lunedì 2 marzo 2020

Dai e dai ci arriva anche il Potere

In questi giorni mi sta capitando sempre più spesso di far caso a quanti foucaultiani ci siano in giro: alcuni consapevoli (e in certi casi ormai inerziali) altri no. Ma non è proprio questo l'egemonia: che un sacco di gente si ritrovi foucaultiana senza saperlo?

Sia come sia, ogni volte che qualcuno parte con una teoria un po' complottarda un po' similfoucaultiana, ad esempio la bazza delle epidemie come pretesto del Potere per creare un formidabile dispositivo di controllo, la mia prima reazione è sempre correre verso di lui a mani protese, non per schiaffeggiare (mai mi permetterei) ma per zittire, ma pensaci un attimo, ma devi proprio suggerirgli tutte queste idee, al Potere?

Che dai e dai prima o poi ci arriva anche lui, eh. Un'imbeccata oggi, un'imbeccata domani – sembra quasi che ci teniate.

3 commenti:

  1. Non so cosa sostengano i foucaultiani ma ancora una volta emerge la volontà di minimizzare gli effetti del coronavirus e di accusare il governo di aver preso misure troppo severe. Vale il caso di informarsi un poco: negli ospedali della Lombardia TUTTI i posti di terapia intensiva sono pieni (https://www.ilpost.it/2020/03/02/coronavirus-ospedali-terapia-intensiva/) e l'Asl di Piacenza ha deciso di preparare in un ospedale di provincia un altro reparto per i contagiati che hanno gravi difficoltà respiratorie (https://www.liberta.it/piacenza). Serve altro per capire che se il contagio non viene RALLENTATO, attenzione RALLENTATO, nessuno si illude di fermarlo, saremo in enorme difficoltà sanitaria? Come si può negare queste evidenze SCIENTIFICHE?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edit: TUTTI i posti di terapia intensiva sono OCCUPATI e non 'pieni'

      Elimina
  2. https://www.linkiesta.it/it/article/2020/03/02/fuga-migranti-siria-turchia-grecia/45636/


    Mi permetto di inserire l'articolo della Perina da cui posso entrare nel contesto in cui una narrazione crea il contesto per superare una cortina fumogena atta a celare la realtà.
    Il Foucault definiva il Potere come plurimo e nn soltanto come derivazione univoca,ma per arrivare alla "verità" anch'essa nn univoca,ma plurima si dovrebbe passare dal pensiero.
    Nei "foucaultiani" a cui il Leonardo fa riferimento manca il tassello,rilevante,del pensiero e perciò si fanno eterodirigere,anche come del caso del Agamben,da se stessi.
    Cosa si dovrebbe fare quando una epidemia si palesa?
    Si dovrebbe leggere un articolo come quello della Perina,per esempio,e diradare la cortina fumogena e pensare se nn sia il caso di "burionizzarsi".
    Con giudizio,s'intende.

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi. Se è una sciocchezza posso cancellarla.