lunedì 19 luglio 2004

Ehi, che fai con quelle scatole

Più o meno un paio di anni fa, per via di una serie di complicate circostanze, ho incontrato una persona.(Succede).

In seguito mi sono rivisto con questa persona piuttosto spesso.

Poi, sabato verso mezzogiorno, questa persona è arrivata qui con un paio di scatoloni, e da allora non c'è verso di schiodarla. La cosa un po' mi spaventa. Adesso è di là che dorme, credo.

D'altro canto, le sue motivazioni (per esempio, che paga metà affitto già da un pezzo) mi sembrano inoppugnabili, così credo che me la dovrò tenere, nella buona e nella cattiva sorte, etc. Scusate se vi scrivo queste cose, certo voi non venite qui per farvi i fatti miei, ci mancherebbe.

Ma questo dovevo per forza segnarmelo, perché da oggi scriverò meno. Di sicuro non scriverò più tutte le notti. Lo so che lo dico sempre, ma stavolta è diverso. Credo che capirete. È stato bello, ma adesso buonanotte. E sogni d'oro. Io vado di là.

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).