lunedì 27 aprile 2015

Il giorno a cui direte a Renzi: No.

Certe occasioni capitano una volta sola. Renzi, per esempio, in maggio ha una chance per blindare la legge elettorale e costringerci a votare per lui nel ‘16, nel ‘21 e a seguire. È comprensibile che abbia più fretta di chiudere che voglia di lasciare al Paese un sistema elettorale decente. Gli avversari, fuori e dentro il partito, sono ancora divisi e disorientati; la ripresa, se c’è, troppo debole per reggere una crisi politica: insomma, adesso o mai più. Si va verso la fiducia, e se a Mattarella non piace, pazienza. In fondo anche Mattarella deve tutto al suo grande elettore, e una volta risolta la questione, i suoi pareri non avranno più molta importanza.

È comprensibile che gli esponenti della minoranza Pd non vogliano arrivare a una scissione. Hanno sempre scelto la posizione più ragionevole e responsabile - anche quando era quella che li portava al disastro elettorale. Non sorprende che continuino così, ma prima o poi dovranno prendere atto che sono fuori dal partito. È Renzi che li ha messi ai margini, senza pubblicità ma con determinazione, e adesso si tratta soltanto di scegliere il modo e il tempo per prendere la porta. Ovviamente a nessuno piace trovarsi nel ruolo del guastafeste che riprecipita l’Italia nel baratro della crisi eccetera eccetera. Ma l’Italicum è proprio brutto, e il governo, che cerca di imporlo col voto di fiducia, fuori dalla decenza. Certe occasioni capitano una volta sola, e questa forse è quella per dire a Renzi grazie, ma anche no.

4 commenti:

  1. (a me 'sta cosa che "una immagine vale mille parole" - o magari 1500 caratteri, perché no - m'è sempre sembrata una cazzata; ma oggi c'ho torto)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai torto, ma non per il motivo che pensi tu. Quell'immagine è una reductio ad Benitum e, come spesso accade agli esempi del genere, è frutto di un'evidente forzatura: Renzi non è Mussolini e l’Italicum non reintrodurrà il fascismo. Il problema non è la legge elettorale (o comunque non è il problema principale): il problema sono gli italiani.

      Elimina
    2. massì, m'hai convinto. so' gente seria. provateli per qualche mese.
      spassionatamente, eh.

      Elimina
  2. Mamma mia ma stai proprio in fissa Leo.
    Da te mi aspetterei qualche ragionamento in più, del tipo " ok votiamo no, ma poi cosa succede se si torna a votare subito dopo con la legge attuale" ?

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).