dell ideologia delle persone per bene che nonostante tutto ha continuato a votarli.
    Assieme alla base del PD ammanicata ovviamente, quella che si divide potere e poltrone.
    Questo ce lo ricordiamo tutti vero, si?
    http://www.youtube.com/watch?v=Tv37Mb4QOsM

    prima di criticare il M5S, che oggi sembra andare tanto di moda, sarebbe bene fare anche un pò di autocritica, ma perchè fare autocritica quando si può sparlare random su cose che non si conoscono nemmeno?
    Come ad esempio la storiella di favia, che secondo alcuni sarebbe stato espluso dal movimento, quando semplicemente Grillo ha ritirato il suo logo.
    Favia è sempre consigliere, e prende sempre lo stipendio, semplicemente ha terminat i due mandati e nel M5S dopo due mandati vai a casa, non stai a parlare fuori onda di Grillo e Casaleggio e la mancanza di democrazia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo hai letto. Di Favia manco si parla.

      Elimina
    2. e allora?
      ne parlo io, si può o devo chiedere il permesso?

      visto che 6 anni di Blog e di battaglie sono state riassunte nel tuo articolo con "urla" sminuendo tutto quello che un comico va predicando da anni, poi vi chiedete anche perchè il M5S prende i voti.

      il probema del tuo partito non è che nemmeno tanto che non fa le cose, ma che non ne parla proprio.

      Sono in tema? oppure siccome non hai nominato il NULLA politico del PD non dev parlarne?

      in un paese nomale, con un centrosinistra normale, non c è bisogno di nessun movimento 5 stelle.
      Beppe Grillo sarebbe a fare gli spettacoli.

      Vi siete divertirti a svilirne la voce, le iniziative?
      adesso mangiatevi questo frutto.


      Elimina
  44. non sono un grillino ma io un PD che continua a fare queste figuracce non lo voto più. http://www.youtube.com/watch?v=R7CKXhPlFuQ&sns=tw

    Se non si cambia ci rimarranno solo Grillo e Berlusconi. E intanto Bersani non si dimette e cita Vasco Rossi. Sempre peggio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non credo che il pd faccia figuracce se mai e quel buffone di grillo che non vuole assumersi certe responsabilita io o votato pd per il programma e se certi coglioni anno votato grillo adesso si attacasero al tram

      Elimina
  45. Dissento.
    Per carità, lasciate da parte per un attimo l'uscita dall'euro e altre assurdità (su che ce la fate), e rendiamoci conto che i politici dei vecchi partiti hanno semplicemento perso la credibilità.
    Per me il PDL non l'ha mai avuta, mentre il PD l'ha persa quando non ha fatto la legge sul conflitto d'interessi, quando ha rifinanziato le missioni di guerra, nel momento in cui non ha mai proposto una decente legge anticorruzione. Per altri chissà, per loro magari la credibilità l'hanno persa quando, in periodo di crisi, non hanno pensato a ridurre i propri privilegi... come? Oh, ecco che arriva la prima obiezione da parte degli elettori così coscienziosi da ricordare sempre che la riduzione dei privilegi non risolve nessun problema economico. E quindi? Vuol dire che i politici non debbano assumersi l'impegno di fare a loro volta "sacrifici" (per modo di dire) quando li fanno tutti gli altri? Certo che no, che li facciano fare prima agli altri, per loro se ne riparlerà quando ci sarà tempo (questo dice l'elettore cog..., ops, coscienzioso).
    Risultato: perdita di credibilità.

    E' mai possibile che da Tangentoli non sia mai stata fatta una seria legge anticorruzione?
    Risultato: zero credibilità.

    Poi arrivano gli eletti del M5S che come primi provvedimenti rinunciano ai rimborsi elettorali e si riducono gli stipendi, e i sacrifici iniziano a farli loro.
    Ora, non ci vuole un genio per capire che soprattutto in tempi di crisi, su persone del genere finirà per essere riversata tutta la speranza e il credito di credibilità che la gente è ancora disposta a dare.

    Ecco che arriva la seconda obiezione dell'elettore coscienzioso: "ma il Paese e l'economia non si governano con le proposte populiste". Giusto. E infatti, pur sperando nell'onestà e nella buona volontà degli eletti col M5S, non sono convinto che siano all'altezza di governare un Paese (e sicuramente non lo saranno sin da subito) e su di loro non ho poche riserve. Eppure sono gli unici al momento che danno la speranza di poter ridefinire alcune regole basilari della politica, con una limitazione dell'interesse economico nella politica, imponendo requisiti minimi di decenza per l'eleggibilità e tante altre squisitezze.

    Poi ecco che il PD, alla ricerca della fiducia, propone una legge anticorruzione fuori tempo massimo e dovrebbe improvvisamente acquistare la credibilità che molti elettori gli hanno negato.
    Io non so come andrà a finire, vedremo, spero di non dover dare un giorno ragione a voi, eppure Grillo sta alzando la posta e dimostra coraggio... ok, accetto l'ultima obiezione dell'elettore coscienzioso: Grillo dimostra coraggio giocando sul futuro degli italiani. Però chissà come sarebbero andate le cose se il PD avesse dimostrato altrettanto coraggio l'estate scorsa, e avesse chiesto nuove elezioni invece di appoggiare un governo Monti assieme al PDL, rinunciando ad una vittoria quella volta sì certa e scegliendo invece di far fare il lavoro sporco a Monti ma posticipando ad oggi il nodo del problema e condannandoci alla situazione attuale.

    Come è possibile che una persona tanto intelligente come Leonardo ponga così tanto l'accento sulla presunta stupidità e incoscienza degli elettori del M5S, trascurando il fatto che il PD fino ad oggi abbia evitato tutti i temi su cui pone l'attenzione Grillo, e cercando l'alleanza con Monti? Con Monti!??!? E non dico che Monti abbia fatto necessariamente male, ma il PD non fiuta un po' l'aria? Non sentiva la crisi, l'aria di populismo, la rabbia nei confronti della "casta"? Non era il caso di fare qualche concessione in quella direzione? Dovrebbero tutti gli elettori essere fini strateghi e analisti politici, oppure non dovrebbe esserlo il partito che si candida a governare il Paese?
    (stessa domanda si può porre nel caso dell'accusa rivolta agli elettori ingroiani o simili che tolgono, invariabilemte, esattamente i voti determinanti al PD)

    Stefano

    RispondiElimina
  46. Io ho votato M5S ed è molto che lo seguo pur non partecipando ai meetup. Sono addirittura iscritto ed ho votato per la scelta dei candidati. Non sono pentito di averlo fatto, anche se avrei preferito un appoggio ad un governo PD a condizioni ben precise e vincolanti. Ritengo comunque che Grillo stia seguendo coerentemente la politica decisa PRIMA delle elezioni e forse è la cosa giusta da fare, anche se apparentemente autolesionista, visto che difficilmente Bersani e soci avrebbero potuto mantenere le promesse avendo troppi interessi in gioco. Credo poi che le proposte di Grillo non siano così folli come sembrano ad un osservatore poco informato. L'abolizione di equitalia non equivale all'abolizione della riscossione crediti. Si chiede soltanto una riscossione crediti meno vessatoria (attualmente ai limiti dell'usura) per chi rimane indietro con i pagamenti. Si tratta di portare il fisco ad un livello più vicino al creditore con una maggiore attenzione a chi è in difficoltà. L'idea è quella di riportare il recupero crediti nei comuni, con funzionari che più probabilmente conoscano il creditore e inoltre fornire loro gli strumenti per venirgli incontro. Il discorso è lungo. L'uscita dall'euro ugualmente non è una follia. Al punto in cui siamo (economia in stallo o peggio e debito astronomico) lasciar svalutare la nostra moneta sarebbe di aiuto. Restando nell'euro questo non si può fare. Anche qui il discorso sarebbe troppo lungo.
    Il wifi: l'idea è che l'utilità di internet sia tale che averla accessibile e gratuita sia importante come avere le strade accessibili e senza pedaggio. E' un investimento per la società del futuro che sarà sempre più internet-dipendente.
    Ad ogni modo il M5S ha modificato per sempre ed in meglio la politica italiana. Dubito fortemente che il PD avrebbe fatto le parlamentarie se non ci fosse stato il M5S.
    Lo stesso linguaggio dei politici si sta trasformando. Il politichese sta andando fuori moda.
    Inoltre i neo-eletti del M5S per l'88% sono laureati, il che mi lascia ben sperare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ops, sopra ho scritto creditore invece di debitore in un paio di frasi, scusate.

      Elimina
    2. "L'idea è quella di riportare il recupero crediti nei comuni, con funzionari che più probabilmente conoscano il creditore e inoltre fornire loro gli strumenti per venirgli incontro."

      Insomma l'idea è favorire le connivenze tra i politici locali e i loro elettori. Esattamente il sistema che prima non funzionava, e che ha contribuito a ingrandire il debito pubblico che Grillo non vuole pagare.

      Elimina
    3. No, Leonardo, perché i funzionari saranno tutti nominati da amministrazioni a 5 stelle e saranno tutti onesti e comprensivi. Mi cadi sulle basi.

      -facepalm-

      Elimina
    4. l' uscita dall' euro non e' prevista dai trattati, e' prevista solo l' uscita dall Unione europea. Quindi il referendum e' sull' uscita dall' unione Europea. In grecia, quando si e' chairito questo fatto, subuto prima delle ultime elezioni, il partito anti-euro ha perso simpatie.

      Elimina
    5. Il M5S ha come primo obiettivo il controllo dei cittadini sui politici ad ogni livello. Forse vi siete persi l'iniziativa "fiato sul collo", precedente alla costituzione del movimento, di entrare nei consigli comunali filmare tutto e mettere in rete. Probabilmente non sapete nemmeno che in molti consigli comunali i ragazzi che volevano trasparenza utilizzando questo metodo sono stati allontanati anche con l'aiuto delle forze dell'ordine da sindaci di DX e SX. L'idea che il potere fosse "proprietà" degli eletti senza controlli (a parte della magistratura e in rari casi della stampa) evidentemente favoriva clientelismi. Il M5S professa la totale trasparenza impegnando gli eletti a giustificare e mettere in rete ogni decisione presa. Chiunque ne abbia voglia può quindi controllare. Il limite dei due mandati inoltre serve proprio a togliere presa a clientelismi vari.

      Elimina
    6. L'uscita dall'euro non è prevista dai trattati ma i trattati si possono modificare.

      Elimina
    7. Mi rivolgo all'anonimo delle 18;13.

      Il PD propone di formare un governo che abbia come priorità
      1) legge anti-corruzione
      2) sostegno al lavoro
      3) legge sul conflitto di interessi.
      Inoltre Il PD ritiene che Berlusconi sia totalmente inaffidabile per realizzare tali punti.

      Il M5S ritiene che il PD non sia un interlocutore credibile e mai entrerà né darà il proprio sostegno ad un governo con dentro il PD.

      Quindi il M5S cosa propone (a parte di mettere on line le riunioni del parlamento) ? Eleggere il Pres. della Repubblica e poi tornare alle urne?
      No, perché senza maggioranza, si torna alle urne, credo sia evidente anche ai sassi.

      Elimina
    8. Forse queste ore, in cui i parlamentari eletti del m5s si incontrano a porte chiuse, non sono esattamente le migliori per parlare di "totale trasparenza".

      I due mandati non eliminano il clientelismo, al massimo lo moltiplicano (ci saranno più eletti e avranno interesse a massimizzare i risultati in breve tempo).

      Elimina
  47. Ultimamente Leonardo ha perso il suo tradizionale acume, si è arrabbiato e intristito.

    Che vuol dire che gli elettori dovevano pensarci domenica? ci hanno pensato bene, ci stanno pensando da vent'anni a questo momento.

    Sono vent'anni che la sinistra inciucia con Berlusconi. Violante l'ha addirittura confessato alla Camera.

    Sono vent'anni che la sinistra mente al suo elettorato dicendo che lo SME e poi l'EURO ci avrebbero portato nel paese delle meraviglie, quando invece sapeva benissimo che ci avrebbero impoverito e che avrebbe "svalutato il lavoro“ e abbassato i salari. L'ha confessato Fassina a Servizio Pubblico.

    Ora che gli elettori si sono svegliati, tu ti arrabbi perché avrebbero dovuto continuare a dormire? Questa è la più strana delle tue teorie.

    RispondiElimina
  48. mi dispiace per chi ha scritto questo post

    E' di una ottusità e pochezza che fa male. Sono preoccupato parecchio se esistono persone che comprendono così pocoi di ciò che avviene loro malgrado.
    Mi scuso ma è ciò che sento in questo momento. Dolore per comprendere che c'è chi si ferma alla superficie delle cose e non comprende e si perde per colpa del proprio non capire.

    Un abbraccio a te caro amico che hai scritto queste cose.
    Io non so se la tua volesse essere una PROVOCAZIONE" un voler gettare il sasso nella palude tanto per muovere le onde

    Io ti suggerisco invece di partire dall'umiltà. Per comprendere una qualsiasi cosa occorre quella come ingrediente fondamentale.
    Accostati alle cose con questo atteggiamento:voglio fiutare, odorare capire di che si tratta e poi mettiti a fare qualche collegamento con la nostra storia recente e a tentare di vedere se il M5S non sia l'estrema reazione di un organismo, l'Italia che è in cancrena da 20 anni E' l'ultima occasione. l'ultimo barlume di reattività per cercare di rifondare il paese su basi alternative al consociativismo della presunta Sinistra Italiana che dicono sia stata all'opposizione in questo tempo sventurato.
    Un abbraccio e buona domenica
    carlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti credo che occorra cercare di comprendere prima di accusare a vanvera.

      Il MV5S per voce di Beppe Grillo ha rifiutato di entrare in un governo che avrebbe avuto come punti programmatici il conflitto di interessi, le misure contro il precariato e quelle contro la corruzione.

      Un giudizio sommario potrebbe essere "Beppe è pagato da Berlusconi", ma occorre rifuggire dai giudizi sommari.
      Un secondo giudizio potrebbe essere "beppe spera che bloccando le riforme si torni al voto in modo da aumentare i suoi consensi", ma questo è il modo di ragionare dei professionisti della politica.

      Forse prima di fare scelte incomprensibili ai più sarebbe stato meglio applicare la regola dell'uno vale uno e consultarsi sull'argomento, ma non è stato fatto.
      Non capisco, ma dubito che voterò mai più MV5S che si è rivelato uguale ai vecchi politicanti che invece di pensare agli interessi del paese ragionano solo in base all'interesse elettorale.

      Chi c'è rimasto? E se provassi questi famosi pirati?

      Elimina
    2. Ehm...nessuno ha offerto a Grillo di fare il conflitto di interessi. Bersani si è tenuto sul vago parlando di "Europa", "lavoro" senza che si capisse granché, come al solito.

      Uqbal

      Elimina
    3. E voi avete bisogno che Bersani vi proponga una cosa per farla? Vi fate dettare l'agenda da lui? Non potevate proporgliela voi e vedere come reagiva?

      Il MV5S ha l'occasione storica di ricattare il PD, di costringerlo a fare finalmente qualcosa di sinistra e cosa sceglie di fare? Di non fare un tubo!
      Siete un branco di quaqquaraqquà, alla prova dei fatti vi dimostrate essere politicanti della stessa pasta dei PDini che non fanno nulla con la scusa che "ah ma dovevano chiedercelo gli altri, ah ma noi pensiamo alla rivoluzione, mica a queste cosucce" e simili fregnacce.

      Ma io non vi voto più, chiaro? NON VI VOTO PIU'!

      Elimina
    4. occasione storica di "ricattare" il PD?
      ricattare???? :D
      ma non si possono ricattare dei delinquenti conniventi che stanno in parlamento da 30 anni.

      Come puoi ricattare Violante che finge di aver dimenticato cosa successe ad inzi anni 90 quando morirono Falcone e Borsellino?

      come pensi che si possa ricattare questa gente?

      accettare un piano del PD su pochi punti???
      e il resto mancia?
      ma lo volete capire che per chi ha votato M5S il PD e PDL sono lo stesso partito?

      io capisco che l elettore del PD vuole convincersi del contrario e farsi figo, come questo articolo vorrebbe dimostrare,
      ma per un elettore del M5S non esiste alcuna differenza, forse è questo che gli brucia.

      questo volersi elevare a "diverso" e il sentirsi ripetere di essere uguale, forse li svilisce.

      questi se ne devono andare via, fuori dal parlamento, se volevano fare i punti, dovevano pensarci prima... opposizione prima, opporsi allo scudo fiscale e a tutte le nefandezze che han fatto in questi 20 anni, a cominciare dallo spartirsi il divulgarsi delle notizie, come quel logo dell unità, lassù in cima in alto a destra.

      Il PD scomparirà a breve e dopo 20 anni cambierà nome un altra volta.
      L' unica speranza per loro è di scendere coi piedi per terra, mostrarsi ai loro elettori con i filmati di Violante alla camera, che parla di pati con berlusconi, chiedere scusa a utti gli italiani, fare i nomi e connomi dei responsabili, senza stare sempre a parlare sul vago.
      Vedere Bersani che tira fuori gli inciuci??? ma ce li vedete?

      parlano di inciuci ma nn entrano mai nei dettagli, chissà come mai.

      mamma mia, e dicono a me che ci dovevo pensare domenica :D
      ci ho pensato eccome domenica, son 20 anni che ci penso!!!! :D

      questo è il vostro garante, guardate questo filamto epico han preso il meno sputtanabile per farlo pesidente...immaginate il resto!!!!

      http://www.youtube.com/watch?v=8L-e5Cvm-wQ

      forza Leonardo!! avanti così!

      Elimina
  49. Ma io dico, dopo questi anni merdosi vi dispiace che non abbiano vinto i soliti noti? Dopo le escort, dopo i gipponi comprati perchè nevicava, dopo gli impicci delle banche, dopo che vi hanno contato anche i peli del c**o mentre brindavano sulle loro barche ancora li rimpiangete? se c'era un occasione per PROVARE a cambiare qualcosa era questa. Non è detto che ci riusciremo, ma almeno potremo dire di averci provato.

    Vi lascio con una frase tratta da Braveheart:

    Certo, chi combatte può morire… chi fugge resta vivo, almeno per un po'… Agonizzanti in un letto, fra molti anni da adesso… siete sicuri che non sognerete di barattare tutti i giorni che avrete vissuto a partire da oggi per avere l'occasione, solo un'altra occasione, di tornare qui sul campo, ad urlare ai nostri nemici che possono toglierci la vita ma non ci toglieranno mai la libertà!

    RispondiElimina
  50. Caro Leonardo, in questi giorni, dopo innumerevoli litigate con amici che si sono sempre professati di sinistra e che hanno votato 5stelle (guardate che NON è un partito di sinistra, lo dicono anche loro, guardate che il programma fa acqua da tutte le parti, guardate che GRillo è un populista e che il suo obiettivo è far sparire i partiti di sinistra piuttosto che cambiare l'italia ecc.ecc.) mi sono resa conto che sono duri come il muro, sono tanto duri quanto quelli che nel '94 votavano Berlusconi perché era "nuovo" e si sono innamorati di lui ciecamente per 20anni. Quindi BASTA. Io non ce la faccio più a sbattere la testa contro un muro. In ITalia tutti pensano sempre di essere più furbi degli altri, prima c'erano i berlusconiani adesso ci sono i grillini. Poveri noi stupidi che cercavamo solo di avere un governo stabile per 5 anni e chiudere, finalmente, la pagina Berlusconi.

    RispondiElimina
  51. https://www.facebook.com/photo.php?v=525302167525827

    RispondiElimina
  52. https://www.facebook.com/photo.php?fbid=515258268525606&set=a.424909867560447.107828.294912487226853&type=1&theater

    RispondiElimina
  53. http://www.contropiano.org/it/archivio-news/archivio-news/in-breve/italia/item/14871-e-stato-acceso-linceneritore-a-5-stelle-a-parma?fromfbpage=1

    RispondiElimina
  54. Condivido appieno quanto hai scritto.
    Unica consolazione: alle prossime elezioni anche i grillini (come del resto l'IDV prima di loro) saranno nel novero della "vecchia politica", e dovranno rispondere per quanto hanno (o, visto la piega che stanno prendendo le cose, *non hanno*) fatto.

    RispondiElimina
  55. Dopo neanche una settimana prevedete ed auspicate il fallimento... complimenti!

    RispondiElimina
  56. Diamogli tempo povero Grillo.. mi sembra un voler mettere in croce prima ancora di essere partiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema è che il Movimento 5 Stelle, stando alle parole di Grillo che è il portavoce, sembranon voler neanche partire.

      Elimina
  57. argomenti da commentificio...
    Leo, chi non vuol sentire e' sordo.
    con affetto

    RispondiElimina
  58. Nel novembre 2011 avevo persino mandato una mail a Bersani per dirgli di andare subito alle urne. Oggi il pericolo e` un governo PD-PDL. Sembra l'unica opzione rimasta. Invece, sarebbe giusto tornare alle urne dopo aver eletto il nuovo capo dello stato. Se gli italiani voglio suicidarsi, e` giusto che al momento della catastrofe il governo non sia in mano a quelli che hanno le minori responsabilita` dello sfascio.

    RispondiElimina
  59. Il PD ha fatto il giro dell'oca ed è tornato al 1994. Nel frattempo si è fatto tagliare la strada più volte da Berlusconi e in ultimo da un comico che voleva diffondere la bio-washball. Siamo sicuri che il PD fosse così meraviglioso da votare?

    Non ti viene il dubbio, caro Leonardo, che forse ti sfugge qualcosa? Io non ho votato Grillo, ma mi sarei amputato le mani piuttosto che votare PD. E sono un precario, figlio di dipendenti pubblici, dipendente pubblico io stesso finché non è arrivata la Gelmini. Sono stato iscritto al PD, per un anno.

    Ho avuto modo di discutere con te di lavoro e di scuola sul post e qui. E ogni volta erano i precari che erano gretti, e ogni volta erano i precari che non dovevano fare la guerra tra poveri, ogni volta c'era qualcosa per cui, nonostante Penati, Bassolino, MPS, niente conflitto d'interessi, niente legge anti-corruzione, niente tagli alle spese politiche, niente riforme, niente di niente, il discorso finale era: i diritti acquisiti non si toccano.

    Beh, ora quelli che i diritti acquisiti non ce li hanno sono tanti, veramente una marea, e pochissimi tra loro hanno votato PD. Invece di sbraitare contro gli elettori, ti sei chiesto perché abbiano voluto "sbagliare" un ragionamento così facile?

    Se infine pensi che gli Italiani siano così stupidi, così gretti e maligni, naturalmente goffi e cinici, ehi, sai che c'è? Che si scelgano un governo da par loro! Che ci sta a fare la sinistra a far da cappello ad una tale sentina di vizi? Lascia perdere, vattene dall'Italia (sono sicuro che non ti costerà lasciare il comodo lavoro statale a tempo eterno che hai ora) e fuggi verso le Isole Beate. E magari portati D'Alema, Fassina, Orfini, Bindi, Fioroni, Franceschini e tanti altri...

    Uqbal

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi scrivi per favore dov'è la discussione in cui io avrei detto "niente legge anti-corruzione, niente tagli alle spese politiche, niente riforme"?

      Se vogliamo parlare di grettezza, l'invidia sociale per uno che ha vinto un concorso e prende uno stipendio di insegnante in Italia è una cosa abbastanza gretta, sì.

      Elimina
    2. Violà, è così facile tirare fuori il peggio da te, che non capisci nemmeno quel che ti si scrive: il centrosinistra, in tutte le sue declinazioni, non ha fatto nulla, nulla, nulla, quando ha governato, per migliorare le condizioni delle persone che avrebbero potuto votarlo, né ora ha proposto alcunché di serio. Quando sei sull'orlo della disoccupazione, sentire Bersani che parla di "un po' di lavoro" non è di quelle cose che vuoi sentire.

      Sono IO che giudico il csx male per non aver fatto quelle cose, e quindi non lo voto. Tu puoi permetterti il lusso di trascurare tutte le ragioni per cui per me il csx ora non è più votabile: tu vivi in una condizione di privilegio, non hai problemi economici reali all'orizzonte e quindi tutto sommato che tutte quelle cose siano state fatte male (Treu) o non siano state (l'elenco di cui sopra). Potremmo rimanere in questo impasse per altri tre anni, e a te non cambierebbe nulla. Quindi non è strano se l'altra mattina ti sei svegliato e ti sei detto "Ohibò, com'è che qua nessuno vota più a sinistra?".

      Ti dà fastidio l'invidia sociale? Mi dispiace tanto...però se tu hai tutto e gli altri niente o quasi, forse è il caso che qualche domanda onesta te la fai. Tu ti guardi allo specchio, ti fai la domanda "Ma mi merito tutto quello che ho in più rispetto a colleghi che hanno la colpa di avere qualche hanno di meno?", ti rispondi di sì e continui allegro la tua giornata. Se guardassi le cose un po' più esternamente, forse saresti meno netto.

      Me lo chiedo anche io, sai, tante volte: ma se ai miei tempi il concorso ci fosse stato e lo avessi vinto, avrei maturato la consapevolezza che ho ora di tutte le storture del sistema, o mi sarei limitato a lamentarmi? Non è una domanda retorica: bisogna esserci dentro, per capire le cose.

      Altrimenti rischi di ritrovarti a scrivere post scriteriati per dire che gli Italiani sono diventati tutti matti. Un po' come i nobili siciliani di Sciascia che si lamentavano della Rivoluzione Francese (ah, prima che confondi di nuovo: Grillo non è Robespierre, non è un montagnardo e neanche Babeuf , al limite è Masaniello).
      Sei tu quello che non ci si raccapezza più nel suo Paese, non io. Oppure l'Italia è veramente un Paese di palta, ma, ribadisco, se gli Italiani ti sembrano tanto stolti, liberati della loro compagnia.

      Uqbal

      Elimina
    3. Il qui presente privilegiato, ha detto Grillo, tra alcuni mesi non riceverà lo stipendio. Se lo spread sale sopra i 500 la sua stima mi sembra anche ottimistica.

      Te la stai tragicamente prendendo con la persona sbagliata.

      Elimina
    4. Sai benissimo che non avverrà mai. Quindi eviterei di usare toni vittimistici. Non sei proprio nella posizione.

      Uqbal

      Elimina
    5. Stava per succedere due autunni fa, ci furono quattro finanziarie e una crisi di governo. È successo in Grecia, e Grillo si aspetta che vada a finire come in Grecia.

      Ma immagino che non sia un problema per te, se gli insegnanti statali coi loro sontuosi stupendi sono i nemici di classe.

      Elimina
    6. Wow, stava per succedere...ma fammi il piacere. Se vuoi provare il brivido della precarietà comincia a mandare cv in giro per l'Italia, sperando che qualche scuola privata ti prenda. Fammi sapere poi come ti senti a fine giornata.

      Quel che mi crea problemi è che chi ha avuto la fortuna di fare un compitino men che mediocre nel 1999 ha dovuto soltanto aspettare fiduciosamente, tanto prima o poi un posto di lavoro arrivava (ho degli amici che sono entrati di ruolo dopo che si erano DIMENTICATI di aver fatto un concorso 12 anni fa).

      Chi come me ha fatto le ssis invece si trova a pagare denaro sonante per fare balordi corsi ministeriali pur di non perdere posizioni in graduatoria (almeno adesso un concorso c'è stato, grazie a dio). Scusa tanto se mi sento poco solidale con chi subisce le ferali minacce di due autunni fa, quando peraltro il lavoro di chi era di ruolo è stato salvaguardato, quello dei precari invece è andato a puttane.

      Altra cosa che mi crea problemi è vedere colleghi di ruolo che non fanno una mazza dalla mattina alla sera ma sono difesi a spada tratta dai sindacati e che non si prenderanno neanche un buffetto per aver rovinato l'istruzione a centinaia di ragazzi. Questo se vuoi lo estendiamo anche ai precari, visto che il controllo sulla qualità è lo stesso, ma almeno il precario alla fine dell'anno, alla peggio, si leva dai piedi.

      Io non ho votato grillo perché non credo sia una soluzione, ma sono stato tentato, e se quindi qualcun altro lo ha fatto non lo considero un imbecille.

      Mi riesce più difficile prendere sul serio chi sorvola allegramente su tutto questo e mi viene a parlare di principi della sinistra o a pontificare sulla stupidità degli Italiani.

      Uqbal

      Elimina
  60. Sono d'accordo su tutto. Ma più passa il tempo e meno sono ottimista sugli elettori, i militanti e gli eletti del M5S. E non sulla base di quello che leggo e delle dichiarazioni. Ma sulla base di quello che ascolto in amici/conoscenti che lo hanno votato e che, più passano i giorni, e più mi paiono teleguidati a ripetere slogan che non hanno nessun collegamento con quanto dice nella discussione il loro interlocutore. E parlo di gente che conosco, magari non un fulmine di guerra politicamente, ma gente che era perfettamente in grado di conoscere - e usare - i nessi causali, quelli temporali, le finali, le concessive. Ora, no. Tutto brasato. Ecco, è questo abdicazione logico-grammaticale che mi fa paura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni grillino che sproloquia è un elettore, un cittadino, un simpatizzante di cui la sinistra si è lavata le mani.

      Saranno sporchi, brutti e ignoranti, ma la sinistra un tempo lottava per le persone sporche, brutte e ignoranti.

      Ora no.

      Uqbal

      Elimina
    2. Un tempo la sinistra lottava per ottenere pulizia e istruzione per tutti; non mi risulta abbia mai militato per difendere la sporcizia e l'ignoranza dagli assalti della razionalità.

      Quella è un'altra cosa, che pure c'è stata.

      Elimina
    3. Hai capito benissimo che cosa voleva dire 14:57. Stai ciurlando nel manico. E la sinistra non esiste più. E il Pasok è vicino.

      Elimina
    4. L'ultimo anonimo non sono io, ma lo sottoscrivo. La sinistra ha lasciato i poveracci a se stessi. Li ha raccolti Grillo, e ora c'è poco da lamentarsi.

      Uqbal

      Elimina
    5. Uqbal, citami correttamente, please. Io non ho parlato di sproloquio, ma del fatto, molto limitato e personale, che non riconosco il modo di porsi in una discussione di persone che conosco bene, che mi ricordano Elio Vito per l'atteggiamento che hanno assunto nel giro di giorni 10. Quanto al Pd, non l'ho votato (ma ho votato la coalizione), e di certo non gli ho fatto sconti, né prima, né dopo. Ma non era questo che intendevo sottolineare qui, quanto appunto l'impressione che ci sia stata una rinuncia ad Aristotele nel tempo, da parte di persone che conosco abbastanza per stupirmi del cambiamento repentino, tutto qui.

      Elimina
    6. La povna, però tu non mi fare torto. "Sproloquio" direi che sia un buon riassunto di tue espressioni come "ripetere slogan che non hanno nessun collegamento con quanto dice nella discussione il loro interlocutore", o di "gente che era perfettamente in grado di conoscere - e usare - i nessi causali, quelli temporali, le finali, le concessive. Ora, no. Tutto brasato".

      Se gente che conosci e che non ritenevi stupida ha "rinunciato ad Aristotele", ribadisco, qualche domanda me la farei. E te lo dice uno che NON ha votato Grillo, perché non lo ritiene una soluzione (per citare Uriel Fanelli: "Grillo sta al buon governo come un asteroide al benessere dei dinosauri"). Però si può capire perché molti abbiano "dato di matto".
      Non so, forse m'illudo, ma dallo scambio di amenità tra me e Tondelli forse si può anche arrivare a capire perché lo trovo mariantoniettesco.

      Uqbal

      Elimina
    7. No, secondo me non è un buon riassunto, altrimenti non te l'avrei fatto notare, ti pare?. "Sproloquio" lo sento molto vicino al concetto di monologo, io parlo invece della non rinnovata capacità di seguire gli elementi fondanti di un dialogo (un elemento, questo, che mi pareva in linea con l'argomento proposto dal post).
      Detto questo, era solo una precisazione a margine rispetto al dibattito generale, e, poiché non amo gli OT e i botta e risposta sul mio proprio blog, non voglio certo fare la stessa cosa in casa altrui. Dunque su questo passo e chiudo.

      Elimina
  61. Domanda alla Fornero: Ministro, la disoccupazione è problema europeo ma dramma italiano. Perché? Risposta Ministro:
    "C’è un trend europeo che è recessivo e non mostra segnali di inversione e sta colpendo duramente molti Paesi in un’Europa a più velocità dalle differenze sempre più marcate. Le specificità negative della situazione italiana collocano il Paese nel segmento gruppo più debole. In particolare un mercato del lavoro a compartimenti stagni, con alcuni segmenti intoccabili e altri molto vulnerabili, ha fatto sì che tutta la debolezza di questo mercato si sia scaricata sui giovani, sulle donne e adesso anche sui lavoratori anziani, che finora erano solo incoraggiati al pensionamento anticipato . "
    **Come si evince serve urgentemente una risposta con un reddito per chi non ha un lavoro e per chi lo perde, come è presente in tutti gli altri paesi europei.** Non è un elemosina, è la condizione per poter permettere l'uscita dei giovani dalle famiglie a 18 anni, e quindi acquistarla semmai l'autostima, inoltre non sono soggetti alla criminalità, infatti soprattutto al sud son facile preda delle organizzazioni Malavitose, dove pescano la manovalanza con un costo sociale enorme, inoltre i consumi verrebbero rilanciati, o pensate che i consumi si debbano sostenere solo dal 10% della popolazione? Per questo chiedo un accordo per le misure urgenti con il PD altrimenti i poteri forti non le faranno mai.

    RispondiElimina
  62. Io ho appoggiato idee che non sono di Grillo ma del Movimento 5 Stelle...c'è una cosa che non capisco però: Grillo parla per il Movimento (quindi è un portavoce) o parla per se stesso?
    Il Movimento è da apprezzare in quanto, se funzionasse, porterebbe la vera democrazia in Italia (votazione online e i parlamentari farebbero solo ciò che i cittadini vogliono) mentre, ad oggi, sembra che Grillo parli senza aver interpellato nessuno.
    Ieri a "Che tempo che fa" il giornalista Gramellini ha toccato il nocciolo della questione (Vi consiglio di vedere i Suo intervento su internet): si parla di democrazia, di aprire il parlamento ai cittadini, di onesta (tutto giustissimo) ma ci sono delle ombre sulla catena di comando.

    RispondiElimina
  63. Vedo che hai trovato, comunque, il male.

    Buon pro ti faccia.

    RispondiElimina
  64. Vediamo di fare il riassunto delle due posizioni in campo.

    Il PD propone di formare un governo che abbia come priorità
    1) legge anti-corruzione
    2) sostegno al lavoro
    3) legge sul conflitto di interessi.
    Inoltre Il PD ritiene che Berlusconi sia totalmente inaffidabile per realizzare tali punti.

    Il M5S ritiene che il PD non sia un interlocutore credibile e mai entrerà né darà il proprio sostegno ad un governo con dentro il PD.
    Quindi il M5S cosa propone? Eleggere il Pres. della Repubblica e poi tornare alle urne?
    Alternative non ne vedo, ma forse mi sfugge qualcosa...

    RispondiElimina
  65. Ma pensarci prima di domenica? Pensarci in anni di legittimazione del PD a compiere qualunque porcata per loro o per Berlusconi. Pensarci prima no eh? Oggi siamo costretti ad ascoltare ancora una volta le parole deliranti di Bersani, dopo aver visto distruggere il Paese, la cultura, la coesione sociale per decine e decine di anni. Oggi sarebbero irragionevoli quelli che votano uno che usa la washball per lavare i panni. Ma avete idea del livello di follia a cui siamo giunti? Chi ci ha portato? Chi rende un comico mille volte più autorevole di chiunque occupi il Parlamento oggi? Chi non ha fatto nulla mentre quel comico faveva proseliti e sempre più persone formavano gruppi targati M5S sul territorio? Chi ha sempre fatto di tutta l'era un fascio sparando a zero sui modi e sui contenuti del M5S senza mai capire un fico secco, banalizzando e imbastendo sempre e solo slogan fascisti per denigrarlo? Chi oggi sogna che il M5S dia la fiducia al partito a cui fino a ieri, ma che dico, oggi, nessun elettore del M5S darebbe neanche in consegna il cane?

    Autocritica. Onestà. Democrazia. Intelligenza. Questo manca al PD. Manca anche al M5S? Sarà vero ma il PD si è giocato da tempo il beneficio del dubbio.

    (e non ditemi che si doveva votare Ingroia o Giannino...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il PD propone di formare un governo che abbia come priorità
      1) legge anti-corruzione
      2) sostegno al lavoro
      3) legge sul conflitto di interessi.
      Inoltre Il PD ritiene che Berlusconi sia totalmente inaffidabile per realizzare tali punti.

      Il M5S ritiene che il PD non sia un interlocutore credibile e mai entrerà né darà il proprio sostegno ad un governo con dentro il PD.

      Quindi il M5S cosa propone? Eleggere il Pres. della Repubblica e poi tornare alle urne?
      Alternative non ne vedo, ma forse mi sfugge qualcosa...

      Elimina
    2. Il M5S è un movimento farlocco, tale e quale alla Lega di antica memoria

      Elimina
  66. Una vera delusione questo M5S, pensavo che volesse bene all'Italia Grillo, invece è solo un demagogo, urla strepita sul palco, ma di costruttivo non propone nulla, al prossimo giro i miei voti non li prenderanno più

    RispondiElimina
  67. ho votato PD (menoelle) e ne sono convinto ma riconosco che il vincitore di queste elezioni è il movimento di grillo. Per questo motivo penso che il M5S abbia il dovere di prendersi la responsabilità di governare, anche da solo. Troppo facile continuare a criticare standosene fuori e lasciando cadere tutte le proposte (molte demagogiche secondo me) urlate da grillo in quest'ultima campagna. Mi auguro che Bersani ed il PD tutto prenda questa posizione così che staremo a vedere se sono capaci di fare quello che dicono o se sono solo dei patetici 'bertoldo2000'.

    RispondiElimina
  68. HO LETTO TUTTO, CON ATTENZIONE. HO VOTATO GRILLO E NE RESTO MOLTO FIDUCIOSO. DOVREI FIDARMI DEGLI AMICI DI SILVIO O DI QUELLI DI BERSANI?? SONO CERTISSIMO CHE PEGGIO DI LORO NON POTRANNO ASSOLUTAMENTE FARE. SPERO ANZI CHE FACCIANO MEGLIO (CI VUOLE POCO, BASTA NON RUBARE)VISTO CHE NON SONO ANCORA COSI' "ESPERTI". ANDATE A ROMA (COME FACCIO SPESSO IO) E VEDRETE COI VS. OCCHI COSA ERA DIVENTATA LA "POLITICA"

    RispondiElimina
  69. INFERNO O PARADISO?



    STORIELLA SIMPATICA E SAGGIA









    Berlusconi, essendo unto dal Signore, scivola e muore. Arriva alle porte del Paradiso, dove l'attende paziente San Pietro:

    Benvenuto in paradiso, eminenza. Prima di farla accomodare, devo purtroppo anticiparle che abbiamo un piccolo problema da risolvere.

    Vede,è molto raro che un politico d'alto rango arrivi qui, e la verità è che non sappiamo cosa fare con lei. Così abbiamo deciso di farle trascorrere un giorno all'inferno e uno in paradiso, cosicché lei possa scegliere liberamente dove trascorrere la sua eternità"




    San Pietro accompagna il nuovo arrivato all'ascensore e questi scende, scende fino all'inferno.

    Si apre la porta e Berlusconi si trova in mezzo ad un verdissimo campo di golf. In lontananza intravede un lussuoso club house; davanti, tutti i suoi amici politici che avevano lavorato con lui.

    Gli corrono incontro e lo abbracciano commossi, ricordando i bei tempi andati, quando tutti insieme si arricchivano alle spalle degli italiani."





    Decidono di fare una partita a golf e poi cenano tutti assieme al club house con caviale e aragosta.

    Alla cena partecipa pure il diavolo, che in realtà si dimostra essere una persona molto simpatica, cordiale, e divertente. Berlusconi si diverte talmente tanto che non si accorge che é già ora di andarsene.

    Tutti gli si avvicinano e prima che parta gli stringono calorosamente la mano, lasciandolo triste e profondamente commosso.




    L'ascensore sale, sale e si riapre davanti alla porta del paradiso, dove San Pietro lo sta aspettando. Berlusconi passa le successive 24 ore saltellando di nube in nube, suonando l'arpa, pregando e cantando.

    Il giorno è lungo e noioso, ma finalmente finisce. Si presenta finalmente San Pietro che gli chiede: "Eminenza, ha trascorso un giorno all'inferno e uno in paradiso, ora può scegliere democraticamente dove trascorrere l'eternità".

    Berlusconi riflette un momento, si gratta la crapa e dice: "Beh, mi consenta, in paradiso è stato tutto molto bello, però




    Allora San Pietro scrolla le spalle e lo accompagna all'ascensore. Scendi,
    scendi, giunge all'inferno.

    Quando le porte si aprono, si ritrova in mezzo ad una terra deserta e piena di immondizie sparse dappertutto.

    Vede tutti i suoi amici in tuta da lavoro che raccolgono il pattume e lo depositano in sacchi neri di plastica. Il diavolo gli si avvicina e gli mette un braccio attorno al collo, in segno di benvenuto.



    "Non capisco..." balbetta Berlusconi "... mi consenta, ieri qui c'era un campo da golf, e un club house, e abbiamo cenato a base di aragosta e caviale, e ci siamo divertiti un sacco. Ora la terra è solo un deserto pieno di spazzatura e i miei amici sembrano dei miserabili".

    Il diavolo lo guarda, sorride e gli dice: "Amico mio, ieri eravamo in campagna elettorale.
    Oggi, hai già votato per noi".

    RispondiElimina
  70. Leonardo, sono daccordo con tutto quello che scrivi.
    Sinceramente preoccupato per le sorti del nostro paese, che poi significano quelle mie, della mia famiglia, delle persone a cui tengo e anche per quelle a cui non tengo, sono incappato in un suggerimento per rendere possibile il via libero "tecnico" al Senato ai grillini senza votare la fiducia. Mi sembra opportuno far circolare la cosa.

    In sostanza si tratta di lasciare 20 grillini nel Senato, a votare contro, in modo da tenere il numero legale. Sembra funzionare.

    Qui i dettagli.
    http://marckuck.wordpress.com/2013/02/28/il-senato-di-rubik-una-exit-strategy/

    RispondiElimina
  71. Si penso proprio che Grillo non è responsabile e adesso se la fa sotto Io lo farei governare, possiamo sempre andarlo a prendere se ci riduce come la Grecia

    RispondiElimina
  72. A questo Gri(u)llo non importa niente degli ITALIANI LUI E Casaleggio se ne fregano, VOGLIONO IL CAOS questi due st...zi.

    RispondiElimina
  73. La notizia del momento è che non ci sono notizie, non grossissime almeno. Avete notato il silenzio del mostro degli abissi denominato "spread"?? Non se ne sente parlare. Un silenzio assordante, ondeggia ora su valori assai pallidini. Quante cose non sappiamo.

    RispondiElimina
  74. Leonardo, complimenti. Ho letto l'intero articolo (su suggerimento dell'amica Giorgia Polli), dapprima incuriosito per l'incipit in tono pacato e quasi dimesso. Poi, siccome mi occupo di letetratura e struttura del testo, ho apprezzato particolarmente il sagace uso delle strutture retoriche, soprattutto la costruzione anaforica basata sulla duplice reiterazione di "l'avevate letta bene?" e "Ma voi lo avete mai ascoltato Grillo?", fino alla disvelazione finale, davvero molto incisiva. Un bel saggio di retorica e di capacità argomentativa. Ancora complimenti! Ah... sul contenuto? Beh, sono ovviamente daccordo su tutta la linea, su ogni obiezione, soprattutto sula volontà tutta italiota di mandare il cervello all'ammasso in cerca continua di un uomo forte, sia esso un ducetto con mascellone, un nanetto con pelata, un grullo con sicumera e tanta voglia di rivalsa personale... Rispondo, ma non serve: no, non avevano mai letto né il programma, né gli intenti del circo mediatico del duo Grillo-Caasaleggio, perché bastava berciare più forte di altri per conquistare chi legge sempre male quello che c'è da leggere. E no, non hanno letto neppure fino in fondo il tuo intervento: nelle ultime tre settimane ho dovuto sostenere attacchi a Fort Apache da parte di grillini in buona fede (io sono daccordo con Gian Antonio Stella e rivendico il diritto di chiamarli così, ci mancherebbe che si scelgano pure il nomignolo...), di pazzi squilibrati, di lunatici invasati, di brave persone che però ti condannano solo perché voti PD e RC... con nessuno, tranne un ragazzo, sono mai riucito ad argomentare in modo sereno ed equilibrato, sono sempre stato soperchiato da grida e strepiti e da conclusioni che evocano molte ripsoste di chi mi ha preceduto nei commenti. Inutile ripeterli. Hai fatto bene a quantificare il problema, ora si spera che proprio da alcuni degli attivisti M5S venga un'offerta di soluzione... sonos cettico, ma non dispero. Sono ottimista di natura, essere Italiano è un mestiere! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Mario se apprezzi il modo di scrivere del padrone di casa, allora ti consiglio di scuriosare a giro per questo blog, troverai alcuni esperimenti letterari (a mio modesto parere) di un certo interesse. Ad esempio nell'estate 2011 ha scritto una collana di racconti intitolata le 21 notti e inserita in una cornice, la raccomando ;) http://www.leonardo.blogspot.de/search/label/le%2021%20notti

      Poi ci sono anche altre vicende, da gente che pedala nel 2025 sino a dei pericolosi esagitati che spargono pomodoro dinnanzi alle banche come gesto simbolico, ma una cosa per volta ;)

      Elimina
  75. Poveri italiani arrembati da venditori di fumo come berlusconi
    E ora c'é anche grillo.
    Uno, quello più vecchio, ha imbrogliato con la restituzione dell'IMU e il CONDONO TOMBALE, l'altro ha promesso l'annientamento del parlamento.
    Vorrei sapere cosa pensano di ottenere quelli che li hanno votati.
    Vi rendete conto che sono due AZZECCAGARBUGLI, e che quello che promettono è aria fritta; infatti i mercati che non si lasciano inchiappettare, ci hanno subito bastonato e ci ridono addosso.
    Anch'io vorrei ribaltare tutto, ma non così. Qui andiamo tutti a sfracellarci: il cambiamento o lo facciamo con cervello, o ci fottiamo anche gli zebedei. Vedete voi! Siamo già col culo per terra. Alè.

    RispondiElimina
  76. Risposte
    1. COME CRI(U)LLO Vaffaooooooooooooooooooooo

      Elimina
    2. Come Gri(u)llo Vaffanooooooooooooooooo

      Elimina
  77. In Italia la parola d'ordine è deresponsabilizzare l'elettore ... dirgli che lui va bene così e il cattivo è un altro ... funziona sempre.

    RispondiElimina
  78. Questo è il commento numero 200, visto che ormai siamo allo sbando mi tolgo la soddisfazione di essere io il duecentesimo ;)

    Il PD non si fida di Berlusconi, il M5S non si fida del PD, nessuno ha la maggioranza e si torna a rivotare... ollé! Viva l'Europa!

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).