venerdì 7 aprile 2006

- calpesti & derisi


Siam pronti alla vita


Fratelli d'Italia,
l'Italia è un po' stanca.
è al verde, va in bianco,
e il rosso l'ha in banca.
Dov'è la Vittoria,
diciamolo, dove?
Siam qui dalle nove
e Vittoria non c'è.



Fratelli d'Italia,
l'Italia è per terra,
in crisi, in declino,
e pure un po' in guerra.
Dove sei, Vittoria,
la volta che servi?
Che rabbia, che nervi,
l'Italia imprecò.

Fratelli d'Italia, l'Italia è un po' a pezzi,
per quanto la osservi non ti raccapezzi:
ché dopo quattr'anni di aiuti a Tremonti,
né mari né monti ne possono più.

Fratelli d'Italia, l'Italia è precaria:
stivale spaiato che scalcia nell'aria.
Dov'è la Vittoria? Ma quanto fattura?
Di monte in pianura l'Italia franò.


Poropò
Poropò
Poropoppoppoppoppò
Dall'Alpe a Sicilia,
dovunque è una pena:
ogni uomo per Silvio
ha dolori alla schiena.
Del sangue d'Italia
non sei già satollo?
Vuoi spezzarci l'ossa?
vuoi pure il midollo?


Fratelli d'Italia,
l'Italia sta fresca.
Di quanti cantieri
si cinse la testa…
Dov'è la Variante?
Perché è così tardi?
Chiedete a Lunardi,
l'Italia non sa.
Fratelli d'Italia,
l'Italia s'è rotta:
nessuno al timone
che tenga una rotta.
Dov'è la Vittoria
(o almeno un Pareggio?)
Qui dal male al peggio
in picchiata si va.


Fratelli d'Italia,
rompete le righe.
Chi mai v'ha promesso
cinque anni di sfighe?
E chi v'ha arruolato
alla guerra infinita,
pensando a una gita,
l'Italia tradì.
(Si stringono a corte,
- ma con un' "o" sola! -
Son pronti alla morte,
finché è una parola.
Si stringono a corte,
a leccare il più forte,
se ha le gambe corte
in ginocchio si stan).


Noi siam da cinque anni
calpesti e derisi,
perché siam coglioni,
perché siam divisi.
Vogliamo un po' bene
a 'sto suolo natìo?
Uniti, perdio,
chi vincer ci può?
Fratelli d'Italia,
sorelle, cognate,
non datevi vinti,
non vi rassegnate.
L'Italia è in ginocchio,
ma non è finita.
Siam pronti alla vita,
l'Italia chiamò.


Poropò
Poropò
Poropoppoppoppoppò

13 commenti:

  1. soprattutto la parte del Poroppoppò mi sembra inattaccabile

    RispondiElimina
  2. davvero vermanete bello questo blog...non é una frase di circostanza. cis ono capitato per caso. grafica. articoli...impstazione in generale...veramnete molto bello!

    ah...ti invito sul mio blog, magari, se la cucina ti interessa, potresti approfittarne per un giro virtuale.

    maialeubriaco.blogspot.com

    Ciao

    Re

    RispondiElimina
  3. Signor Effe, mi ha tolto le parole dalla tastiera. Purtroppo non sono stato abbastanza veloce.

    RispondiElimina
  4. epperò! Cotanta creatività compositiva mi sorprende con gusto.

    stikazzi, sior Leonardo

    RispondiElimina
  5. dopo il 10 aprile, se va male, ti conviene cancellarla.

    Altro che googlebombing :-)

    RispondiElimina
  6. E neppure questa è una barzelletta ma una interrogazione scritta alla Commissione Europea
    5 Aprile 2006



    PRODI spia del KGB



    É stata presentata oggi da Salvatore Tatarella e Romano La Russa
    un'interrogazione scritta urgente alla Commissione europea per far luce
    sui presunti legami tra il KGB e Romano Prodi.

    In chiusura del dibattito di ieri sera l' eurodeputato inglese Gerard Batten, ha lasciato a bocca aperta la platea di eurodeputati presenti in aula, tra i quali anche il Presidente Borrell.

    Batten non ha omesso di fare nomi e cognomi e di citare circostanze, paventando l'ipotesi che il Presidente Prodi in passato abbia avuto contatti con il KGB sovietico.

    Se questa accusa dovesse essere confermata, sarebbe una macchia
    indelebile per l'Europa e per l'Italia. "Quale credibilità potrebbe in
    futuro avere l'Europa se si venisse a scoprire che il Presidente della
    Commissione europea era in qualche modo collegato ai servizi segreti
    russi?" hanno scritto Tatarella e La Russa alla Commissione.

    "Riteniamo doverosa - hanno aggiunto i deputati di AN - l'istituzione
    di una commissione d'inchiesta per fare luce su quella che potrebbe
    rivelarsi una brutta pagina per l'Italia e per l'Europa".

    RispondiElimina
  7. io ho ordinato il caffe'... perche' questa e' la frutta, Leo.

    con immutata stima (anche catastale)

    RispondiElimina
  8. Bravo Leonardo! Ancora una volta una prova magistrale di penna graffiante.

    Bravo!

    RispondiElimina
  9. in questo momento di difficoltà non faccio che cantarlo disperato, e l'ho pure linkato

    RispondiElimina

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello.

Dimmi.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).