venerdì 20 luglio 2001

Appunti da Genova - 10
Testimoni contro il G8

Perdonate quel che scrivo d'ora in poi - sono quasi le cinque del mattino e sto montando una specie di guardia al media-centre (anche in questo caso, bisogna stare attenti, ma alla fine si fa entrare tutti...)

Come sta Genova? Com'è andata la marcia dei migranti? E' difficile capirlo dal di dentro. Molte cose le sto imparando adesso dai giornali.

Genova è desolata. Non l'avrei mai capito continuando a circolare nel solito triangolo tra Piazzale Kennedy, Public Forum e Centro Media, brulicante di manifestanti. Ma basta cambiare la sponda della strada per accorgersi che le cose sono più sinistre di quel che sembrano: molte vetrine sono sbarrate con fogli di compensato. E se provi ad allontanarti dalle solite vie, ti ritrovi terribilmente solo. Passa giusto qualche volante. Dove sono tutti? Sbarrati dietro le finestre?

Mi sono imbattuto soltanto in un signore elegante che mi offriva un volantino. Io nicchiavo, indovinando in lui un testimone di Geova. Ma alla fine il disegno (raffigurante una tigre con dieci dentature, stile Apocalisse), ha finito per catturarmi.
Il volantino dimostrava, Bibbia alla mano, che il G8 segna l'inizio dell'età della Bestia, quel mostro il cui nome cifrato è 666, e che sarebbe in realtà un'allegoria del WTO, l'Organizzazione Mondiale del Commercio.. Seguiva un'astrusa teoria per dimostrare come tutti i codici a barre del mondo nascondono la stessa cifra. Il volantino era attribuito ai Testimoni di Geova contro il G8.
Anche Geova è dalla nostra...

Nessun commento:

Posta un commento

Puoi scrivere quello che vuoi, ma se è una sciocchezza magari la cancello. Di solito però ci metto molte ore. Se il tuo commento non viene pubblicato subito, è colpa dell'antispam che ha dei criteri tutti suoi. Non ti preoccupare, magari scrivimi un messaggio più breve, appena posso recupero tutto.

Offrimi un caffè

(se proprio insisti).