domenica 10 marzo 2013

Pagato o meno

Sono stato intervistato da Note Modenesi ed ecco qua, il risultato è più divertente del solito. Devo rettificare solo un punto: quando dico che "preferisco scrivere per un sito sconosciuto che mi paga regolarmente – anche una miseria – piuttosto che per un sito importante a costo zero" soggiungevo subito: "ma in realtà faccio entrambe le cose" (finché mi divertono entrambe le cose; e l'obiettivo è guadagnare prima o poi da qualunque cosa: ca$h come se piovesse, ma vanno bene anche buoni mensa, qualsiasi cosa, vengo via con poco, chiedete in giro).

3 commenti:

  1. Anche tu ti prostituisci al primo editore che passa, insomma ;)

    Saluti,

    Mauro.

    RispondiElimina
  2. Ho trovato interessante l'inciso sul carattere degli emiliani. Ne hai già parlato sul blog in questi anni o intendi approfondire in futuro?

    RispondiElimina
  3. Intervista letta, ma dice cose che gli appassionati lettori di L. conoscono già.
    A furia di leggere quest'uomo tutti i giorni, egli diviene poco a poco parte del paesaggio quotidiano (un diversamente Scalfari) : ci si riferisce a lui parlando con amici e familiari "Leonardo oggi dice che" - "E chi è Leonardo?" - "Uno che ho conosciuto on line e dice che" - "Ah, è un tuo amico?" - "Cioè in realtà no, lui non mi conosce, però io lo leggo tutti i giorni ed è come se lo conoscessi, una conoscenza asimmetrica" - "Eeeeeeeh?" - "Vabbè, lasciamo perdere, comunque a tale proposito lui ha una teoria e..."

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).